donna sull'orlo della depressione...

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 26 agosto 2010, 11:59

sincerità ha scritto: "Morto un papa se ne fa un altro" è un detto molto cristiano, o sbaglio?
sbagli. :) anche se parla di papi, esprime una mentalità che di cristiano non ha niente.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 26 agosto 2010, 12:06

sincerità ha scritto: e tutte le delicatezze del caso che do per scontate
anch'io Sincerità le do per scontate, ma se mi guardo in giro capisco che non lo sono affatto per tutti. ho letto che in Italia il 50% degli omicidi avviene all'interno dei rapporti di coppia e famiglia, per tacere delle quotidiane forme aggressioni, ferite, persecuzione, ecc. e di certo nessuna di quelle persone avrebbe mai immaginato che sarebbe andata a finire così. in questo campo non c'è niente di scontato.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 26 agosto 2010, 12:11

sincerità ha scritto: lo ammetto e confesso: per le mie esperienze di vita, sì quello che ci viene narrato è ancora poco per crollare, o quanto meno per crollare senza rialzarsi in un tempo non esageratemente lungo.
non siamo tutti uguali, quello che, come giustamente sottolinei, per tue esperienze è "poco" per crollare per un altro, magari anche solo in un certo periodo della sua vita, può essere invece sconvolgente.
io dico solo, in linea generale, che ci vuole una attenzione infinita non solo verso se stessi ma anche verso l'altro.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 27 agosto 2010, 12:20

Davide49 ha scritto:
Twilight ha scritto:taglia la testa al toro,
ma quale testa e toro!!!!
se si decide di chiudere una storia, ci vuole sempre tanta, tanta attenzione, delicatezza a chiudere una storia.
anche dopo che un amore è finito ci vuole, in qualche modo, un po' d'amore, un po' di tenerezza, un po' di pietà (nel senso alto della parola), un po' di cuore.
alle spalle c'è una storia, c'è stata una intimità dei corpi e dei cuori, e corpi e cuori sono cosa sacra, ci si è dati, ci si è spogliati di corpo e di anima, ci si è mostrati nudi nella propria umanità di uomo e di donna, nella propria bellezza e nella propria fragilità, ci sono degli anni e dei ricordi che ci hanno segnato,
com'è difficile liberarsi da questa mentalità generale che banalizza amore e sesso in tv cinema giornali musica e pubblicità con l'aria ruffiana di esaltarli, mente invece mio Dio, non siamo mica fatti di ferro, si soffre si soffre si soffre per queste cose, si soffre per amore, molto spesso in modo e misura ben più atroci che per una malattia fisica, perfino più che per la morte
anche dare il "taglio chirurgico" non significa fare, passatemi il termine, dare dei tagli da macelleria che danno ferite e squarci atroci.
non ci sono teste da tagliare
ci sono invece cuori di uomini e donne che soffrono, persone con la propria bellezza, la propria forza e la propria fragilità, uomini e donne che meritano comunque attenzione e rispetto, sempre sempre sempre, e a maggior ragione se li abbiamo amati, se ci hanno amato per un tratto di strada del nostro cammino della vita, e che meritano comprensione e pazienza e pietà se occorre, e secondo me nessuna leggerezza sbrigativa è concessa, un rispetto verso l'altro che in definitiva diventa anche rispetto verso se stessi, crescita nell'altrui e nella propria umanità, e tutti quanti ne abbiamo bisogno.

se si è capito che è finita, ci vuole amore anche a chiudere una storia d'amore
Davide....ma per favore!
qua non c'è e non c'è mai stata nessuna storia, è sempre stata disperazione e necessità! altro che comprensione e amore e sensibilità ecc...alle volte bisogna avere la decisione la secchezza per prenderla e le palle, perchè altrimenti non ci si muove, si resta inchiodati li come maja e questo tipo che sono certa non può essere un buon padre e un padre attento in quanto fortemente disturbato e non sereno, per niente sereno! per essere un buon padre devi avere la serenità necessaria, tu hai mai conosciuto persone che sono state cresciute da gente con problemi psicologici di depressione vera (come questo qui)????? io si!!!!!!!! erano persone già rovinate a 15 anni! vivevano realtà familiari brutte, e senza bisogno che ci fossero pure i tradimenti e i disaccordi, ma anzi! realtà stressanti perchè subivano quello che viveva il genitore, e alla fine, essendo pure la predisposizione una cosa genetica, ne hanno sofferto loro stessi. non dirmi che una persona con dei problemi seri può fare bene il genitore, perchè spesso nemmeno uno che sta bene fa bene il genitore...dai...
sei troppo troppo "delicato", qui serve uno strappo, perchè se non si dà un bello strappo la sofferenza aumenterà ancora di più e diventerà, anzi rimarrà, cronica.
non è vero che non si deve agire quando si sta male, non è vero che ci vuole sempre quel cuore e quell'amore come dici tu...tante volte è controproducente! per esempio cosa avrei dovuto fare io quando il mio ex mi minacciava di suicidarsi? metterci il cuore e l'amore e la delicatezza? così gli avrei dato delle belle e false speranze e non me lo sarei nemmeno più tolto di torno vivendo io da cani per trattare bene lui...come ho sempre fatto del resto...avrei dovuto comprenderlo? no! per niente! lui ha avuto tanto tempo per comprendermi ma di problemi non se n'è fatti...e in quel frangente doveva reagire...e di certo non sarebbe stato avendo parole comprensive da me che lo avrebbe fatto, anzi! forse avrebbe trovato la sua formula per attirare l'attenzione facendo pena! invece di minacciare di suicidarsi e farsi del male 10 volte, lo avrebbe fatto 100...perfino mia zia che è una SUORA mi consigliò di tagliare la testa al toro e quel che deve essere sia, con decisione e secchezza. una suora...magari fa più testo di me, non lo so..eh..è una brava donna, suora da più di mezzo secolo, lavora coi bambini, una suora vera, non una donna di chiesa finta come tante persone di chiesa..
Immagine

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 27 agosto 2010, 15:33

e anche queste sono ragioni, mica solo le mie

forse la verità, la risposta giusta vien fuori mettendo insieme tante ragioni diverse, e altre ancora.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 27 agosto 2010, 15:35

Twilight ha scritto:
sei troppo troppo "delicato", qui serve uno strappo, perchè se non si dà un bello strappo la sofferenza aumenterà ancora di più e diventerà, anzi rimarrà, cronica
questa me la tengo e me la metto da parte :) :)
dico davvero

c'è niente da fare, è anni che scriviamo qui, la pensiamo quasi sempre diversissimamente, però quello che scrivi mi fa sempre pensare e spesso lo trovo utile.
sotto sotto una parte di me la pensa come te più di quanto io creda? è una domanda che mi faccio.

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 27 agosto 2010, 18:30

...io penso che nelle relazioni sentimentali il tira e molla è controproducente...mi spiego...da una parte è vero che bisogna avere delicatezza per non ferire l'altra persona anche perchè non si può cancellare quello che c'è stato...ma dall'altra se non si decide da quale parte stare il cordone ombelicale non si recide mai e nella persona lasciata non si fa altro che alimentare false aspettative. Meglio un bel chiarimento e poi stop. La sofferenza è atroce...ma poi passa. Il caso di Maja e Riccardo il tira e molla potrebbe andare avanti per anni, perchè lui in quanto uomo esercita il suo possesso con le continue telefonate e messaggi ma non giungendo mai però ad una decisione finale. Lei a mio parere ancora aspetta che lui lasci la moglie, anche se sa che questa persona non è colui che si aspettava. Ha bisogno di colmare il suo "vuoto di senso", cioè bisogno di nuove emozioni e bisogno di amore. E forse questo vuoto lo sente anche Riccardo. Sono due persone che si sono incontrate in periodo difficile della loro vita, hanno provato emozioni e sensazioni fortissime ubricandosi di parole, sesso, promesse, creandosi un bel paradiso solo nelle loro menti e, non confrontandosi per quello che realmente erano, una coppia clandestina con possibilità di uscirne pari a zero. A mio parere Riccardo ha più colpe perchè non può illudere e soprattutto illudersi se poi il sogno nn potrà mai tradursi in realtà. Ma questa è la passione che brucia e onnublia le menti.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 27 agosto 2010, 20:23

grazia ha scritto: bisogno di colmare il suo "vuoto di senso"
mi piace questa espressione.
quel buco nero dell'assenza di senso, di amore, di un progetto

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 27 agosto 2010, 22:25

... Al telefono mi dice che e' gia' andato dal notaio a fare la sep dei beni.
...Mi dice che e' gia' andato dall'avv a concordare la separazione consensuale.
Mi urla che lui fa le cose per bene... mi urla di non abbandonarlo.. che il suo percorso non e' come il mio, tutto in discesa ed aiutata dai famigliari...
Mi urla tutto il suo amore e la disperazione per non potermi vedere... che sono io a non volerlo incontrare e non lui... piange e si dispera perche' e' convinto che io non lo amo, e che restera' solo...
L'unica cosa che sa, e' che non ama piu' la moglie e che il resto della sua vita sara' solo sacrificio e solitudine.
La vive come una dannazione, questa storia...
Innamorato di una donna che non lo ama, o restare con una donna che non ama piu'...
Martedi ci vediamo...
Non so piu' che pensare... ne' dire... una marea di confusione...
Tra i miei sentimenti, che ci sono e fortemente... e tutto cio' che mi avete detto qui.
E' lui che non mi ama... io rappresento cio' che vorrebbe, una mamma/amante/compagna/babysitter/banca.
Se veramente si sta separando, eventualita' remota... io non ci credo!, la prima cosa che faccio e' lo mando da uno bravo, il migliore...pisco dico! :lol:

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 28 agosto 2010, 16:18

...cara Maja...come un famoso libro..." va dove ti porta il cuore "...ma vedi di portarti sempre dietro il paracadute....dai...per scherzare un pò....fai quello che senti e soprattutto quello che vuoi....non ti curar di noi ma guarda e passa....bacio

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 28 agosto 2010, 18:07

...ps...con la separazione coniugale automaticamente decade la comunione dei beni...non c'è bisogno di farla prima...almeno così a me risulta....

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 29 agosto 2010, 15:33

Grazia...
Anche a me risulta...
prende tempo ed io lo so...
Che sono andati dal notaio me lo ha detto circa 2 mesi fa... prende tempo... ora dice che sono dall'avvocato... prende tempo...
Propina falsita' su falsita'...
Ogni scusa e' buona per prender tempo... rasenta l'ignoranza e la stupidita'...
E quando io gli faccio notare che la separzione consensuale, gli farebbe risparmiare il notaio e la sep dei beni.... :shock: ... Lui gira la frittata e dice che deve fare le cose con calma, che lui fa le cose per bene e come dice lui... io non comandero' la sua vita...
Falso...falsamente falso... uomo inutile che e' ossessionato dalla mia voce... ossessionato dal pensiero di perdermi... ossessionato dal pensiero di dover rimanere a casa perche' non ha piu' il paracadute....

Certi uomini sono di un ridicolo esagerato... come lui, credo e spero ce ne siano pochi... vorrei farvi sentire le sue parole, i pianti e il tono disperato dela sua voce... Non mi lasciare, io non vivo senza di te... ueueueuee.... io ti amo profondamente...ueueueue...
Martedi, forse forsemente forse, ci vediamo...
perche' ci vai, maja?
Ci vado perche' mi sono rotta di parlare ore ed ore al telefono, di litigare senza avere la possibilita' di mettergli le mani al collo e fargli capire che deve smettere di pensare di riempirmi a frottole...
Ci vado soprattutto per questo... al telefono non ha mai visto le mie smorfie e i miei gesti quando dice le sue pu****te e pensa di infinocchiarmi.
Vado col codice civile e penale... cosi gli spiego meglio la sep consensuale , il costo dei valori bollati ed altro...
Vado con a Bibbia... Vado ricca di pessimi propositi...
Sempre che mi convinca... perche' sono combattuta... oggi dico no....

grazia
Messaggi: 159
Iscritto il: 24 aprile 2006, 23:17

Messaggio da grazia » 29 agosto 2010, 19:28

..ohh Maja..perchè non cambi strategia...digli che tu lo aspetterai sempre per tuta la vita....tanto non hai niente da fare di meglio...etc etc....così lui si acquieta e non rompe più le p..lle...vedrai che piano piano lui la smetterà di telefonarti...tanto sa che te sarai sempre lì...e non troverà più gusto nel tira e molla e, tu cmq fai la tua vita...alle volte mentire salva qualche vita....accidenti...non voglio generalizzare e spero che nessuno in questo forum abbia parenti militari o nei carabinieri e nella finanza etc etc, ma secondo me sono tutti un pò "spostati"...sarà il lavaggio del cervello che gli fanno....bohhh...baci

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 11 settembre 2010, 23:27

... Che faccio?
Faccio che da quasi una settimana, sono alle prese con la rilettura di queste 65 pagine.
Stasera ricomincio da dove ho lasciato venerdi sera... dal 2 luglio 2009.
Non so se avete letto bene, lo ripeto... luglio 2009...2009...
Fino ad ora ho realizzato quanto sono ridicola. E Voi quanta pazienza... Signori e Signore... quanta pazienza avete avuto a ripetermi sempre le stesse cose!
:lol:

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 12 settembre 2010, 0:36

numero6 ha scritto:Ciao Maja,
ogni volta che leggo i tuoi post mi rendo conto che anche se si cerca di essere forti, a volte è proprio difficile riuscire a fare le cose giuste, perchè c'è quel sentimento che ti porti dentro che ti fa venire sempre i dubbi e che ti fa mettere tutto in discussione. Bisogna accettare questa che è una debolezza...anche se sai che il rapporto con quest'uomo è doloroso e ti fa male tutte le volte, continui ad aggrapparti a quello che dice, che fa capire, che fa intuire, senza che mai ti dia una certezza che ti dia la forza per andare avanti. E sì che una piccola certezza, un obiettivo con lui ti servirebbe, dopo tutto quello che hai passato. Invece lui non smuove niente, e mi sembra che ti basti abbassare la guardia, sentirlo, pensarlo, che ti fa ripiombare nella merda. A parole sono tutti bravi a dirti che lo devi lasciar perdere, che è una larva, un vigliacco e magari un approfittatore, ma solo tu sai quello che ti provoca quando lo senti e quando sei con lui. Per quanto possa essere masochista o sbagliato, tu in fondo vuoi lui. Potrebbe anche essere una merda d'uomo, ma tu ci hai visto qualcosa, e finchè non ti scatta davvero la molla del rifiuto puoi cercare solo di non raccontartela e non fingere di essere più forte di quello che sei ( e lo sei già tanto, per quello che hai fatto).Ti puoi imporre tutto, ma non sarà facile...Devi passare dentro anche a questo. Io spero per te che le cose vadano al meglio, ma so anche che tutto questo schifo lascerà delle tracce, troppo dolore, troppo casino, ci vorrebbe qualcosa di eclatante, di grosso, per far dimenticare tutto questo. E non è detto che lui lo capisca o lo sappia fare. O potrebbe farlo troppo tardi. Nel frattempo non so cosa consigliarti...Non ho la soluzione( infatti c'è un motivo per cui sono qui, se fossi a posto e con le soluzioni in tasca prima di tutto non saprei che dirti e poi sarei fuori a divertirmi). Penso solo che dovresti mantenere sempre la lucidità di vedere le cose per come sono. Non ti sveglierai domani o dopodomani accorgendoti che non lo ami più, quindi puoi solo decidere di affrontare tutti i giorni queste situazioni...Penso che il problema di molte persone ( me compresa) sia di avere la capacità di sopportazione della merda mooolto alta. Va bene anche questo...Ma, per forza di cose " ha da passà 'a nottata". attacchiamoci almeno a questo!!!
Un abbraccio
settembre 2009...

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”