donna sull'orlo della depressione...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 21 aprile 2009, 19:17

Secondo me stai cercando di porre fine al rapporto sbagliato. Quello che devi tagliare è il tuo matrimonio,o comunque devi cambiare la situazione che vivi ora con tuo marito.
Poi se la storia con riccardo continuerà o meno è un altro discorso. Ma di sicuro non è cercando di staccarti da lui, se è lui che vuoi in questo momento, che ti farà tornare a stare bene. Tu starai bene solo quando ti sarai liberata dai vincoli che ti fanno sentire prigioniera in una vita che non desideri...
forse non te ne rendi conto ma si vede benissimo dall'esterno questo gioco malato che porti avanti....con l'amante, che dici di amare ma che ti fa stare principalmente male, e con tuo marito, a cui dici di non sentirti più legata ma a cui permetti ancora di decidere al posto tuo. Finché non capirai che il problema è dentro di te e non negli altri non starai meglio e le tue continueranno a essere molte parole e pochi fatti.

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 24 aprile 2009, 9:53

Buongiorno!!

Ho passato il pomeriggio di ieri assieme a Riccardo, tutto il pomeriggio.
E' inutile dirvi, ancora, quanto mi senta bene quando sto con lui, in santa pace, senza pressione, senza orari, in completo rilassamento.

Lunedi alle 16 vado dallo psicologo...
Mi sono decisa, siete contenti??? Direte in coro, ERA ORAAAAAAAAAA!!!
Mi sono decisa, ma con riserva, perche' il professionista e' l'amico di mio fratello, e' stato lui a convincermi.
Non ho detto nulla ne' a Riccardo, ne' a mio marito, per par condicio.

Mi chiedo, e chiedo a chi ci e' gia' stato, quante possibilita' ho che il professionista sia "professionista" e non dica nulla, a mio fratello, dell'amante???
Perche' so gia' che lo psicologo, amico anche mio, non sapendo la storia in fondo, e' intenzionato a salvare il matrimonio...mi ha accennato a delle future sedute con mio marito...
Mi ha detto, un paio di sedute e sei fuori, vedrai...
Ci sara' da ridere....

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 24 aprile 2009, 9:57

Mi ha detto, un paio di sedute e sei fuori, vedrai...
Ci sara' da ridere....
ma sinceramente un terapeuta che dice così non mi sembra affidabile.
forse voleva tranquillizzarti ma mi sembra che butti le mani un po' troppo avanti e sminuisca la questione.
Inoltre è amico di tuo fratello... in ogni caso se lui dovesse rivelare qualche particolare a tuo fratello, lo puoi denunciare per violazione del segreto professionale.
ps sembra che proprio non ti vuoi staccare dalla tua famiglia....vai anche dallo psicologo amico di tuo fratello...ma non potevi cercarne un altro?

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 24 aprile 2009, 10:13

Così, a titolo informativo, riporto l'articolo 28 del cd

Articolo 28
Lo psicologo evita commistioni tra il ruolo professionale e vita privata che possano interferire con l’attività professionale o comunque arrecare nocumento all’immagine sociale della professione.
Costituisce grave violazione deontologica effettuare interventi diagnostici, di sostegno psicologico o di psicoterapia rivolti a persone con le quali ha intrattenuto o intrattiene relazioni significative di natura personale, in particolare di natura affettivo-sentimentale e/o sessuale. Parimenti costituisce grave violazione deontologica instaurare le suddette relazioni nel corso del rapporto professionale.
Allo psicologo è vietata qualsiasi attività che, in ragione del rapporto professionale, possa produrre per lui indebiti vantaggi diretti o indiretti di carattere patrimoniale o non patrimoniale, ad esclusione del compenso pattuito.
Lo psicologo non sfrutta la posizione professionale che assume nei confronti di colleghi in supervisione e di tirocinanti, per fini estranei al rapporto professionale.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

LILLY

Messaggio da LILLY » 24 aprile 2009, 10:33

doomgeneration ha scritto: ps sembra che proprio non ti vuoi staccare dalla tua famiglia....vai anche dallo psicologo amico di tuo fratello...ma non potevi cercarne un altro?
Sono d'accordo. In casi come questi, è molto meglio cercare un aiuto esterno alla coppia, che non abbia avuto nessun tipo di rapporto con voi.
In ogni caso, l'aiuto psicologico può, appunto, "aiutare", ma sei tu, siete voi, che dovete dare il meglio di voi stessi e capire esattamente cosa volete fare, cosa vi aspettate dalla vita e chiarire, il più possibile, la vostra posizione davanti ai rispettivi coniugi. Cosa che, a mio avviso, continuate a rimandare.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 24 aprile 2009, 12:35

Sono d'accordo con Lilly.
Perche' so gia' che lo psicologo, amico anche mio, non sapendo la storia in fondo, e' intenzionato a salvare il matrimonio...mi ha accennato a delle future sedute con mio marito...
Mi ha detto, un paio di sedute e sei fuori, vedrai...
Ci sara' da ridere....
Mi fa ridere che dici "ci sarà da ridere". Per forza che lui tenterà di salvare il matrimonio, è quello che farei anche io, e che consiglierei anche io a una mia amica nelle tue condizioni. Perché alla loro versione manca un "piccolo" dettaglio: tu hai l'amante da un anno. Credi che sapendolo uno psicologo sarebbe intenzionato ancora a consigliarti di salvare il matrimonio ? (ah, a proposito:uno psicologo non consiglia niente, non deve dare indicazioni né fare cose per convinzione personale: se tu vuoi salvare il matrimonio, ti aiuta, se non vuoi salvarlo, ti aiuta lo stesso, dipende da te.) Non credo che neanche tuo marito se sapesse tutta la verità sarebbe ancora convinto...mi sorprende che ti stupisci che la gente intorno a te ti consigli in una direzione (quella che tu non vuoi prendere), quando è chiaro che manca un pezzo del puzzle che tu hai intenzionalmente taciuto...

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 24 aprile 2009, 12:51

Grazie per l'art.28...

Il professionista in questione, non e' amico mio, ci siamo conosciuti ad una ricorrenza, mia sorella...il dott. Tizio..piacere..piacere mio..., quattro chiacchiere sulla politica e tanti saluti. Ci siamo rincontrati durante dei convegni, piacere di vederla...piacere mio...arrivederci...arrivederci....
Lui e' piu' un mio conoscente.
L'amicizia e' con mio fratello.
Io dallo psicologo non ci sarei mai andata, e lo sapete...
Ci vado perche' mi sta "obbligando" mio fratello. E poi , riflettendoci, potrebbe darmi lo scossone che mi serve, mai dire mai...
Il dott ha parlato con mio fratello, che gli ha detto del mio problema cosi come lo conosce lui, e cioe' grave crisi coniugale da curare dando una mano ai coniugi...
E il dott cosi' fara', o meglio pensa di fare.
Quando capira' che i problemi ci sono sempre stati, e col tempo ulteriormente gravati dalla presenza di un amante, che fara'?
Non dovra' andare dall'amico e dire, "Guarda che il problema non e' semplice come pensi, le 5 sedute sono poche, qui ne servono 35!!!!"
UUUUU come mi diverto....
Dovevate vederlo, come cercava di rincuorarmi poverino, con una calma serafica e dopo aver sentito la versione di mio fratello....Dai piccola, non temere, la felicita' e' a portata di mano, vedrai che in poche sedute sarai fuori da tutti problemi...Se lo riterrai opportuno faremo anche qualche seduta assieme a tuo marito, troveremo e risolveremo le difficolta'...il tuo matrimonio non e' finito come pensi tu....Dai piccolina, vedrai, ritroverai il sorriso e la voglia di ricominciare...

NO...NO... DOTTORE.... vedrai tu!!!
Quando ti dico che ho l'amante, e non una storia cosi ma due anni di amante, riderai assieme a me...poi te lo dico io la felicita' a portata di mano e la voglia di ricominciare!!
UUUUU come mi diverto....

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 24 aprile 2009, 13:23

maja non ci andare.non hai le premesse per andarci,non sei motivata e sei in sfida con questo dottore.
Non ci andare,ti sta antipatico ancor prima di cominciare

e poi ho notato una cosa, dimmi se sbaglio:ti senti cattiva in questo periodo,una bestia, e forse forse ti stai anche punendo

Potrei sbagliarmi eh :wink:
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 24 aprile 2009, 13:48

Il professionista in questione, non e' amico mio, ci siamo conosciuti ad una ricorrenza, mia sorella...il dott. Tizio..piacere..piacere mio..., quattro chiacchiere sulla politica e tanti saluti. Ci siamo rincontrati durante dei convegni, piacere di vederla...piacere mio...arrivederci...arrivederci....
Non serve che sia direttamente tuo amico, basta che abbia un rapporto di amicizia o di conoscenza con una persona che ti è vicina. Tuo fratello non mi sembra esattamente uno sconosciuto. Per me basta questo dettaglio per dire che non so quanto ti servirà andare da questo professionista.
Come dice Lala non sei tu quella motivata , hai detto che ti ha spinto tuo fratello. Se fossi stata tu quella motivata ti saresti affidata a qualcuno che non ha niente a che fare con te. (e poi come fai a farti chiamare "Piccola" da uno che dovrebbe avere un rapporto paziente terapeuta con te :? )

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 24 aprile 2009, 21:51

maja ha scritto: Dovevate vederlo, come cercava di rincuorarmi poverino, con una calma serafica e dopo aver sentito la versione di mio fratello....Dai piccola, non temere, la felicita' e' a portata di mano, vedrai che in poche sedute sarai fuori da tutti problemi...Se lo riterrai opportuno faremo anche qualche seduta assieme a tuo marito, troveremo e risolveremo le difficolta'...il tuo matrimonio non e' finito come pensi tu....Dai piccolina, vedrai, ritroverai il sorriso e la voglia di ricominciare...
Non penso di aver capito bene. "dai piccolina... ritroverai il sorriso" sono parole di tuo fratello o del dottore?
Spero di aver capito male..

Comunque, se il tuo obiettivo è quello di stare meglio e di provare a risolvere la situazione, allora sarebbe meglio cercare un professionista che non abbia legami con la tua famiglia.
Da ciò che scrivi mi sembra che tu stia cercando di comunicare a tuo fratello, attraverso il suo amico psicologo, quanto stai male e quanto la situazione è più complessa di quanto lui pensi. Come se volessi dirgli: questo è quello che non hai mai voluto vedere.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 25 aprile 2009, 9:38

Ciao maia... io mi sono decisa di andare dallo psicologo perchè ero e sono ancora a pezzi. Ho accuratamente evitato con grosse difficoltà, perchè il mio medico di base nonchè lontano parente è anche psicologo, e avendo in questo periodo qualche difficoltà economica mi sono rivolta a una struttura pubblica...quindi avevo bisogno della prescrizione medica.... Ma non ho alcun dubbio in merito....stiamo trattando argomenti troppo delicati ....quindi evitare qualsiasi rischio...pertanto cambia anzi cercatene uno in un altra citta. E fallo solo se veramente ne senti il bisogno....non è una passeggiata.

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 27 aprile 2009, 17:17

Però mai dire mai...
Sono tornata anchio in terapia, cambiando da coathc a psicologo abilitato all'albo...e molto più costoso.
Anch'io sicuramente non sarò partita con il piede giusto, perchè avevo le mie belle resistenze, e in parte le ho tuttora, lo so...però ne ho parlato con lui di queste difficoltà. Sono uscite piano piano e pare che vada meglio...
Si potrebbe anche fare un tentativo con questo amico del fratello, perchè, chissà, a carte scoperte potrebbe venir fuori la serietà e responsabilità del professionista!
Però certo Maja, in questo mi allineo con le altre, le carte adesso le devi scoprire davvero, perchè a questo serve lo psicologo e solo così ti sarà di aiuto!
Lui non è nè tuo marito, ne tuo fratello, nè il padre che non c'è, nè, soprattutto, l'amante...quindi t'avviso anch'io che sarà dura!
Solidarietà :wink:

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 28 aprile 2009, 15:01

BUON POMERIGGIOOOOOOOOO!!!

Eccomi a Voi.
Ma quale 5 sedute???
Ma quale incontro col coniuge????
Ma quale felicita'???

UUUU quanto mi sono divertita!!!!
Quando m'e' uscita la frase, "Dottore me lo lasci dire, mi lasci sfogare come vuole il mio cuore, HO L'AMANTE!!! Dottore io mi sono fatta l'amante, Dottore sto col comandante della stazione del paese mio!!!"
Signoriiii, che soddisfazione!!!
Mi si sono aperte le coronarie...
Lui non ha battuto ciglio, ha continuato a guardarmi senza batter ciglio, come se sapesse...
Niente 5 sedute...niente terapia di coppia...
2 ore di chiacchiere e confidenze.
L'imperativo e' solo uno " ESCI DA QUELLA CASA"...
Anche lui, come voi dall'inizio, dopo solo 1 ora di seduta, mi ha detto cio' che le mie orecchie non vogliono sentire....esci da quella casa.
Immeditamente, prima vai via prima tornerai a vivere....
Tutto quello che mi avete detto voi....
Non si sta assieme per i figli, e' soprattutto per una loro che devo andare via.
Non si sta assieme per la reputazione della famiglia, per i miei fratelli, loro accetteranno e mi staranno affianco.
Non si sta assieme per la gente, quando non si ha neanche il necessario non bisogna cercare il superfluo.
Niente 5 sedute, una basta per capire cos'e' che mi sta deprimendo.
Esci da quella casa.

Tronca immediatamente la relazione extra.
Questo consiglio me lo ha dato motivandolo giustamente: se venisse scoperto, sarebbe l'unico e solo motivo della mia separazione, mentre non e' cosi. Sarebbe teleterio per i bambini, sarebbe teleterio per i miei, ed e' fortemente destabilizzante per me, gia' provata psicologicamente.
Primo passo, lascia casa, tuo fratello e tutti dovranno accettare di avere la sorella separata e lo faranno con tranquillita'. Prepara psicologicamente i bambini, spiegando loro.

Secondo passo, col tempo, tutto il resto...

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 28 aprile 2009, 15:49

e che c'è di divertente scusa? :roll:
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

chicco
Messaggi: 357
Iscritto il: 6 novembre 2007, 12:17

Messaggio da chicco » 29 aprile 2009, 9:44

maja ha scritto:BUON POMERIGGIOOOOOOOOO!!!

Eccomi a Voi.
Ma quale 5 sedute???
Ma quale incontro col coniuge????
Ma quale felicita'???

UUUU quanto mi sono divertita!!!!
Quando m'e' uscita la frase, "Dottore me lo lasci dire, mi lasci sfogare come vuole il mio cuore, HO L'AMANTE!!! Dottore io mi sono fatta l'amante, Dottore sto col comandante della stazione del paese mio!!!"
Signoriiii, che soddisfazione!!!
Mi si sono aperte le coronarie...
Lui non ha battuto ciglio, ha continuato a guardarmi senza batter ciglio, come se sapesse...
Niente 5 sedute...niente terapia di coppia...
2 ore di chiacchiere e confidenze.
L'imperativo e' solo uno " ESCI DA QUELLA CASA"...
Anche lui, come voi dall'inizio, dopo solo 1 ora di seduta, mi ha detto cio' che le mie orecchie non vogliono sentire....esci da quella casa.
Immeditamente, prima vai via prima tornerai a vivere....
Tutto quello che mi avete detto voi....
Non si sta assieme per i figli, e' soprattutto per una loro che devo andare via.
Non si sta assieme per la reputazione della famiglia, per i miei fratelli, loro accetteranno e mi staranno affianco.
Non si sta assieme per la gente, quando non si ha neanche il necessario non bisogna cercare il superfluo.
Niente 5 sedute, una basta per capire cos'e' che mi sta deprimendo.
Esci da quella casa.

Tronca immediatamente la relazione extra.
Questo consiglio me lo ha dato motivandolo giustamente: se venisse scoperto, sarebbe l'unico e solo motivo della mia separazione, mentre non e' cosi. Sarebbe teleterio per i bambini, sarebbe teleterio per i miei, ed e' fortemente destabilizzante per me, gia' provata psicologicamente.
Primo passo, lascia casa, tuo fratello e tutti dovranno accettare di avere la sorella separata e lo faranno con tranquillita'. Prepara psicologicamente i bambini, spiegando loro.

Secondo passo, col tempo, tutto il resto...
e ci voleva lo psicologo per capire che non andavi più d'accordo con tuo marito e che te ne dovevi andare da casa? Quanto s'è preso per dirti questa cosa? Mah! Dovevo fare lo psicologo:)

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”