IL CUORE DEGLI UOMINI

Forum di confronto sulle strategie vincenti per le pari opportunità in amore. - Per conoscere in un confronto creativo il proprio ritmo e imparare a controllare le "aritmie maligne" -per condividere con altre donne l'anatomia del nostro modo di amare ed essere registe positive della vita affettiva. -per capire che amare non vuol dire accettazione totale per allontanare la paura di restare sole. -per scoprire che l'amore per l'altro è anche un'opportunità per amare meglio noi stesse. -per tutti gli uomini incuriositi dall'universo femminile

Moderatori: Dott.ssaVeneziani, Dr.ssa Elena Moglio

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 8 gennaio 2009, 23:01

ed è per questo che gli uomini vanno educati.
contenti e cojonati.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 9 gennaio 2009, 11:56

Marò, che tristezza...

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 9 gennaio 2009, 12:25

Ah io ne fare volentieri a meno se foste ragionevoli
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
ricciolina
Messaggi: 873
Iscritto il: 19 luglio 2007, 10:59

Messaggio da ricciolina » 9 gennaio 2009, 16:48

doomgeneration ha scritto:Inoltre noto che il disagio che tu sfigato esprimi, è un disagio tipicamente maschile, perché non ho mai sentito di donne che si lamentano per la perdita di identità vecchie e assolutamente mortificanti per la dignità della donna .
cerdo sarebbe stupido lamentarsi di diritti acquisiti con lotte e fatiche, però bisogna ammettere che anche per noi non è facile adattarsi al nuovo maschio,
spaesato e senza identità....
talmente in paranoia che nemmeno riesce a capire che basta poco per essere un "Uomo"
basta rimboccarsi le maniche e darsi da fare.
purtroppo dalla parte dell'uomo manca (e forse qui pecco di presunzione io ma ci credo..) la modestia e l'umiltà di farlo, quello che gli era dovuto fino a ieri oggi non lo è più, gli si chiede uno sforzo più grande per adattarsi, a volte non sa come farlo e a volte non è disposto a farlo.
Finchè non sapppiamo cos'è un UOMO e cosa è una DONNA non possiamo fare altro che riempirci la bocca di cazzate.

M cosa aspetti che te lo venga a dire un luminare di sociologia cosa sei
e quale è il tuo ruolo?
E' questo che vuoi?

se tu fossi una donna e ti rendessi conto di quanto sono importanti la parità di diritti e avessi sulle spalle centinaia di anni di abusi e mortificazioni non permetteresti a nessuno di definirti al posto tu.

sei una persona libera e questo dovrebbe bastarti, il resto lo fai tu.

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Messaggio da sfigato » 9 gennaio 2009, 21:35

non mi sento libero di nulla, ma i motivi sono altri.

non mi sento uomo, anzi, non mi sento neppure umano, ma sempre per altri motivi.

Avatar utente
Aikiko
Messaggi: 198
Iscritto il: 12 giugno 2008, 21:52

Messaggio da Aikiko » 9 gennaio 2009, 23:36

sfigato ha scritto: penso che siate tutti fuori strada!
La faida tra i due generi non porta a nulla e penso che ogni presa di posizione nel tentativo di difendere l'una o l'altra parte sia indice di debolezza e presunzione.
Io sono assolutamente d'accordo su questo. E' esattamente quello che penso anche io.
In molte società differenti dalla nostra uomo e donna hanno ruoli ben precisi, nella nostra invece tutto è vago: come dicevo la donna "guida ma non sa parcheggiare" , "fa carriera ma non fa figli"; frecciate provocatorie che mettono in evidenza quanto la posizione della donna, e anche quella dell'uomo di conseguenza, sia al giorno d'oggi in un momento di transizione.
Ma tu vorresti questo? vorresti che qualcuno ti dicesse cosa devi fare per sentirti davvero un uomo? Io ho enormi problemi con la mia identità di donna ma non credo che la soluzione sia trovare qualcuno che mi imponga un ruolo che, semplicemente, non sono in grado di interpretare.

[/quote]

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 29 marzo 2009, 11:12

ricciolina ha scritto:
il problema è che l'uomo di oggi non ha nessun interesse a fare così, perchè sbattersi e darsi da fare se c'è già lei che lo fa?
... e lo fa pure bene?
perchè perdere mezzo'ora o un'ora dopo il lavoro per fare la spesa o preparare la cena quando è uscita nuova playstation3 ?
questa è la triste realtà della condizione della donna oggi.
indipendente,
madre,
manager,
autista con patente A,B,C e i controcazzi...
se è cosi' è veramente molto triste...
non credo che tutti gli uomini siano cosi'

Elena Moglio
Messaggi: 91
Iscritto il: 19 gennaio 2005, 20:27
Località: Paderno Dugnano Milano

Messaggio da Elena Moglio » 8 aprile 2009, 22:48

Non intervengo da molto tempo ... ma stasera voglio rispondere:no gli uomini non sono tutti così e quelli che debordano nel loro stereotipo maschile ..è solo perchè sono incompleti e ancora sulla strada della crescita, come del resto sono molte le donne che faticano a definire la propria unicità.
Spesso essere duri e insensibili verso i sentimenti e le emozioni dell'altro è una forma di difesa, una resistenza al cambiamento, al mettersi in gioco.
Il cuore delle donne non è un forum che ha come obiettivo stroncare il "maschio" . Dovrebbe essere un punto d'incontro libero: per le donne di esprimere i loro sentimenti con la capacità di poter confrontare e capire che amare è una grande capacità di crescita e per tutti gli uomini ,che soffrono a causa di una donna , la possibilità di dialogare con il loro cuore creando un grande punto d'incontro.
Elena Moglio
Medico psicoterapeuta ipnotista

Avatar utente
tersite
Messaggi: 573
Iscritto il: 16 dicembre 2005, 12:25
Località: pianeta terra

Messaggio da tersite » 14 giugno 2009, 17:42

sfigato ha scritto:non mi sento libero di nulla, ma i motivi sono altri.

non mi sento uomo, anzi, non mi sento neppure umano, ma sempre per altri motivi.
qua la mano 'sfigato' neanche io mi sento libero ed ora meno che mai ...
ne' mi sento di appartenere alla categoria degli uomini
ma perchè mai non-umano , guarda che l'umanita' è anche questa io e te e chissa' quanti altri :)

Elena Moglio
Messaggi: 91
Iscritto il: 19 gennaio 2005, 20:27
Località: Paderno Dugnano Milano

Messaggio da Elena Moglio » 24 giugno 2009, 20:11

Non è una questione di ragione o torto, e non si trova una soluzione nell'arroccarsi su posizioni opposte.
Il dialogo è sicuramente la strategia migliore per confrontarsi e trovare forme di vivere insieme che non siano penalizzanti per l'una o l'altra parte della coppia.
Per esempio quali sono le caratteristiche di genere positive che potenziate da entrambe le parti possono creare un nuovo modo di vivere il rapporto di coppia ?
Elena Moglio
Medico psicoterapeuta ipnotista

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Messaggio da sfigato » 20 novembre 2009, 18:44

Elena Moglio ha scritto:Non è una questione di ragione o torto, e non si trova una soluzione nell'arroccarsi su posizioni opposte.
Il dialogo è sicuramente la strategia migliore per confrontarsi e trovare forme di vivere insieme che non siano penalizzanti per l'una o l'altra parte della coppia.
Per esempio quali sono le caratteristiche di genere positive che potenziate da entrambe le parti possono creare un nuovo modo di vivere il rapporto di coppia ?
credo che la caratteristica di genere maschile fondamentale sia l'istinto predatorio.

Quella femminile proprio non la riesco a vedere, eppure sono 33 anni che cerco di capire quale sia... sicuri/e che esiste?

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 21 novembre 2009, 15:09

sfigato ha scritto:
credo che la caratteristica di genere maschile fondamentale sia l'istinto predatorio.

Quella femminile proprio non la riesco a vedere, eppure sono 33 anni che cerco di capire quale sia... sicuri/e che esiste?
Per forza non la vedi, è la stessa identica (istinto predatorio), solo che se ve l'attribuite solo voi maschi (causa solitudine :roll: ) mai e poi mai la capirete e acceterete anche nella donna (solitudine in conseguenza :roll: ).
Fu Verità!

sfigato
Messaggi: 539
Iscritto il: 26 settembre 2007, 13:53

Messaggio da sfigato » 21 novembre 2009, 22:49

sincerità ha scritto:
Per forza non la vedi, è la stessa identica (istinto predatorio), solo che se ve l'attribuite solo voi maschi (causa solitudine :roll: ) mai e poi mai la capirete e acceterete anche nella donna (solitudine in conseguenza :roll: ).
No! se non fosse per il nostro spirito d'iniziativa la specie umana sarebbe ormai estinta da tempo (e forse non sarebbe del tutto sbagliato)

Siamo noi quelli che devono sempre prendere l'iniziativa... se aspetitamo voi stiamo freschi

Avatar utente
SkyExpress
Messaggi: 80
Iscritto il: 30 gennaio 2008, 15:43
Località: Cagliari

Messaggio da SkyExpress » 23 novembre 2009, 10:52

sfigato ha scritto: No! se non fosse per il nostro spirito d'iniziativa la specie umana sarebbe ormai estinta da tempo (e forse non sarebbe del tutto sbagliato)
Siamo noi maschi a rischiare davvero l'estinzione, facilmente sostituibili da una qualche forma di seme congelato, o magari clonato in laboratorio...

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 23 novembre 2009, 12:29

Mi era venuta voglia d'intervenire dando un po' per scontato che le cose fossero cambiate...
Ma...troppo secco il post di Sfigato per non contenere qualcosa di vero.
L'inziativa femminile si sta ricostruendo dopo millenni di soffocamento. Può darsi che prenda strade sbagliate. Io stessa devo ammettere che non riesco a far passare alle mie figlie il concetto di intraprendenza totale, che forse prevede che siano loro ad approcciarsi in modo da riparare agli errori del passato, oltre che cambiare qualcosa del presente/futuro. Speriamo che davvero voi uomini non vi estinguiate nel frattempo che noi donne consolidiamo la piccola opportunità di tornare alla libertà...
Cmq, potete capirci, soprattutto chi qui, anche maschio, ha sperimentato una qualche schiavitù psicologica: le conseguenza non si cancellano così velocemente, e quasi ci si affeziona alla propria prigione (Sindrome di Stoccolma?).
Fu Verità!

Rispondi

Torna a “Il cuore delle donne”