metafora del sesso maschile e femminile

Forum di confronto sulle strategie vincenti per le pari opportunità in amore. - Per conoscere in un confronto creativo il proprio ritmo e imparare a controllare le "aritmie maligne" -per condividere con altre donne l'anatomia del nostro modo di amare ed essere registe positive della vita affettiva. -per capire che amare non vuol dire accettazione totale per allontanare la paura di restare sole. -per scoprire che l'amore per l'altro è anche un'opportunità per amare meglio noi stesse. -per tutti gli uomini incuriositi dall'universo femminile

Moderators: Dott.ssaVeneziani, Dr.ssa Elena Moglio

User avatar
francesca
Posts: 1132
Joined: 24 April 2006, 15:45

Post by francesca »

Sergio67 wrote:
sfigato wrote:Se siete intelligenti allora vi date una clamata, vi rilassate, vi vestite bene, vi fate belle (vi convincete di esserlo), iniziate a comportarvi da donna e seducete l'uomo che vi renderà felici per sempre e voi non dovrete nemmno lavorare.
Tutto questo è molto bello, ma mi sorge un dubbio: chi è che lava i piatti e stira le camicie?

Facciamo per ipotesi che tutte le donne imparano a darla poco e bene, quindi non lavorano.
Ma non lavorare per me significa che non lavorano per niente. Non puliscono in casa, non preparano da mangiare, non vanno a fare la spesa, non lavano e non stirano. La danno e basta.

Quindi hai due scelte, o in casa fai tutto tu, e ti fai un mazzo tale che probabilmente non ce la fai più a "prenderla" per la stanchezza, o ti trovi un lavoro che ti consenta di pagare qualcuno per le faccende di casa. Rigorosamente uomo si intende, perché le donne, come detto prima, ovviamente non lavorano.

Dico bene?

No, ma secondo me il problema del lavoro della donna non riguarda voi uomini, non vi tange.
Quando una donna lavora fuori casa con piacere, è indipendente ed è più soddisfatta anche a casa e vi sarà una serena collaborazione familiare per tutto il resto.

Sono scelte di vita, e non si possono mettere in discussione.

Io metterei l'uomo a casa a sfaccendare... :roll:
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

Sergio67 wrote:
sfigato wrote:Se siete intelligenti allora vi date una clamata, vi rilassate, vi vestite bene, vi fate belle (vi convincete di esserlo), iniziate a comportarvi da donna e seducete l'uomo che vi renderà felici per sempre e voi non dovrete nemmno lavorare.
Tutto questo è molto bello, ma mi sorge un dubbio: chi è che lava i piatti e stira le camicie?

Facciamo per ipotesi che tutte le donne imparano a darla poco e bene, quindi non lavorano.
Ma non lavorare per me significa che non lavorano per niente. Non puliscono in casa, non preparano da mangiare, non vanno a fare la spesa, non lavano e non stirano. La danno e basta.

Quindi hai due scelte, o in casa fai tutto tu, e ti fai un mazzo tale che probabilmente non ce la fai più a "prenderla" per la stanchezza, o ti trovi un lavoro che ti consenta di pagare qualcuno per le faccende di casa. Rigorosamente uomo si intende, perché le donne, come detto prima, ovviamente non lavorano.

Dico bene?
perchè ora chi te le stira le camice? lo fai tu o un altro/a?

Quello dellacasalinga è un lavoro in piena regola con molta dignità e purtroppo si sta perdendo.
O si paga qualcuno/a, oppure se la donna non ha scelto un uomo sufficentemente ricco vorra dire che lo farà lei.
In ogni caso oggi non lo fa nessuno...
User avatar
francesca
Posts: 1132
Joined: 24 April 2006, 15:45

Post by francesca »

Ma siete ancora convinti che la donna che lavora non stiri le camicie al suo uomo?

Le stirerà lasciandoci una pieghina in più e non impiegherà mezz'ora a stirare un fazzoletto, ma lo farà, eccome.

Basta che lui nel frattempo, spazzi la cucina.

E dopo faranno l'amore più felici, perchè hanno tante cose in comune.
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

Francesca, potrai portare anche i pantaloni, ma dubito che con gli atteggiamenti da te descritti tu riesca a conquistare un uomo e per conquistare non intendo solo andarci a letto... per quello come avrai capito basta solo aprire le gambe.
In quel caso la daresti tanto e male... molti uomini useranno il tuo fodero e non riceverai nulla che ti convenga, eccetto forse qualche scopata.
Un uomo è pronto a portare a letto quasi qualsiasi essere di sesso femminile se poi è un tantinello bevuto allora potrebbe addirittura fare confusione e andare con femmine di altre specie animali.
L'abilità di una donna non sta in quella di potarsi a letto un uomo (se hai problemi a fare questo sei senza speranza) bensì quella di sceglierlo, ma per sceglierlo una volta per tutte e quindi farlo tuo devi sedurlo, non c'è verso... e sedurlo non significa solamente dagliela, bensì dargliela bene... è chiaro?
User avatar
francesca
Posts: 1132
Joined: 24 April 2006, 15:45

Post by francesca »

Non sei mica chiaro, sai?
Molto evocativo, :) non discuto, creativo, ma tutto fuorchè chiaro.

Ma il vero scrittore così dev'essere, deve evocare...
User avatar
Sergio67
Posts: 813
Joined: 26 February 2009, 15:23

Post by Sergio67 »

sfigato wrote: perchè ora chi te le stira le camice? lo fai tu o un altro/a?

Quello dellacasalinga è un lavoro in piena regola con molta dignità e purtroppo si sta perdendo.
O si paga qualcuno/a, oppure se la donna non ha scelto un uomo sufficentemente ricco vorra dire che lo farà lei.
In ogni caso oggi non lo fa nessuno...
Le camicie sono solo un esempio, e poi che vuol dire che non lo fa nessuno? Qualcuno farà la lavatrice o porterà i panni in tintoria o ancora li laverà a mano. Tu che fai, indossi vestiti usa e getta?

Io sto provando a venirti dietro, a immaginare un mondo che funziona come tu dici che dovrebbe funzionare, in cui tutte le donne si sono svegliate e hanno fatto tesoro dei tuoi saggi consigli, imparando a darla bene.

La casalinga, come tu stesso dici, è un dignitosissimo lavoro in piena regola. Quindi, essendo lavoro, NESSUNA DONNA lo farà più. Perchè dovrebbero faticare se sono brave a darla?

Non importa se l'uomo è ricco o meno, se sei brava a dargliela, in un modo o nell'altro, lavorerà per te...
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

Sergio67 wrote: Le camicie sono solo un esempio, e poi che vuol dire che non lo fa nessuno? Qualcuno farà la lavatrice o porterà i panni in tintoria o ancora li laverà a mano. Tu che fai, indossi vestiti usa e getta?

Io sto provando a venirti dietro, a immaginare un mondo che funziona come tu dici che dovrebbe funzionare, in cui tutte le donne si sono svegliate e hanno fatto tesoro dei tuoi saggi consigli, imparando a darla bene.

La casalinga, come tu stesso dici, è un dignitosissimo lavoro in piena regola. Quindi, essendo lavoro, NESSUNA DONNA lo farà più. Perchè dovrebbero faticare se sono brave a darla?

Non importa se l'uomo è ricco o meno, se sei brava a dargliela, in un modo o nell'altro, lavorerà per te...

Stai solo travisando ciò che dico, infatti è una conclusione solo tua.
User avatar
Sergio67
Posts: 813
Joined: 26 February 2009, 15:23

Post by Sergio67 »

E allora aiutami a capire.

Dov'è che ho travisato?
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

Sergio67 wrote:E allora aiutami a capire.

Dov'è che ho travisato?
Semplicemente arrivando a delle conclusioni solo tue, ma non mie.
L'importante è che tu non attribuisca a me le conclusioni alle quali sei arrivato tu in base a quel che ho detto, poichè non le condivido affatto.
User avatar
Sergio67
Posts: 813
Joined: 26 February 2009, 15:23

Post by Sergio67 »

Non ho mai detto che era una tua conclusione. E poi la mia era più una domanda che una conclusione

Stavo cercando di capire il tuo messaggio, di capire che mondo ti immagini o che mondo vorresti.

Voglio dire, stai esponendo le tue convizioni, e io sto cercando di capirle.

Stai dicendo alle donne: imparate a darla bene e sarete molto più felici voi e anche gli uomini che in fondo e solo questo che da voi vogliono.
E' così o ho capito male anche questo?

E poi ho cercato di immaginarmi un mondo fantastico e meraviglioso dove tutte, ma proprio tutte le donne si comportano così.

Dov'è che mi sto sbagliando?
Puoi sentirti perso, ma non potrai mai perdere te stesso.

Facilitatore gruppo AMA "Sbilànciati!" su AMAEleusi (cercateci)

Guida Autorizzata Pagine Blu (ma non sono psicologo)
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

francesca wrote:Non sei mica chiaro, sai?
Molto evocativo, :) non discuto, creativo, ma tutto fuorchè chiaro.

Ma il vero scrittore così dev'essere, deve evocare...
Cosa c'è di tanto strano? quel che ho scritto mi sembra piuttosto semplice, cosa non hai capito?
User avatar
francesca
Posts: 1132
Joined: 24 April 2006, 15:45

Post by francesca »

Non so, potresti spiegarci cosa offre un uomo a una donna che gli si concede "bene" :D

Definisci il significato dell'avverbio "bene" in questo contesto, ed elenca i vantaggi che il cuore di una donzella avrebbe a donartisi, con le relative argomentazioni.

Definisci altresì il tipo di donna che a te piacerebbe si concedesse, ( avrai senz'altro un modello teorico di riferimento), in relazione ai tuoi desideri e aspirazioni, o se invece tutte ti aggradano e non fai distinzioni per età, avvenenza,ecc.

il tutto in non più di 10-15 righe :P

( gasp, sono semi-seria eh? :D )
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

francesca wrote:Non so, potresti spiegarci cosa offre un uomo a una donna che gli si concede "bene" :D

Definisci il significato dell'avverbio "bene" in questo contesto, ed elenca i vantaggi che il cuore di una donzella avrebbe a donartisi, con le relative argomentazioni.

Definisci altresì il tipo di donna che a te piacerebbe si concedesse, ( avrai senz'altro un modello teorico di riferimento), in relazione ai tuoi desideri e aspirazioni, o se invece tutte ti aggradano e non fai distinzioni per età, avvenenza,ecc.

il tutto in non più di 10-15 righe :P

( gasp, sono semi-seria eh? :D )
Se ti concedi bene ad un uomo puoi ottenere da lui quel che vuoi, o meglio tutto ciò che è in suo potere e se non fosse in suo potere potrebbe anche sbattersi per ottenerlo.

Gli uomini, ed io non faccio eccezzioni, amano la donna libidinosa indipendentemente dalla sua "bellezza".
Ovvero la donna seduttiva, poichè una donna che sa sedurre spesso e volentieri è una donna che a letto ci sa fare.
Il resto, ovvero la qualità del carattere, l'affetto, l'amore... viene dopo, ma per un uomo è dal sesso che si comincia.
Il suo istinto primordiale è quello di avere più donne possibile per poter assicurare la proliferazione della specie.
Meglio sai sedurre e meglio sai fare sesso e più hai successo con gli uomini e quella della reputazione intoccabile è una balla colossale che nessun uomo si sognerebbe mai di pensare.
Se invece pensi di essere l'unica ad averla e pensi che un uomo guardi la tua "bellezza interiore" stai fresca e se un uomo ti dice che non è vero i casi sono due:

1 è pazzo.
2 sta mentendo per portarti a letto (il più delle volte è così)

io essendo un maschio non faccio eccezzioni, le donne mi piacciono tutte (mi farei il 90% delle donne che calpestano il suolo del pianeta, e anche quelle che non lo calpestano pensando alle hostess che lavorano sugli aerei di linea o astronaute in genere)
In altre parole desidero, come ogni uomo, una donna che sia femmina e che sappia esserlo.
Scandalizzatevi pure quanto volete, non cambia nulla! Nessuno può modificare millenni di evoluzione e se ci pensate bene la sola cosa giusta da fare è comportasti secondo natura.


EDIT: Ah... francesca! hai visto? ci sono stato anche dentro con le righe...
User avatar
francesca
Posts: 1132
Joined: 24 April 2006, 15:45

Post by francesca »

Ho visto, sei fantastico. :D

Ma la natura ci porta ad appoggiare morbidi palmi su lidi infiniti, scalzi, mano nella mano, uomini e donne..

Sono tornata sulla spiaggia a camminare, si sente? :)

Secondo te, l'uomo primordiale stava meglio, da questo punto di vista, rispetto all'uomo di oggi?
Siamo nevrotici perchè non seguiamo gli istinti?

Ti faccio presente che ad oggi la società occidentale è molto cambiata, e tutto è possibile, nei limiti di ciò che il prossimo si aspetta, più che nell'ambito di norme stabilite a priori.

dunque, lo scenario è ...boh?
sfigato
Posts: 539
Joined: 26 September 2007, 13:53

Post by sfigato »

francesca wrote:Ho visto, sei fantastico. :D

Ma la natura ci porta ad appoggiare morbidi palmi su lidi infiniti, scalzi, mano nella mano, uomini e donne..

Sono tornata sulla spiaggia a camminare, si sente? :)

Secondo te, l'uomo primordiale stava meglio, da questo punto di vista, rispetto all'uomo di oggi?
Siamo nevrotici perchè non seguiamo gli istinti?

Ti faccio presente che ad oggi la società occidentale è molto cambiata, e tutto è possibile, nei limiti di ciò che il prossimo si aspetta, più che nell'ambito di norme stabilite a priori.

dunque, lo scenario è ...boh?

Giusto dobbiamo costantemente fare i conti con una società cambiata troppo rapidamente rispetto ai nostri istinti primordiali.
Dobbiamo quindi accettare compromessi, ma anche accettare i nostri stessi istinti e razionalizzarli in modo da poterli ottimizzare nei momenti meno opportuni e allo stesso tempo sedarli quando sono a sproposito, ma è felicità questa?
Però stiamo uscendo dall'argomento principale.

Torniamo a maschio e femmina!
Credo che il problema più grosso di voi donne sia quello di non accettare l'uomo per quello che realmente è.
Attenzione! L'accettazione è il primo passo verso l'amore (quello vero e non l'ammore dei rincoglioniti che credono alle favole) come una madre che accetta un figlio a qualsiasi condizione, anche se un delinquente o storpio o completamente idiota.
Accettare la realtà per come si presenta significa in un certo senso amare la propria condizione: prenderne atto, assimilarla e farla propria, in seguito eventualmente anche provare a cambiarla ed evolverla.
Se vuoi che il mondo cambi intorno a te, prima di tutto lo devi accettare e comprendere in modo da scoprire che esistono alcune imprese possibili e altre impossibili: non puoi pretendere da un uomo fedeltà sessuale (scordatelo, ma proprio scordatelo ein seguito spiegherò perchè) ma puoi fare in modo che un uomo ti sia fedele affettivamente (ti sembrerà strano ma è così)
Gli uomini non sono un mistero... basta chiedere...
Post Reply

Return to “Il cuore delle donne”