come si fa a capire le reali intenzioni di chi abbiamo dav?

Perchè lui/lei non mi chiama? Perchè lui/lei sparisce da un giorno all’altro? Perchè instauro relazioni sentimentali con persone che finiscono sempre per rendermi infelice? Che cosa faccio di “sbagliato”? Perchè a volte, pur consapevole di stare con una persona che mi fa soffrire, non riesco a liberarmene? Esiste la “sfortuna” in amore? Perchè alcune persone sono “fortunate”? Uno spazio per riflettere sulle proprie esperienze d’amore, presenti e passate. Uno spazio per provare ad individuare all’interno di sè, del proprio vissuto, i motivi del fallimento delle proprie relazioni sentimentali.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
dolcecristallo
Messaggi: 128
Iscritto il: 28 gennaio 2008, 22:04

come si fa a capire le reali intenzioni di chi abbiamo dav?

Messaggio da dolcecristallo » 30 luglio 2008, 23:15

Ci conosciamo da 4 anni.
Il nostro primo incontro avvenne in discoteca, io mi ero lasciata da poco, da una storia molto importante, la mia prima storia vera.
Dapprima fu Giorgio, a corteggiarmi,poi scoprii che anche simone era interessato a me.

Di Giorgio ho sempre avuto l idea di un ragazzo pulito, timido, onesto... di Simone, qualcosa non mi quadrava....eppure allora, vivevo un brutto momento e lui mi ha aiutato tanto.. telefonate di ore e ore... Simone, avrebbe fatto di tutto per vedermi...siamo usciti solo poche volte insieme, ed una di queste volte, lui mi ha dato anche un dolce bacio..

La nostra amicizia è durata nel tempo, anche se ci sentivamo molto meno.
Intanto passano gli anni e ognuno di noi, viveva la propria vita.
Fin quando... Simone organizza il 21 giugno una festa a casa sua.... io ci vado con un gruppo di amici miei.
Una festa bellissima, vengono anche offerte alle donne presenti, delle stelle marine incartate come fossero uno splendido dono.
Io sono stata l unica a non prendere quella stella, Simone aveva dimenticato di darmela. Andai via dalla festa, delusa e anche un pò arrabbiata.
Ma qualcosa cambiò piega, Io e simone iniziammo a vederci...lui mi invitò addirittura in vacanza con lui .
Iniziò a nascere qualcosa di bello, che invece di esplodere in vero sentimento, sembrò daparte sua, affievolirsi col passare del tempo.
Un giorno....dice che invece di venire in vacanza con me, (glisembrava prematuro gesto) lui va in vacanza con un amico.
Io mi arrabbio.
Pochi giorni dopo mi telefona ed era di nuovo arrabbiato dice che in vacanza non va piu perche l amico gli ha dato buca....
qualche sera dopo usciamo a cena....parlando con l amico davanti a me, gli dice "sai che allora parto??? destinazione caraibi!"
Mi arrabbio e decido di non vederlo piu.
Gli parlo chiaramente della nostra situzione , ma non ricevo rispost concrete da parte sua.
Gli dico che forse io ho un sentimento in piu per lui... lui invece ribadisce che "ci abbiamo provato ma siamo diversi" .
Da li in poi gli nego ogni possibilita di vedermi, ho capito che lui non tiene a me quanto tengo io a lui.... e tanto se deve essere che non ricevo amore, meglio stare sola.
Mi chiama per giorni chiedendomi se mi è passata l arrabbiatura.
Gli dico che se non ha altro da dirmi, posso riattaccare.
Dice che "se fosse per quello che pensano gli altri, lui non sarebbe piu con me da 4 anni"
mi dice che sono "sola" , "inutile" " povera."..
Dice che Giorgio mi odia, anche se non me lo ha mai detto.... che gli sto antipatica e un sacco di cattiverie gratuite.
Mi ferisce al cuore, scoppio in un pianto dirotto.
Sabato notte li ho incontarti all'uscita della discoteca.
Ho detto "buonasera", c'era pure Giorgio che ha cercato di darmi 2 baci sulla guancia... io sono andata dritto..
mi erano morte le parole in gola. Giorgio dice a Simone che " devo imparare l educazione".
Ho preferito tacere.
Forse Giorgio, non sa che Simone mi ha detto quelle cose, non sarò io a dirgli tutto, a fare il loro gioco.
Arrivo in auto, il telefono inizia a squiilare il display dice "chiamata entrante simone" rispondere o no...
lascio squillare...non rispondo.
Ho dimenticato il coprispalle nell auto di Simone, cè anche il peluche del principe ranocchio che gli ho regalato l altra settimana,
Non ho fatto l amore, con Simone nel mese in cui siamo usciti, dentro di me sapevo che non sarebbe stato importante e unico come per me.
Avreivoluto fare l amore, quell'atto che si scambiano due che si amano, non il sesso.
Certo un pò Simone mi manca, e non so come si possa mettere dietro qualcuno così...
mi chiedo come sia possibile che abbia messo dietro tutto...i nostri abbracci, le nostre passeggiate, ma forse è cosi.... chi è ricco, non ha cuore...
Simone ha 27 anni, sta raggiungendo traguardi professionali ed è ricco di famiglia.
Ha uno stuolo di donne, è spesso al centro dell'attenzione, lo vedono come snob e stronzo, la realtà è che è molto timido e insicuro, forse ha sempre l impressione di non essere accettato e fugge prima che gli altri lo mandino via. In realtà è il primo ad essere solo. Non riesce a modificare il suo atteggiamento, nemmeno con le persone che gli leggono dentro e che capiscono la sua essenza.
Simone è un narcicista e un uomo in fuga.
A Simone anche se pensa chissà cosa di me, dico che non mi importava di quel che era e di quel che aveva, del suo conto in banca, io a lui ho sempre detto quel che pensavo, anche a costo di mettermi in gioco.
Simone invece di stare li a rimirare il successo, la ricchezza e sotto, la solitudine e l'insicurezza, sempre di rimirare si tratta, datti una mossa a crescere. Hai paura che lo specchio si infranga? Mi sa che narciso c'è ed è bello grasso. Forse è ora che lo specchio si scheggi almeno un pò..così poi vedrai cosa cè dietro..Sbaglierò ma mi sa che dietro quella superficie scintillante e fredda c'è SIMONE, non voglio pensare che narciso non diventar mai uomo, Simone non deve più fuggire da Simone.
Io andrò incontro alla mia vita, anche senza di lui, a braccia aperte, senza le sue bugie, il suo arrampicarsi sugli specchi....la sua ombra mi avrebbe fatto sentire piccola.... ma io ce l'ho sempre fatta nella vita, ho passato momenti peggiori, sono forte e felice di essere come sono....


Un uomo e una donna sedevano presso una finestra che si apriva sulla primavera. Sedevano vicini l'uno all'altra. E la donna disse: "Ti amo. Sei bello, e ricco, e indossi sempre begli abiti".
E l'uomo disse: "Ti amo. Sei un pensiero meraviglioso, sei una cosa troppo preziosa per tenerla nella mano, sei una canzone nei miei sogni".
Ma la donna distolse il volto, incollerita, e disse: "Lasciami, te ne prego. Non sono un pensiero, e non sono una cosa che passa nei tuoi sogni. Sono una donna. Voglio che mi desideri come moglie, come madre dei bimbi che un giorno avremo".
E si separarono.
E l'uomo disse: "Ecco che un altro sogno si dissolve in nebbia".
E la donna disse: "Che farsene di un uomo che mi trasforma in nebbia e sogno?" (Gibran)

Ti abbraccio anche se non fai più parte della mia vita,
t.

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 31 luglio 2008, 11:56

uhm...scusami manon ho capito cosa vi ha separati veramente: i soldi?
ma per chi sono importanti per te o per lui?
in una relazione dovrebbe contare l'affetto e l'amore...non i soldi :(
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

dolcecristallo
Messaggi: 128
Iscritto il: 28 gennaio 2008, 22:04

Messaggio da dolcecristallo » 31 luglio 2008, 14:20

ci ha separati il fatto che lui nn riusciva ad essere umile.
lui vacanze di lusso, io no...
lui altolocato io no,
lui laureato io no...
mi faceva pesare tutto questo anche se poi negava di dirmi queste cose!

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 31 luglio 2008, 15:21

la differenza non al fanno i soldi dunque ma la sua arroganza...no?
quindi il suo carattere.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 31 luglio 2008, 15:31

magari anche gli interessi,forse la cultura in alcuni casi...gli obiettivi possono essere diversi così come la visione della vita
Immagine

dolcecristallo
Messaggi: 128
Iscritto il: 28 gennaio 2008, 22:04

Messaggio da dolcecristallo » 31 luglio 2008, 19:58

x twilight e se anche cosi fosse, come dici tu, cultura etc...
dovrei forse sentirmi inferiore? la risposta è un secco NO, ma dentro di me, mi ci sento, inferiore....

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 1 agosto 2008, 21:07

ma chi ti dice che devi sentirti inferiore
è solo che cultura diversa,interessi diversi e ottiche diverse non uniscono certo due persone.
magari lui vuole parlare di arte e tu dell'ikea per intenderci
questo non fa di te una povera demente,ma certamente una perosna con degli interessi diversi
le fidanzate degli amici del mio ex erano tutte parrucchiere o cmq ragazze senza un diploma, io non sapevo proprio di cosa parlarci perchè di pettegolezzi e servizi di bicchieri nuovi e nuove tinte per capelli non mi fregava un tubo.
è un esempio. non significa cheio sono superiore a loro e sono intelligente e loro sceme, significa solo che abbiamo scelto percorsi diversi perchè abbiamo interessi diversi. io mi annoio con loro loro si annoiano con me. forse si sentivano anche stupide questo però era un problema loro,non mio.
Immagine

Francesca75
Messaggi: 57
Iscritto il: 7 agosto 2008, 11:50
Località: Provincia di Bologna

Re: come si fa a capire le reali intenzioni di chi abbiamo d

Messaggio da Francesca75 » 28 agosto 2008, 12:58

[quote="dolcecristallo"]mi dice che sono "sola" , "inutile" " povera."..


Dolce....con questa frase hai detto tutto....
Scusami, ho letto solo adesso tutta la tua storia, dopo averti risposto ieri....
La mia risposta però è la stessa piu che mai....TAGLIA....

Nessuno ha il minimo diritto di dirti che sei povera....lui è ricco....ok...va bene....Se non è solo forse è perchè hai la grana....se ha uno stuolo di donne forse è perchè ognuna spera in vacanza da sogno ai caraibi su uno yacht di lusso....
Inutile???......bah....
Lui si che è utile....chi ha i soldi è sempre una "utilissima amicizia"....
Non fare la parte dell'amichetta carina e bisognosa di sfogarsi al telefono...è facile fare gli amici pazienti e carini quando non hai un problema sulla faccia della terra....perchè sei pieno di soldi....
Un abbraccio che piu forte non si può
Francy

Perdente
Messaggi: 32
Iscritto il: 22 settembre 2008, 13:19

Messaggio da Perdente » 12 ottobre 2008, 1:36

Innamorarsi delle persone sbagliate è una caratteristica propria delle donne. Così sui forum ci sono donne infelici dei loro rapporti, e uomini sfigati che non sanno cosa sia una donna.

Non ditemi cazzate, me lo ha confermato anche una psicologa donna di sta cosa, quindi i miei complimenti vivissimi care donne... :lol:

Rispondi

Torna a “Perché mi innamoro sempre di persone "sbagliate"?”