donna sull'orlo della depressione...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 11 agosto 2009, 14:10

I bambini sono e devono restare tali, non bisogna trattarli da adulti caricandoli di responsabilità che a quell'età non possono reggere, nè attribuire loro ruoli che non vanno bene per loro. Tuo figlio non può essere per te "come un padre", anche se capisco che tu in questo momento di senta molto sola e sfiduciata.
Il rischio durante le separazioni è priprio quello di creare delle coalizioni: la bambina scappa dal papà, il bambino ti protegge... no, non va affatto bene. Per qunto possibile, bisognerebbe cercare di tenerli fuori da discussioni e questioni organizzative, continando a dedicare loro il tempo di cui hanno bisogno, anche se i traslochi vari creano disorientamento.
Evitare di litigare davanti a loro e ritagliarvi dei vostri spazi adeguati per discutere.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 11 agosto 2009, 14:41

Ecco il conto, purtroppo, ma ce la puoi fare.
Maja anche con i figli ci vuole mooolta testa, oltre che cuore.
Pensa se al lavoro ti capitasse un problema particolare, una fattura imprevista che non sai come pagare...ti toccherebbe ragionare subito e bene, per risolvere.
Fallo anche coi figli in questa situazione! E' vero, leggi e cerca di prepararti al meglio, ma basta anche mantenere il controllo :wink:
Io ho due figlie femmine.La tua corre verso il papà. Io la lascierei andare, con convinzione, anzi la incoraggerei, le farei capire che sei felice per il buon rapporto che lei ha con lui (rimanendo sottointeso e non detto: meno male che il nostro cattivo rapporto non influisce con il vostro). Il padre/marito non piace a te, ma è molto positivo se piace ai figli: questo dobbiamo mettercelo bene in testa, per il cuore e la salute dei ragazzi!
Per il maschietto già ti ha detto Novembre. Per l'educazione, appunto, dovrai lottare un po' con il papà ferito, ma con furbizia, senza eccessi..., In questi casi, come in tutte le situazoni d'urgenza, in non taglierei il capello in 4, baderei più ai loro sentimenti, che al tipo di programma che vedono.
Ma guarda dentro di te, che c'è già tutto :wink:
Un abbraccio!
Fu Verità!

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 12 agosto 2009, 9:37

Non litighiamo davanti a loro. Fatto solo 2 volte in questo anno e mezzo, e me ne pento piu' dei miei peccati...
Vorrei qualcosa da leggere per cercare di fare le cose giuste... ma mi vanno bene anche questi piccoli consigli che date.
La mia rabbia e' che me li sono cresciuti da sola, sola, sola... tutto tutto tutto io!
Dai pannolini ai vestiti ai compiti alle recite, allo sport... deciso tutto io, senza che lui mettesse bocca o gli interessasse nulla... andava bene cio' che volevo io.
Ora litigo perche' non puo' insegnargli a giocare a poker...a undici anni... non e' giusto accontentarla sempre sempre... ma sempre... non gli dice no su niente. Voglio stare ancora fuori a giocare papa'... alle due di notte?...
Voglio la granita... all'una di notte? ... Non cena piu' perche' sa che il padre gli compra il gelato...
Direte che sono sciocchezze, ma si inizia dalle sciocchezze... Non mi piace cosi, perche' gli e lo dico in privato che non deve viziarla ma poi mi mette davanti all'evidenza, costringendomi a star zitta per non litigare davanti a loro. Spiegato e rispiegato che non va trattata cosi, lui e' il padre non un amico di giochi, che e' in un momento delicato della crescita, molto delicato, che ha gia' un brutto carattere di suo, deve aver paura del genitore...
Macche'.... ma parlare col muro e' meglio....

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 12 agosto 2009, 11:48

No, non sono affatto delle sciocchezze. Io credo che, nonostante vi stiate separando, è opportuno che continuiate ad essere alleati e coerenti nell'educazione dei vostri figli. Quindi le regole andrebbero decise prima e non "contrattate" davanti a loro. Quindi se lui decide di dare la granita all'una di notte, non starei a discutere in quel momento, perchè i bambini avvertirebbero subito il vostro discaccordo, non sapendo più cosa è giusto e cosa è no, finendo anche per dividere il ruolo: la mamma dice sempre di no, il papà ci fa fare quello che vuole.
Dovreste parlare prima, da soli, e poi comunicare con i vostri figli. Ad esempio, si va a letto a una certa ora, dopo cena non si mangiano altri dolci etc. Cerca di spiegare a tuo marito che accontentandoli sempre e su tutto non fa il loro bene, anzi...
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 12 agosto 2009, 12:58

E che sto tentando di fare da 5 mesi? Almeno 5 mesi...
Medio con lui... ma non serve a nulla...
Credo che ci goda a fare il buono, senza capire che ne va di mezzo la bambina....
Ma se vi dico che e' un irresponsabile egoista... peggio dei bambini...
Gli dico, Ma cosa ci guardagni a fare cosi?
Lui mi risponde, Lasciami stare... che vuoi?
Ma vi pare logico?
Inizia il calvario vero e proprio...

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 12 agosto 2009, 13:05

Forse avete isogno di rivolgervi a una persona che vi aiuti a gestire il vostro ruolo di genitori in questo momento così delicato, cosicchè i vostri conflitti non ricadano sui figli e sulla loro educazione..
Pensi che lui potrebbe accettare?
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 14 agosto 2009, 9:50

Assolutamente no.
Categoricamente no.
E' come diceva Davide... Vi ricordate? Chi viene lasciato non metabolizza la situazione come dovrebbe....
Il mio ex e' strano... fondamentalmente il fatto che io sia ancora a casa, lo autorizza a pensare che nulla sia cambiato.
Quindi continua imperterrito a non dare una mano, a far finta di nulla, a non entrare in merito all'educazione dei bambini, a non interessarsi se il pranzo c'e o non c'e...
Si alza, mette il costume, scende a mare coi bambini, sale dalla spiaggia, mangia, va a riposare, si rialza, riscende a mare, risale, fa la doccia, cena. Fine giornata, ecco la sua giornata. Tutti i giorni.
Mai chiesto cosa c'e da fare, mai chiesto se i costumi vanno stesi o lasciati nel secchio, se il bagno deve essere ripulito, manco guarda se i bambini hanno il costume o scendono a mare in mutande....
Tranquillita' fatta persona. Beato lui, lo invidio.
Devo avere un po' di pazienza...
Io sto sicuramente meglio, non ho piu' forti crisi di pianto, e' tanto che non mi si chiude piu' la gola, dormo qualche ora in piu' rispetto a prima. Riesco a controllarmi. L'unica cosa che mi e' rimasta e' che mangio poco, poco ma poco. In compenso sono una gran figa adesso, fisico da pin-up... mi consolo pensando a questo!!!
L'avvocato mi dice di non muovermi da casa... finche' lui non ha firmato, a favore dei bambini, una situazione che abbiamo in sospeso. E questo potrebbe avvenire anche dopo natale... dobbiamo aspettare il parere favorevole da parte del tribunale dei minori... un casino...
L'avvocato mi dice che di mariti cosi "tranquilli" ne ha visti parecchi... ma appena girato l'angolo diventano delle bestie...
Stare a casa e' deprimente. E' per questo che non mangio. Appena metto piede li', mi si chiude lo stomaco... e' solo per questo che non mangio piu'. Non sto male, ogni tanto mi sento stanca, stanca fisicamente, ma tutto sommato tiro a campa'... non mi peso piu' ma credo di aver perso quasi 20 kg.
Ieri ho incotrato una ragazza... sola con una bambina, una turista. E' venuta al locale a bere un cocktail, ho fatto subito amicizia perche' l'ho sentita vicina, un sesto senso... ebbene, stessa identica storia mia.
Lei si e' separata 2 anni fa, ha lasciato il lavoro per stare con la bambina, ma da lei lo stato, le passa pure la babysitter, davvero, oltre un assegno di mantenimento per aver sacrificato il lavoro per la figlia...
Ebbene, stessa storia mia... le ho chiesto " Ti sei pentita, ti sei pentita per aver allontanato la bambina dal padre?"...
Mi ha risposto.." Mi sono pentita, si. Di non averlo fatto prima, di averci pensato per 3 anni prima di prendere la decisione giusta!!"

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 14 agosto 2009, 10:32

Beh,bella madre.complimenti
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 17 agosto 2009, 9:30

Bella madre.... credo di si. Ha sacrificato un lavoro da 3000€ al mese. Adesso ne prende 600... per stare con la figlia, perche' quando tornava dal lavoro, Hostess di volo, alle 23 sua figlia doveva ancora cenare, essere cambiata dal pannolino sporco della mattina... mentre il padre aspettava il rientro della moglie/amante/madre/donnadellepulizie/cuoca davanti al televisore... Bella madre sicuramente!!!
Ti sposi e ti affidi ad un uomo. Lui idem. Si lavora in coppia per il bene di tutti.
Quando ti rendi conto che sei sola... beh, diventi una bella madre, della donna, bella tutta!!!!
La realta' e' diversa, chi non e' dentro il problema lo sottovaluta, crede siano delle schiocchezze, solo scuse...
E' sofferenza. Perche' vedi naufragare la tua vita, e non te ne dai una ragione, ti chiedi dove hai sbagliato. Arrivi alla decisione stremata, con un peso immenso addosso, con mille responsabilita'. E dopo mesi o anni di patimento, restare con un ulteriore carico psicologico non e' il massimo...

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 17 agosto 2009, 11:54

Neanche per niente.un figlio lo fai con un uomo,e che ti piaccia o no quello rimane il padre per tutta la vita.capisco solo casi di violenza del padre in cui madre e figlio/rischiano la vita.Ma non si può disporre dei figli come si vuole.I figli sono del mondo.
Quindi ribadisco:bella madre!!!
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 17 agosto 2009, 13:49

Lala ha scritto:Neanche per niente.un figlio lo fai con un uomo,e che ti piaccia o no quello rimane il padre per tutta la vita.capisco solo casi di violenza del padre in cui madre e figlio/rischiano la vita.Ma non si può disporre dei figli come si vuole.I figli sono del mondo.
Quindi ribadisco:bella madre!!!
Quindi secondo te lala quale sarebbe la soluzione in questi casi?

La violenza è un caso estremo, ma ci sono anche altri problemi che con il tempo possono diventare troppo ingobranti e causare enorme sofferenza. Non credo che una madre arrivi a prendere una decisione simile con leggerezza..
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 17 agosto 2009, 16:01

Novembre, mi sembra ovvio.Il marito te lo sei sposato tu,il dialogo lo dovresti avere tu,lo conosci tu.Terapia di coppia e tanto dialogo,solo e soltanto pe ri figli, pure se non ti va.Non si può e non si deve escludere uno dei due genitori.troppo facile.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 17 agosto 2009, 18:48

Certo, lo hai sposato tu.. ma se nel corso del tempo si trasforma in un soprammobile cosa puoi fare?! Te lo tieni perchè anni prima hai deciso di sposarti? Caspita, mi sembra estremamente rigida come posizione!

La terapia non è la panacea di tutti i mali e il dialogo non è sempre così scontato che ci sia, nè che ci possa essere. E poi non è detto che il coniuge accetti di intraprendere un percorso terapuetico, non lo si può certo costringere. Se accade, come nel caso di Maja, che il marito rifiuta di farsi aiutare, anche solo per la gestione dei figli, perchè sostiene che la colpa sia solo ed esclusivamente della moglie, negando di avere un ruolo nel falllimento del matrimonio... come si fa?

Per educare i figli occorre che ci sia armonia tra i genitori, che entrambi siano coerenti e che mantengano un buon clima familiare.. pensi che per i figli sia una buona cosa che il papà insegni loro a giocare a poker fino all'una di notte solo per fare un dispetto alla mamma?

Insomma, bisognerebbe prendere in considerazione tanti elementi e non essere così drastici, pensando che per i bambini la prenseza di entrambi i genitori sotto lo stesso tetto sia necessariamente la cosa migliore per loro e per la loro crescita.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 17 agosto 2009, 18:59

No,non hai capito.Non ho detto che non si devono lasciare.solo che non è pensabile non far vedere un figlio a uno dei genitori solo perché col tempo l'altro/a ci è andato sulle scatole
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 18 agosto 2009, 12:31

..i figli come merce di scambio o meglio ancora usati per ripicche e vendette è francamente la cosa peggiore che possa capitare...ma è tipico nelle separazioni...la guerra perchè di questa si tratta non finirà mai perchè non si abdica mai dall'essere genitori e come nel tuo caso cara maja è tuo marito a subirla...stai certa che durarà sino...a che lui non avrà trovato un'altra donna...è brutto a dirsi ma è così. Poi si dimenticherà di te e il conflitto piano piano di dissolverà, rimarranno sempre le questioni sul mantenimento l'educazione etc etc...ma appena avrà trovato chi ti sostituisce...stai certa che non si ricorderà neanche chi sei, e forse non si ricorderà neanche dei suoi figli, che ora ama così tanto. Potrei raccontarti decine di casi...analoghi al tuo. Triste vero??!! Ma è così.
Uomini che appena la moglie ha un cedimento e comincia a "vedere" gli investimenti sbilanciati nel rapporto e accennano a rivendicare maggiore impegno o mogli che capiscono che l'amore è finito, non se lo fanno ripetere due volte e se ne vanno subito di casa e tu vieni a sapere che da dieci anni ha una relazione extra e si è trasferito da lei. Uomini che in vista di una separazione rubano in casa, cominciano a tirare coca, alzano le mani, etc etc. Mariti ntegerrimi che stravedono per i figli e poi neanche più li vogliono vedere e tu sai che sta correndo la cavallina con quella di turno.Ce ne sono pochi che affrontano il tutto con responsabilità. Non è un caso quello che si legge nei giornali....mogli amanti compagne morte amazzate...oppure violentate....che schifo!!!! Ma se devo essere sincera credo che la colpa è nostra e dello schifo di educazione che abbiamo ricevuto....surrogate di mamme dei mariti. Non ci hanno insegnato a "vedere" "sentire", troppo giovani forse per scelte consapevoli. E poi ci innamoriamo....perdiamo la testa.....arrivano gli amanti....e al tradimento non ce più ritorno. Che fare allora?! Qual'è la cosa giusta da fare?! Quella che tu Maja stai cercando di portare avanti con caparbietà e determinazione....in questo ti ammiro. Vedrai che piano piano tutto si aggiusterà....aspetta con fiducia che lui svolti l'angolo e trovi una fessa che si occupi di lui...Appena sarai uscita di casa, lui avrà campo libero di portarsi a casa chi vuole e fare quel che vuole...forse un giorno ti ringrazierà pure. Per te invece sarà diverso....ti ci vorrà parecchio tempo prima di accostarti ad un uomo....se non sarà Riccardo....ci sarà la paura di essere usata e sfruttata...ma un nuovo amore arriverà...ne sono certa.
Mi chiedo spesso perchè oggi giorno si vedono in giro coppie dove lei è molto più grande di lui anche di 10 15 anni.....perchè siamo materne...ci sobbarchiamo tutte le responsabilità...alleviamo il nostro compagno di turno di tutte quelle piccole incombenze del vivere quotidiano...etc etc....Tutte quelle cose che le giovani di adesso aborrono e giustamente!!!
Quando capisci tutto questo....vuol dire che hai capito tutto....hai in mano la soluzione di tutti i rebus del mondo. Questo è quello che io penso, può essere opinabile...o...forse è una visione estrememente relativistica e cruda..ma...di storie ne sento tante... quasi tutte brutte...un saluto a tutti voi....

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”