Non ho ancora trovato una ragazza

Perchè lui/lei non mi chiama? Perchè lui/lei sparisce da un giorno all’altro? Perchè instauro relazioni sentimentali con persone che finiscono sempre per rendermi infelice? Che cosa faccio di “sbagliato”? Perchè a volte, pur consapevole di stare con una persona che mi fa soffrire, non riesco a liberarmene? Esiste la “sfortuna” in amore? Perchè alcune persone sono “fortunate”? Uno spazio per riflettere sulle proprie esperienze d’amore, presenti e passate. Uno spazio per provare ad individuare all’interno di sè, del proprio vissuto, i motivi del fallimento delle proprie relazioni sentimentali.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
Connors
Messaggi: 5
Iscritto il: 19 maggio 2013, 21:07

Non ho ancora trovato una ragazza

Messaggio da Connors » 19 maggio 2013, 22:02

Salve, sono un nuovo iscritto. Volevo raccontare brevemente le mie storie sentimentali, anzi le mie "non storie". Dico questo perché ho 51 anni e non ho ancora provato il piacere di sfiorare una ragazza con un dito. Sono stato da un bravo psicologo che praticava delle terapie anche con delle sedute simili a ipnosi per circa un anno e mezzo negli anni 1997-1998. Sono stato io poi a voler interrompere il percorso quando mi sono reso conto che non ottenevo più alcun miglioramento; a quel punto lo psicoterapeuta mi disse che avevo ottenuto un 20/25% di miglioramento e avrei dovuto continuare. In effetti con lui non avevo ancora sviscerato esplicitamente la questione sentimentale. Recentemente sono giunto da solo ad una mia conclusione che vorrei chiedere agli esperti se potrebbe essere vera. Ho classificato le persone che si muovono nell'ambito sentimentale in due gruppi: gli "idonei" e i "non idonei". Le persone non idonee sono quelle che geneticamente nascono così, che hanno delle piccole difficoltà visibili da atteggiamenti goffi, espressioni del viso che manifestano dei piccoli disagi nei rapporti sociali, risate fuori luogo, paure ingiustificate, insicurezze, ecc. ecc. Quasi sempre queste goffaggini interessano, oltre che la mente, anche il loro aspetto fisico. Pertanto queste persone molto difficilmente potranno essere prese in considerazione per un approccio sentimentale da persona dell'altro sesso "idonee", ma solo dai "non idonei" come loro. Però ci sono delle ragazze che, pur essendo "non idonee" non si accontentano di trovare un ragazzo "non idoneo" perché la loro "non idoneità" ìnteressa solo la mente e non anche il loro aspetto fisico che è più che presentabile. Pertanto queste ragazze "non idonee" cercano invece un ragazzo "idoneo" affinché lui possa risolvere i loro problemi mentre un ragazzo "non idoneo" gliene creerebbe altri. E veniamo al mio caso personale. Io ho preso coscienza di essere un ragazzo "non idoneo" ma non grave e inoltre gran parte della mia "non idoneità" è reversibile nel senso che i miei comportamenti, atteggiamenti, modo di parlare, di muovermi varia sensibilmente a seconda delle circostanze e delle persone con le quali ho a che fare, probabilmente a seguito della più o meno insicurezza o sicurezza che in quel momento mi sento addosso. Io se non sono proprio innamorato di una ragazza, a me quella ragazza non interessa anche perché non me la sentirei, preferisco in quel caso rimanere solo con le mie cose e avere meno problemi nella vita. Purtroppo mi sono sempre innamorato di ragazze "idonee" o di ragazze "non idonee ma belle che (come dicevo prima) tendono a cercare un ragazzo "idoneo" che risolva i loro problemi.

Connors
Messaggi: 5
Iscritto il: 19 maggio 2013, 21:07

Re: Non ho ancora trovato una ragazza

Messaggio da Connors » 19 maggio 2013, 22:22

Probabilmente queste ragazze si sono accorte subito che io ero "non idoneo" per loro e quindi non sono riuscito nemmeno a sfiorarle con un dito. Ci sarebbero state delle ragazze "non idonee" a cui io potevo andare bene ma a me le ragazze "non idonee" mi disgustano. Il massimo della sfortuna è stato che alla ragazza "idonea" della quale mi sono perdutamente innamorato più di ogni altra cosa al mondo è che io a questa ragazza piacevo fisicamente (pur non essendo proprio innamorata di me), probabilmente perché la mia "non idoneità" non ha interessato molto il mio aspetto fisico, ma anche lei mi ha visto "non idoneo". Quando queste ragazze hanno intuito che io mi ero innamorate di loro ci sono rimaste di stucco perché era chiaro e scontato che io essendo "non idoneo" non avrei potuto pretendere nulla da loro. Il mio innamoramento è quasi esclusivamente di carattere sentimentale/romantico accompagnato dal forte desiderio di abbracciare ed essere abbracciato da una ragazza. E' come se questo abbraccio reciproco rompesse il ghiaccio facendomi sentire finalmente rassicurato su fatto di essere accettato e apprezzato da una ragazza. Sono convinto che dopo questo abbraccio sarei in grado di apparire nei confronti di quella ragazza come un ragazzo "idoneo" e forse non solo con lei ma anche in molte varie circostanze e situazioni che si presenterebbero nella vita. Nei confronti delle ragazze delle quali mi innamoro, lo stimolo sessuale è pressocché inesistente; l'erotismo verrebbe in conseguenza del fatto di essere considerato e apprezzato da quella ragazza.

Connors
Messaggi: 5
Iscritto il: 19 maggio 2013, 21:07

Re: Non ho ancora trovato una ragazza

Messaggio da Connors » 19 maggio 2013, 22:29

Io ho denominato "mortificazione del pene" quel mio disturbo sessuale che ho scoperto si verifica quando sono molto avvilito per la mia situazione sentimentale e che si manifesta con delle leggerissime fitte in quell'organo che ne impediscono l'erezione, anzi producono l'effetto contrario; viceversa ho avuto la sensazione che se dovessi fare sesso con una ragazza della quale sono perdutamente innamorato in modo sentimentale/romantico e lei mi desse rassicurazione di volermi bene abbracciaandomi la mia erezione raggiungerebbe livelli incredibili.
Chiedo scusa se mi sono dilungato ma era necessario per cercare di farmi capire e spero di esserci riuscito. Aspetto i confronti con gli esperti.
Grazie.

Connors
Messaggi: 5
Iscritto il: 19 maggio 2013, 21:07

Re: Non ho ancora trovato una ragazza

Messaggio da Connors » 23 maggio 2013, 18:58

Continuo con altre osservazioni che mi sono venute in mente.
In ogni caso ad una ragazza "idonea" il sentimento di un ragazzo "non idoneo" viene visto come una cosa di poco conto; se lei dovesse provare per lui simpatia è come se considerasse lui come un bambino o un cagnolino e quindi lui non ha nessuna voce in capitolo per poter esternare i suoi sentimenti.
Spesso i ragazzi "idonei" anche in età matura vengono scambiati per dei ragazzi o ragazzini; e questo è il mio caso perché ancora a 51 anni mi sento dire ancora "ciao" dai negozianti, non tutti ma direi molti. A volte mi viene la tentazione di confrontarmi con delle ragazzine "idonee" di 20/25 anni nella speranza che mi vedano come un ragazzo della loro età e di poter trovare finalmente quella che mi capisca e si possa innamorare di me seriamente senza prendermi in giro o prendersi gioco dei miei sentimenti. E' anche vero che la maggior parte di loro sono molto sveglie e quindi troppo "idonee" per cui dovrei trovare quella giusta, magari timida. Però non nascondo la vergogna di avere a che fare con dei genitori che avrebbero la mia età o addirittura potrebbero essere più giovani di me.
Alla prossima.

Connors
Messaggi: 5
Iscritto il: 19 maggio 2013, 21:07

Re: Non ho ancora trovato una ragazza

Messaggio da Connors » 29 giugno 2013, 14:23

Per me c'è differenza tra nominare la propria compagna "la mia donna" e "la mia ragazza".

Avere la donna significa avere una compagna con la quale fare quasi esclusivamente sesso, verso la quale non si prova pressocché alcun sentimento; gli abbracci, i bacetti e le coccole che le si elargiscono sono falsi in quanto servono solo per tenerla buona, per non perderla perché non sarebbe facile trovare un'altra donna. Con la propria donna si esce volentieri per sentirsi importanti e veri uomini appagati mostrando a tutto il mondo che si ha una donna e si passeggia con lei a braccetto per fare intendere che il legame è molto forte. Il sesso con la propria donna è frutto di uno stimolo sessuale dove si deve raggiungere esclusivamente il proprio piacere disinteressandosi della donna che diventa così oggetto la quale quasi si sacrifica per accontentare il compagno nelle sue fantasie. E raggiungendo il proprio piacere, ci si sente dei veri uomini.

Avere la ragazza significa invece avere una compagna con la quale condividere interessi e sensazioni intime, verso la quale si è innamorati reciprocamente in modo romantico; gli abbracci, i bacetti e le coccole che le si elargiscono sono molto intensi e frutto del sentimento profondo che si prova. Il sesso con la propria ragazza è una conseguenza naturale della complicità dove si preferisce fare in modo che la propria ragazza sia appagata piuttosto che raggiungere il proprio piacere. E percepire che la propria ragazza ha raggiunto il piacere, ci si sente di essere ancora apprezzati da lei.

Rispondi

Torna a “Perché mi innamoro sempre di persone "sbagliate"?”