Pagina 32 di 68

Inviato: 29 settembre 2009, 12:05
da rocco
maja ha scritto:Ora, che devo fare? lo richiamo? devo pazientare?
E NO!!! E NON HO PIU' VOGLIA!!!!
Bhè, direi che hai posto la domanda e ti sei anche data la risposta.

A questo punto le vostre carte sono scoperte.
Tu hai un'altra vita, un'altra casa, altri intenti.
Lui no. E continua a dimostrartelo ogni giorno, ogni momento.
Credo che a modo suo ti ami, ma non è l'amore di cui hai bisogno tu.

Perciç se hai voglia di fare l'amante (e non mi sembra proprio) continua, se è una vita diversa quella che cerchi, tronca.
Recidi.
Sparisci dalla sua vita.

La capacità ce l'hai sempre avuta. Secondo me ora hai anche la forza!

Ciao!
Sandra

Inviato: 29 settembre 2009, 15:05
da Twilight
A casa scompare. Giustificando cosi il comportamento: E' sotto pressione, la moglie e' ormai 6 mesi che controlla il suo cell di nascosto, non lo molla un secondo. I genitori non accettano in nessun modo la possibilita' che lui lasci moglie e figli, tant'e' vero che il padre non gli rivolge la parola da mesi ormai, che al tavolo non si vuole sedere se c'e lui.
a me onestamente FA RIDERE! da quello che scrivi sembra che parli di un bambino di 13 anni e non di un uomo adulto.
è depresso e incapace di decidere perchè il suo papà e la sua mamma non vogliono e la moglie cattiva gli controlla il cellulare...ma che vada a stendere va...che uomo sarebbe uno così? ha bisogno del permesso e della benedizione per decidere qualcosa nella sua vita? beh così non andrà mai da nessuna parte...fa decidere gli altri, così lui non ha responsabilità...non vedi che scarica sempre barile sugli altri?! mai colpa sua!
ti parla ore ma non ti vuole vedere?! beh..è più facile e comodo tenere un rapporto VIRTUALE....magari gli piace anche crogiolarsi...se lo trasformasse in realtà e fosse concreto una buona volta...magari finirebbe tutto e poi che fa?! tu vivi la tua vita, ha fatto cose e preso decisioni, e lui che fa se non può più vivere nel suo universo parallelo?
ma scappa da questo tipo dai...io lo so che è difficile...che è doloroso..ma sei stata capace di fare così tanto..che separarti da un'ameba non può essere più difficile....credo che sarà soprattutto l'idea di lui a mancarti, perchè il lui reale...come fa a mancarti se è così?
e la depressione la conosco...ma prima o dopo deve agire..non si può vivere dando la colpa agli altri e la responsabilità agli altri, e il potere decisionale agli altri...sei più uomo tu di lui! MOLLALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO...altrimenti ti ritrovi con un altro figlio da accudire...e poi niente niente che SE MAI troverà il coraggio di andarsene verrà a stare da te, ti trasformerà in sua moglie e diventerà quello rigido e magari scostante, oppure cornificatore....rientrando nel ruolo sai...

Inviato: 29 settembre 2009, 15:34
da maja
Si...si...si...si...
Ditemelo, scrivetemi questo!!!!
Mi manca e' verissimo, mi manca il suo modo di amarmi, quel modo particolare, riservato, da signore... ma dopo???
Dopo e' come dice twl... e' un ragazzetto, con una vita rigida e sempliciotta, mai fuori dalle righe, mai viaggiato salvo per andare in accademia... casa, scuola e lavoro per 36 anni.
Unica donna sua moglie, 8 anni di matrimonio piu' 5 di fidanzamento...
Mi ha impallato di avere avuto altre storie, ma piano piano ho scoperto che non e' stato cosi...
E udite, udite... premetto che non so ancora oggi se mi ha detto una cazzata oppure no, nessun rapporto sessuale con la moglie fino al matrimonio!!!! Perche' la poverina e' fortemente cattolica....
Ma dove vive??? Ma neanche nel profond sud, ma neanche nel Burundi, ma neanche nella Siberia sperduta, esistono ste cose!!!!!!!!!!!!
Ma riuscite a capire dove caavolo mi sono infognata???
Lui e' strafatto, e quando dico che e' culturalmente lontanissimo da me, lo dico con cognizione . E quando dico che i suoi, e neanche lui forse, accetta la separazione, lo dico con cognizione.... perche' sei un peccatore e finisci all'inferno.....
Oddio aiutami....
Lo capite??? Devo venire fuori, perche' mi ritrovero' catapultata in un mondo che non mi appartiene... con un uomo che ha ancora bisogno di vivere il mondo reale, attuale. Con un uomo che e' ancora in fasce...

Inviato: 29 settembre 2009, 17:55
da sincerità
Io sono un po' confusa.
Ma ragazze, sbaglio o state ancora parlando di un uomo con cui passare la vita? Attenzione al rischio favola, di nuovo :roll:
Riccardo non è e non deve essere un principe azzurro (pericolo pubblico n° 1 per l'emancipazione femminile questa figura). Riccardo probabilmente non potrà essere per sempre: meglio! Mi rivolgo soprattutto a te Maja, che scrivi di voler conservare una certa "cultura", piuttosto che mescolarti con chi ancora non ci è arrivato (giustissimo, sempre andare verso il progresso, mai l'involuzione!): perchè non pensare solo di avere un compagno sessual-sentimentale e conservare per il resto la tua indipendenza?
Forse scandalizzo con questa idea, soprattutto perchè lui è ancora sposato ( e questo disturba anche la più aperta delle donne, lo so perchè è così anche per me), ma volevo far capire che quando la donna cerca l'uomo con le palle dietro si può nascondere ancora qualche fondamentalismo culturale, mentre io penso che la donna possa anche cercare un compagno, e cercare di vivere bene. E morto un papa :oops: ...però prima il papa deve morire, possibilmente senza essere ucciso :wink:

Inviato: 29 settembre 2009, 20:56
da Twilight
guarda...io per uomo con le palle non intendo un duro, intendo semplicemente una persona adulta che sappia prendere le sue decisioni e le sue responsabilità..questo qui mi sembra un mammalucco che si fa influenzare da tutti pur di non decidere niente.
le palle le hanno anche le donne, io personalmente ne ho avute molte di più di sto qui, e maja 500 volte di più...ma che se ne fa una Donna di un compagno che le mette in mano la sua vita? non è un compagno è un figlio! un problema in più! io sono single, non mi interessa trovare per forza l'amore della mia vita o sposarmi o accompagnarmi, non mi interessa non è un mio scopo nella vita, ma se lo devo trovare voglio che sia mio pari, quindi che abbia le palle quando le deve avere...non una persona piagnucolosa perchè io non voglio essere una crocerossina per nessuno...per questo spingo maja a liberarsi di questa entità...perchè lei ha dimostrato di essere una donna forte, la forza nasce dalla debolezza, come il coraggio nasce dalla paura, se non avessimo debolezze non dimostreremmo nemmeno la forza nel prendere decisioni difficili o responsabilità grandi. se resta con questo riccardo lei si accolla un altro figlio che dipenderebbe in tutto e per tutto da lei, perchè....cosa c'entra che i genitori sono ultraconservatori e gli dicono che se si separa va all'inferno?! ormai penso sia abbastanza grande per capire che nessuno va all'inferno se vuole essere felice...e soprattutto abbastanza grande da decidere indipendentemente dai suoi genitori.
io ho avuto problemi con mio padre che avevo 22 anni, siccome avevo le mie idee e stavo con una persona che lui,senza conoscere neanche, non apprezzava, non mi ha più parlato nè salutato per un anno e mezzo, e mangiavamo allo stesso tavolo...se io fossi stata una riccardA avrei dovuto mollare il fidanzato e plasmarmi su mio padre pur di avere il dialogo, l'affetto, il rispetto...beh non l'ho fatto! i genitori sono genitori, io li rispetto,ma non sono il Padre Eterno! e io non l'ho fatto a 22 anni, questo signore a 40 anni non si separa dalla moglie che sa di essere cornuta perchè il papà non gli parla più?! ma per la carità....
sincerità..tu in tutta onestà vorresti un uomo così o preferiresti uno con le palle? no perchè non penso sia una cosa marginale...sia che voglia viverci insieme, sia che lo scelga per andarci a letto e scambiarci 4 chiacchere....al primo problema se la fa addosso dalla paura e delega a lei ogni decisione...questo non è essere compagni......
maja....veramente....mi piacerebbe che potessi vedere la cosa coi miei occhi...perchè è vero che ogni storia è a sè, è vero che le persone sono tutte diverse, che per capire le dinamiche si deve essere i protagonisti, ma sono dell'idea che spesso da fuori si veda meglio...è come guardare un quadro impressionista...da vicino vedi tutto, ogni pennellata di ogni colore,ogni particolare, anche quanto colore ha preso monet col pennello...ma per vedere l'immagine devi fare qualche passo indietro, altrimenti non capisci un tubo!

Inviato: 29 settembre 2009, 22:18
da sincerità
Twilight ha scritto: sincerità..tu in tutta onestà vorresti un uomo così o preferiresti uno con le palle? no perchè non penso sia una cosa marginale...sia che voglia viverci insieme, sia che lo scelga per andarci a letto
...ma veramente io sapevo che tutti gli uomini le avevano :shock:
solo che a me non basta :D .
Io non vorrei più giudicare gli altri, vado più alla ricerca di me stessa e mi sono accorta che troppo si pretende dall'uomo (dall'altro) rispetto a conquiste che toccano a noi. Non riesco più ad immaginare qualità di un uomo che possa piacermi, aspetto solo che il mio cuore sia davvero pronto ad amare, anche a rischio che ciò non capiti mai.
In questa vicenda mi colpisce una cosa: che ci si sposi spinti da mille errori e condizionamenti che impediscono di amare, e che poi separandosi, ancora bisogna fare i conti con possibili preconcetti e luoghi comuni. Ma la vera libertà dove comincia?
Io vorrei una sola cosa per Maja, come per chiunque, e cioè che sappia ascoltare il suo cuore a prescindere da tutto, anche da ciò che sembra giusto giusto, perchè tanto di quel giusto giusto poi crolla.
In questo Tw mi è già capitato di darti ragione. Come pure, forse non si nota, quando sono io a scrivere mi pongo critiche e dubbi da sola, ma quello che vorrei è che si ascoltassero proprio i miei dubbi, piuttosto che le mie ragioni (chissà quante volte sbagliate :oops: )...
Maja fa bene: un giorno in un modo, un altro in un altro, deciderà Lei quando sarà pronta. Lascerà Riccardo: bene! Lo amerà nonostante tutto: bene!

Inviato: 30 settembre 2009, 11:47
da maja
Qua...qua...qua... sono l'oca che stornazza in cortile... qua..qua...
Io faccio, io voglio, e lo mando a cagare, io sono forte, qua, qua, qua...
Mi ha invitata per stasera. Dice che sta male, che si sveglia durante la notte col cuore in gola, che la mattina gli viene da vomitare, che mi pensa ogni secondo della giornata, che non capisco, che piange in continuazione quando pensa che mi perdera', che e' compromesso anche sul lavoro, che non capisco... lui ha troppe cose da risolvere prima di separarsi, che ci sono troppe persone in mezzo e non sa come gestirli... e non capisco...
Me le vuole dire in faccia, queste cose, cosi capiro' in che stato emotivo e'.
Qua..qua...l'oca che e' in me, viene fuori. E accetta l'invito.
Mi dispiace, perche' sta come stavo io qualche mese fa. Io avevo voi... e giuro che le lacrime scorrevano a fiumi mentre vi scrivevo, la gola era talmente stretta che non riuscivo neanche a singhiozzare... ma avevo una volvola di sfogo...
Non riesce a capire che deve reagire, e' dimagrito piu' di venti kg, tutti sospettano di noi anche per questo stravolgimento fisico che ci accomuna...
E' solo. Ma solo. Io so quanto sta male, e' mesi e mesi che gli dico di andare da uno psicologo, di confidarsi con che ritiene opportuno, di parlare, di reagire e scegliere una strada, qualsiasi a me non interessa ma di non stare nel limbo come sta facendo. Non ce nulla da fare...
Fermo sul lavoro. Fermo nella vita. Sta andando alla deriva... e non e' vero che non ha le palle, lui e' forte molto razionale, molto furbo, molto di polso, ricordo che e' comandante... Ma io non so che cavolo gli e' successo.... Non so dare un perche' ad un simile comportamente remissivo.... alla deriva e in balia degi eventi.
Come faccio a lasciarlo cosi? Come faccio a fargli capire che deve farlo per lui?
All'inizio, quando i miei mi davano contro per l'accenno a separarmi, lui mi disse che qualsiasi cosa sarebbe successa, anche a venir colti con le mani nel sacco, non mi avrebbe lasciata da sola, " perche' il capitano va giu' con la nave".... Disse cosi. Che se ci scoprivano sarebbe stato al suo posto....
Il capitano sono io adesso... abbandono la nave o vado giu?

Inviato: 30 settembre 2009, 12:04
da maja
E che ne so???? Ma davvero, tra l'incudine e il martello.
Gli devo dar corda, ancora? Chi e' causa del suo mal, pianga se stesso!!
Ma lo dovete sentire, appena sa di avermi ripreso, lo dovete sentire...
Spavaldo al telefono... dai che devo lavorare, per favore che ho un casino in ufficio, non farmi perder tempo al telefono.... Spavaldo, sorridentissimo al bar, mi racconta pure le barzellette... un attimo prima sei distrutto dal dolore....
Dice che e' cosi, perche' sono io a farlo star bene...
Perche' sta bene solo con me....
perche' sta male se litighiamo, sta male quando sa che voglio mollare e ritorna a star bene quando sente che sono ancora li'...
A disposizione, dico io.... a tempo indeterminato io.

Inviato: 30 settembre 2009, 14:53
da Twilight
io penso, per esperienza personale, che se si aspetta di sentirsi davvero pronti al 100% si finisce per aspettare tutta la vita...perchè la paura guida ogni nostra azione. paura di sbagliare e perdere qualcuno in casi così.
io ci ho messo un sacco di tempo per decidermi a fare qualcosa che dentro avevo già deciso da tempo...ma non mi sentivo mai pronta. alla fine stavo male fisicamente...avevo paura di uscire di casa, di rispondere al telefono, non dormivo più, ho perso 10 kili, mi son venuti dei malanni, piangevo 20 ore al giorno insomma ero depressa..e ho deciso perchè non potevo morire.
e cmq è stato un processo lungo, il prima e il dopo. adesso sto molto meglio, però sono passati 2 anni domani. la mia vita si è fermata per anni...ed è una cosa che non auguro a nessuno...ma non ho permesso che qualcuno decidesse per me, altrimenti a quest'ora sarei ancora fidanzata, o peggio sposata.
il succo del discorso è che non credo sia vero che quando si soffre troppo non si devono prendere decisioni, o che se non si è sicuri e prontissimi non si devono prendere decisioni...perchè spesso quello che ci fa stare da cani sono proprio le decisioni non prese.
a un certo punto ci si deve buttare...o la va o la spacca...ma non si può lasciarsi logorare e torturare da certe situazioni...aspettando....ma aspettando cosa?!?!?!?!? come dice Elisa...ho aspettato a lungo qualcosa che non c'è invece di guardare il sole sorgere...
io dico che maja deve liberarsi di questo fardello...perchè è chiaramente solo un fardello..di benefici non gliene dà nemmeno uno...la carica solo di responsabilità che non ha. lui fa il felice quando lei non ci ripensa perchè si sente forte e sicuro, non credo perchè lei lo rende felice..infatti la tratta da sbruffone...merita di prendere contatto con la polvere del pavimento col suo deretano da comandante....secondo me....

Inviato: 1 ottobre 2009, 9:37
da maja
Obiettivo. Entro natale.
Voi pensavate... pensavate che ci sarei cascata di nuovo???
eh noooooooooo.
Non ci sono andata, ieri sera. Alle 14 gli ho telefonato e l'ho mandato a cagare.
Obiettivo. Obiettivo. E stavolta non torno indietro manco se schiatto.
Deve crepare con tutta la nave.
Mi dispiace per chi tifa per il trionfo di questo rapporto, non c'e' nessun rapporto e non trionfera' nulla. Questo rapporto e' l'apoteosi del nulla.
Tutti i rapporti tra amanti finiscono cosi', se c'e' del sentimento nel giro di breve si viene fuori.
Non faccio da amante a nessuno.
E' depresso e mi dispiace, ma io lo ero e ho reagito, ho salvato la mia nave.
Mi dispiace aver "investito" anni della mia vita, sulla persona sbagliata.
Ringrazio Dio, per aver fatto passare il tempo giusto, affinche' io capissi che tipo di uomo-parassita lui sia....
Mi sentirete spesso, ho bisogno di sfogarmi. Devo reagire e tirare fuori tutto il brutto che vedo in lui. Devo staccarmi da lui, per dignita' e rispetto verso di me.
Dico a tutte quelle con l'amante, come lo ero io, che non e' giusto arroccarsi su "qualcosa che non c'e'", esatto twl, un essere umano ha diritto al reale, alla correttezza, alla dignita', alla liberta di vivere.
Almeno che non si e' consapevoli e disposti ad una vita di ambiguita' e sotterfugi. In questo caso mi inchino, liberta' di vivere come si vuole.
Ho bisogno di una mano, io lo amo, assieme a lui sto divinamente, e' una persona unica, meravigliosa.
Ma, c'e' un ma... gli servo come appoggio, qui al lavoro. Lui non lascera' mai sua moglie. Non e' nella condizione di farlo. Non ha il coraggio di farlo. Sa che io sono sempre qui, e lui puo' prendersi tutto il tempo che vuole.... Non me lo posso permettere, non lo permettero' mai a nessuno.

Inviato: 1 ottobre 2009, 13:37
da Twilight
vedi maja...penso che dalla tua esperienza tu abbia capito che non c'è niente che non si PUO' fare, semmai ci sono cose che non si VOGLIONO fare..per tanti motivi, ma l'unica cosa che non possiamo fare è revertire l'irreversibile in campo medico...tutto il resto se si vuole si può. tu hai voluto e hai fatto. lui non vuole.
ma sono dell'idea che non hai sprecato anni della tua vita, come non li ho sprecati io nella mia depressione, perchè ti sono serviti a rivoluzionare tutto! come sono serviti a me. a ognuno serve il suo..magari a molti serve molto meno, perchè sono più consapevoli, o hanno più autostima, o sono più decisi, o più forti, non so...però so che la maggior parte delle persone preferisce ignorarle queste cose e lasciarsi vivere. invece tu non lo hai fatto e hai messo a frutto. e così ho fatto io. riccardo non lo fa. e con lui tante altre persone....
beh peggio per loro.
la differenza tra quelli che agiscono e quelli che non vogliono farlo secondo me si coglie..non importa alla fine quanto ci si impiega per essere in grado di agire, ma si sente che c'è l'impulso a voler cambiare qualcosa...quelli che no vogliono sanno solo piangersi addosso e dare la colpa agli altri, lamentarsi e basta. tu non lo hai fatto!
continua così!

Inviato: 1 ottobre 2009, 18:26
da maja
Mi volto indietro, forse perche' e' ancora tutto prematuto...
Alle due me lo sono trovato piazzato, sulla macchina, come fossi una da pedinare, davanti all'ufficio. Lui sa a che ora finisco...
Mi segue, si ferma con me a far benzina, si riferma dal fornaio... lui sa che faccio quel giro tutti i giorni... occhi tristi, sguardo basso, come per dire " mi stai abbandonando, senza cuore...".
Mi volto per guardarlo, e mi chiedo come si puo' essere cosi deprimente...
come si puo' essere cosi inutile per se stesso... come si puo' arrivare ad elemosinare e non aver il coraggio di prendere la vita in mano...
Mi volto perche' lo amo, tanto, e mi sta esplodendo il cuore a vederlo cosi. Ma amo me stessa... ce la faccio... devo tener duro qualche settimana...
Lui e' come il diavolo , vuol farmi tornare nella menzogna, nell'ambiguita', nella falsita'... dove sta lui.
E voi, che pensavate non fossi cattolica.... :D :D

Inviato: 1 ottobre 2009, 21:11
da Twilight
tu digli che se continua a seguirti lo denunci ahahahahahha sai che bello?! denunci il comandante ahahah che figura di M ahahahahahah
io non so come ti rivolgi a lui, ma credo che dovresti farlo in maniera molto fredda e decisa, anche rude...a mali estremi...estremi rimedi.
cmq credo che tu sia innamorata dell'immagine che ti sei fatta di lui negli anni passati, che è l'unica cosa che lui ha mostrato di sè...però stai vedendo che è ben lontano dall'essere quello che sembrava o no maja? ritorna sulla terra...forse capirai che quello che senti non è amore, o non è più amore perchè quella persona non esiste..!
e digli di non romperti i c.... vediamo se la capisce così...se non riesci a dirglielo mandagli una lettera...mandagliela proprio, non aver paura di incasinarlo, perchè non si merita tutti questi riguardi...almeno per una volta si prenderà la sua parte di responsabilità! mandagli una lettera a casa sua dove gli spieghi tutte le tue ragioni! e gli chiedi di tenersi al largo!

Inviato: 1 ottobre 2009, 21:12
da Twilight
PS non c'è niente di niente di prematuro maja...credo che se lo hai fatto era il momento giusto! molto difficilmente ci si sentirà mai pronti al 100% a fare certi passi! se si aspetta si aspetta per sempre!

Inviato: 1 ottobre 2009, 22:21
da grazia
ciao Maja, ciao Twi....perchè tanto accanimento? Tutto quello che dite è giusto. e io lo condivido in toto...il comandante non riesce a prendere la sua vita in mano, non riesce a separarsi...oppure non vuole....è un cogl...giusto...giustissimo....non vorrei dire che io lo avevo pronosticato...ma comunque così è...se ci piace...ma perchè accanirsi...non ne vedo il motivo.....è fatto così...ognuno di noi è fatto a modo suo...è siamo comunque unici...ha paura...tipico degli uomini...ma non possiamo condannarlo per questo....non possiamo metterlo in condizioni di una scelta se non se la sente...la maturazione di questa deve essere sua soltanto sua....ognuno deve decidere per sè...e se non se la sente...amen...non tutti trovano la stessa forza che hai avuto tu Maja...bisogna avere anche compassione delle persone che non ce la fanno....sono ipocriti? forse....sono falsi? forse....prendono in giro tutti? vero...ma prendono in giro soprattutto se stessi...non si può giudicare. Però tu Maja puoi decidere per te...se continuare a vederlo oppure no...ma credo che questa decisione tu l'hai già presa. Baci