continuo a fare marcia indietro, quando non posso più averlo

Perchè lui/lei non mi chiama? Perchè lui/lei sparisce da un giorno all’altro? Perchè instauro relazioni sentimentali con persone che finiscono sempre per rendermi infelice? Che cosa faccio di “sbagliato”? Perchè a volte, pur consapevole di stare con una persona che mi fa soffrire, non riesco a liberarmene? Esiste la “sfortuna” in amore? Perchè alcune persone sono “fortunate”? Uno spazio per riflettere sulle proprie esperienze d’amore, presenti e passate. Uno spazio per provare ad individuare all’interno di sè, del proprio vissuto, i motivi del fallimento delle proprie relazioni sentimentali.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
michelap
Messaggi: 1
Iscritto il: 6 agosto 2013, 3:59

continuo a fare marcia indietro, quando non posso più averlo

Messaggio da michelap » 6 agosto 2013, 13:46

salve, spero tanto mi aiutiate nonostante la lunghezza della storia
il tutto è iniziato l'anno scorso, ero fidanzata da 4 anni con un ragazzo (da quando avevamo entrambi 17 anni) ero la sua prima ragazza e lui la mia prima storia seria (prima baci e poco più), andava tutto relativamente bene fino a circa un'anno prima (2 anni fa), quando il desiderio sessuale è iniziato a diminuire fino a esaurirsi, inventavo scuse, problemi che non ci siamo mi fatti (con la scusa di essere diventati più grandi e responsabili) lui pur cercando di convincermi a farlo, a chiedere spiegazioni e insistere un po' ha accettato questa cosa con la speranza che la situazione sarebbe cambiata (lui credeva alle mie scuse), l'anno scorso dopo essermi invaghita di un ragazzo(conosciuto insieme ad amici l'anno prima)che è sempre stato carino con me,spiritoso e ha sempre cercato di mandarmi frecciatine, mi è sempre stato simpatico e apprezzavo queste sue attenzioni, ma poichè aveva la fama di don giovanni e di ragazzo poco serio non ho mai dato particolare peso a tutto ciò, la scintilla è scattata quando siamo rimasti soli per qualche minuto e abbiamo iniziato a scherzare, farci il solletico e lui alla fine mi ha chiesto un'abbraccio che ho rifiutato perla gelosia del mio ragazzo, ma da quel momento ho iniziato a pensare solo a lui e desiderare di stargli vicina, ho avuto il coraggio di lasciare il mio ragazzo e sono uscita con il nuovo ragazzo(L)(siamo stati insieme i 3 mesi estivi), all'inizio era come lo immaginavo distaccato e per niente geloso, ma piano piano è diventato attaccatissimo, mi portava a casa sua, mi ha fatto conoscere l'intera famiglia genitori, fratelli, nipoti(con cui ho avuto un'ottimo rapporto), non usciva con gli amici, ne vacanze, ne niente senza di me (per paura di fare qualche cavolata che mi allontanasse, e perchè voleva stare sempre con me), era super geloso anche solo che parlassi con gli amici, non è mai stato abituato a storie serie(ha avuto mille storielle),a condividere i problemi,a parlare con qualcuno,ma stava cercando di farlo, di maturare(era un ragazzo poco serio sotto molti punti di vista), però era simpaticissimo,dolce,divertente,mi trovavo davvero bene con lui a parte l'essere troppo oppressivo e possessivo,ma come al solito ho rovinato tutto e ho avuto il coraggio di dirgli dopo un po' che ci pensavo che mi mancava il mio ex(quando litigavo con L tornavo a casa piangendo e rimpiangendo di non avere a fianco il mio ex), ero certa che non mi avrebbe perdonato, ma L ha insistito, mi ha portato da lui,ci ha parlato lui stesso, voleva aiutarmi anche se mi amava alla follia (voleva stare con me anche sapendo che volevo tornare con l'ex se lui mi avesse rifiutata),però dopo alcuni tentativi sono riuscita a tornare insieme a lui, inizialmente dopo aver insistito tanto siamo rimasti amici di L,quando lui a conosciuto la sua attuale ragazza (ex di un amico) il mio ragazzo a iniziato ad allontanarsi e lui a insistere sempre meno consapevole della gelosia di lei, a cui a detto varie volte che gli mancavo e che era ancora innamorato di me, probabilmente la sua paura di stare solo la comunque spinto a voler stare con qualcun altro(io ero gelosa della sua ragazza anche se non gli ho mai detto niente e anzi lo spingevo a rifarsi una vita), abbiamo continuato a sentirci e vederci di nascosto (ci vedevamo di nascosto anche prima che conoscesse la ragazza, parlavamo giocavamo ed è successo anche che arrivassi a tradire il mio ragazzo(finchè lui non si è messo con lei, dopo non gli ho più permesso di arrivare oltre all'abbraccio)per quanto andasse bene con il mio ragazzo avevamo ripreso a far l'amore, non mi dava le sensazioni e la passione che mi dava L, con lui bastava un lunghissimo bacio ad accendere la passione, con il mio ragazzo il bacio non mi da quasi nulla, è come un bacio sulla guancia, mi piace è un gesto di affetto, di amore ma non mi fa sentire i brividi, ultimamente facciamo l'amore, ma io lo faccio quasi come sforzo, per farlo felice, (anche con L mi è successo qualche volta, ma solo quando insisteva troppo spesso), i caratteri con il mio ragazzo sono diversi, ci capiamo, ci conosciamo davvero, cerchiamo di fare compromessi, come è giusto che sia, ma lui è un ragazzo serio, si scherza, gioca ma non come vorrei io, io sono matura, responsabile, ma sono anche una bambina mi piace divertirmi, giocare, uscire con gli amici. amo cantare, ballare anche se essendo timida avrei come bisogno qualcuno che mi sproni (come faceva L), al mio ragazzo queste cose non piacciono e dice di non essere capace e quindi si vergogna, quindi finiamo sempre per non farle o per stare a guardare gli altri, in più io vorrei molti bambini, L era come me,l'ho visto con i bambini ed è fantastico, sarebbe un padre meraviglioso, mentre il mio ragazzo, ne vorrebbe 1 al massimo 2,e per quanto mi possa poi sbagliare non lo riesco a vederlo come padre, e un'altro fattore negativo è che il mio ragazzo mi ricorda in molti aspetti mio padre,e nonostante abbiamo un rapporto normale in famiglia, non vorrei mai un marito come lui, insomma inizio a pensare sempre più spesso a L, vorrei tornare indietro nel tempo e non lasciarlo, stare con lui, conoscerci meglio e instaurare la fiducia, e complicità che c'è con il mio ragazzo, ma non ho ne il coraggio, ne la forza di lasciare il mio ragazzo, non voglio farlo soffrire ancora e non voglio stare senza di lui, ma per lui di restare amici non se ne parla, non vorrei neanche continuare a stare però senza passione, ma soprattutto a costringermi a farci l'amore
vorrei tornare dal mio ex(mi manca la sua simpatia,i suoi baci, il suo modo di scherzare e giocare e anche la sua famiglia)(che sono quasi sicura che lascerebbe tutto per me, che continua ad amarmi nonostante tutto, e che ogni volta che ci vediamo vorrebbe baciarmi e continua ad essere geloso di me) nonostante la sua ragazza aspetti un bambino da lui(per errore), e tra poco si sposeranno (per volere di lei, lui la asseconda).
datemi una mano, continuo a pensare a lui
non voglio cercare un altro ragazzo, vorrei solo poter tornare indietro nel tempo, non ce la farei a lasciare ancora il mio attuale ragazzo, ne vorrei stare senza di lui, ma vorrei poter avere un'altra possibilità con L, perchè mi manca davvero molto

freddy58
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 agosto 2013, 12:39

Re: continuo a fare marcia indietro, quando non posso più av

Messaggio da freddy58 » 15 agosto 2013, 21:11

Ho letto attentamente tutto,devo ammettere che nella descrizione che hai fatto mi son perso un po perso, non per l'esposizione dei fatti, ma per i ripetuti cambiamenti emozionali che si sono sono verificati in te e che hanno generato abbastanza confusione. Non vorrei scoraggiarti, ma io penso che dovresti abbandonare l'idea di ritornare con il tuo ex ( L. )
non dimenticare che c'è un figlio di mezzo ora e se anche voluto o non credo che sia qualcosa d'importante che li legherà ulteriormente. Il fatto che lui mostri ancora, attenzioni verso di te e tu dici addirittura che possa ancora amarti ( parola molto forte in questa circostanza ) io, da uomo di 55 anni, non lo credo. L'eroismo in certe cose credo che non trovi posto
se uno ama veramente una persona, ci tiene, non la vuole perdere, credo che non scende a compromessi, mi riferisco al fatto che sia stato lui stesso ad accompagnarti dal tuo ex per farvi rimettere insieme. Forse si aspettava la negazione dal tuo ex ? In ogni caso quando si ama certi artifizi, intrecci, non trovano spazio....i film sono tutt'altra cosa.
Per carità questa è solo la mia opinione.

In bocca al lupo e soprattutto ti invito si a sentire il tuo cuore ma dai spazio anche alla razionalità.

Rispondi

Torna a “Perché mi innamoro sempre di persone "sbagliate"?”