v

Problemi di coppia e di relazione, tradimenti, separazioni, abbandoni spesso turbano la serenità e l’equilibrio emotivo di uomini e donne, generando sofferenza e rendendo il futuro un orizzonte incerto. Questo forum è dedicato a chiunque voglia condividere e confrontare esperienze, dubbi e riflessioni riguardanti le relazioni interpersonali e quelle amorose. Per capirne di più, ma anche per sentirsi ...meno soli

Moderatore: Dr.ssa Antonietta Albano

Avatar utente
candy_candy
Messaggi: 26
Iscritto il: 7 giugno 2009, 19:47
Località: milano

Messaggio da candy_candy » 10 giugno 2009, 9:38

lxachàower
Ultima modifica di candy_candy il 29 novembre 2009, 1:45, modificato 1 volta in totale.
candy candy triste

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 10 giugno 2009, 9:40

facci sapere
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
candy_candy
Messaggi: 26
Iscritto il: 7 giugno 2009, 19:47
Località: milano

Messaggio da candy_candy » 10 giugno 2009, 9:55

pjivfoiejwg
Ultima modifica di candy_candy il 29 novembre 2009, 1:45, modificato 1 volta in totale.
candy candy triste

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 10 giugno 2009, 10:46

secondo me dovresti chiamare tu,chedere un consiglio alla dottoressa e poi decidere.se ci vai tu ma il problema è di lui risolvi poco.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 10 giugno 2009, 12:09

candy candy...
ci credo che anche tu stai male, ma ognuno ha il suo percorso
lui fa il suo e niente vieta che tu faccia il tuo, che tu affronti questa cosa con l'aiuto di qualcuno. ognuno per gli affari suoi. e DOPO potrete confrontarvi quando avrete ben chiaro cosa volete o chi siete.
ma secondo me è fondamentale che questa cosa venga trattata in maniera indipendente l'uno dall'altra. perchè lui non riuscirà mai a risolvere niente affrontandolo con te, perchè non vorrà farti del male e si sentirà una mer.. per questo..e per altro.
tu hai visto uno sconvolgimento delle tue abitudini, tua vita tuo tutto..quindi mi sembra come se la tua vita fosse incentrata su quelle abitudini e non su di te, allora forse un aiuto va anche a te, per tornare ad essere il centro della tua vita.
poi se sarà il caso insieme.
Immagine

Avatar utente
candy_candy
Messaggi: 26
Iscritto il: 7 giugno 2009, 19:47
Località: milano

Messaggio da candy_candy » 10 giugno 2009, 12:30

foijgp3ojgup4e
Ultima modifica di candy_candy il 29 novembre 2009, 1:46, modificato 1 volta in totale.
candy candy triste

Avatar utente
candy_candy
Messaggi: 26
Iscritto il: 7 giugno 2009, 19:47
Località: milano

Messaggio da candy_candy » 11 giugno 2009, 14:05

pivpgbeoijhpb
Ultima modifica di candy_candy il 29 novembre 2009, 1:46, modificato 1 volta in totale.
candy candy triste

Albertine
Messaggi: 47
Iscritto il: 21 luglio 2008, 20:30

Messaggio da Albertine » 11 giugno 2009, 22:37

ciao Candy Candy, ho letto la tua storia e posso solo immaginare quanto sia difficile per te affrontare questo momento, specialmente perché lo stai facendo da sola.

Capisco che per te adesso le priorità siano altre, ma c'è una domanda che mi sono posta leggendo ognuno dei tuoi messaggi... a parte il gay o non gay, il marito di questa ragazza la ama?

Ti occupi di lui, chiami uno psicoterapeuta, cerchi di aiutarlo a risolvere il *suo* dubbio sulla sessualità... lui ti lascia sola a tormentarti, non comunica, anzi, fa trasparire che il tuo desiderio di parlare sia quasi un "capriccio" ("si parla sempre delle stesse cose"...)
Districare i suoi conflitti non è un tuo dovere e nemmeno un tuo diritto.

Sicuramente anche per lui è un periodo di grande difficoltà, indecisione, sofferenza. Forse potrà servigli per cominciare a guardarsi dentro, e imparare a comunicare le sue sensazioni, prima di tutto a se stesso.
Però questo è un percorso personale, è vero che ha ripercussioni sulla coppia, che si potrebbe affrontarlo insieme... ma la coppia dove sta se tutto il lavoro lo stai facendo tu?

L'amore è ricchezza e nutrimento e credo che il tuo primo pensiero, in questo periodo duro, potrebbe essere quello di nutrirti ed amarti.
Chiunque si sentirebbe solo e disperato nella tua situazione... almeno, io sicuramente mi sentirei così! Mi dispiace che tu lo sia, sono sicura però che incontrare lo psicoterapeuta ti aiuterà... piano piano a volerti più bene.

Avatar utente
candy_candy
Messaggi: 26
Iscritto il: 7 giugno 2009, 19:47
Località: milano

Messaggio da candy_candy » 11 giugno 2009, 22:59

fhvp3ejbpèfo
Ultima modifica di candy_candy il 29 novembre 2009, 1:47, modificato 1 volta in totale.
candy candy triste

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 18 luglio 2009, 0:22

doomgeneration ha scritto:Guarda...(io non credo che gay si diventi...omosessuali si nasce o comunque lo si è già fin da piccoli, e magari lo si scopre dopo molto tempo, ma qualche tendenza c'è sempre anche da principio, che si può manifestare in molti modi, ad esempio una depressione perché non ci si sente attratti dal sesso opposto e si pensa di essere asessuali quando in realtà si è gay ma è difficile da accettare dalla nostra parte conscia......)
quanta supponenza! Non ho esperienza del mondo gay , ma affermare che si nasce gia' tali mi sembra una enorme sciocchezza :shock:

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 18 luglio 2009, 19:11

secondo me non è proprio per niente una sciocchezza tersite...non è che uno si alza al mattino e gli viene in mente di essere gay, a meno che non sia una persona che ha la sindrome ossessiva compulsiva, di esempi ce ne sono,ma quelli più che altro hanno la fobia di essere gay.
se una persona è gay o bisessuale ha il dubbio e lo nutre per molto..ma se una persona è etero..non se lo pone e basta perchè è "normale" che sia così.
tu ti svegli e sai che ...boh che so io... ti piace la carbonara...non è che ti chiedi "mi piacerà la carbonara?" lo sai e basta. non ci pensi e non ci pensi mai. è un esempio scemo..ma era per dire.
una persona ci nasce con le tendenze omosessuali, che poi si manifestino prima o dopo non sono mai episodi che ti alzi una mattina e decidi che forse sei gay..sono percorsi lunghi una vita. chi ce lo dice che non si sia sposato per incoraggiarsi a fare una vita normale o meglio consueta?
chi lo dice che non sia semplicemente bisex. niente di male per me.
invece non sono d'accordo con chi scrive che lui non la ama perchè la lascia a crogiolarsi...magari non la ama, ma non per quel motivo li..lui attraversa un momento che è brutto forse ancora più di quello di lei..e si prende i suoi spazi e fa benissimo. lei lo ama perchè gli chiama il terapeuta? non penso che sia un parametro questo...lui ha sulle spalle la responsabilità di un matrimonio che potrebbe finire, la consapevolezza di far stare male lei, e in più il dubbio sulla sua persona che sarà pesantissimo..e dovrebbe anche far finta di niente per non lasciarla sola coi suoi pensieri? io no trovo, anzi credo sia una cosa molto intelligente che si prenda del tempo per comprendere. che nella vita ci vogliono anche degli egoismi per sopravvivere.....e queste questioni vanno risolte da soli.ognuno per conto suo perchè riguardano la propria sfera psichica e sessuale.
Immagine

Rispondi

Torna a “Donne e uomini: le relazioni di coppia”