....Come posso comportarmi con lui??

Perchè lui/lei non mi chiama? Perchè lui/lei sparisce da un giorno all’altro? Perchè instauro relazioni sentimentali con persone che finiscono sempre per rendermi infelice? Che cosa faccio di “sbagliato”? Perchè a volte, pur consapevole di stare con una persona che mi fa soffrire, non riesco a liberarmene? Esiste la “sfortuna” in amore? Perchè alcune persone sono “fortunate”? Uno spazio per riflettere sulle proprie esperienze d’amore, presenti e passate. Uno spazio per provare ad individuare all’interno di sè, del proprio vissuto, i motivi del fallimento delle proprie relazioni sentimentali.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
Sabrisabri8
Messaggi: 1
Iscritto il: 16 novembre 2015, 11:58

....Come posso comportarmi con lui??

Messaggio da Sabrisabri8 » 16 novembre 2015, 13:15

... scusatemi se vi sembrerò fredda e confusa....
Ci conosciamo da tanti anni. Io sposata con un figlio lui subito no, poi il matrimonio e un figlio.  Ci si vedeva una volta a settimana al lavoro. Non sò come mi è entrato dentro da subito anche se tanto diverso da me e comunque convinta che non mi guarderà mai. Poi la separazione, prima la mia poi dopo un paio d'anni la sua. È stato lui a cercarmi, a chiedermi di uscire insieme. All'inizio rispondevo vagamente, non ci potevo credere, e mi dicevo di stargli lontano perché sarebbe diventato un casino. Poi ho accettato un suo invito a cena e lui la sera dell'uscita si è tirato indietro. Da allora abbiamo iniziato a sentirci via chat e vederci solo al lavoro. Ha avuto una storia durante la quale il nostro rapporto è rimasto invariato. Mi dice che pensava scherzassi, che io non avessi un vero interesse per lui. Poi siamo usciti insieme, due volte, è stato incredibile. Una sintonia da subito per entrambi difficile da trovare. Inutile dire che io ho letteralmente perso la testa per lui. Tanti i motivi che ci impedivano poi di vederci. Primi fra tutti i nostri figli da seguire e il non avere un posto nostro dove poterci incontrare, senza contare che entrambi svolgiamo un doppio lavoro. Mi diceva di portare pazienza, che stava ristrutturando casa e quindi dopo non avremmo più avuto problemi a stare insieme.  Erano scuse? Forse, ma volevo fidarmi.  A Marzo l'amara scoperta. Un'altra donna che a differenza mia ha reso pubblica la loro relazione. La sua reazione alla nostra prima vera litigata è stata quella di fidanzarsi ufficialmente con questa ragazza, comunque ignara della nostra storia. Gli ho augurato buona fortuna e non mi sono più fatta sentire. Sono stata malissimo, sono dimagrita 12kg. Lui lascia il lavoro, anche per starmi lontano. A me manca da morire. A maggio ci risentiamo per un motivo banale, una scusa. Da lì ricomincia tutto come prima. Ci sentiamo via chat anche se non ci vediamo più, mi dice che non può incontrarmi perché è fidanzato. Fino a luglio. . Dopo l'ennesimo "non posso" gli dico che un uomo innamorato non si comporta come lui e che il suo è più un portare avanti un impegno preso da cui non sai come tirartene fuori che altro. Come risposta mi comunica che ha quasi finito casa e molto probabilmente lei andrà a vivere lì con lui e suo figlio. Ancora una volta ci separiamo, anche se erano solo messaggi questa volta. Ero davvero convinta fosse finita. Sono stata meglio della prima volta e lo avevo proprio lasciato alle spalle e penso proprio se ne fosse accorto. Lui dopo aver provato a riallacciare i contatti è sparito, mi ha anche cancellato dalle sue amicizie su Facebook. Ho saputo adesso che in quel periodo la fidanzata ha saputo di noi ed era convinta che stessimo ancora insieme, quasi sicuramente rubandogli il telefono e leggendo i nostri messaggi.
Poi all'inizio di ottobre torna per una sera al lavoro. Mi cerca, mi parla come se lo avessi sempre lasciato io, e ricomincia tutto. Stavolta ci si sente, ma io passo anche da lui a chiacchierare. Mi fà star bene. Ho una vita piena ma mi rendo conto che parlare con lui mi rende una persona migliore e questo mi ha sempre reso difficile troncare di netto con lui, tanto più che come ha già fatto in passato e sò già farebbe in futuro, troverebbe comunque la maniera per riavvicinarsi... ne sono ancora innamorata e non lo nascondo. La settimana scorsa mi dice che a gennaio si sposa, mi chiede se ne sono contenta e io gli rispondo che gli voglio bene e non posso esserlo. Perché continua a cercarmi se ha deciso di continuare con lei? In realtà non sono io che non lo lascio andare, è esattamente il contrario. Come posso comportarmi con lui?

Rispondi

Torna a “Perché mi innamoro sempre di persone "sbagliate"?”