non so più che fare

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 2 luglio 2006, 19:35

anche secodno me e così diventa ossessivo e otiene il risultato opposto...
ma perchè nn lo vuol vedere?
perchè mi ama?
perchè vuole sistemarsi?
perchè ha paura di restare da solo?

onestamente,è chiaro che non si può dire,se non lo posso dire io figuriamoci voi tutti,ma onestamente leggendo le cose da fuori secodno voi perchè sta con me?

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 3 luglio 2006, 10:30

x tutte le cose che hai elencato.perchè è tanto che state insieme,perchè non si fa le domande ch eti fai tu,perché ha paura di rimanere da solo,perché in fondo...pensa più a sè che a te.

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 3 luglio 2006, 20:50

non si può stare tutta la vita con una persona verso la quale si prova solo affetto. cavolo: è un amico, non un fidanzato-marito-
e scusate se lo dico...ma non si dovrebbe "rabbrividire" alla parola marito...
se si ama quella persona. io desidero e voglio che un giorno il mio fidanzato sia mio marito, mica domani o dopodomani, anzi, ma lo voglio comunque. non mi vedo con nessun altro. amo solo lui e solo con lui voglio fare progetti, scherziamo su quando vivremo insieme e lui farà la spesa e cucinerà perchè sarò io la donna manager e lui a star dietro alla casa... :)
cavolo, son cose che a pensarci mi vien da sorridere...non che vorrei evitare a tutti i costi!!!

io capisco il voler bene...ma vogliatevi voi più bene piuttosto che sacvrificarvi epr una persona che non amate!!!
gli fate più del male così!!!!!!
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 19 luglio 2006, 18:54

Cara Twilight, lei scrive: "perchè io non lo voglio vedere arrabbiato o triste a causa mia. io vorrei che lui stesse bene,questo vuol dire volere bene". Sono d'accordo con quelli che le rispondono che invece questa è un'altra cosa. Non è per l'altro che si sta in una relazione così ma è a causa delle nostre convinzioni erronee, delle nostre angosce (solitudine, disvalore-non trovo nessun altro meglio!-, abbandono, ecc.), della percezione che lei si è creata di se stessa (ancora una volta, quella che sbaglia, CATTIVA che fa del male agli altri se fa esistere i suoi bisogni!). Sposarsi o meno non fa differenza, non cambia molto se poi è da nove anni che NON VIVE stando con lui! Che differenza c'è rispetto a chi si sposa e non ne è convinto, se poi non riusciamo a staccarci dall'altro? Anche quelle persone probabilmente hanno fatto le loro scelte sulla base delle proprie angosce, delle proprie convinzioni inconsce. Rimandare l'incontro con un terapeuta oltre non fa altro che continuare a tenerla in quella posizione. L'amore non vuol dire assenza di separatezza, di individualità, assenza di bisogni diversi, di scontri e aggressività... anzi! Non è lei a rendere felice o infelice lui né tantomeno l'inverso. Credo che entrambi siate invischiati in un rapporto di profonda dipendenza. Lui non è un neonato (a cui se toglie le cure muore) e nemmeno lei (e lei non è sua madre né lui suo padre da cui dipendono le sue scelte), ma è come se le vostre personali storie vi avessere buttato in questa nebbia. Occorre schiarirla al più presto, per tutti e due!
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 19 luglio 2006, 19:58

:wink: grazie.
purtroppo mi rendo conto che stare insieme e non allontanarsi non fa molta differenza da sposarsi per forza,anche se poi il legame matrimoniale renderebbe la cosa semi perpetua perchè poi non avrei più il coraggio di fare nulla,così come quelle persone che si sposano motivate dalle loro angosce...
ma ho deciso che a settembre inizierò in una struttura pubblica. speriamo di essere fortunata..ho un po' di paura..

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 19 luglio 2006, 20:02

ehi Twi!non avere paura!è sempre una persona che potrà aiutarti e poi potrai confrontarti con noi e avere anche un giudizio esterno! :wink:

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 19 luglio 2006, 23:07

eheh si si lo so ma mi fa strano sedermi davani a un estraneo ,magari a un uomo di 50 anni e raccontargli i fatti miei,strano,chissà come sarà,speriamo che mi metterà a mio agio.. magari mi giro di schiena :D

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Re: non so più che fare

Messaggio da Davide49 » 1 aprile 2009, 21:01

Twilight ha scritto: ciao a tutti, stasera ho deciso di scrivere la mia storia...
ciao Twilight.
sono tre anni domani da quando hai aperto questa tua prima “non so più che fare”, poi “stasera mi sento male” nel luglio 06 e “l’ho fatto” nel giugno 07. Non so se ce ne siano altre di tue così importanti, può essermi sfuggito. In ogni caso un percorso preciso, come per altri di noi qui nel forum, che ho seguito pur senza intervenire mai. Non so dire neanch’io, ma così, istintivamente mi è sempre parso che il tuo cammino avesse più bisogno di ascolto che di commenti, oppure di commenti di altre donne.
Tre discussioni cominciate tutte di domenica.
Mi hanno sempre colpito la tua lucidità e grinta.
Anch'io è quasi tre anni che sono in questo forum (e diciamo pure comunità) e sono successe tante cose.
Quando e se ne avrai voglia, come ti sei sentita dopo, in questo successivo anno e mezzo?
ciao

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 1 aprile 2009, 22:34

non è successo nulla di quello che temevo..o meglio, io sono rimasta da sola, ma non è stato brutto come temevo sarebbe stato..forse perchè nonostante sia fondamentalmente sola, mi sono tolta un peso, sono più serena e a posto con me stessa..non devo rendere conto a nessuno se non a me..faccio quello che voglio senza fare del male a nessuno e sono io al 100% soprattutto.
ho fatto cose che non avevo mai fatto, mi sono organizzata week end e trasferte, ho fatto le vacanze da sola, ho conosciuto delle persone nuove con cui ogni tanto esco, non sempre, ma non è nemmeno un problema stare a casa..sto bene. ho avuto dei momenti stranissimi, di accadimenti che non mi sarei aspettata..ho flirtato..che bello..erano anni e anni che non lo facevo..se mi sono piaciuti dei ragazzi ci sono uscita..senza sentirmi in colpa!
non è stato invece facile affrontare la reazione di lui. non è che io cmq sia stata subito bene..ovviamente..ma il male che provavo dopo non era nemmeno lontanamente vicino a quello che provavo prima..
lui però è diventato ossessivo..messaggi su messaggi..sempre le stesse cose ciclicamente, finchè non ho cambiato tutti i miei contatti..per forza..quello mi ha fatta star male..ma anche diventare più dura e cinica..
lui sta ancora male..a me dispiace per lui..però se penso a tutto il tempo in cui io sono stata male e lui mi lo ha ignorato completamente..beh...alla fine..deve risolvere i suoi problemi..perchè io in parte gli servivo a tamponarli..invece adesso deve gestirseli da solo e non riesce..
alla fine dei conti..non posso dire di essermi rivoluzionata la vita, credo che sia ancora un processo lungo e lento..ma confronto a prima ragazzi...non c'è paragone..per molti le cose che ho fatto sembreranno sciocchezze,ma per me sono delle grandi cose..magari faccio pena..ma per me prendere la macchina e farmi 200 km da sola per una cena, senza nessuno chemi rompa le balle...è una figata! prendere e partire all'ultimo per un week end da qualche amica..tornare alle 4 di mattina, uscire da sola..fare le vacanze da sola dove voglio io...sempre c'era la scusa del non ci sono abbastanza soldi ecc...io ne ho spesi pochissimi e sono stata una settimana in una splendida città d'arte..basta volere...chissà cosa farò questa estate...:) mi piacerebbe andare in una capitale europea..magari londra..vedremo..
Immagine

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 1 aprile 2009, 22:58

Twilight ha scritto: ... e sono io al 100% soprattutto...
qui c'è tutto.
è ossigeno puro.

grazie per la risposta.

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 2 aprile 2009, 16:58

davvero, un' ottima risposta. Si percepisce che adesso, pur con tante difficoltà, stai bene e ti senti libera. Sei molto coraggiosa, perchè non è da tutti rompere una relazione così lunga senza avere alternative. Hai fatto un salto nel vuoto e sei caduta in piedi. Molti preferiscono rapporti mediocri e si affezionano alla relazione più che alla persona con cui la condividono. Quindi, che dire, sei davvero forte! :)
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 2 aprile 2009, 17:00

leggendo il primo e l'ultimo post di questa discussione ho l'impressione che siano due persone completamente diverse che scrivono.
brava!

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 2 aprile 2009, 22:39

:) grazie
doom penso sempre la stessa persona ma con meno dolore e meno influenze esterne..(inteso ex fidanzato e mamma) mi facevano sclerare..in ogni senso eh..e anche dalla paura..
Immagine

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 2 aprile 2009, 22:42

Twilight ha scritto: ..e anche dalla paura..
la paura, credo che liberarsi da questa cattiva consigliera sia quasi sempre la cosa più difficile

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 2 aprile 2009, 22:43

tua madre che dice ora a distanza di tempo?
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”