donna sull'orlo della depressione...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 23 novembre 2008, 18:55

Grazie Twilight!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 23 novembre 2008, 20:17

Concordo con Twilight..al di là della infatuazione credo proprio che questo uomo x maja, così come x tutti gli amanti di donne/uomini insoddisfatte/i della loro vita matrimoniale, non c'entri un tubo con il vero amore... e in questo senso concordo con Lilly, ho i miei dubbi che questa storia potrebbe durare 20 anni, e in questo senso ha anche ragione Novembre, che sembra quasi che questo incontro abbia improvvisamente "risvegliato" maja dal letargo, come un fulmine a ciel sereno, perché fino a prova contraria lei diceva di stare tranquilla, prima che lui arrivasse...proprio per questo credo che lui si tratti di uno "strumento" (giusto dire che avrebbe potuto essere chiunque altro...)che può aiutare maja a fare luce su se stessa, sulle sue necessità attuali e sul suo progetto per il futuro...solo dopo aver chiarito queste cose potrà prendere una decisione ragionata, e non sto dicendo che deve rimanere con il marito, ma che l'amante non è mai la soluzione.

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 24 novembre 2008, 10:48

Questo e' un punto che avevo focalizzato gia' dai vostri primi interventi; cioe' che l'amante era da prendere con le pinze...
Infatti, io non ho tirato fuori l'argomento sino a quando non mi ha richiamato per chiedermi aiuto. Attenzione, lui chiede aiuto.
Aiuto perche', secondo me, lui e' dentro di brutto. Sta messo peggio di me, qui si dovrebbe cambiar titolo, da " donna sull'orlo della depressione" a "Amante depresso"...sta malissimo e ne sta risentendo il suo lavoro, sua moglie ha capito che ha un'altra, lo ha minacciato di svenarlo economicamente....vi ho detto tutto. E chiede aiuto, non sa cosa fare.
Ma torniamo a me, ci tengo a precisare oggi ad una settimana dalla mia richiesta di aiuto, che ho capito che con mio marito e' finita, ho parlato con lui anche ieri sera per l'ennesima volta, che dovrei andare via di casa, perche' mio marito da li' non si muove, sono io che lascio e io devo lasciare casa. Lui rimarrebbe cosi per altri 15 anni, io in un letto e lui in un altro...
Ma che bella vita di coppia!!!
Mi chiedo se abbia rispetto per se stesso, amor proprio. Come fai a rispondere cosi? Ha 37 anni, bello, sportivo, simpatico...ma quante ce ne sarebbero in giro? Gli ho detto che si merita una donna che lo ami, mi ha risposto che quella donna sono io, non ne vuole altre....
A tutti gli altri, dico che dopo un anno di discussioni con mio marito, i miei figli non hanno assolutamente capito dov'e' il problema!!!
Non hanno MAI MAI assistito ad una nostra discussione/litigata, lo facciamo quando vanno a dormire...e con calma. Non usiamo urlare, mai fatto.
Davanti ai bimbi, sorrisi finti e abbracci forzati. Ieri siamo andati al cinema tutti e 4 e poi da mcdonald...sorrisi finti, matrimonio finto, felicita' finta...
Forse dovrei iniziare a preparare i bambini? Iniziare a fargli capire che cosa sta succedendo, anziche' continuare a far finta che tutto sia apposto?
Anche perche', ieri i miei fratelli e mia madre hanno iniziato a chiedermi cos'ho.... sono dimagrita di brutto, ho il viso segnato dalla sofferenza, e gli occhi spenti.
La mia famiglia. Mia madre, ha sempre lavorato. Io sono arrivata quando lei aveva 45 anni. Nessun rapporto, troppa differenza d'eta'. Ma mi ha insegnato ad amare tutto cio' che mi circonda. Grande donna, cattiva mamma. Poco presente.
Mio padre...MIO PADRE. E' morto, ma mi ha dato tutto. Mi ha fatto da mamma, cucinandomi e mettendomi a letto, da papa' facendomi guidare la macchina a 15 anni, portandomi alle partite di calcio...LUI=TUTTO.
I miei fratelli, sono cresciuta con loro, in mezzo ai maschi. La differenza d'eta' e' tanta, ed e' proprio per questo che mi hanno coccolata e viziata.
Gli voglio un bene dell'anima, e loro lo stesso.
Ieri, per la felicita' di VERITA' grazie a te, ho presentato a tutti la mia dichiarazione d'intenti... ho detto che le cose con mio marito non vanno!
Ma che ho l'amante manco a pensarci...quello e' top secret per tutti, tranne che a voi!!!
A casa mia la pensano come Davide49, Lilly etc...cioe' che e' un momento di crisi, che tutti hanno alla mia eta'. Sto crescendo...
Mi serve un po' di pazienza, niente colpi di testa, e tutto tornera' a posto...
Qualcuno ha la bacchetta magica? cosi facciamo tornare tutto apposto...

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 24 novembre 2008, 11:18

maja ha scritto: Mi serve un po' di pazienza, niente colpi di testa, e tutto tornera' a posto...
Qualcuno ha la bacchetta magica? cosi facciamo tornare tutto apposto...
Mitica!!! Sei arrivata anche tu all'esilarante ironia...

E' dura lo so e siccome neppure io sono uscita del tutto non so come aiutarti...forse i dottori qui???

Ma loro di solito puntano di più su ciò che viene da noi...

Io ti confermo che a me questa nuova Verità che affronta tutta la realtà contro tutti i gaganti che ti ripetono: "sbagli, stai sbagliando, sei tu che non vai, sei malata, vedrai che dopo guarisci", MI PIACE,

me piacce propprio, mmmmhhh,

e anche TU vai bene....

Abbiamo tutto il tempo per riflettere, ma questo non significa che siamo sbagliate noi...Chi l'ha detto? Chi possiede la verità? Sono diventati tutti Dio, così all'improvviso? Hai dato tu la risposta: dov'è la bacchetta magica? Se me la danno provvedo anch'io e poi ti rimetto sulla buona strada anche a te....se no ciccia!

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 24 novembre 2008, 12:03

maja ha scritto: ... Mi chiedo se abbia rispetto per se stesso, amor proprio. Come fai a rispondere cosi? Ha 37 anni, bello, sportivo, simpatico...ma quante ce ne sarebbero in giro? Gli ho detto che si merita una donna che lo ami, mi ha risposto che quella donna sono io, non ne vuole altre....
cara Maja, spero che non sia di ostacolo al capirsi il fatto che abbiamo sensibilità, convinzioni, età ed esperienze molto diverse (ho vent'anni più di te e una separazione molto dolorosa alle spalle ce l'ho già, quindi ciò di cui parlo l'ho già provato sulla mia pelle, ma ogni caso è comunque un caso a sè).

Credo che bisognerebbe intendersi su cosa significa "rispetto" (è un concetto che hai toccato più volte mi pare) verso la persona che si ama e che si è scelta per sempre, e in definitiva, come dici tu, verso se stessi.
Ma io non credo che tocchi a te chiederti se lui ha rispetto verso se stesso (a me pare che ne abbia da vendere di rispetto verso se stesso, verso la donna che ama da sempre e verso la famiglia che avete formato).
Non credo che tocchi a te decidere cosa deve significare questa parola per lui. Lui lo sa già che per lui questa parola significa amore, e ha già fatto la sua scelta, chiara e inequivocabile. Forse il suo carattere e il suo modo d'essere non ti dicono più niente, ma è certo che quest'uomo sa quello vuole, sa volere chi ama, e sa in che cosa anzi in chi crede.
E' su di te che devi riflettere, non su di lui.
un abbraccio, ciao

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 24 novembre 2008, 12:50

OHHH Davide!!!
E' per questo che sono qui, io so che sono io il problema e non mio marito!!
A lui imputo, ed e' cosi, il non aver fatto niente per me.
Ho chiesto aiuto,mille volte, prima con le buone, poi arrabbiandomi perche' lui continuava a non sentire le mie richieste d'aiuto, ora sono arrivata alla calma. Non mi arrabbio piu' perche' so che lui e' fatto cosi, prendere o lasciare. Dopo 4 anni ho deciso che devo lasciare. Lui non fa per me.
Ora non e' giusto che mi dica...aspettero'...doveva accorgersene prima che la moglie aveva bisogno di lui. Adesso e' troppo tardi e non trovo nessun incentivo a tornare indietro e ricominciare, perche' so che lui e' cosi e sara' sempre cosi.
Dieci anni di matrimonio: Non ha mai, mai fatto la spesa, chiesto cosa bisogna mangiare, messa una pentola sul fuoco, comprato una maglia per i suoi figli, portati dal pediatra, andato a scuola a parlare con le insegnanti, cambiato un pannolino, fatto il bagnetto, aiutato nelle faccende domenstiche, spostato un mobile, portato la macchina al lavaggio...NIENTE.
Ma mi credete? Mi direte, come mi hanno detto i miei fratelli, " colpa tua!!! dovevi importi..."
Ho cercato di impormi, di comandarlo, per 4 anni....Ma lui lo fa una volta, la seconda volta ha gia' dimenticato...e io ricomincio, e lui ridimentica...
Davide???? che dici????
Lui si alza, si lava, saluta, va al lavoro, chiama alle 10 per sapere se e' tutto apposto, ritorna alle 19. Si fa la doccia, chiama a se i bimbi e via...playstation...scarica giochi...gioca...gioca...poi cena, e via sul divano a vedere la tv fino a notte fonda!!! Tutti i giorni uguale. Tutti i giorni...da 10 anni.
Qualsiasi cosa di diverso e' solo opera mia, le vacanze, le uscite...sono io che decide tutto. Se decido io si cambia, altrimenti tutti i giorni uguali.
Lui e' apatico, superficiale, legato alla quoditianita', immaturo...

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 24 novembre 2008, 12:58

Ho scoperto che mio marito ha una doppia vita....ed è anche marito di Maja...

Scherzo: non può essere bigamo perchè a mala pena sono riuscita ad imporgli un aiuto in casa qui ...mai e poi mai aiuterebbe anche un'altra donna....

Però ha ragione Davide...mannaggia a lui!

Maja, come si dice? all-inclusive?....fa tutto parte di quello che dice il nostro san D49: sei tu che non lo ami e che non ami più questa vita...a lui va (o andava, dipende dalla resistenza che dimostra questa tipologia di homo sapiens) benissimo....perchè dovrebbe cambiare?

Maja sei una donna intelligente: è questo il problema, e mi auguro per entrambe che possa esssere anche la soluzioe....

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 24 novembre 2008, 13:14

Una domanda seria per Davide:

Abbiamo capito che la separazione è dolorosa; persone come noi non riescono a pensare a niente di peggio...se non la morte, o la morte interiore.

Allora che si fa?
Visto che non ci si può costringere ad amare ed a vivere dentro...al massimo fuori...quale altra soluzione proponi?

Non è una sfida, nè una domanda retorica, io ci sto provando, ci provo con il desiderio di carriera, con la tenerezza per le bambine, con altro...ma non funziona, per questo chiedo a chi forse c'è passato e forse, sottolineo forse, ha risolto in qualche modo....

Ma quale modo?

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 24 novembre 2008, 14:28

verità ha scritto:Una domanda seria per Davide ... Allora che si fa? ... per questo chiedo a chi forse c'è passato e forse, sottolineo forse, ha risolto in qualche modo.... Ma quale modo?
credo che le risposte cambino da persona a persona, per questo non credo proprio che le risposte trovate da uno possano andar bene anche per altri.
Io, per me, ti posso dire che alla fine la mia ricerca di me stesso ha coinciso con la mia ricerca spirituale, e ho sentito in modo chiarissimo un orientamento spirituale e religioso che non aveva e non ha nulla di ripiego consolatorio, e che ha il suo prezzo, come tutte le scelte, ma una scoperta molto più in profondità dentro di me, assai più forte della relazione di coppia o della sessualità o dell'affettività dell'amore forte, che pure ho conosciuto e che mi ha fatto capire che la felicità esiste, eccome se esiste. E allora? Questo è il mio percorso, ma a Maja non serve. Ognuno deve trovare il proprio. Sono risposte da trovare, nuovi equilibri da raggiungere. Occorre sempre rientrare in se stessi dopo che ci si è persi. Perdersi, soffrire, per poi ritrovarsi, più consapevolmente.

ma bisogna esserci dentro, in una situazione, per poter capire davvero. In questo senso questa discussione può essere un aiuto per Maja per riflettere insieme, a volte uno sfogo che allenta la tensione e lascia dormire un po' di più la notte, ma alla fine è chiaro che si è soli davanti al bivio. La libertà di scelta a volte ha un prezzo altissimo.

e allora torna la tua domanda: "Allora che si fa?".
L'ho già scritto nel mio secondo intervento in questa discussione, non posso che ripeterlo:

"credo che la separazione debba essere l'ultima, ma proprio l'ultima ultima scelta, e soltanto dopo che si sono tentate tutte, ma proprio tutte le strade, del dialogo, della comprensione, dell'aiuto esterno, e soprattutto del perdono reciproco e dell’accettarsi reciprocamente come si è, ciascuno coi propri limiti, perché tutti ne abbiamo".

ciao

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 24 novembre 2008, 17:03

Per Davide, sei piu' grande di me, hai l'eta' dei miei fratelli...
Io ho provato, credimi, con tutte le mie forze a instaurare un rapporto paritario con lui, a chiedere di cambiare un pochino se mi amava davvero.
Gli ultimi 4 anni sono stati tremendi, ma io ho iniziato a lamentarmi circa 7 anni fa...ma lui non s'e' smosso di un passo, mai una mano, mai un accenno a cambiare, tante parole niente fatti.
Come faccio a ririririricominciare? Ancora???
So gia' come andra' a finire.
E che sia chiaro, dopo questa prima settimana con voi, ho raggiunto una certezza, devo lasciarlo. Per me, per lui, per i miei figli.
Del Comandante della finanza, non me ne frega un cavolo per adesso...
Bel ragazzo, a 35 anni essere al comando di una stazione non e' da tutti, intelligente, simpatico, maturo...etc..etc.. Lo amo tutt'ora, da stamattina mi ha mandato 64 sms...mi ama...non sa che fare...
Ma io so che devo trovare me stessa, poi verra' lui, se sara' ancora disponibile...
Come faccio ad andarmene di casa? senza creare troppo scompiglio nella vita di tutti???

LILLY

Messaggio da LILLY » 24 novembre 2008, 17:57

Cara Maja,
sicuramente la tua è una situazione complicata anche dal fatto che i problemi sono cominciati parecchio tempo fa, già addirittura verso i 20 anni. Poi sei rimasta incinta e vi siete sposati.
Senza dubbio, non è stato un ottimo inizio, pero anche se vi siete innamorati molto giovani, dal vostro primo incontro al giorno del vostro matrimonio sono passati alcuni anni; quindi non credo che allora la tua sia stata una scelta presa alla leggera.
Tu amavi tuo marito e anche lui ti amava e ti ama ancora. Ma l'altro ha sconvolto la tua vita.
Dici di aver parlato mille volte a tuo marito e di avergli presentato i tuoi problemi, ma sei sicura di averlo fatto nel modo giusto? Eppure hai trascurato di dirgli la parte più importante: che ti sei innamorata di un altro uomo.
A questo punto, se proprio vuoi andartene da casa, credo che sia giusto il suggerimento di Davide: devi ritrovare te stessa, devi trovare le tue risposte e fare il tuo percorso, devi ritrovare la parte più autentica di te stessa. Ascolta la parte più profonda di te.
Se accetti un suggerimento da parte mia, che comunque sono anch'io sposata con figli, ti posso solo dire che le famiglie perfette non esistono perché i mariti e le mogli perfette non esistono. Per questo bisogna anche eliminare la pretesa assurda di cambiare il coniuge. Tuo marito ti ama, sta fuori tutto il giorno per lavoro e la sera vuole starsene tranquillo a giocare con i suoi bambini.
Devi decidere cosa fare della tua vita futura. Lo scompiglio si verrà comunque a creare con la separazione. E' inevitabile. E non è detto neanche che i bambini non soffriranno per questo.
Oppure puoi decidere di migliorare il dialogo con tuo marito e di parlargli apertamente delle cose che non vanno: dalla vostra vita quotidiana alla vostra vita sessuale. E poi decidere.
Insomma: tentare tutte le strade per salvare il matrimonio. Secondo me, tuo marito è un uomo molto valido e che può renderti ancora felice.
Ciao.

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 24 novembre 2008, 18:09

Forse ha ragione Lilly... dovresti parlare con tuo marito in modo tale che si renda conto della situazione grave che state vivendo. E penso possa rendersene conto solo se tu lo metti di fronte alla realtà!! A costo di fargli capire che così non può andare avanti, che non ci penseresti due volte a mollare tutto...digli che hai avuto bisogno del "diversivo" amante per capire che la vostra vita, così, non può funzionare. Vediamo se capisce quanto è grave la situazione... se rimane impassibile anche di fronte a questo, beh è assurdo...vuol dire che nemmeno lui ti ama e l'unica cosa che gli interessa è una moglie che cucina per lui e gli stira le camicie.... spesso dietro la frase "aspetterò" non c'è amore, come alcuni si ostinano a vedere, ma mancanza di voglia, mancanza di interesse affinché le cose cambino, mancanza di amore!!

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 24 novembre 2008, 18:42

cara Maja parli di "scompiglio" ma a me questa sembra una parola riduttiva. Io so che la separazione, se non è voluta da entrambi, è assolutamente sconvolgente per chi non l'avrebbe mai voluta e la deve subire, anche se dovesse avere delle responsabilità, o delle corresponsabilità. La solitudine atroce, lo smarrimento, la crisi di identità, la sensazione del vuoto e del fallimento totale, la paura del domani, la sensazione nettissima di avere perduto tutto, il desiderio di morire. Io l'ho sperimentata la separazione subìta, so che per me è stato l'inferno, letteralmente, il dolore è durato anni, è stato un dolore atroce, ripeto, sconvolgente.
Lilly e Doom ti hanno detto cose importanti. Anch'io ti direi di provare ancora, di crederci ancora nel tuo matrimonio. Perché non tentare una terapia di coppia con un aiuto esterno?
ciao

donnacmq
Messaggi: 15
Iscritto il: 25 ottobre 2008, 18:58

Messaggio da donnacmq » 24 novembre 2008, 18:54

ciao, mi permetto di dire la mia.....ecco, siamo alle solite..... la donna ( a volte capita anche all'uomo) mette come ultimo pensiero se stessa, la propria vita, la propria felicita'..... da' priorita' al bene del marito, dei figli, dei genitori, e la vergona poi....ah la vergogna per quello che penseranno gli altri poi ! il tutto e' un macigno sulla nostra coscienza! Ci inculcano fin da piccole senso del dovere , sensi di colpa e incoraggiamento al sacrificio..... Un po' come : Tu donna partorirai con dolore!! (pero' se vai in clinica privata,e paghi, epidurale e non soffri), ma questo e' un altro discorso. Tornando a te, io andro' sicuramente controcorrente ma leggendo cio' ke hai scritto nel post iniziale il mio primo pensiero e' stato: e' fortunata, ha trovato l'amore vero con un uomo eccezionale (rarissimo!!! credimi!!).... pero', pero', considero anche che hai tutto sommato una bella famiglia, un marito che non sara' la perfezione, ma mi e' sembrato di capire non cosi' terribile....e capisco quanto metta l'angoscia dover far del male ai propri cari. Quindi vado contro i classici principi morali, ke sono anke miei (sebbene li abbia messi da parte ank'io in qualke circostanza) e ti dico....che dovresti ricominciare a rivederlo, e tenerti stretto quell'angolo di felicita' tutto tuo, tutto vostro.....lasciando intatto tutto il resto. ..... Scusami, mi detesto a dire ste cose poike' io sono per le cose kiare e sincere ma il pensiero e' una cosa...la vita poi purtroppo, e' un'altra cosa. ciao

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 24 novembre 2008, 18:58

donnacmq ha scritto:ciao, mi permetto di dire la mia.....ecco, siamo alle solite..... la donna ( a volte capita anche all'uomo) mette come ultimo pensiero se stessa, la propria vita, la propria felicita'..... da' priorita' al bene del marito, dei figli, dei genitori, e la vergona poi....ah la vergogna per quello che penseranno gli altri poi ! il tutto e' un macigno sulla nostra coscienza! Ci inculcano fin da piccole senso del dovere , sensi di colpa e incoraggiamento al sacrificio..... Un po' come : Tu donna partorirai con dolore!! (pero' se vai in clinica privata,e paghi, epidurale e non soffri), ma questo e' un altro discorso. Tornando a te, io andro' sicuramente controcorrente ma leggendo cio' ke hai scritto nel post iniziale il mio primo pensiero e' stato: e' fortunata, ha trovato l'amore vero con un uomo eccezionale (rarissimo!!! credimi!!).... pero', pero', considero anche che hai tutto sommato una bella famiglia, un marito che non sara' la perfezione, ma mi e' sembrato di capire non cosi' terribile....e capisco quanto metta l'angoscia dover far del male ai propri cari. Quindi vado contro i classici principi morali, ke sono anke miei (sebbene li abbia messi da parte ank'io in qualke circostanza) e ti dico....che dovresti ricominciare a rivederlo, e tenerti stretto quell'angolo di felicita' tutto tuo, tutto vostro.....lasciando intatto tutto il resto. ..... Scusami, mi detesto a dire ste cose poike' io sono per le cose kiare e sincere ma il pensiero e' una cosa...la vita poi purtroppo, e' un'altra cosa. ciao

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”