perche'

Perchè lui/lei non mi chiama? Perchè lui/lei sparisce da un giorno all’altro? Perchè instauro relazioni sentimentali con persone che finiscono sempre per rendermi infelice? Che cosa faccio di “sbagliato”? Perchè a volte, pur consapevole di stare con una persona che mi fa soffrire, non riesco a liberarmene? Esiste la “sfortuna” in amore? Perchè alcune persone sono “fortunate”? Uno spazio per riflettere sulle proprie esperienze d’amore, presenti e passate. Uno spazio per provare ad individuare all’interno di sè, del proprio vissuto, i motivi del fallimento delle proprie relazioni sentimentali.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
mirtilla77
Messaggi: 10
Iscritto il: 27 febbraio 2009, 21:59

perche'

Messaggio da mirtilla77 » 9 ottobre 2009, 20:02

perche' amare ha un prezzo cosi' alto?perche'e' cosi' difficile farsi amare?perche' non si puo' vivere senza i pezzi di cuore che qualcuno ti ha preso?e soprattutto,perche' dovrei crederci ancora?chi lo riaggiusta il mio cuore?

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 11 ottobre 2009, 23:52

vai tranquilla, lo riaggiusta il tempo e l'amore per te stessa.
Immagine

*Lala*
Messaggi: 29
Iscritto il: 28 settembre 2009, 10:18

Messaggio da *Lala* » 12 ottobre 2009, 10:28

se hai amato davvero non è affatto facile.e sì, il tempo aggiusta,ma ti hanno sempre rubato un pezzo di te.o meglio tu glielo hai dato ma per un motivo o per un altro non è andata.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 12 ottobre 2009, 13:29

nessuno ruba pezzi a nessun altro
una storia d'amore, andata anche male, ti regala esperienza e insegnamento e ti lascia l'insostituibile segno dell'essere stato capace di amare.
nessun pezzo se ne va. altrimenti io avrei mezzo cuore solamente.
ce l'ho intero e mi sono conosciuta meglio. la sofferenza è legata agli stadi della vita, alla comprensione, al crescere..non ad atrii e ventricoli che si spappolano portati via da un uomo.
:)
Immagine

*Lala*
Messaggi: 29
Iscritto il: 28 settembre 2009, 10:18

Messaggio da *Lala* » 12 ottobre 2009, 19:02

Twi, qui io parlavo di amore vero.Non quelle delle favole ovviamente, ma quello che ha in sè del divino.
Io ho avuto molte storie, ma solo da 2 anni ho capito cosa vuol dire amare davvero e non per merito dell'altro ma di un percorso mio.sono cambiata, ho imparato a rispettarmi e a vedere l'altro per quello che davvero è, senza appoggiarmici.ed ecco il risultato.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 12 ottobre 2009, 20:14

beh lala, se dici di aver capito cosa vuol dire amare davvero allora non puoi dire che la fine di un amore ti fa perdere delle parti di te che hai donato per scelta. perchè hai guadagnato invece in conoscenza di te stessa, in esperienza di vita, che comprende l'esperienza di un amore vissuto,l'esperienza del dare e del ricevere. per molto tempo nella mia storia io ho amato davvero la persona con cui stavo, ma anche se il bilancio finale è stato triste..lo rivivrei per quello che ne ho tratto e anche per le esperienze che ho fatto. personalmente non mi sento di avere perso parti di me che ho donato, anche se la fine è stata molto tormentata, e spesso anche la storia lo è stata. è stato doloroso, ma non depauperante...anzi..
e quando mi sono fidanzata non l'ho fatto perchè avevo bisogno di farlo. pur non avendo grande autostima sono sempre stata una persona indipendente dal punto di vista sentimentale, non ho mai avuto pura di stare sola, e non ho mai sentito il bisogno di avere per forza una storia. infatti prima di incontrare lui ero sola da quasi 2 anni e no volevo assolutamente incontrare nessuno, non mi interessava. un po' come adesso.
Immagine

*Lala*
Messaggi: 29
Iscritto il: 28 settembre 2009, 10:18

Messaggio da *Lala* » 12 ottobre 2009, 20:37

Forse è ancora troppo fresca x me

Rispondi

Torna a “Perché mi innamoro sempre di persone "sbagliate"?”