lo amo e so che non lascerà mai la fidanzata

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

violetta85
Messaggi: 81
Iscritto il: 23 novembre 2008, 20:42

lo amo e so che non lascerà mai la fidanzata

Messaggio da violetta85 » 23 novembre 2008, 20:52

Gentile Dottoressa,
sono una ragazza di 23 anni,da otto mesi frequento un uomo che ha il doppio esatto della mia età e che è fidanzato da 9 anni con un'altra donna.Lui mi ha detto la verità fin da subito.Non ci sono mai stati inganni fra noi.Io me ne sono innamorata.Lui dice di provare per me sentimenti,che gli dispiacerebbe perdermi,che sono una persona splendida,che gli do tante emozioni.Poi dice di provare per me e la fidanzata due amori diversi e che io gli do delle cose che lei non gli da e viceversa.Che non puà metterci sul piatto della bilancia,che si sente sdoppiato.Dice che lui la fidanzata non la lascia.Che io sono ovviamente libera di vivere le mie storie sentimentali con altri uomini e che anche se a lui da fastidio lo accetta data la sua situazione.E che però non vorrebbe finisse la storia fra me e lui.All'inizio pensavo che a lui interessasse il sesso con una donna cosi più giovane e basta.Poi invece ho capito che non è il sesso che gli interessa visto che in 8 mesi ci saremmo visti per questo scopo si e no 5 volte.Ma parliamo tanto,io mi confido,lo rendo partecipe della mia vita,lui mi consiglia,mi sostiene,mi sta vicino.Quando ho bisogno di lui,anche se fisicamente non può esserci,lui c'è,con un messaggio,una telefonata...Io ho conosciuto parecchi ragazzi in questi mesi ma nessuno con cui sia riuscita a lasciarmi andare e andare oltre una superficiale conoscenza perchè in fondo io vedo solo lui.Ma so che la nostra storia non avrà futuro e non riesco a crearmi una vera relazione.Cosa dovrei fare??Lasciare lui a cui voglio un infinità di bene e per cui provo sentimenti o rimanere imbrigliata in una relazione senza sbocco?

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Re: lo amo e so che non lascerà mai la fidanzata

Messaggio da novembre » 23 novembre 2008, 21:34

violetta85 ha scritto:Cosa dovrei fare??Lasciare lui a cui voglio un infinità di bene e per cui provo sentimenti o rimanere imbrigliata in una relazione senza sbocco?
Suona tanto come una domanda retorica. Forse hai solo bisogno di un pò di coraggio, di convinzione, ma in questa domanda è già contenuta la risposta.
Lo dici tu stessa: è un arelazione senza sbocco in cui resteresti imbrigliata. Ne vale davvero la pena?
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

violetta85
Messaggi: 81
Iscritto il: 23 novembre 2008, 20:42

Messaggio da violetta85 » 24 novembre 2008, 12:16

E su questo concordo pienamente con te.Il fatto è che io a lui tengo tantissimo e non lo voglio perdere.Lui accetta che io mi possa mettere con un ragazzo e avere una vera relazione,sono solo io a non riuscirci.Cioè io sono linbera di voler bene a lui e anche a un altro e non riesco a mettermi in quest'ordine di idee.Il problema sono io fondamentalmente...

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 24 novembre 2008, 13:22

Puoi rinunciare alla possibilità di conoscere un ragazzo di cui innamorarti e con cui avere una rapporto sereno e normale, per una persona che ha il doppio dei tuoi anni e che non sarà mai libera?!
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

maja
Messaggi: 395
Iscritto il: 17 novembre 2008, 12:39

Messaggio da maja » 24 novembre 2008, 17:06

Violettaaaaaaaaaaaa????
Mi senti????
Sono quella della "donna sull'orlo della depressione"...
Scappa!!!! Scappa via!!!!
Lo strazio, amore mio, dura tanto. Ma vale la pena, credimi.
Meglio soffrire una settimana, un mese, che ritrovarsi dopo anni a piangersi addosso per aver fatto le scelte sbagliate.
E' dura, ti capisco, devi staccarti da lui. Subito. E solo allora capirai che ci sono altre storie attorno a te. Altri amori.
Su....Forza.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 25 novembre 2008, 2:45

ma è tuo padre....lascia perdere, lui ti ha detto chiaramente che sei un passatempo..che altro ti serve per capire che devi scaricarlo?
non ne troverai un altro come lui, ne troverai 50 migliori di lui! liberi, che non devono tradire la fidanzata per far finta di stare con te, che hanno lo palle per decidere in caso, e anche più giovani e prestanti, che quando avrai 50 anni non dovranno mettere la dentiera nel bicchiere sul comodino.........
Immagine

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 25 novembre 2008, 9:03

Pazza idea!

Come fra le migliori amiche: solo questa volta ho un'idea divergente, ma quasi mi spiace, per questo la pongo come domanda.

Perchè non può aspettare che finisca, invece che andarsene adesso che ancora lo ama?
Dopotutto l'importante è che non si sposi, che non rimanga incinta, che non istauri un legame socialmente forte (famiglie, denaro, lavoro)....fino a che lei non potrà dirsi matura (da mamma ti dico che ci vogliono ancora una decina d'anni)!

Se fosse vero amore? Sempre ammesso che esista...

In tal caso potrebbe aspettare di vedere la dentiera per capire se è davvero così oppure no????? :lol:

Lui è un cretino? Capirai...ma se lo ama lo ama, che è cretino non cambia molto!

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 25 novembre 2008, 11:41

Ma lei non lo ama veramente...non si può provare vero amore per elementi simili...l'amore può crescere solo nella libertà!!! l'ha detto lei stessa che gli vuole un "bene" infinito, e prova dei "sentimenti"...spero che non arrivi ai livelli di ossessione a cui sono arrivate altre ragazze qui dentro ma mi sembra che lei abbia un briciolo di lucidità in più... quando sarà svanita l'infatuazione comincerà a vedere la mediocrità di questo uomo, anzi comincia già a vederla perché sembra consapevole che una storia così la tiene bloccata...è già meglio di niente!

violetta85
Messaggi: 81
Iscritto il: 23 novembre 2008, 20:42

Messaggio da violetta85 » 25 novembre 2008, 13:16

Grazie a tutti per le vostre opinioni!!!Le ho lette attentamente per cercare di cogliere il più possibile delle vostre idee e devo dire che ho colto in sostanza le due opinioni contrastanti:

-Stai insieme a lui finchè lo ami e quando la storia si sarà esaurita da sè soffrirai di meno...

-Lascialo subito perchè ti farà stare solo male,lui ti considera solo un passatempo...

Dunque...Io gli voglio un bene infinito e ci tengo tantissimo,mi attrae fisicamente,il sesso è fantastico,con lui sto bene a parlare di cose serie,a scherzare,mi fa divertire,anche emozionare,mi fa sentire donna e bambina,forte e fragile come sono,sempre me stessa,mi sostiene nei momenti di difficoltà.Non so se questo sia amore,ma cmq è un forte sentimento,che non avevo mai provato per nessun altro.
Adesso la differenza d'età non mi pesa.Non so se in futuro mi peserà,ma dato che un futuro non lo vedo insieme a lui non mi pongo il problema.
Lui non mi ha mai detto che sono un passatempo,nè un gioco,nè solo sesso e in qualche modo me l'ha anche dimostrato.Io in fondo ho apprezzato la sua sincerità fin dall'inizio nel dirmi che era fidanzato,e che la sua era una storia importante e impegnativa,e che non l'avrebbe interrotta.
Per me lui non è diventata un'ossessione,ma un punto di riferimento,un affetto,una persona molto importante,che non vorrei perdere e di cui conosco i difetti e le mediocrità,ma li accetto e li comprendo perchè quando si ama una persona la si ama nella sua totalità.
Io sto conoscendo altri ragazzi,perchè non voglio precludermi una relazione alla luce del sole e con la possibilità di un futuro insieme.Io ho bisogno di costruire qualcosa.E anche lui lo sa.Solo che mi chiede di farlo,ma di continuare a vedere lui,come lui fa con la sua fidanzata,che tradisce con me.
Io non ho mai tradito nessuno.Il fatto di continuare ad avere questa relazione con lui e instaurarla anche con un altro presuppone di tradire lui con l altro e l altro con lui.E mi sembra una situaizone inaccettabile a livello morale.
D'altra parte non so come fare a rinunciare a lui e nemmeno come fare a rinunciare a una vera relazione.
Forse come dice lui potrei avere entrambe le cose,come ha lui in pratica,ma non credo di esserne capace.
E non so che via prendere...

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 25 novembre 2008, 15:46

Dimentichi di dire che lui è un egoista del c.........
Lui fa parte di quelli che "ti avvisano prima"..e sono i peggiori...cioè iniziano le storie dicendo "guarda che da me non avrai nient'altro che questo! sei avvisata, se ti innamori sono cacchi tuoi!"
Così ora che sei innamorata, ti senti pure in colpa!! E pensi che il "problema sei tu", che non riesci ad avere altre relazioni, eppure lui è così buono e generoso che non si offenderebbe di certo se tu le avessi! Quindi il problema sei tu fondamentalmente...eh sì proprio così..........ma cristo...svegliati ragazza mia

violetta85
Messaggi: 81
Iscritto il: 23 novembre 2008, 20:42

Messaggio da violetta85 » 25 novembre 2008, 20:25

Quello che traspare da questo tipo di giudizi è che IO SONO LA VITTIMA di un carnafice a cui non riesco a ribellarmi.
Io non riesco a vedermi così.Nonostante abbia solo 23 anni non mi sento cosi immatura e debole dal farmi condizionare da qualcuno.
Se finora sono rimasta in questa relazione è di certo perchè l'ho voluto,non perchè lui mi ha obbligata.
E non mi sento di vittimizzarmi perchè mi sono innamorata di un uomo impegnato.Se avessi voluto non finire in questa storia dal momento in cui lui mi avesse detto la verità sul suo legame(cioè subito),io sarei potuta benissimo scappare lontano.
Adesso sono qui in questa situazione.Mi rendo perfettamente conto che lui si comporta in modo egoistico tenendo il piede in due scarpe e dicendo di amare entrambe.Però non è altrettanto egoista quando capisce le mie necessità e mi lascia libera di avere una relazione che appaghi le mie esigenze per gli aspetti che non vuole soddisfare lui.
Prima credevo che l'amore vero fosse totalizzante,che se uno ama davvero una persona non può vedere nessun altro,interessarsi a nessun altro.Invece ho capito che la realtà non è questa.
In un rapporto qualcosa può mancare e allora si cerca questa cosa al di fuori.Si è egoisti?Forse si.Allora la sarei anche io se mi mettessi insieme a un altro per soddisfare le esigenze che lui non soddisfa.Ma non mi sento tale perchè so che il sentimento per lui è reale.
Inizio a credere,come dice lui,che piuttosto che rinunciare del tutto a una persona sia meglio prendere ciò che questa ci può dare.
In fondo è egoistico anche pretendere di avere una persona tutta per sè per sempre,una persona che soddisfi in tutto le nostre esigenze,che non ci faccia mancare niente mai,che sia tutto ciò che vogliamo.Credo che questa purtroppo sia solo una favola.
Voi non credete??

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 25 novembre 2008, 21:11

Per ora sai che ti dico: hai tutta la mia benedizione e pure un po' d'invidia :D !

Solo prometti che continuerai a pensare che meriti anche tu un uomo tutto per te, magari in futuro, quando meno giovane, forse ne avrai più bisogno...

Adesso ammiro la tua mente aperta, ti ricordo ad abundantia i piedi per terra (ma sei messa bene anche in quello) e in bocca al lupo per la peculiarità del caso....

P.S.: Preservativo: mi raccomando! :oops: :wink:

violetta85
Messaggi: 81
Iscritto il: 23 novembre 2008, 20:42

Messaggio da violetta85 » 27 novembre 2008, 21:43

Grazie! :P
Però con l'ultimo messaggio che ho scritto non volevo dire di essere totalmente soddisfatta della situazione che vivo,altrimenti non sarei qui a scrivere su questo forum.
Non so se sia bene che io accetti questa situazione per amore o no.So che mi sta facendo cambiare su certi aspetti.Prima quando magari sapevo che lui era al lavoro e io gli scrivevo un messaggio e lui non rispondeva,mi facevo mille paranoie,mi chiedevo chissà che fa,cosa pensa,cosa sente.Idem se stava giorni senza chiamarmi.E poi mi arrabbiavo con lui e pretendevo in un certo senso che mi desse sicurezza,conferme.All'inizio speravo persino che lui potesse arrivare a lasciare la fidanzata con cui sta da 10 per me,anche se sapevo che non era cosi.
Adesso se gli scrivo e non risponde,ci resto un po' male perchè lo vorrei sentire sempre,ma non ne faccio più un dramma,non mi arrabbio più con lui.Se lui non mi da conferme e sicurezze lo accetto.Se continua ad amare la fidanzata lo accetto.
Non so se questa tolleranza per tanti aspetti,sia positiva o no,ma si sta estendendo anche alle mie amiche,ai miei genitori,e in generale alle persone che mi sono accanto.
E' come se avessi imparato ad accettare di più che gli altri non siano come li vorrei,che non rispondano sempre alle mie aspettative,che non mi facciano sentire sempre al centro dell'attenzione.
Sarà rassegnazione per una situazione che non posso cambiare o maturità?

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 27 novembre 2008, 22:05

oh mio oddio... tesoro non è maturità...è abituarsi ad avere le briciole..ed è veramente ma veramente triste! Spero che cambierai idea prima o poi.

verità
Messaggi: 322
Iscritto il: 24 settembre 2008, 20:45

Messaggio da verità » 27 novembre 2008, 22:09

E' chiaro che qui spesso si risponde agli altri per parlare a se stessi.
Per quanto moderni e aperti si voglia essere, e io credo di esserlo alla grande, non so per quale ragione, ma quando si parla di vero amore, proprio non riesco a pensare alla condivisione del patner con altri/e.

La poligamia, un istituto che pure da qualcuno viene difeso e argomentato, proprio non mi convince quando sono innamorata.

Però c'è un altra situazione che mal, mal, mal si concilia con l'amore: LA RINUNCIA.

Non è solo per il concetto di "ogni lasciata è persa", no è di più, molto di più. Si è qui detto del dolore straziante di essere lasciati, di subire separazioni non volute, ebbene che cosa può far soffrire procurarsela da soli questa ferita, questa lacerazione?

Credo anche di capire come ci si senta a essere o a passare per fesse, con la vicinanza di persone che non condividono i nostri stessi valori, e che forse ci danneggiano per questo, ma per esperienza personale, solo per esperienza personale, e senza verità in tasca, preferisco essere vittima di altri che carnefice di me stessa.

Ecco: ti ho spiegato da dove veniva il mio atteggiamento verso la tua esperienza. La solita proiezione. Ma tu stai attenta a pensare soprattutto con la tua testa! Non farti condizionare!

In bocca al lupo!

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”