Vi chiedo aiuto per mia madre

Forum di confronto sulle strategie vincenti per le pari opportunità in amore. - Per conoscere in un confronto creativo il proprio ritmo e imparare a controllare le "aritmie maligne" -per condividere con altre donne l'anatomia del nostro modo di amare ed essere registe positive della vita affettiva. -per capire che amare non vuol dire accettazione totale per allontanare la paura di restare sole. -per scoprire che l'amore per l'altro è anche un'opportunità per amare meglio noi stesse. -per tutti gli uomini incuriositi dall'universo femminile

Moderatori: Dott.ssaVeneziani, Dr.ssa Elena Moglio

Rispondi
elena83
Messaggi: 2
Iscritto il: 12 settembre 2016, 18:29

Vi chiedo aiuto per mia madre

Messaggio da elena83 » 12 settembre 2016, 18:58

Buonasera a tutti, sono una donna di 33 anni , sposata . Vivo in una casa che ho diviso con mia madre , divorziata da mio padre da 20 anni. Mia madre è una donna di 62 anni che ha sempre dedicato la sua vita al lavoro e a me non ha mai fatto mancare nulla , mi ha cresciuta bene anche se in alcuni momenti mi ha fatto mancare un po' la sua presenza. le voglio molto bene e se vi sti scrivendo è perche penso stia rovinando la sua ma non riesco ad approcciarmi a lei perchè è una donna convinta di fare la sempre la cosa giusta , che siano gli altri a sbagliare e ogni volta reagisce ad ogni cosa che le viene detto con molta rabbia , se il discorso va contro il modo di pensare o di agire. Lei ha amato molto mio padre , era un po' succube del suo carattere forte ma il divorzio è comunque avvenuto e lei dice che mio padre negli anni non faceva altro che umiliarla.Ha avuto altre storie , di cui una importante ma sono finite tutte male. Ha sempre detto di star bene da sola convinta che io e mio marito le saremmo stati accanto e sapendo di avere una sorella e un fratello su cui contare (un'altra sorella purtroppo l'abbiamo persa tragicamente ).Solo che 5 anni qualcosa è cambiato , ha scoperto il Burraco online ed essendo una donna pigra ha trovato gente con cui fare amicizia stando sulla poltrona e oltre alla sue amicizie è cresciuta la sua rabbia . Ma lei non rincorreva amici , cercava qualcuno con cui stare. Un anno e mezzo fa ha conosciuto un uomo di una regione lontana da noi e dopo essersi visti durante due / tre week end all anno mia madre ha avuto l'infelicissima di farlo venire ad abitare con lei . Quest'uomo ha raccontato( cose tutte da verificare) di aver perso soldi a causa della sua ex compagna straniera e di non avere un euro . Risultato , questo tizio sta sul divano e computer tutto il giorno , mia madre lavora , lo mantiene , gli paga le visite , i denti , sky calcio , il ristorante , i vestiti e lui non mette neanche la tovaglia per il pranzo . Questo parassita sta approffitando di una donna che si sente profonodamente sola.Io e mia zia abbiamo provato a farle capire che non va bene , ma riceviamo da lei " che cosa volete " e a me " a te tolgo qualcosa ? " ..a me no ma lei si sta togliendo la dignità , ho come la sensazione che nella sua testa questo tizio debba stare qui a tutti i costi. Senza contare che sono figlia unica e poichè sono tutti destinati a diventare anziani ( e io a crescere ) , questo sarà sulle nostre spalle. L' atro giorno si è aggiunto un tassello, sono scesa pensando stessero dormendo e sono entrata a fare una fotocopia nello studio , lui stava guardando porno . Niente di male,se vogliamo , se non che , poichè sono sospettosa ho approffitato che uscissero per guardare la cronologia ,bhe ..porno di continuo , forum di psicoanalisi sulle perversioni , ricerca di donne su facebook. Tre parole : Lo voglio fuori . Solo mia zia sa di questo , non ho detto nulla a mio marito . Non so cosa fare con mia madre , lui ha in pugno la sua testa , perchè lei lo giustifica in tutto . Vorrei tanto dirle cosa fa , cosa guarda , vorrei trovare il modo giusto per farle capire che si deve liberare di questo pericolo ..Come posso fare ?

Avatar utente
InnerEye
Messaggi: 14
Iscritto il: 16 dicembre 2016, 20:16

Re: Vi chiedo aiuto per mia madre

Messaggio da InnerEye » 16 dicembre 2016, 23:41

Ciao Elena,
Mi dispiace molto per la tua situazione. Certo quando ci si trova a chiedere consiglio non per sé stessi ma per un'altra persona non è mai il massimo, perché ciò che si può fare da una posizione come la tua è limitato purtroppo. Credo che sia piuttosto chiaro anche a te il meccanismo che lega tua madre a quest'uomo in questo modo così totalizzante e accecante, tu dici che è la 'solitudine'. Evidentemente quest'uomo riempie un vuoto che tua madre ha, il bisogno di una persona che le dia in qualche modo sicurezza anche se non so dirti in che modo.
Il fatto che lei abbia avuto tante relazioni dopo essersi lasciata dal marito, quindi tanti tentativi di avere un uomo accanto, mi fa pensare ad una persona che non sta bene con se stessa, non sta bene da sola. E questo purtroppo è il primo, sicuro, ingrediente per trovare la persona sbagliata.
Purtroppo, come i nostri genitori non possono impedirci di fare errori, anche noi non possiamo impedire loro di vivere le loro esperienze per quanto distruttive e dolorose.
Come dici, tua madre non può essere affrontata in maniera diretta, perché si chiude nelle sue convinzioni, risponde aggressivamente.
Direi che forse, ad occhio e croce... la cosa più importante da fare ora è mantenere il rapporto con tua madre. Non lasciare che la relazione con quest'uomo rovini quella tra te e lei.
Stai con lei, parlale, trova altri argomenti, qualcosa che possiate fare insieme tu e lei, che vi distragga, qualcosa di piacevole, che non abbia niente a che fare con tutta questa situazione.
Non so quale sia il vostro rapporto, quali siano le vostre piccole usanze ma... riesci a trovare qualcosa in cui siate sole? Una serata tra sole donne? Shopping? Forse allora, quando il clima si distende, in tono non inquisitorio e non preoccupato cercherei di capire. Ma farei delle domande che fanno pensare solo cose positive.
Forse sto dicendo una grandiosa banalità ... ma perché non provare a chiederle " Cosa ti ha fatta innamorare di lui?"
Mi rendo conto che il giudizio e i pensieri negativi non sono facili da mettere in pausa. Ma devi pensare che tua madre è una donna e quindi ama o comunque si coinvolge con tutte le debolezze, contraddizioni e strani meccanismi, a volte anche dolorosi, di tutti noi.
Non so dirti altro, ma forse da questo troverai i mezzi per capirla ... e quindi anche capire come aiutarla. E forse aiutarla anche ad aprire gli occhi su quest'uomo, ma a modo suo, con i suoi tempi ma anche con più successo.
Spero di essere stata un po' utile...
Un caro saluto!
Attiva il Venerdì mattina
Se vuoi parlare con me anche in altri momenti, inviami pure un messaggio privato :D

Rispondi

Torna a “Il cuore delle donne”