donna sull'orlo della depressione...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 11 luglio 2010, 20:57

Dagli ultimi interventi mi pare d'aver capito che gli uomini nella compagna vogliono trovare soprattutto la mamma, mentre le donne preferiscono di gran lunga il fidanzato al marito.

Devo ammettere che mi ci trovo pure io :shock: :D

Ohh Maja ..e goditi sto fidanzamento!!!!
Fu Verità!

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 17 luglio 2010, 0:36

.... Ciao a tutti/e!!

Che meraviglia arrivare qui.... mi sento come in mezzo a delle amichesorelle...
No che non me lo godo, sto fidanzamento.... Cara Sincerita' :wink:

E non mi va di fargli da amante, mi pare di esser stata mezza coerente su questo punto...

E ho stracapito che mi devo godere la mia vita senza pensare a Riccardo.

E ho capito che non lo posso aiutare.

E ho capito che non puo', ( NON PUO'...potere.... mi piace sottolinearlo a Riccardo, TU NON PUOI, con cattiveria e sfida...) non puoì lasciare la moglie.

E ho capito pure, che questa storia finira' quando mi trovero' un altro.

E so pure che l'altro potrebbe essere un certo Carlo, strafigo ingegnere single mio coetaneo.. :D

E.... Io ho capito tutto, ma da molto... Grazia, Sandra, Twl, Sincerita', Doom, Davide, Sergio, Novembre e tutti quelli che sono passati da queste pagine... io ho ascoltato... ingoiavo amaramente cio' che non mi piaceva leggere, ma sapevo esser la realta'... Ho recepito.

Adesso?... Boh???... Mi godo la mia giornata. Che se non c'e' la voce di Riccardo, ho appurato che e' sempre una bella giornata. Se c'e' la sua voce, tutto si oscura. Non piango piu' da mesi e mesi e mesi... non soffro di insonnia... ho ripreso un po' di peso... non mi si chiude la gola da mesi e mesi...
Cosa mi fa sentire bene? Ve lo dico, egoisticamente...
Sto bene perche' so che lui e' infognato.... che vive per sentirmi al telefono.... che e' terrorizzato dall'idea che io abbia un altro... che passeranno mesi o anni ma il suo destino e' segnato, il suo matrimonio e' alla deriva e lui saltera' da un amante all'altra, fino a quando sua moglie lo scaraventera' fuori di casa... o se ne fa uno pure lei. :shock:

Gli ho sempre detto, perche' ne sono convinta, che ognuno e' artefice del proprio destino, scegliendo, libero arbitrio...
Gli ho sempre augurato il meglio, tutte le volte che cercavamo di troncare il rapporto. Anche stavolta, gli ho detto che vorrei smettere di sentirci al tele, finche' non si separa...(praticamente mai). E' 4 giorni che non ci sentiamo, ho rifiutato una sua chiamata ieri.
Mi prego... mi prego.... ti prego Maja, mettici un po' di volonta'. :D

filaraki12
Messaggi: 55
Iscritto il: 20 luglio 2006, 17:45

Messaggio da filaraki12 » 18 luglio 2010, 16:12

Ciao cara Maja,
nella tua storia si rispecchiano tantissime di noi che frequentano questo forum, e anche per questo credo che il tifo per te sia unanime. Sii forte e lascialo squillare a vuoto quel telefono quando suona. Soprattutto se squilla per egoismo, se rispondere significa dare respiro a qualcuno che per gestire i suoi problemi ha bisogno di aggrapparsi alla tua vita e succhiarti energia. Come puoi immaginare, sono passata anch'io per un esperienza come la tua e riesco ad immaginarmi abbatanza facilmente i tuoi stati d'animo. Purtroppo non basta tutto l'amore di questo mondo per 'salvare chi non vuol salvarsi', l'ahi detto bene anche tu. Per di piu' ho buone ragioni di credere che finche' reggi l'equilibrio di questo 'gioco' che ormai si e'deteriorato, lui non stara' mai davvero sufficientemente male per prendere una decisione, qualunque essa sia. Perche' dovrebbe farlo poi, se in fondo ha trovato il modo di avere la botte piena e la moglie ubriaca? Il matriomonio vacilla perche' ci sei tu o vacillava gia' prima?Non lo capira' mai nemmeno lui se ogni volta che le cose vanno male in casa lui puo' contare su di te. E chissenefrega se lo sgridi o lo insulti al telefono o di persona...tanto lui e' comunque contento perche' sa che sei ancora li, con lui e per lui quando ne ha bisogno. Ma mi chiedo se questo Riccardo c'e' per Maja quando lei ha bisogno...
Io direi di lascialo suonare questo telefono e di mettere quest'uomo, che mi pare non sappia assolutamnete gestire i suoi problemi, nella condizione di affrontarli. Credo che solo se lasciato solo con se stesso, assumendosi pienamente la resposabilita' della sua vita, potra'capire cosa conta davvero per lui. Se non spezzi questa catena fatta di tira e molla e' probabile che tu rimanga un'idilliaca una valvola di sfogo ad un matrimonio mediocre che pero' non e' cosi compromesso da naufragare. E se poi vedi che nonostante tutto e'comunque disposto a perderti... forse la cosa migliore e' lasciar andare pacificamente questa storia che evidentemente e' nata in un momento sbagliato per essere a lieto fine. Se mai fosse cosi cerca di chudere senza troppo rancore Maja, unicamente per il tuo bene.
La vita e' breve e tu con coraggio hai scelto di reinventarti, provando a scoprirti in un modo completamente diverso da quella che eri. Difendi la tua serenita', il tuo benessere, e sii forte.

Probabilemente non ho aggiunto nulla di nuovo alla discussione ma volevo farti sapere che anch'io ti sono vicina anche io in questo tratto di percorso che sembra particolarmente faticoso...

Ti abbraccio forte
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare. (P. Neruda)

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 18 luglio 2010, 18:26

filaraki12 ha scritto: credo che il tifo per te sia unanime.
personalmente faccio moltissimo il tifo anche per il marito di maia, per riccardo e per la moglie di lui.

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 18 luglio 2010, 22:05

..concordo con Davide49...tifo anch'io per tutti i personaggi di questa vicenda...tutti a loro modo stanno soffrendo...Riccardo perchè nn vuole o nn può uscire dalla sua condizione...la moglie perchè da quello che descrive Maja è sempre stata una moglie a rimorchio, un'ameba che vive anzi sopravvive in una vita che forse nn le piace, ma che forse nn conosce altro...per il marito di Maja perchè è in attesa....forse di una illuminazione che gli consenta di vivere...ma soprattutto per
Maja che si sta ancora cercando...si sta cercando in funzione di un altro rapporto, senza sapere che nn sarebbe altro che un Riccardo bis...perchè cercare per forza e sforzarsi per forza di essere solo se hai un compagno accanto nn è altro che un rinnovare le nostre aspettative. Cara Maja...hai detto una cosa giusta...mi godo la giornata....l'amore con la A maiuscola che cerchi arriverà...ma solo se smetti di cercarlo...baci

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 23 luglio 2010, 21:41

Se non spezzi questa catena fatta di tira e molla e' probabile che tu rimanga un'idilliaca una valvola di sfogo ad un matrimonio mediocre che pero' non e' cosi compromesso da naufragare. E se poi vedi che nonostante tutto e'comunque disposto a perderti... forse la cosa migliore e' lasciar andare pacificamente questa storia
Lo so.... ma non che il suo matrimonio non e' compromesso, e' talmente compromesso che mi fanno entrambi pena. Mi scuso con chi vive la loro stessa condizione, ma io odio l'ipocrisia e l'opportunismo.
La cosa giusta e' che nonostante tutto e' disposto a perdermi.

Maja che si sta ancora cercando...si sta cercando in funzione di un altro rapporto, senza sapere che nn sarebbe altro che un Riccardo bis...perchè cercare per forza e sforzarsi per forza di essere solo se hai un compagno accanto nn è altro che un rinnovare le nostre aspettative



Grazie... non avro' mai piu' un Riccardo bis. Promesso.

Davide.... leggo anche te, forse con piu' attenzione degli altri, perche' penso che Riccardo pensi come te. Sacrificio e abnegazione per amore di leggi scritte da non si sa chi... scusami.
Tifiamo, vinca il migliore....

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 23 luglio 2010, 22:01

maja ha scritto: vinca il migliore....
secondo me....
secondo me non c'è un migliore.
riccardo non è migliore di tuo marito (o viceversa)
tu non sei migliore della moglie di riccardo (o viceversa)

e non ci sono né vincitori né vinti, né qualcuno che possa giudicare e stabilire chi ha vinto e chi ha perso.
come ha giustamente detto Grazia, qui ci sono solo quattro persone che soffrono, ciascuna con la propria pena e la propria dignità, ciascuna col proprio bisogno di amare e di essere amata, e col proprio diritto a vivere secondo un proprio progetto di vita, e tutte meritano attenzione, rispetto, comprensione. tutte.

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 26 luglio 2010, 1:41

La penso come te. Davide.... davvero lo dico.
Credimi se ti dico che ho sempre avuto rispetto per sua moglie e per il mio ex.
Ho sputato sangue, consapevole che il mio matrimonio era ultrafinito, a dirgli e consigliargli di provare a ricostruire almeno il suo... Tante e tante volte.
Di andatre a fare terapia di coppia, di andare in vacanza senza il figlio, di sedersi con lei e confidargli tutto il suo malessere, di confidarsi e chiederle cio' che ha bisogno... dulcis in fundo e ci tengo a dirtelo, gli ho anche detto questo tuo pensiero facendoli mio... scusami ma non potevo dire tutta la verita... :wink:

Davide49 ha scritto: però ci sono uomini "troppo uomini" o donne "troppo donne" per i quali il coraggio esplorativo, quando esce "troppo" da certi binari, conduce inevitabilmente a conflitti interiori così forti da sfociare in un conflitto forte con se stessi, anche una forma depressiva grave e protratta.
e non sempre si ha la forza o semplicemente la struttura interiore per leggere un quella forma depressiva un messaggio che giunge dalla parte più profonda di sè o vi arriva.
e poi, è proprio così? è davvero, sempre, una rivelazione del sè profondo? o l'infelicità non è piuttosto, certe volte, un segnale che ci dice che col "coraggio esplorativo" a poco a poco siamo andati fuori strada, siamo deragliati, ci siamo allontanati e non avvicinati al nostro sè profondo?
non ho risposte preconfezionate, me lo chiedo.
mi chiedo: se questo conflitto doloroso non porta alla fine gioia e pace, se non porta un vero slancio verso la costruzione di un nuovo equilibrio e ad altre scelte, non si deve forse riconoscere che per quella persona, nella sua autonomia, il centro di sè e la sua realizzazione, la sua pace, non sono lì, nelle scoperte magari inizialmente esaltanti, del "coraggio esplorativo", ma nel mantenimento di un ordine consolidato in precedenza. o in un ritorno all'ordine rassicurante per la propria coscienza, nel proprio sistema di valori? e secondo me anche per questo ci vuole forza. non siamo tutti uguali e la realtà altrui va accettata così com'è, non giudicata. fino a quale punto di deve spingere il coraggio esplorativo?
Capisci? Gli ho detto se preferisce tornare alle sue "origini" tranquille, consolidate e ordinate ma con la consapevolezza di cio' che, adesso, vuole da una donna... di provare a cercarlo assieme a sua moglie....
Ma quante gli e ne ho dette???? ma che potete sapere... meglio di una madre/amante/amica/mezzapsicologa... sto facendo di tutto per farlo ricongiungere...
E lui???? Chiama.... chiama.... sms... chiamate.... ore e ore a dirmi che si sta separando, che e' fatta.... che ama solo me e il suo matrimonio e' finito!
Io ho finito, sinceramente. Sono delusa da tutto. Lui lo sa che non me la sento piu'di avere una storia assieme, che tutto e' compromesso da una serie infinta di cose....
Sento che il suo e' un mezzo odio... mi odia perche' sa che io sono uscita dallo stato depressivo, che ho preso una posizione coerente anche con lui, pensa che ho un altro, si sente perso dentro un matrimonio fallito e senza un paracadute.... mi ha chiamata pezzo di m***a.... gli e' sfuggito.... sono amareggiata... non ho parole... quel "complilmento" riecheggia da una settimana nella mia testa.... sbaglia a parlare e 3 secondi dopo mi chiede scusa giustificandosi con lo stato di stress che ha...
Esattamente sei pezzo di m***a 2 volte, a distanza di due giorni.
Mentre, visto che oggi l'ho pregato di andarsene a mare con sua moglie e non ho risposto alle sue 4 chiamate. mi ha gentilmente scritto: sei una donna di m***a.
6 mesi fa era stalking... ora sono un pezzo di m**... ed e' sempre lui che mi cerca non io....

Ora????? che tutto e' andato a rotoli e' chiarissimo.... che non ci sono presupposti per nulla e' altrettanto chiaro, e da tanto pure....
Ma io mi chiedo, per chi ama l' astrologia e sa che io sono scorpione, ma scorpione scorpione.... che fine fara' il Sig.Riccardo se continua ad offendere la mia persona????? :twisted:
Io risparmio l'avversario indifeso, sempre... preferisco farlo stare nel terrore di essere trafitto, ma non trafiggo mai... godo a sapere di aver talmente forza da permettermi di non vincere.... faccio schifo e lo so.
Buona e cara, amo e odio con la stessa intensita', fortemente o senza pieta'.
Lo sto pregando di lasciarmi stare... sono arrivata, giuro.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 31 luglio 2010, 20:37

a sto punto io andrei a parlare con sua moglie e fine! che cavolo...lui è rancoroso perchè tu sei riuscita a liberarti dal matrimonio fallito e ad andare avanti, mentre lui no. lui si attaccava a te per poter soffrire insieme, mal comune mezzo gaudio...e mo è fregato, si sente ancora più solo e ti stressa...e ti insulta pure, ma non per allontanarti, ti insulta per sbaglio, quindi con sincerità.
fai così, se lui no ha il coraggio vacci tu da sua moglie, così lui si risistema l'esistenza con o senza di lei, ma a te non ti viene più a cercare!
Immagine

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 1 agosto 2010, 10:10

Twilight ha scritto:a sto punto io andrei a parlare con sua moglie se lui no ha il coraggio vacci tu da sua moglie !
non sono assolutamente d'accordo

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 1 agosto 2010, 23:01

..concordo con Davide...non ha senso andare dalla moglie...non ne deriverebbe nulla di buono...tempo fa scrissi che l'altra faccia dell'amore non è l'indifferenza ma l'odio...credo che questa storia sta toccando il fondo...è molto semplice, Maja cambia numero di telefono...recidi questo cordone ombelicale...se poi ancora Riccardo persiste, sai che esistono altri metodi per far smettere un corteggiatore inopportuno. Ma tu vuoi davvero troncare con lui? O in fondo in fondo vuoi ancora sentire che lui sta male, che ti cerca, e ancora speri in una sua improbabile separazione? Se vuoi veramente lasciarti alle spalle questo delirio, cambia numero...è semplice.
Tempo fa qualcuno in questo forum, disse che le esperienze devono essere fatte al momento giusto. Gli incontri fortuiti, cercati, le esperinze fatte dopo portano solo il caos, dentro e fuori di noi. Aggiungo inoltre che il libero arbitrio è sempre relativo perchè credo fermamente nel destino che qualcuno ha scritto per noi. Che fine farà Riccardo?! Credo che se riuscirà a staccarsi non da te, ma da quello che rappresenti per lui, forse ritornerà quello che era prima di conoscerti, un uomo fortemente legato al senso del dovere, alle responsabilità, ai valori religiosi, a tutto ciò che lui crede indissolubile, e inoltre fortemente legato alla sicurezza materiale, cioè al non poter affrontare il lato economico della separazione. Non fargliene una colpa. Rispettalo per quello che è. Nonostante tutto, avete passato dei bei momenti insieme e nulla è per sempre.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 3 agosto 2010, 18:26

grazia ha scritto: Ma tu vuoi davvero troncare con lui? O in fondo in fondo vuoi ancora sentire che lui sta male .... Non fargliene una colpa. Rispettalo per quello che è. Nonostante tutto, avete passato dei bei momenti insieme e nulla è per sempre.
trovo giusta e inevitabile la doppia domanda di Grazia.

ma credo anche che sia difficilissimo per molti anni, nella crisi dell'amore di passione, non incolpare l'altro, difficilissimo coltivare gratitudine nel ricordo di chi ti ha abbandonato (e secondo me entrambi si sono abbandonati a vicenda),
l'amore può diventare, non diciamo odio, parola peraltro ambigua nelle relazioni dell'amore in crisi, ma rabbia, tanta rabbia, rancore, gelosia, dolorosissimo senso di possesso frustrato, solitudine, paura.
e ci vogliono anni per superare tutto questo.

è una storia in cui a me sembra che in modo parallelo ognuno dei due abbia amato, offeso, goduto, incolpato, desiderato, posseduto, dipeso da, voluto ferire, coccolato, perduto, rimpianto, lasciato l'altro.

qualunque pagina di questa discussione io apra, a me pare di trovare ovunque dolore e impossibilità, e dunque la sessualità e la tenerezza, quando ci sono o c'erano, sì come intimità d'amore, ma anche come anestetico sempre insufficiente.

ha ragione Grazia, il rispetto e la gratitudine nel ricordo di quello che ci ha fatto dire: sto vivendo.
Ma secondo me ci vogliono anni.
io credo che in queste cose il rispetto e il senso di gratitudine, quelli veri, profondi e stabili, non altalenanti, siano un faticoso punto d'arrivo.

e forse sotto sotto non si ha neppure troppa fretta d'arrivarci, perché quando si è ancora nella passione sa d'indifferenza, di grigiore, di rinuncia, di dispiacere di dover ammettere che il grande amore è finito, e senza quell'amore non c'è niente da fare, ci si sente più soli, meno vivi, e il mondo e i giorni più estranei a noi. E qui allora torno alla domanda di Grazia. Credo che a volte il cosiddetto "voler male" dopo aver "voluto bene" sia forse un modo per riaffermare una vitalità affettiva che si sente con tristezza esaurirsi. è stanchezza e paura del vuoto.

libellula79
Messaggi: 19
Iscritto il: 2 novembre 2009, 23:41

niente ferieeeeeeee

Messaggio da libellula79 » 10 agosto 2010, 12:18

ci si sente più soli, meno vivi, e il mondo e i giorni più estranei a noi

ciao a tutti ,
sono ancora a lavoro ... che noia !
... tutti in vacanza ed io ancora qui in ufficio tra mille fogli!
le mie ferie ??? PURTROPPO NIENTE FERIE !
...in seguito ad una lunga discussione " campanellino" ha deciso di non trascorrere le ferie con me ... giustificando la sua decisione dicendo che : <"subito dopo la separazione " non sembra giusto e/o corretto andare insieme in ferie >
io non sono d'accordo e voi ???
libellula79
... niente è in realtà come ci appare dobbiamo sforzarci di liberarci dalle illusioni dei nostri sensi .

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 16 agosto 2010, 15:21

Oh...OH...OHHHHHHHH....????!!!
Ma dovvero non e' voluto venire in ferie con te???!!! :shock:
Ma davvero tra qualche mese, non vorra' venire a vivere con te, perche' gli embra male per tua figlia???!!!! :shock:
ma veramente, tra qualche mese in piu', sara' meglio prendersi un periodo di pausa perche' tu sei troppo stressante e lui non sa piu' se ti ama???!!! :shock:
Donna avvisata mezza salvataaaaaaaaaaa.....

Mio primo giorno di ferie... cara Libellula. Oggi 16 agosto.
Ti avevo avvisata, mesi e mesi fa, di separarti senza pensare a campanellino tuo... spero tu lo abbia fatto. Cosi quando ti lascera' adducendo motivazioni squallide, non ci resterai malissimo. Intanto fatti le ferie da sola con tua figlia, goditi lei che ti stara' accanto per sempre.

Naturalmente vorrete sapere come va... vi accontento: :D
Esattamente come un anno e mezzo fa, come un anno fa, come 9 mesi fa, come 3 mesi fa, come la settmana scorsa.... tempo sprecato... anni sprecati appresso a niente.
L'unica cosa che e' cambiato sono gli insulti che ci facciamo, le continue liti quotidiane, le infinite riappacificazioni e scuse comprese... queste cambiano di settimana in settimana! Il resto e' uguale.
Ieri, Riccardino... buabuabuabua, rido a crepapelle... mi ha detto che e' questione di poco ormai, qualche settimana e prende casa. Che ha parlato con la moglie e questa gli ha detto che non ha fretta ne' lo cacciera' mai di casa, di fare con comodo.... ma lui e' decisissimo, stavolta!!! :shock: , e se ne andra'!!!!
Ma voi avete idea di quanto rido??? Ma quanto me lo sfotto e quante gliene dico??? Dignita' zero, altrimenti non chiamerebbe... io gli rispondo quando ho tempo... e lo lascio affondare nella sua me***a.
Ieri Maja... gli ha detto a Riccardino cuor di coniglio, che anche se un giorno,... assai lontano e inesistente, lascera' sua moglie, puo' andarsene affan***o.
Libellula???? Prepara la tua corazza... lucidala a dovere, ti dovra' proteggere... un bacio a te. :wink:

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 16 agosto 2010, 15:37

Per Twl...
Non andro' mai e poi mai dalla moglie.... mai faro' lettere anonime e mai andro' a denunciarlo, se mai un giorno arrivera' allo stalking...
Conosco Riccardo, lui e' fondamentalmente un vigliacco. Questa sua vigliaccheria lo reprimera' per sempre, non sara' mai in grado di affrontare la moglie e dirle " Cara mia, me ne vado e ci separiamo!", non sara' mai in grado di arrivare a mettersi a rischio per paura di una separazioen con addebito, non sara' mai in grado di prendere in mano la sua vita e decidere una qualsiasi cosa.
Vive quotidianamente nel nulla, aspettando non so cosa e non so chi, a levargli le castagne dal fuoco. Aspetta pazientemente l'indomani per andare a nascondersi al lavoro. Giorno dopo giorno, mese dopo mese....

Credo che Grazia abbia riassunto, come spesso fa, un aspetto fondamentale di questa storia.
Tranne il rispettarlo etc... mi spiace, ma ora come ora, sono troppo carica di sentimenti ostili che se lo becco per strada, gli sputo in faccia...
Magari tra qualche anno mi passa... forse.
Credo che se riuscirà a staccarsi non da te, ma da quello che rappresenti per lui, forse ritornerà quello che era prima di conoscerti, un uomo fortemente legato al senso del dovere, alle responsabilità, ai valori religiosi, a tutto ciò che lui crede indissolubile, e inoltre fortemente legato alla sicurezza materiale, cioè al non poter affrontare il lato economico della separazione. Non fargliene una colpa. Rispettalo per quello che è.

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”