chiedo aiuto

La crisi di coppia è un fenomeno diffuso, spesso caratterizzato dalla presenza di una comunicazione patologica e distruttiva. Per potersi evolvere la coppia ha bisogno di risolvere i fisiologici conflitti che si generano al suo interno. La normalità della vita sentimentale non è l'assenza di problemi ma la consapevolezza di poterli affrontare. Parliamone.

Moderatori: Dott.ssaVeneziani, Dr.ssa Elena Moglio

Rispondi
gegia
Messaggi: 2
Iscritto il: 28 giugno 2010, 1:11

chiedo aiuto

Messaggio da gegia » 28 giugno 2010, 1:51

Otto mesi fa ho scoperto che mio marito aveva un'altra donna molto più giovane di lui. Immaginate..scenate..pianti..lui mi aveva assicurato di averla lasciata..però non era vero, solo ora, penso, che si son lasciati.
Intanto però nella nostra vita affettiva che cosa è successo?...Lui non si "avvicina" più a me...sapete darmi una risposta?......
Alla fine chi ha subito le corna sono io e lui fa l'arrabbiato.
Gli ho chiesto in tutto questo lasso di tempo di andarsene...ma lui imperterrito mi risponde che "quello che ha legato Dio nessuno lo può sciogliere"
Intanto la mia vita va a rotoli, dimagrisco...fumo...e mi sento sempre più giù.
Sono sposata da 34 anni, ho 4 figli e 54 anni.
Grazie

Avatar utente
nikiland
Messaggi: 193
Iscritto il: 19 aprile 2007, 11:58

Re: chiedo aiuto

Messaggio da nikiland » 22 aprile 2011, 5:50

Alla fine chi ha subito le corna sono io e lui fa l'arrabbiato.
questa è una frase tua oppure è una frase del tuo compagno? mi delucidi?

perché ti ha tradita? ne avete parlato? io incomincerei da questo...

Albertine
Messaggi: 47
Iscritto il: 21 luglio 2008, 20:30

Re: chiedo aiuto

Messaggio da Albertine » 22 aprile 2011, 21:56

mamma mia, capisco quanto possa far male questa situazione.

Credo che l'urgenza adesso sia quella di non lasciarti andare troppo fisicamente e di cominciare a prenderti più cura di te stessa. Cerca piano piano di riprendere i tuoi ritmi, di mangiare un po' di più e riposare la notte. Fallo come se fosse una medicina: stai vivendo una situazione molto dura e ora più che mai hai bisogno di curare il corpo e la mente.
E' molto importante anche cercare il sostegno di parenti, amici, conoscenti. Un peso così grande non si può e non si deve portare da soli.

Per quanto riguarda quest'uomo, mah, chi lo sa cosa gli passa per la testa. Da quel poco che hai scritto non sembra una persona che esterna quel che prova, sembra trincerarsi dietro a questo legame che qualcun altro ha sancito... ma lui che penserà veramente?
Purtroppo non è facile parlarne quando ci si trova dentro queste situazioni: ci sono troppe rabbie, rancori, troppi dolori in ballo. Quello che si può fare è tentare il più possibile di focalizzarsi sul presente piuttosto che insistere troppo nel rivangare il passato.
Credo che tu abbia bisogno di capire perché è successo, credo che tu abbia ancora più bisogno di sapere cosa prova tuo marito adesso. E cosa provi tu, che alla fine è la cosa che conta di più.

Non so, a me viene in mente che qualche incontro con un terapeuta, o comunque con una persona "esterna", potrebbe aiutarvi a sbloccare la situazione e cominciare a parlare.

Io da donna probabilmente sono molto più portata a comprendere te che lui. E' difficile per me capire quale sia il motivo per cui si rischia di buttare all'aria una vita insieme... e poi, senza una ragione apparente, ci si tira indietro. Perché, questo lo penso veramente, se volesse lasciarti credo che lo farebbe, senza curarsi di tanti Dei. Dire che non ti lascia solo per un legame religioso è solo una cattiveria gratutita, dettata forse dalla rabbia, dal senso di colpa o da chissà che cosa.
In ogni caso sicuramente c'è anche il suo punto di vista, e anche lui starà scontando la sua dose di confusione e sofferenza. 34 anni insieme, 4 figli, sono un legame che niente potrà mai cancellare.

Sarebbe facile dire parlatene con calma, apritevi, piangete insieme, ma come si fa? Io credo che in queste situazioni un esperto può aiutare davvero molto.

In ogni caso ricordati di te, ritagliati qualche momento tranquillo, un massaggio, una passeggiata con un'amica. Anche se non ti farà sentire meglio è importante farlo.

Avatar utente
nikiland
Messaggi: 193
Iscritto il: 19 aprile 2007, 11:58

Re: chiedo aiuto

Messaggio da nikiland » 20 maggio 2011, 21:13

non essendo uomo faccio anche io fatica a capire gli atteggiamenti di tuo marito (tenuto conto che tra l'altro si tratta di un modo di fare soggettivo...) In genere gli uomini quando sanno di avere fatto un qualcosa di sbagliato non sopportano all'idea di sentirsi "rimproverati" (come dei bambini) e di perderne la stima... e così, si allontanano ancor di più...
nel tuo caso come si fa a dirlo? però potrebbe proprio essere così...
comunque è sicuro che l'uomo si chiuda in se setsso per cercare una soluzione ai suoi problemi... in questi casi è meglio lasciare perdere, lasciare stare... quando dovrà passare passerà, quando ti accorgerai più disponibilità da parte sua, se ti interessa potrete provare a riprendervi...

però queste ripeto che sono solo ipotesi... perché non lo conosco... piuttosto come suggerisce albertine prendeti più cura di te stessa... tu hai bisogno di te, questo conta! il resto verrà da sè!
anche se non ne hai voglia e non ti interessa sembrerebbe proprio che non ci sia persona più adatta a te che possa aiutarti e comunque... se hai amiche, parenti etc... esci con loro, confidati o anche solo organizza delle uscite... che so, andare in centro a fare shopping, andare ad un caffetteria... insomma, cocolati... è questo il momento... riorganizzati la tua vita facendo attività fisica, vari interessi... di tutto, di più... senza sensi di colpa! coraggio... :)

Elena Moglio
Messaggi: 91
Iscritto il: 19 gennaio 2005, 20:27
Località: Paderno Dugnano Milano

Re: chiedo aiuto

Messaggio da Elena Moglio » 22 giugno 2011, 0:18

El amor no existe ,el amor se inventa.
Las mujeres el amor lo inventan.
Ti hai scelto ancora lui nonostante le lacrime e il dolore.
E la realtà è che lui ha scelto ancora te . Lascia che il tempo mitighi la delusione e faccia in modo che comprenda che l'amore è in realtà è fatto dalle piccole cose di tutti i giorni. Ogni coppia ha momenti di silenzio e altri di dolore.
Se si riesce a sopravvivere a quelli si nutre l'amore che dura una vita.
Coraggio spero che tu abbia tenuto duro...e anche lui
Elena Moglio
Medico psicoterapeuta ipnotista

Rispondi

Torna a “Quando l'amore non basta”