PERCHE' UN UOMO SI CHIUDE NEL SUO MONDO E NON TRASMETTE PIU?

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Rispondi
Alisea
Messaggi: 11
Iscritto il: 27 febbraio 2006, 18:21
Località: Toscana

PERCHE' UN UOMO SI CHIUDE NEL SUO MONDO E NON TRASMETTE PIU?

Messaggio da Alisea » 27 febbraio 2006, 18:45

Desidererei avere un consiglio da un uomo e non perchè non abbia stima delle donne ma perchè forse lui lo può aver vissuto e quindi mi saprà illuminare.
Ho un legame da tre anni con una persona meravigliosa, di una diponibilità infinita verso il mondo. Diciamo che ha infinite qualità ma ogni volta che vive un problema si chiude ed entra nel silenzio , siamo lontani ed è difficile quindi poter comunicare se uno non ti risponde al telefono. E sta giorni nel silenzio cosa che io interpreto sempre nel modo sbagliato , fino a quando non riappare , non riesce a darmi spiegazioni , ma ritorna tutto nella norma.
Ogni volta è così ed è svervante, vorrei chiudere questo legame ma ci sono tante cose che ci uniscono ed è dolore solo a pensarci.
Noi donne abbiamo una loquacità infinita e per noi non comunicare è impossibile solo a pensarci , mi chiedo perchè spesso gli uomini tendono a chiudersi in se stessi ed a non mostrare quella parte vulnerabile di se stessi ?
Che problema è mostrarla alla persona che ami ?
Ho pensato che forse non c'è amore verso di me , ma poi questo pensiero me lo fa rimangiare con gli altri suoi atteggiamenti.
E' dura accettarlo così senza capire , c'è qualcuno che mi può aiutare?
Grazie infinite
non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te

bandit77
Messaggi: 27
Iscritto il: 24 febbraio 2006, 14:04
Località: genova

Messaggio da bandit77 » 27 febbraio 2006, 21:08

perchè spesso gli uomini tendono a chiudersi in se stessi ed a non mostrare quella parte vulnerabile di se stessi ?
Questa frase è una parte di risposta...

Aggiungi che secondo la mia esperienza personale... il problema spesso è che le donne, in generale, non ascoltano... vogliono dire la loro... e a NOI da fastidio...

Non ho mai conosciuto una signorina in grado di ascoltare senza intervenire... Ma spero che non sia tutto mondo paese...

_ALE_
Messaggi: 30
Iscritto il: 30 gennaio 2006, 12:18

Messaggio da _ALE_ » 1 marzo 2006, 2:52

Credo sia dovuto ad un istinto primordiale: la donna essendo sempre stata fin dalla preistoria in "casa" ha sviluppato una loquacità nettamente superiore a quella maschile perchè aveva sempre qualcuno con cui comunicare: figli, altre donne...
Il maschio cacciatore spesso era in viaggio sulle tracce della preda, quindi la comunicazione con gli altri membri del gruppo era nettamente sintetica e breve, senza considerare che il silenzio è essenziale durante una battuta di caccia.
Millioni di anni di evoluzione hanno portato queste differenze tra maschio e femmina e solo negli ultimi secoli c'è una controtendenza.

arietina88
Messaggi: 133
Iscritto il: 5 settembre 2005, 23:18

Messaggio da arietina88 » 1 marzo 2006, 15:24

bandit non sono dakkordo.
il mio ragazzo a me parla sempre dei suoiproblemi,quando non c'è qualkosa ke nn va è kon me ke s sfoga. ma 2 anni fa ji è venuto a mankare il padre e lui d questo non me ne parla mai. le unike volte ke me ne parla ad 1 certo punto s blokka e me idce ke io non lo devo vedere piangere e che lui deve essere forte e superare le cose da solo perchè io ho già i miei problemi. e TI ASSIKURO ke io qnd s sfoga kn me lo lascio parlare x ore ed ore,urla,s sfoga finchè non si calma... ascolto finchè non è + calmo. alla fin fine il mio ragazzo si apre 1 sakko kon me.. xò voi uomini avete tantissimo la mania d essere e d dimostrarvi "forti",d non dare mai a vedere le vostre debolezze... e qusto x quanto riguarda il 90% d voi da quello che vedo!

alisea xò sekondo me deve cerkare d andare + a fondo su questa cosa perchè non è normale però che sparisca kos' tanto...
skusate se m sono intromessa ed era 1 rikiesta rivolta a uomini!! ^__^ ciau ciau
UcCidi 1 UoMo e 6 1 aSsAsSiNo... UcCidiNe1000 e 6 1 iMpErAtOrE... UcCidiLi tUtti e 6 DiO.

bandit77
Messaggi: 27
Iscritto il: 24 febbraio 2006, 14:04
Località: genova

Messaggio da bandit77 » 1 marzo 2006, 21:10

Sono contento che tu sappia ascoltare...

Purtroppo...non sempre è così...

e cmq.. sono solo le mie esperienze a motivare le risposte..

Quindi son da prendere sempre con una certa cautela..

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 2 marzo 2006, 10:09

io penso a volte sia nella natura dell`uomo rinchiudersi un bel po` nel proprio guscio per pensare e ripensare a trovare una soluzione pratica dei suoi problemi. ha bisogno di tempo e spazi.
se ne parla con una donna, in genere la donna e` abituata a consigliare e penso l`uomo non cerchi un consiglio ma piu` una soluzione.
le donne invece se hanno un problema ne parlano...e sembra loro che sia gia` risolto a meta` perche` si son "sfogate"cosi` trovano una soluzione piu` serenamente. per un uomo invece un consiglio e` solo "aria fritta".
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Alisea
Messaggi: 11
Iscritto il: 27 febbraio 2006, 18:21
Località: Toscana

Messaggio da Alisea » 2 marzo 2006, 12:30

Siete straordinari , non avrei mai pensato di trovare persone disponibili a farmi capire, grazie a tutti
non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 7 marzo 2006, 18:01

Cara Alisea, mi scuso per il ritardo. Credo che non si possa generalizzare in nessun senso. Credo che il suo compagno abbia dei motivi psicologici difensivi che originano dalle modalità di relazione con le quali è cresciuto. Di solito non è legato al grado di amore che si prova per l’altra persona, ma ai fantasmi che sicuramente gli fanno temere, erroneamente e del tutto inconsciamente magari, che se si apre potrebbe subire conseguenze gravi. Lei invece deve capire forse in che direzione pende per lei la bilancia di questa relazione.
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”