Sono innamorata di un uomo 21 anni più grande di me...

Perchè lui/lei non mi chiama? Perchè lui/lei sparisce da un giorno all’altro? Perchè instauro relazioni sentimentali con persone che finiscono sempre per rendermi infelice? Che cosa faccio di “sbagliato”? Perchè a volte, pur consapevole di stare con una persona che mi fa soffrire, non riesco a liberarmene? Esiste la “sfortuna” in amore? Perchè alcune persone sono “fortunate”? Uno spazio per riflettere sulle proprie esperienze d’amore, presenti e passate. Uno spazio per provare ad individuare all’interno di sè, del proprio vissuto, i motivi del fallimento delle proprie relazioni sentimentali.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 5 gennaio 2009, 12:04

Beh, io non saprei dare un giudizio generale su queste cose, può darsi che la maggior parte delle volte questi rapporti non funzionino, ma ho visto con i miei occhi una relazione di questo tipo che si è solidificata col tempo e la coppia oggi è sposata (io stesso avrei scommesso che si sarebbero lasciati stancandosi uno dell'altra a causa della differenza di età).
Questo ragazzotto trentacinquenne che si era messo con una quindicenne veniva preso anche un po' in giro per questo, loro certo hanno avuto la forza di portare avanti la cosa, non credo sia facile comunque.
Piccola principessa tu hai posto all'inizio due domande...

1) dite che lui mi ami davvero?
2) E soprattutto fino a quando considerate normale questa storia?

Alla prima credo che non si possa proprio dare alcuna risposta, bisognerebbe capire cos'è il "vero amore" ma credo che sia qualcosa di diverso per ognuno di noi.
Riguardo alla seconda posso già dirti che dalla maggior parte delle persone questo tipo di relazioni non vengono considerate normali.
Io negli ultimi tempi sono stato a contatto con persone diversissime da me e questo mi ha modificato radicalmente... In fondo chi sono io per poter giudicare cosa è normale e cosa no? Io non lo so più tanto chiaramente, vedo persone che hanno diversi disagi, ma non le divido più in normali, meno-normali e anormali e credo che valga lo stesso discorso rispetto agli svariati modi di vivere la sessualità e gli affetti.
Ultima modifica di Eddd il 5 gennaio 2009, 14:21, modificato 2 volte in totale.

LILLY

Re: Sono innamorata di un uomo 21 anni più grande di me...

Messaggio da LILLY » 5 gennaio 2009, 13:11

Piccola Principessa ha scritto:Sono innamorata di un uomo 21 anni più grande di me, io ho 16 anni, lui 37, dice di amarmi molto e io amo lui, stiamo insieme già da un pò, per la precisione dal 16 di dicembre, dite che lui mi ami davvero? E soprattutto fino a quando considerate normale questa storia?
Ciao. Conosco personalmente alcune coppie, in cui esiste una notevole differenza di età tra l'uomo e la donna (16/18 e 20 anni di differenza per l'esattezza).
Sono tutte coppie felici, realizzate, che col tempo si sono sposate e hanno avuto dei figli.

Insomma, non bisogna subito dare per scontato che siano rapporti destinati a non funzionare e a creare disagi sopra disagi. Sicuramente la gente ci prova gusto a criticare, ma non si può scartare a causa di un pregiudizio.

Secondo me, questo tipo di amore esiste e può portare grande frutto.
Poi non possiamo entare nel merito di questa singola vicenda.
Spetta a Piccola Principessa capire se questo è vero amore e se le intenzioni di quest'uomo sono serie oppure no. L'importante è non prendere scelte affrettate, e stare attenti.
Poi, se son rose fioriranno.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 5 gennaio 2009, 13:18

Ilfatto è che lei ha solo 16 anni ed è alla prima esperienza.possono stare insieme,certo,ma poi dipende tutto dalle intenzioni di entrambi.Lui magari vuole accasarsi,lei avere altre esperienze.che ne sappiamo?(e ora non lo sa neanche lei)
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

LILLY

Messaggio da LILLY » 5 gennaio 2009, 13:35

Lala ha scritto:Ilfatto è che lei ha solo 16 anni ed è alla prima esperienza.possono stare insieme,certo,ma poi dipende tutto dalle intenzioni di entrambi.Lui magari vuole accasarsi,lei avere altre esperienze.che ne sappiamo?(e ora non lo sa neanche lei)
... ma proprio per questo esiste il periodo del "fidanzamento". Qui siamo solo all'inizio di una storia d'amore. Lei ha riferito che lui non ci ha mai provato e che ha tutte le intenzioni di aspettare (e questo mi sembra giusto e corretto, oltre che doveroso nei confronti di una ragazza appena conosciuta) quindi perché non dargli una possibilità. Prima ci si conosce, ci si frequenta e il resto verà dopo, con calma e senza fretta.
Il fidanzamento serve appunto per conoscersi e per imparare tante cose dell'altro.
Ripeto la differenza di età non la vedo una cosa insormontabile. Conosco coppie felicissime con tanta differenza di età e coppie di coetanei in cui il matrimonio è già finito da un pezzo.
Come vedi, tutto è relativo...

Caterina
Messaggi: 66
Iscritto il: 7 agosto 2007, 11:57

Messaggio da Caterina » 5 gennaio 2009, 13:39

Twilight ha scritto:per me è molto probabile che sia o fidanzato o sposato. cmq non è ripeto normale che un uomo fatto cerchi di infinocchiare una bambina. potrebbe anche essere denunciato.
le mani addosso non te le fai mettere, va bene brava, ma penso che se non ci starai lui ti mollerà presto. sono piuttosto cinica,ma non vedo cosa possa trovare un uomo di quasi 40 anni di interessante in una ragazzina di 16 se non il fatto di farsi una giovincella. potresti essere sua figlia.
e 2 settimane sono poche anche se non sei mai stata con nessuno dai...sii un attimo razionale, apri gli occhi. lo conosci giorno per giorno? ne son passati 15..cosa conosci? niente! questo ti dice già che ti ama..ma ti rendi conto? forse no..è comprensibile.
però giostamente se devi per forza sbatterci il naso per imparare, fallo. però stai molto attenta e non fidarti di lui. io non mi fiderei per niente.
Sai, Twilight, io non mi fido nemmeno della veridicità di questa storia.
Naturalmente è frutto di una impressione personale, e se non è così mi scuso già da ora, ma... boh, qualcosa mi puzza di lettera inventata per saggiare le reazioni degli utenti...
Sui quarantenni che prendono di mira le quindicenni, beh che dire... Ci sono uomini che hanno paura di un confronto alla pari e vogliono sentirsi molto ma molto rassicurati nel loro ruolo maschile prevalente e predominante. E con una poco più che bambina credono di riuscirci meglio.

Caterina
Messaggi: 66
Iscritto il: 7 agosto 2007, 11:57

Messaggio da Caterina » 5 gennaio 2009, 13:47

LILLY ha scritto: Ripeto la differenza di età non la vedo una cosa insormontabile. Conosco coppie felicissime con tanta differenza di età e coppie di coetanei in cui il matrimonio è già finito da un pezzo.
Vero. Ma un conto è quando una differenza d'età c'è tra i 30 e i 50 o i 40 e i 60, tutt'altro paio di maniche quando da una parte c'è una piccolina e dall'altra un quasi quarantenne.
Io poi tutte 'ste coppie "felicissime" con "tanta" differenza d'età non le conosco. Il superlativo è così raro, in tutto...
:(

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 5 gennaio 2009, 14:43

ho pensato anche io che sia una palla, però è uno spunto di discussione :)
secondo me un uomo di quasi 40 che fa la corte a una di 16 anni è quasi pedofilo. a me dà quella impressione. non parliamo di una di 25 che sta con un o di 45, che cmq ritengo improbabile come relazione, ma di una di 16..una bambina nel senso stretto della parola..non importa se è sviluppata fisicamente, è una bambina. potrebbe essere da carcere!
io ho, come detto più volte, in famiglia un esempio di rapporto con grande differenza di età, 19 anni tra mia zia e mio zio, e non sono felicissimi, sono scontentissimi! lui ormai ha più di 80 anni lei più di 60,ma molto attiva e giovanile, lui saranno 20 anni che le tira di quelle storie pazzesche perchè lei era giovane e piacente e lui geloso, lei una donna attiva e frizzante, intelligente, lui ormai un uomo con la demenza senile che ha bisogno di assistenza. chiaro che lei non divorzia perchè non lo pianterebbe in asso adesso che è nella terza età, ma la conseguenza logica è che lei ha una vita sua da un bel po' perchè le cose hanno smesso presto di funzionare a causa anche e forse soprattutto di questa differenza di età. lui ne è al corrente perchè lei glielo ha detto, le sembrava giusto. e da quel momento ovviamente lui non le ha dato più respiro, ha iniziato anche a seguirla, a telefonare a tutti i parenti se ritardava di 10 minuti...una cosa insostenibile. adesso lei è ancora una donna giovanile con voglia di fare ed è insieme a suo nonno.
il massimo di differenza tollerabile secondo me è una decina di anni, ed è già tanta.. oltre ai 10 anni si va in generazioni completamente diverse..e io di coppie felicissime con 20 anni di differenza quindi non ne conosco.
Immagine

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 5 gennaio 2009, 16:28

Già è difficile trovare coppie che funzionano tra coetanei (o quasi coetanei..)...perché complicarsi la vita infilandosi in relazioni al limite dell'improbabile....? non significa che c'è una coppia normale e una non normale, ma che, al di là dell'iniziale trasporto, se una coppia dura anche e soprattutto perché oltre alla passione c'è la volontà di progettare insieme, cosa condividono o progettano una ragazzina e un uomo adulto??? Anche se fosse un post provocatorio...nella realtà esistono delle situazioni simili...
Secondo me il fatto è che la differenza di età può non essere un problema solo se due persone sono abbastanza mature da sapere (almeno in parte) quello che vogliono dalla vita, almeno per il momento. Se una di 24 anni vuole metter su famiglia, si troverà benissimo con uno di 40 che vuole la stessa cosa. O un uomo di 40 che si sente un ventenne (la cosa mi fa un po' ridere) potrà trovare qualcosa in comune con la ragazza di 20... tutto questo ovviamente in teoria, perché poi bisogna vedere se quello che si vuole è effettivamente quello di cui si ha bisogno...magari la ragazza di 24 quando ne ha 30 scopre che in realtà quello di cui ha bisogno è viversi la vita da ragazza che magari non ha fatto, e il suo uomo 50 enne si ritroverà ovviamente spiazzato....
Sono esempi per dire che secondo me in questo tipo di coppie è difficile "evolvere" insieme, che è una delle cose che fanno durare una coppia...
ps secondo me ci stanno usando per qualche sondaggio stupido, facendo finta di proporre un argomento e poi prendendo le varie opinioni. Non si può fare sta cosa...

Piccola Principessa
Messaggi: 28
Iscritto il: 2 gennaio 2009, 17:41

Messaggio da Piccola Principessa » 5 gennaio 2009, 19:58

Non sto usando nessuno per nessun sondaggio, questa storia è vera quanto vera sono io, perchè dovrei, sono una ragazza, alle prime esperienze, un uomo dice di essersi innamorato di me, allora mi sono imbattuta in questo forum e ho parlato di questa storia per avere consigli, fidatevi, non è affatto finto quello che vi sto dicendo, non capisco perchè crediate che lo sia :shock:

Piccola Principessa
Messaggi: 28
Iscritto il: 2 gennaio 2009, 17:41

Messaggio da Piccola Principessa » 5 gennaio 2009, 20:01

Lala ha scritto:Ilfatto è che lei ha solo 16 anni ed è alla prima esperienza.possono stare insieme,certo,ma poi dipende tutto dalle intenzioni di entrambi.Lui magari vuole accasarsi,lei avere altre esperienze.che ne sappiamo?(e ora non lo sa neanche lei)
So soltanto che voglio vivere e questa esperienza, bene o mala che vada, penso che avrà un qualche giovamento su di me, o per lo meno mi farà crescere... L'ho detto più volte, mi reputo una ragazza seria e se qualcosa va storto, lui può anche dimenticarsi di me...

Piccola Principessa
Messaggi: 28
Iscritto il: 2 gennaio 2009, 17:41

Messaggio da Piccola Principessa » 5 gennaio 2009, 20:03

Poi non è nè fidanzato, nè sposato e lo so per certo, vive solo...

Caterina
Messaggi: 66
Iscritto il: 7 agosto 2007, 11:57

Messaggio da Caterina » 5 gennaio 2009, 20:25

Piccola Principessa ha scritto:Poi non è nè fidanzato, nè sposato e lo so per certo, vive solo...
Bene... allora sei libera di andare e venire a casa sua quando vuoi, senza preavvisi, e compresi, soprattutto, le sere, i sabati e le domeniche...

Piccola Principessa
Messaggi: 28
Iscritto il: 2 gennaio 2009, 17:41

Messaggio da Piccola Principessa » 5 gennaio 2009, 20:30

Che vuoi dire????

Piccola Principessa
Messaggi: 28
Iscritto il: 2 gennaio 2009, 17:41

Messaggio da Piccola Principessa » 5 gennaio 2009, 20:40

So benissimo che non devo dargli piena fiducia, ma vorrei che ti spiegassi meglio Caterina, non mi sono mai piaciute le ambiguità... :roll:
"Servendoci l'un l'altro diveniamo liberi.
Sposa il re, ama l'uomo" Re Artù a Ginevra.

Caterina
Messaggi: 66
Iscritto il: 7 agosto 2007, 11:57

Messaggio da Caterina » 5 gennaio 2009, 20:49

Piccola Principessa ha scritto:So benissimo che non devo dargli piena fiducia, ma vorrei che ti spiegassi meglio Caterina, non mi sono mai piaciute le ambiguità... :roll:
Quali ambiguità, scusa? Ho scritto, e riscrivo, che se davvero è libero, tu sei senz'altro libera di andare a casa sua quando ti pare, in particolare modo la sera, i sabati e le domeniche... E sei senz'altro libera di chiamarlo quando ti pare, perchè non ti ha posto limiti. Immagino che se è libero e innamorato, ti abbia dato carta bianca nel fare ciò.

Rispondi

Torna a “Perché mi innamoro sempre di persone "sbagliate"?”