confusioneeeeeee

La crisi di coppia è un fenomeno diffuso, spesso caratterizzato dalla presenza di una comunicazione patologica e distruttiva. Per potersi evolvere la coppia ha bisogno di risolvere i fisiologici conflitti che si generano al suo interno. La normalità della vita sentimentale non è l'assenza di problemi ma la consapevolezza di poterli affrontare. Parliamone.

Moderatori: Dott.ssaVeneziani, Dr.ssa Elena Moglio

Rispondi
SarettaGanja
Messaggi: 1
Iscritto il: 8 settembre 2011, 16:11

confusioneeeeeee

Messaggio da SarettaGanja » 8 settembre 2011, 17:02

ciao a tutti,
ho deciso di scrivere in questo forum perchè sto vivendo un momento di confusione molto intenso. da due anni sto con una persona stupenda, con cui per la prima volta in vita mia ho provato un'alchimia particolare e sì.... mi sono innamorata follemente. nonostante sia solitamente timida sono stata io a fare il primo passo anche se sapevo che lui veniva da una storia molto lunga (dall'adolescenza fino a quasi trent'anni) con una ragazza che non ha perso occasione di ricordarmi che ero un'intrusa. nonostante questo ho voluto credere a quello che sentivo nascere tra noi e sono felice dell'occasione che ci siamo dati ma i problemi non sono stati pochi e io comincio a chiedermi se non abbia fatto tutto troppo in fretta.... il motivo principale dei nostri scontri è la gelosia, la presenza di questo fantasma, che lungi dal voler instaurare un'amicizia ha cercato di intromettersi tra me e lui in tutti i modi ad esempio conoscere casualmente le mie coinquiline (pur abitando in una citta molto grande!!!), chiamare dopo già un anno ancora con la scusa di un cd senza il quale non poteva proprio vivere, ricattarlo per averla lasciata mentre il padre era in gravi condizioni di salute. quando lui è morto io m sono messa da parte, ho rispettato il bisogno del mio ragazzo di stare con lei per vivere questa perdita... insomma non ho preteso che lui fingesse di poter cancellare il suo passato x la sua nuova vita, ma nemmeno che la vita vecchia fosse un fantasma cosi ingombrante dal poter permettere di rovinarlo. purtroppo la questione è andata avanti a lungo, fino a che un giorno lui m ha detto di rispondere a una telefonata sul suo cel perchè era impegnato e lì è successo che la tipa me ne ha dette di tutti i colori. ho litigato con lui, ferita soprattutto perchè -gli ho detto- se lei riesce ad invadere la nostra vita privata è perchè tu glielo permetti lasciandoti incastrare da sensi di colpa, ricatti affettivi e un buonismo del cavolo... per me era la prova di un attaccamento intenso e ambiguo, visto che rendendosi conto che lei cercava di farci litigare a tutti i costi per il nostro bene avrebbe dovuto scegliere da solo di non sentirla più. gliel'ho chiesto io e lui ha smesso di sentirla. ma dentro di me è rimasto sempre un dubbio latente dovuto proprio al fatto che abbia dovuto chiederglielo io. abbiamo passato finalmente un periodo molto bello e spensierato facendo mille cose insieme, ma non appena l'ho lasciato DUE giorni da solo per andare a trovare i miei non ha perso tempo per portare una sua amica (amica che normalmente non vede e non sente mai) a dormire giustificandosi che si sentiva costretto ad accompagnarla a casa ma essendo troppo stanco per guidare l'ha portata a dormire nella casa dove viviamo insieme. ha detto che ha dormito in un'altra camera, ma non ci credo... non ci ho visto più, gli ho detto di andarsene e che era finita, ma dopo che ci siamo rivisti per parlare la voglia di stare con lui era troppo intensa, l'ho fatto tornare a casa, abbiamo ricominciato la vita di sempre. ma qualcosa dentro di me si è rotto dopo questa cosa. non lo vedo più con gli stessi occhi sono gelosissima vado in paranoia se devo partire e lasciarlo da solo e il fatto che lui mi controlli e dubiti di me per ogni minima cosa mi fa dubitare ancora di più di lui perchè mi fa pensare che vive le relazioni sul sospetto in quanto è abituato ad agire così.... siamo stati in vacanza insieme e dopo sono stata due settimane dai miei. ora sono tornata e abbiamo ripreso la vita normale ma io mi sento in una profonda crisi, non sono piu spontanea come prima, lui è distante tutto preso dal suo lavoro che a mio parere usa come scusa per non parlare dei nostri problemi visto che da tre mesi fa i doppi turni e non ci vediamo quasi più... io lo amo ma mi sento davvero molto triste e so che se continua così tra noi finirò per odiarlo......... :cry:

Elena Moglio
Messaggi: 91
Iscritto il: 19 gennaio 2005, 20:27
Località: Paderno Dugnano Milano

Re: confusioneeeeeee

Messaggio da Elena Moglio » 13 settembre 2011, 23:02

Mia cara
leggendo mi sembra che non aver chiuso la porta del passato del tuo fidanzato abbia solo avuto l'esito di mantenerlo in vita.
Mi spiego : domandati perchè hai bisogno di essere così impaurita nei confronti della persona che lui ha lasciato per te ?
Non credo che tu sia arrivata come una seconda scelta .
Certo che se anche avesse avuto l'intenzione di dimenticarla la tua gelosia ha avuto come effetto quello di tenere vivo il ricordo.
Lasciati alle spalle tutto. Lei compresa... e guarda avanti a ciò che davvero di diverso e nuovo puoi costruire con lui.
Ciascuno di noi è il frutto del nostro passato, se ti sei innamorata di lui per come è lo devi anche a lei.
Conciliati e fai crescere questa storia , ovvio devi crederci..
Elena Moglio
Medico psicoterapeuta ipnotista

Rispondi

Torna a “Quando l'amore non basta”