Pagina 1 di 1

Credo che la ruota non giri mai, davvero

Inviato: 20 luglio 2009, 13:29
da ondina
In questi giorni sono sempre più presa da un pensiaro, una riflessione che vorrei condividere con voi.
Credo he il detto che recita :"la ruota prima o poi gira" sia un'enorme sciocchezza.
Per uscire dal luogo comune credo che veramente ognuno di noi abbia una sorta di strada sulla quale cammina e dalla quale non può uscire, e che decide la sorte dei nostri incontri e delle nostre relazioni.
Chi per anni e anni ha affrontato separazioni, difficoltà, fatiche, non credo che verrà mai ripagato dalla vita per questi "sacrifici" ma al contrario proseguirà in questa direzione, forse perchè sa arrangiarsi e in un certo qual modo attirerà persone solo di un certo tipo.
Chi invece ha avuto in sorte un destino più comodo, ossia l'incontro con persone generose, buone, accomodanti, per una specie di imprinting incontrerà sempre persone di questo tipo, perchè non avrà mai paura di nuovi rapporti, avrà una specie di fiducia del prossimo che lo porterà ad incontrare persone simili.
Non so se sia una questione di Karma... non mi intendo assolutamente di queste filosofie orientali, ma credo che davvero sia così.
Un'amica mi dice che il cerchio si può spezzare.
Io credo fermamente di no.
Voi? Cosa credete?

Inviato: 20 luglio 2009, 17:26
da Lala
Mi sembra una profezia che si autoavvera.chi ha incontrato sempre persone buone e generose, o meglio chi è strato in grado di vederle (perché anche queste persone hanno incontrato str..) sono più capaci di vedere il bello della vita.Chi ha avuto problemi ha maggiori difficoltàò magari.Il cerchio lo devi spezzare tu

Inviato: 20 luglio 2009, 22:51
da Twilight
no non penso che funzioni come dici tu...io al destino ci credo, credo che però uno non si debba anche tirare addosso la sfiga..e che debba stare sereno e se è destino poi trova qualcuno. se non sei serena e sei disperata per questa cosa...sarai così nel panico che non troverai nessuno..perchè comunichi panico..necessità..

proprio ti pesa eh di non avere una storia?! non resisti! io ti leggo da quando sono single e in tutto questo tempo, che poi non sono nemmeno 2 anni a me personalmente non è importato niente di restare single con qualche piccola avventura di poco conto. il tempo mi è volato e sono tranquilla, sto bene, tu invece hai aperto già diverse discussioni più o meno sempre con questo argomento..eppure non sono passati 10 anni..

penso che trovare una persona da amare sia difficile..a parte che quando si interrompe una storia c'è il tempo del maggese..diffido di chi dopo 3 mesi ha già trovato un altro amore della propria vita...ma poi è difficile trovare un sentimento vero e corrisposto..per me il fatto di non aver trovato nessuno degno di nota in un anno è mezzo è proprio molto normale..non mi capita di incontrare tutte ste persone speciali come capita a molti..che vengono mollati dalla persona della propria vita e dopo sei mesi hanno trovato un'altra persona della propria vita di cui innamorarsi follemente...mah....o sono fortunati loro e hanno 50 anime gemelle o anime affini..e sono sfigata io oppure non è una cosa sana e normale..e agiscono di necessità. io mi sento normale. non credo che il mio destino sia la solitudine come non credo che sia una famiglia..non lo so quale sarà..basta che io stia bene...ma non mi interrogo sull'eventualità.. e non mi pesa il fatto di essere da sola, la vivo come una cosa naturale.
forse se la prendessi con più leggerezza saresti più serena e incontreresti qualcuno...boh...che dirti? :)

Inviato: 21 luglio 2009, 10:28
da ondina
Ah ok... mi rendo conto che stavolta non mi sono spiegata molto bene...
no, il discorso qua non riguarda l'avere una storia o no.
Bene o male tutti quanti se vogliamo possiamo avere delle storie, specie se ragioniamo in tempi un po' più lunghetti, come dici tu.
La mia considerazione nasce da un altro ragionamento.
A parità di "numeri" di storie avuti in una vita, mettiamo, secondo me ci sono persone che hanno un destino "positivo": sulla loro strada, trovano sempre situazioni mediamente accoglienti, chiamiamole facili/comode. Vai a capire il perchè... Io comunque non ritengo che esistano dei meriti per queste cose.
Poi ci sono persone che è come se avessero avuto in dote una strada accidentata: incontrano persone difficili, situazioni scomode, spinose, nelle quali devono mettere in gioco tante energie, devono sudare... E non per dei demeriti.
Questo dicevo. Poi il numero delle storie è relativo... Ripeto, nel momento in cui uno si apre alle situazioni, gli incontri ci sono.
Il mio ragionamento era diverso, spero di essermi spiegata... :)

Inviato: 21 luglio 2009, 12:29
da Twilight
il numero di storie è saltato fuori dal discorso che stavo facendo, ma quello che volevo dirti è che stai a ragionarci troppo...perchè evidentemente è una cosa che ti pesa...e che in un'anno e mezzo che ti leggo o forse qualcosa di più, ogni discussione che apri più o meno verte sullo stesso argomento.
ora fai un ragionamento sul fatto che uno fortunato incontra sempre belle persone e uno sfigato incontra sempre persone del cavolo..in sintesi massima eh :) ma in definitiva il discorso è sempre quello..si riconduce sempre al fatto che magari, magari eh, tu pensi di rientrare nel gruppo degli sfortunati che incontrano sempre persone sbagliate e che sono destinati a stare soli, perchè adesso non hai una storia stabile e perchè ogni volta che l'hai cercata di è andata male.
il mio ragionamento era "se la cerchi disperatamente la storia, ti imbatterai sempre in persone non adatte a te, perchè le persone adatte a te si trovano ma non si cercano, si trovano per caso e no per necessità e se stai bene anche da sola non ti senti di provare con una persona di cui non sei proprio convinta per vedere come va...se stai bene provi con la persona che proprio ti colpisce...che senti adeguata a te, anche se dovesse capitarne una in 10 anni"

io più che il tuo discorso ne farei un altro...non mi concentrerei sul fatto che un individuo ha la strada segnata e se incontra bella gente incontrerà sempre bella gente ecc...mi concentrerei più su un altro fenomeno...ovvero che persone pessime, false, doppiogiochiste e opportuniste, che usano gli altri, hanno sempre quello che vogliono, compresa l'attenzione di chi gli interessa, mentre le persone buone e oneste e sincere..spesso no.
che mondo del cavolo..eheh

Inviato: 10 dicembre 2009, 1:31
da Vales76
Com'è vero Twi.....non capisco come mai ma anche io ho notato la stessa cosa nel mio percorso di vita....non parlo solo di me, che nel mio piccolo ho sempre cercato di fare quello che posso per guardarmi in faccia allo specchio e sentirmi in pace con me stessa e che mi sono sempre messa in gioco all 100%, ma di tanti esempi di persone buone e generose che danno tutte se stesse, vivono con onestà e molto spesso non vedono i loro desideri soddisfatti, mentre le persone false e ipocrite quasi sempre ottengono ciò che volgiono....è assurdo ma è così purtroppo....

Inviato: 20 dicembre 2009, 18:22
da tytty04
Anche io sono di questo avviso....la ruota stenta a girare, a volte sembra ma poi falso allarme!!! :(

Inviato: 26 dicembre 2009, 15:19
da Twilight
ma per voi la ruota che gira deve essere sempre e solo in ambito sentimentale?
penso che dovreste vivere la vita e basta! se siete fortunate da avere un lavoro, lavorate, quello gira! se avete hobby praticateli, quello anche gira, se siete in salute e avete questa immensa fortuna di non avere problemi preoccupanti, quello gira che è una meraviglia...e non capisco perchè non date abbastanza valore a tutte queste altre cose e vi concentrate solo sulla parte sentimentale....
è solo una parte...
se non aveste la salute sarebbe molto ma moltomoltomolto peggio...altro che fidanzati e vita sociale scoppiettante...
dai animo!

Inviato: 14 febbraio 2010, 10:34
da Dott.ssa M.Letizia Rotolo
Credo che pensare alla ruta che gira sia una forma di disillusione psichica..l'importante è vivere il presente it et nunc...chie vive troppo nel futuro e sfugge dal contattare le sensazioni, e se vogliamo, anche quelle a carattere depressivoi rifugge in tale pensiero. Dare un significato a tale ambito può farci accogliere anche la speranza, e se è necessario anche grazie a una psicoterapia.
Grazie
Buona domenica
Dott.ssa Rotolo