Pagina 30 di 68

Inviato: 20 agosto 2009, 10:15
da maja
Grazie,ancora grazie.
Il mio cammino e' lungo e faticoso, appena intrapreso credo...
So che appena arrivera' un altra, si dimentichera' della figlia"tanto amata",
della moglie e del figlio che e' il suo clone vivente...
E' per questo che mi sto battendo per far trasferire tutto, ma tutto quello che abbiamo a nome dei bambini, pure le macchine. Proprio per evitare che "rubi a Cesare quel che e' di Cesare", quando arrivera' Pincopallina...
Riccardo e' andato, nel senso andato di testa. Depresso allo stato puro. Minacciato e, forse pedinato, ricattato per separazione con addebito. E' praticamente in un angolo senza via di fuga. Bersagliato da piu' fronti.
Mi accusa di tutto. Di avergli messo fretta, di averlo fatto esporre coi sms, di averlo fatto stanare dalla moglie, di tutto e di piu'...
Il suo problema e' che e' "invidioso" perche' io ce l'ho fatta, e lui ha lavorato malissimo ed ancora e' lontano....

Inviato: 20 agosto 2009, 13:46
da grazia
..ma credi sul serio che si voglia separare?..credi sul serio che voglia lasciare il suo nido?...io nutro dei forti dubbi...un uomo se è un uomo e il giro ce ne sono pochini anzi quasi inesistenti a quest'ora se n'era andato di casa...magari facendo la fame...magari trovandosi un altro lavoretto...ma cavolo avrebbe tirato fuori gli attributi. Un mio amico si è separato...se ne andato di casa...contemporaneamente ha perso il lavoro...ospite dal fratello...ma sta reagendo...non finisce il mondo...e non muore nessuno. Tu forse al contrario suo hai una rete di protezione data dalla tua famiglia che forse non condivide la tua scelta ma che cmq è un vero legame di sangue. Forse lui non ha nessuno...non so...di risposte ce ne sarebbero cento...forse mille. Ma di certo gli uomini nn sono come noi...determinate...pronte a rimboccarci le maniche...forti...oserei dire uniche. E' facile dare la colpa agli altri, quando hai non risorse dentro di te. E se non sei certo di quello che stai facendo, non sei sicuro che è quello che vuoi, allora è meglio stare dove già stai...tirando avanti alla belle e meglio...come fanno centinaia di coppie. Per quanto riguarda la sua famiglia, non è capace di mandarli tutti a quel paese e dicendo che sono cmq fatti suoi e della moglie e quindi nessuna ingerenza? Uomini uomini...se ne stanno belli belli in attesa che gli altri dipanino la loro vita...nessuna scelta....ma solo pretese....e rivendicazioni....baci

Inviato: 20 agosto 2009, 18:42
da Twilight
guarda maja, io la depressione la capisco..lo so come ci si sente, anche se quando è toccato a me non ho recriminato niente a nessuno...
però questo qui mi fa proprio andare il latte alle ginocchia. ma che razza di uomo è? si arriva a un certo punto che altro non si può fare che reagire o morire. allora reagisci. si fa fatica, fa ancora più male che lasciarsi morire, ma è l'istinto di sopravvivenza che ti spinge.
mi sembra che tu parli di un bambino di 4 anni messo nell'angolo perchè ha mangiato la marmellata cavolo! ma è un uomo, come fanno a metterlo in un cantone su tutti i fronti? io non ci credo perchè c'è sempre qualcosa che si può fare. la moglie lo ha beccato,e sarebbe colpa tua? ahahah è lui che l'ha cornificata, se non voleva essere beccato poteva evitare. che tiri fuori gli attributi e prenda la sua vita in mano.
ti ripeto, al di là della depressione, che ti annienta e ti immobilizza e io lo so, arrivi a un punto in cui sei costretto a prendere la tua vita in mano e andare avanti..almeno di mezzo passo, non di mille km, ma di qualche metro. lui non è capace di gestire la sua vita e mi dà la sensazione che voglia che gliela gestiscano gli altri, che decidano gli altri e che scelgano per lui senza però metterlo troppo in mezzo. così non ha responsabilità e se capita qualcosa può sempre dare la colpa agli altri. come un bambino, non come un uomo. alla faccia del lavoro nelle forze dell'ordine ahah
lascialo perdere. se poi sarà destino...sarà. ma non adesso e non finchè lui vuole un bel materasso soffice su cui atterrare perchè ormai non ha alternative.

Inviato: 20 agosto 2009, 20:48
da grazia
Ciao Twi, ma guarda che tutti gli uomini sono così, quasi tutti. Sin dall'infanzia hanno avuto chi si occupasse di loro, poi sono subentrate le mogli tutto qui, non c'è altro. Spavaldi, sicuri di sè nel letto delle amanti, bambini piagnuccolosi nel proprio. Diciamoci la verità, siamo noi che abbiamo o avevamo avuto una considerazione diversa, ma se vai a stringere...che delusione!!! Mio marito che ha 50 anni ancora scatta sull'attenti al richiamo della madre 88enne, a cui nn riesce a tenere testa...annientato e con due palle piene ma che ancora si ostina a dire si signore...con due palle piene della moglie (di me), ma che ancora nn si decide a volare via....è comodo dopo tutto tornare a casa sedersi sul divano e aspettare che tu torni con la cena in mano, come una leonessa dopo la caccia....che cavolo chi glielo fa fare...lo farei anch'io!!! Conosco a fondo gli uomini, tutto uguali...se nn sono dipendenti in tutto e per tutto, vogliono chiuderti nella gabbietta mentre se ne vanno qua e là. Amore...in nome di questa parola che macelli e quali sofferenze....l'amore esiste certo, ma nn è quello che intendiamo tutti....amore è libertà....dire: non vuoi più stare con me, ti auguro di trovare la tua felicità...nn voglio più stare con te...aiutami ad andare...il resto è solo possesso e attaccamento, in questo anche le donne sono maestre...una volta in un libro ho letto questo, una signora dopo una separazione burrascosa dopo avere ridotto il marito alla pazzia e in mutande ha detto....in fondo lo amavo così tanto!!...Amore...è solo una illusione...poi dobbiamo fare i conti con tutto il resto....e dura solo un momento come la stagione di una farfalla....baci

Inviato: 27 agosto 2009, 11:19
da maja
eccomi...
Di corsa, perche' l'ex e' in agguato e non voglio che veda il forum.
Sono in ferieeeeeeeeee...
PARTOOOOOOOOO da solaaaaaaaaaaa coi bambini!!!!
Domenica, e torno venedi. Londra. Alla faccia di tutti!!!
Sono euforica. Ce l'ho fatta, anche questa!!!!
Quando torno mi aspetta casa mia. MIA.
Nuova vita, nuove prospettive.
Riccardo piange. Piange e chiede tempo. Disperato ancra di piu' per la mia partenza per Londra. C...zi suoi...
Mi sono rotta le scatole ed e' come dite voi, troppo facile dare la colpa a tutti, al destino, al figlio, ala situazione, alla moglie labile, al lavoro, ai famigliari bigotti... ne ha una al giorno pur di non prendere la situazione in mano e tirare fuori il carattere.
Mi spiace ma non era cosi prima, era piu' forte, molto piu' razionale, tranquillo non si lasciava abbattere da niente. Continuo a dirgli che la sua depressione peggiorera' finche' continuera' a stare nel "limbo", tra me e sua moglie. O dentro o fuori.
Io sono fuori, piena di ferite e lividi, ma sono fuori. Sto bene adesso, aveva ragione lo psicologo.. una volta fuori dalla falsita' dei due rapporti, starai bene...
Lui ha preferito bivaccare... credeva che non mi sarei mai separata, e adesso che mi vede "disponibile" sta morendo. Ma morendo davvero.
Riccardo e' lontanissimo. Sempre di piu'.
Finche' si giocava ad armi pari, entrambi amanti, mi stava bene. Siccome io sono una persona corretta, ho lasciato mio marito poiche' l'ambiguita' e la falsita' non fanno parte di me. Adesso faccio? libera da un rapporto falso, il matrimonio, resto vincolata ad un rapporto falsissimo sotto tutti i punti di vista???? Mai, assolutamente mai, per la mia dignita'.
Se vuole sono qui. Non so per quanto ma sono qui. Altrimenti che continui a stare nella falsita' lui.
Grazie a tutti, vado a Londra.... domenica e torno il 09 settembre......
Grazieeeeeeeeeeeee....

Inviato: 14 settembre 2009, 12:03
da maja
Sono tornata!!!!
Bellissima vacanza... straordinaria esperienza, soprattutto per i bambini.
Uno spettacolo, Signori e Signore. Dopo soli 3 giorni a londra, i bambini parlavano inglese con tutti. Una soddisfazione immensa.
Messo piede all'aereoporto di Roma, ma proprio, appena scesa dalla scaletta, mi e' presa una crisi di pianto che non ve la posso descrivere!!!
Una depressione interna che non vi dico, mi veniva da morire.
Sparita la vacanza in meno di 30 secondi.
La prox volta sbarco a Malta!!!
Riccardo? E' tanto che non lo sento.
Mio ex marito? Un uomo distrutto. Rintanato a casa tutto il giorno.
Ricomincio.

Inviato: 14 settembre 2009, 19:05
da Twilight
bravissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
riccardo prima era calmo e tranquillo perchè era nella situazione comoda. anche il mio ex è sempre stato calmo, nel senso che si sentiva padrone della situazione, pensava di avere il pieno controllo, su di me, su tutto, che io ci sarei sempre stata qualsiasi cosa avrebbe fatto, quindi faceva come pareva a lui, ma non era quello il vero lui, quella era la parte spavalda che si nutriva della situazione stabile, della mia sottomissione ecc e non del suo carattere. una volta che l'ho lasciato è crollato perchè il palo che gli faceva da spina dorsale è sparito e lui si è rivelato per quel che è...non è una critica nei suoi confronti, ognuno è come è, ma solo un modo per farti capire che finchè non rischi niente o ti sembra di non rischiare niente son tutti bravi a fare quelli che niente li turba, quelli sicuri, quelli che hanno il coltello dalla parte del manico...ma mettili in difficoltà...poi vedi di che pasta son fatti...
eheh

Inviato: 16 settembre 2009, 8:55
da maja
...Ripensa ai giorni di vacanza e vedrai che andra' meglio...
Non e' cosi. Purtroppo.
Torno qui e ripiombo nell'inferno.
Vado via, allora? Non posso.
Sto riperdendo tempo inutile, e non capisco cos'e' che mi riblocca.
Avevo trovato casetta, caro affitto ma carinissima casa, in agenzia aspettano la mia caparra, carissima caparra.
Io che faccio ancora? Mi metto a guardare altre case. Perdo tempo inutilmente a cercare altre case, magari meno care, magari piu' belle...
Ma non ce ne stanno. E questo io lo so. Mi fa paura affrontare tutte le spese, le tende, i materassi, il forno, il quotidiano... i bambini... una cosa per volta mi dico, ma sono tutte cose che devo fare subito...
Perche' non riesco ad entrare in quella agenzia? Mi vergogno, mi assale un forte senso di impotenza, di vuoto. Mi sento carica di responsabilita' verso i bisogni futuri dei bambini, sento che rimarro' sola. Mi manca Riccardo...
Cioe', io l'ho sempre saputo, ovvero alla fine restero' sola lui non mi seguira' mai, ma prenderne coscienza e' proprio dura.
Non so cos'e' che mi blocca, devo e voglio andare via di casa, ma ce un qualcosa che non va... mio fratello dice di provare, un mese due mesi, magari mi ci abituo alla nuova vita, magari scopro che amo ancora mio marito.... Mi viene il voltastomaco.... boh??? Sara'...
Con Riccardo, forse, ho davvero chiuso. E' una settimana che non ci sentiamo per niente. Non so che fina abbia fatto, ne' lui si interessa a me.
Ci siamo lasciati in malissimo modo, io accusandolo di ipocrisia e ogni cosa cattiva che si possa dire, lui zitto senza proferir parola ad inzupparsi tutte le mie cavolate, mi ha solo rinfacciato che parlo parlo ma ancora sto a casa con mio ex marito... unica cosa che mi ha urlato. Dopo questa telefonata, il nulla.
Vorrei chiamarlo, ma l'ho fatto tante volte. Non mi sento in torto completo, dovrebbe essere lui a farlo. Ma lui e' un mulo e non chiamera' mai, oppure ha deciso di ricominciare con la moglie... oppure sta andando avanti per la sua strada... oppure la pensa come me, su di me.
Ogni giorno dico cosi, da 6 giorni, lo chiamo...lo chiamo si... ma no... chiamalo.. no lo chiamero' mai...
Altro dilemma... Ma tocca a lui adesso, tocca a lui farmi vedere quello che sa fare, se vuole fare. Senza aspettare di vedermi fuori di casa per avere la conferma che sono a sua disposizione, perche' e' solo questo che aspetta... ed io ho l'assoluta certezza che lui non lascera' mai sua moglie...
Sara' questo che mi blocca a prender casa? Il non voler dare la conferma a Riccardo? O incosciamente sto sviluppando/maturando/calcolando
qualche cosa che ancora mi sfugge?
Ditemi qualcosa.... Io voglio andare via, mi fa sentire bene il sol pensiero di avere una casa per me, da arredare con un'amaca gigante che ho sempre voluto sin da piccola...da poter invitare a cena gli amichetti del maschietto... i miei nipoti a fare baldoria... una vita nuova...
Ditemi qualcosa... perche' mi sento cosi? Mi riviene da piangere di nuovo, sento tutto troppo grande da affrontare, sento che non sara' facile economicamente... Non andro' mai a chiedere un cent a nessuno, ne' al mio ex ne' ai miei...
Ditemi qualcosa...

Inviato: 16 settembre 2009, 11:46
da maja
Non mi dite niente....
Cavoli tuoi, sei tu che devi darti una risposta... Vero???
Come all'inizio... avevo gia' una risposta dentro me, ma volevo qualcuno che mi desse lo scossone...
Chi cavolo me lo da' uno scossone ora? Anche un calcio nel fondoschiena magari.
Ma perche' devo essere cosi indecisa?

Inviato: 16 settembre 2009, 12:59
da rocco
maja ha scritto:Non mi dite niente....
Cavoli tuoi, sei tu che devi darti una risposta... Vero???
Come all'inizio... avevo gia' una risposta dentro me, ma volevo qualcuno che mi desse lo scossone...
Chi cavolo me lo da' uno scossone ora? Anche un calcio nel fondoschiena magari.
Ma perche' devo essere cosi indecisa?
Io voglio andare via, mi fa sentire bene il sol pensiero di avere una casa per me, da arredare con un'amaca gigante che ho sempre voluto sin da piccola...da poter invitare a cena gli amichetti del maschietto... i miei nipoti a fare baldoria... una vita nuova...
Comincia da qui e da questo maja.
Segui quello che senti.
Vai via. Ricomincia dalla tua nuova casa.
Ma perche' devo essere cosi indecisa?[/
Ipotizzo: perchè sei un essere umano? :roll:
Perchè stai soffrendo? :roll:
Perchè tutti nella vita avremmo bisogno di comprensione, calore, affetto? :roll:

Scusa se ironizzo un po', è solo per sdrammatizzare.

Al punto in cui sei non puoi e non devi tornare indietro.
Andare avanti per capire te stessa e la vita che vuoi avere.
Per scegliete.
Per essere libera.

Dove e con chi è secondario (in questo momento) e si vedrà!!!

Dai maja!!!! :D :D :D :D
Forza! :P :P :P :P
Un bacione
Sandra :wink:

Inviato: 16 settembre 2009, 23:17
da sincerità
Maja, non mi fare impaurire per niente! Tanto lo so che dopo ce la fai!

Abbracci :D

Inviato: 17 settembre 2009, 8:47
da maja
Leggo. E piango...
Grazie.

Inviato: 17 settembre 2009, 21:49
da numero6
MAJA! Hai già fato tanto, non mollare adesso. Non chiederti troppo. Non sei una superdonna, sei una donna coraggiosa che ha i suoi dubbi ma che alla fine ha fato ciò che tanti non fanno e non faranno mai.
Quindi non chiederti di non avere dubbi, paura e tristezza, è normale che sia così. Accettalo. A prescindere da Riccardo, lo hai fatto per te. nella peggiore delle ipotesi, lui è stato un mezzo che ti ha consentito di vedere quello che non andava e che ti ha consentito di capire che la tua vita non era con tuo marito. Ti saresti condannata all'infelicità Invece ti sei data una chance. ED HAI FATTO BENE. Come si evince dalle tue parole, non sei indecisa sulla sorte del tuo matrimonio, sei solo spaventata da tutti i cambiamenti che ti aspettano. Io ho fatto la stessa mossa, lasciando un uomo con cui stavo da 213 anni, l'ho fatto perchè ero stanca, ma è stato l'innamoramento per un altro, tra l'altro impegnato e ingestibile, che mi ha fatto capire che non era quella la vita che volevo. Ora sono distrutta, penso che con quest'uomo non andrò da nessuna parte, perchè a parte il fatto che non molla la famiglia che ha distrutto, non so nemmeno se potrei mai essere felice con lui. Vivo da sola, oggi sono devastata perchès ono triste e penso che a 34 anni sono sola e non sarà facile avere una persona vicino.Ma non potevo fare diversamente. Forse in futuro il coraggio di cambuare sarà ripagato. non è certo. Ma vuoi mettere l'onestà di non prendere in giro nessuno, rimboccarsi le maniche e provare a concedersi un'altra possibilità.
Il problema è che non tutti hanno le palle di farlo, soprattuttto gli uomini. Molti mollano per superficialità Altri non mollano per vigliaccheria
Tu forse, come me, l'hai fatto perchè in un altro modo non avresti potuto vivere, con tutti i disastri che una scelta del genere comporta.

Inviato: 17 settembre 2009, 21:51
da numero6
...ehm, gli anni erano 13, non 213.

Inviato: 17 settembre 2009, 21:55
da Lala
Tu ci stavi praticamente da quando avevi 20 anni, numero 6.Hai fatto bene secondo me. è impensabile mettersi insieme da poco più che ragazzini e rimanere una vita insieme.Non è una relazione che fa crescere secondo me ma che fore va avanti per pigrizia e paura di restare soli.Hai preso un'ottima decisione, anche se oggi ti sembra di pagare un prezzo troppo alto.Ma ne avresti pagato uno ancora più salato se non l'avessi fatto