non sò se scrivere....

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

non sò se scrivere....

Messaggio da Leonardo » 12 giugno 2006, 4:25

[/b]comincio a scrivere ma chissà se mi faranno mettere qui una storia così lunga....
Parto così: io e Rossella siamo la classica coppia cresciuta insieme o cmq nello stesso paesino.io 2 anni più grande e un pò più scapestrato e lei innamorata di me da piccola che ha dovuto sudare per starmi dietro per metterci insieme quasi 7 anni fà nell'ultimo anno di superiori.
Diciamo pure che nel nostro rapporto lei ha sempre rappresentato la costanza mentre io sono stato sempre un pò più quello "distratto" e che anche se le voleva un sacco di bene non lo dimostrava per eccessiva sicurezza o semplicemente per carattere sono un pò più protagonista(cretino) di lei.
Insomma lei mi ha dato un sacco di amore e non aveva occhi che per me e non a detta solo mia,mi ha seguito a perugia tanto tempo oramai fà andando all'università e io invece sono stato sempre il fuggitivo che faceva e disfaceva un pò come voleva(lo dico con grosso rimpianto) ma sempre perchè cmq ragazzino in testa che non voleva a volte essere "chiuso" in un rapporto.e caricato dal fatto di essere considerato il il classico "bello della compagnia".
Così facendo però si è creata una splendida storia anche se fatta di lasciate(quasi sempre mie) e riprese continue ma anche di una grossa intesa e rispetto dei propri spazi e di fiducia cieca almeno mia nei suoi confronti.Logicamente crescendo il nostro attaccamento è stato sempre maggiore.Anche perchè per un periodo abbiamo vissuto assieme io e lei e mia sorella.
Mille litigate e mille riappacificazioni.Una coppia anomala.A volte sembravamo non stare insieme dato che sopratutto io non volevo fare la fine di quelle coppie noiose appiccicose che poi scoppiano di cui ho avuto sempre esempi negativi.
Anche se molti litigi spesso nascevano da una sorta di sfida che lei manifestava nei miei confronti una sorta di senso di inferiorità che io non riconoscevo(dato che lei è carinissima e intelligente) la spingeva all'astio e anche io di mio ci mettevo il mio essere permaloso e un pò saputello(sò riconoscere i miei difetti).
Ottimo dialogo e ottima intesa sessuale io appagato lei idem.io sono stato il primo e unico ragazzo in questo senso e anzi lei diceva sempre che "schifava solo l'idea di pensarsi con un altro".
io a volte avevo qualche scappatella(che ora non farei mai!!) ma erano solo cazzate alle quali non ho mai dato peso, a volte mi prendevo periodi per stare con gli amici.ma lo facevo davvero a volte per non stufarmi visto che lei dentro me è ed è sempre stata la donna della mia vita.l'anima gemella.
Poi i miei problemi di ansia ci hanno ancora più stretto insieme dato che per me lei è stata una ancora di sicurezza.sempre vicina.poi inoltre io operazione al ginocchio e cistifellea e lei sempre li al mio fianco.UNA GRANDE.
Difettavamo in effusioni e dimostrazioni in mezzo alla gente ma eravamo nell'intimità molto carini.
Lei molto attaccata allo studio.Anche con grosse pressioni dai suoi su questo.io molto di meno.io attaccato all'estetica(personale) lei si ma non come me.Amici in comune amiche in comune.
Poi io sono andato via da Pg anche per i miei problemi di ansia R. è rimasta li per studiare.
così da 2 anni rapporto a distanza anche se lei scendeva appena poteva ma aimè io per la mia ansia di viaggiare in questi 2 anni a pg ci sono andato solo una volta.
Ma cmq tra feste che lei prolungava spesso e scese a casa ci vedevamo.
Lei nei litigi non mi ha mai perdonato il fatto che io fossi andato via.
insomma tutto così fino ad arrivare a prima di questo scorso natale...
lei ha cominciato ad avere problemi con l'università...io avevo il mio problema con la cistifellea e mi sono dovuto operare(novembre) ma vedevo in lei da anche un pò prima un pò di problemi anche perchè l'estate prima aveva un pò sofferto d'ansia anche lei...nascondeva degli esami non fatti ai suoi e i suoi ci andavano anche giù pesante...della serie : laureati ,sbrigati , ma anche offese del tipo "vai a fare la sciampista o la commessa" assurde per una ragazza alla quale mancano pochi esami per laurearsi in giurisprudenza.Nei periodi degli esami c'erano sempre i nostri litigi.Lei sfogava in me la sua rabbia...forse anche perchè io in queste cose sono menefreghista e un pò fannullone.e sopratutto i miei non mi fanno tutte queste pressioni.
Insomma prima di natale lei mi diceva di non stare bene che io la trascuravo ecc ecc
sfuriate al telefono violentissime fino a che lei mi lascia per la prima volta...io non capendo il disagio la lascio fare...sbollire...poi quando lei scende per natale mi confessa facedomi davvero sentire male che lei insomma spesso vomitava e mangiava poco dal nervosismo e dalla tensione.allora li riappacifichiamo io prometto di starle più vicino ci rimettiamo insieme passiamo un buon periodo natalizio anche se vedevo in lei un tracollo.
Lei và via poi...dopo giorni cominciamo a rilitigare io pensavo(come uno scemo che i suoi problemi fossero finiti o cmq attutiti) quindi parlavo molto di cose mie(avevo dei progetti di finanziementi in corso,in testa mia anche progetti per noi 2) e non capivo che invece lei covava rancore perchè avevo promesso e non mantenuto.poi ad un certo punto mi confessa che stava andando da una psicologa per studenti lì a pg.io non sapevo nulla lei mi sbatteva in faccia queste notizie quasi a dirmi "non capisci un cazzo se non ti dico le cose spiattellate" ....cominciano le sfuriate insomma mi lascia di nuovo.lei non riesce più a fare esami da un pezzo.io in quei periodi volevo partire per starle vicino visto che la mia ansia oramai stava per diventare una cosa di secondo se non ti terzo piano.
ma ironia della sorte mi chiamano proprio in quei giorni per un lavoro che cominciava subito...io comincio a lavorare.non parto più.lei cmq non mi parlava mai dei suoi problemi e io preso come ero dal nuovo lavoro non mi accorgevo che mi mentiva quando mi diceva "sto bene o meglio" alle mie domande...spingevo lei a parlarne con i suoi ma lei tutto voleva ma mai quello perchè non doveva apparire meno di già come la facevano sentire sottopressione già i suoi..e mi ha fatto promettere di non dirglielo mai....io mi sentivo carico di responsabilità e del fatto che lei davvero mi faceva "una pezza" sempre al telefono.
insomma mi lascia di nuovo...io ne ho sofferto anche perchè sembrava decisa e definitiva. ma con il nuovo lavoro.nuovo ambiente ho ammortizzato anche perchè li come barista di un centro commerciale ero molto "corteggiato" e quindi ho lasciato correre rassegnandomi anche se dentro me sapevo di amare solo lei....
insomma arriva pasqua..(io avevo smesso di lavorare e anche in malo modo)...lei scende...la trovo dimagritissima...appena mi vede si commuove davanti a tutti...io la prendo da parte...parliamo...dopo giorni la sua convinzione cade...lei vedeva schieramenti da parte mia di tutti gli amici...ma io non li vedevo e anzi mi ci arrabbiavo...è solo che io vivo qua e sono più a mio agio forse...insomma cmq durante il periodo pasquale ci frequentiamo un pò clandestinamente.è vero un pò con freddezza anche sempre che sono uno scemo dato che io avevo in mente una ragazzina stupida e le avevo confessato che ero uscito con qualcun'altra dopo che lei mi aveva lasciato ma non era successo nulla per volontà mia...anche perchè dentro me sapevo sempre di amare lei....ci frequentiamo.lei usciva poco...facendo sesso a volte mi diceva che non si riusciva a lasciare andare e che lo aveva anche avvertito a volte a natale ma senza dirmelo che ne aveva parlato con questa psicologa e che le aveva detto che era normale dato che viveva quel disagio interiore dovuto dal passaggio all'età adulta ma cmq siamo riusciti a farlo anche tranquillamente a volte....lei in quel momento ha chiesto aiuto ai suoi ma solo per lo studio cosicchè hanno deciso di farle preparare con la cepu questi ultimi esami
una spesa grossa.ulterioti pressioni dei suoi.insomma tutto molto più carico di tensione.
cmq finisce presto il periodo pasquale.
quando parliamo di noi anche un pò esasperato dalle continue lasciate le dico che secondo me dovevamo un pò guardare noi stessi che oramai si era capito che purtroppo stavamo bene insieme solo da vicini e che quindi dovevamo vedere come andava la storia un pò la prossima estate ma sopratutto quando avremmo vissuto nello stesso posto(dio che stupido!!)
lei cmq vedendola capisce e ed è daccordo almeno a vista.insomma va vià...
per qualche settimana ci sentiamo e ci diciamo ciò che facciamo, lei era tranquilla verso me...mi raccontava le sue cose tramite mail ed io la incoraggiavo la spronavo e cercavo di infonderle grinta...
ma dopo un pò come sempre litighiamo.lei comincia ad imputarmi tutti i suoi guai.anni di soprusi....
io non reggo e per la prima volta tra di noi c'è stato un silenzio totale per 15 giorni.....
LI NASCE LA TRAGEDIA

ecco la mia questa è l'introduzione alla storia....non sò se continuare dato che dovrei addentrarmi in discorsi ed email scambiati in questi mesi per farvi capire a tal punto da potermi consigliare ed è per questo che sono qui....o magari ditemi voi come fare meglio per abbreviarvi la lettura....
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 12 giugno 2006, 10:35

che tragedia?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

sibille
Messaggi: 78
Iscritto il: 14 maggio 2006, 20:23

Messaggio da sibille » 12 giugno 2006, 11:18

Credo che sia entrato un terzo nella coppia... no?

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 12 giugno 2006, 16:48

non lo sò sibille...e anche quello che mi sta facendo impazzire....cmq vi copio ed incollo il resto della storia che ho scritto ad una mia amica....quindi non fate caso se parlo in prima persona,mi rivolgo a qualcuno o cose del genere.....

dopo 15 giorni la richiamo...parliamo un pò...io volevo ricucire...dentro di me la amavo e quindi mi sentivo un verme anche....lei mi dice che era uscita per una pizza con un ragazzo....
io all'inizio facendo lo sprezzante le dico che aveva fatto bene a misurarsi anche per capire bene e poter confrontare me e gli altri...
ma dopo poco quando lei mi vede freddo(apparentemente) mi dice che questo le piace
li scoppio comincio a inveire che farsi le cose proprie non voleva dire stare con qualcun'altro insomma le dico che la nostra storia era davvero arrivata al capolinea....lei ritratta
dice che me la predevo male solo per una pizza che dovevamo ricucire.io niente.lei mi insomma dice che sto sbagliando che così la nostra storia se io la mandavo in malora con altro silenzio....
insomma ho fatto così ma dal giorno dopo toccato dalla gelosia e dalla paura di perdere l'amore della mia vita comincio a chiamarla sempre.a tempestarla quasi
ma invece in un solo giorno lei ha messo un muro.ora lei ha comciato a dire che era finita.
io accecato la cerco ,lei rifiuta chiamate.spegne il telefono.non risponde ai messaggi.
se lo faceva lo faceva con parole di odio o di astio.
del genere...io allora decido di partire il fine settimana per andare a vedere di persona.ma non lo dico a lei.
ma il giorno dopo lei mi manda una mail(che ti mando in allegato(rossella 1))... dove mi lascia e dove dice che qualcosa si è rotto.che non c'entra nulla qualcun'altro...una mail orrenda per me...
preso dal panico la chiamo...lei mi chiude i telefoni...la cerco di chiamare per un'ora..niente....
vendo accecato dalla gelosia..penso sia con lui...
decido di partire subito...chiamo mia sorella per sapere se era da lei...mi dice di no...mi sente teso io le dico che tra qualche ora ci vediamo a Pg....i miei mi vedono fare la borsa si preoccupano...casa in sobbuglio...intanto chiamo la sua compagna di casa...le chiedo di passarmi Ross lei mi dice che non c'è...io insisto molto insinuando ma non dicendo che mi mentiva e che lei era li...ma niente quindi chiedo scusa per l'insistenza ma le dico di dire a lei che sto per partire e che dovevamo chiarire
5 minuti e mi squilla il cell
era lei incazzatissima dicendo che avevo terrorizzato la compagna di casa
dicendo che non dovevo partire che stavo sbagliando mi dice "se vieni qua non ti apro" e le mie uniche parole sono state "se non mi apri dopo tutti quei km ti sfondo il portone".
lei allora mi dice che quando la chiamavo e lei non rispondeva lei era andata da questo lui...
io le ho detto che me lo avrebbe detto in faccia dopo...
insomma parto
dopo poco il viaggio mi squilla il telefono di casa sua qui a frascineto nel paesino...non rispondo...io rimango di sasso
chiamo R e le chiedo ma cosa ha fatto? cosa hai detto ai tuoi?
lei mi dice che nel panico e nella paura l'avevano chiamata i suoi e che vedendo che lei era piangente le aveva detto che io stavo andando li come una furia e che avevo minacciato l'amica e che mia sorella aveva chiamato lei ed era terrorizzata come lei...insomma un pò una marea di esagerazioni...
io mi incazzo ma oramai ero in viaggio...chiudo...
mi chiama mia sorella piangendo...mi dice che era stata appena chiamata da suo padre e che aveva detto che mi faceva a pezzi che io ero un matto..insomma mi dice..."Lè questi sono matti lei non sta bene per dire ste cose...per favore non partire....non ne vale la pena"....io rimango impietrito
mi fermo....chiamo io i suoi...
parlo con la madre....lei allude nel dire che io sono un violento che lei poteva uscire con uno che mi denunciavano...io crollo...scoppio a piangere insomma mi veniva dato del matto.....ho dovuto spiegare ai suoi tutto
che ross erano mesi che mi sclerava a quel modo e tutto il resto tutto ciò che lei voleva io non dicessi(per paura assurda che i suoi la rinchiudessero da qualche parte) e che quindi non era proprio la realtà quella che vedeva lei...insomma le ho vuotato il sacco ma dicendo loro che queste sono cose normali ecc ecc ecc
la madre allora cambia tono mi dice che non aveva capito ma sospettava...insomma mi chiede di non andare per favore che l'avrebbero fatta venire loro e che poi ne avremmo parlato.....io le dico che ora parlavo con ross e decidevo se continuare il viaggio o no....
la richiamo e per sincerità come prima cosa le dico ciò che avevo detto ai suoi....
lei comincia a inveire con me in modo abominevole...me lo aspettavo...ma ad un certo punto...
mi dice che allora anche lei mi doveva dire la verità....e che prima con quel ragazzo era andata molto oltre proprio mentre la chiamavo
a me si è fermato il cuore....le ho detto che non sapevo più come fare...ero a pezzi.........
dopo un pò però lei ritratta e mi dice che non è vero....mi dice che mi volevo solo fare soffrire ma che forse(non lo ho mai capito c'era andata davvero e c'era un bacio)....ma che cmq la nostra storia finiva davvero li.....
io dicevo ripartiamo da zero insomma...me ne torno a casa....passiamo tutta la notte a parlare io a cercare di farla ragionare che era il momento per azzerare tutto e ricominciare daccapo....ma lei niente...insomma mi dice che tanto ora l'avrebbero fatta a pezzi i suoi....e che da ora in poi mi avrebbe solo odiato....
ho dimenticato 2 dettagli....quando lei si era sentita con mia sorella prima della telefonata con i suoi le aveva detto che mi aveva detto dell'altro sono per non farmi andare li...e poi anche io durante la telefonata che abbiamo avuto durante la notte,dpo alla mia domanda che le ho fatto mille volte :"Ro tra me e te c'è qualcuno?"lei mi ha risposto più volte no....
insomma i suoi l'anno costretta a scendere per il fine settimana successivo...io cercavo di chiamarla ogni giorno in certo senso la assillavo ma era perchè lei non mi rispondeva quasi mai o doveva mandarle mille sms per farmi rispondere ad uno insomma passiamo i giorni prima che lei scendesse così..lei a ripetermi che era finita e che ora che scendeva me lo diceva in faccia e che ci saremmo visti giù...sempre con odio...con rabbia
insomma lei arriva il sabato...la domenica la contatto per vederci....e lei mi risponde con un sms dicendomi che non voleva più neanche vedermi in faccia...che tanto oramai sapevo tutto...che non aveva altro da dirmi e che la dovevo lasciare in pace.....
cerco di chiamarla...tel occupato...gelosia...vado sotto casa con la moto rombo per fare capire che ero li...le scrivo che di scendere ma niente....
comicio a chiamarla un sacco di volte...sempre occupato....quando si libera mi risponde il padre....
mi dice che la devo smettere...che lei non vuole più stare con me e non vuole parlare per ora e che per quanto riguarda lui anche in un futuro cercherà di evitare che lei abbia contatti con me che ha perso 7kg che deve pensare a stare bene ecc ecc.....io insisto per farmi passare lei....lei mi dice le stesse cose...mi dice che anche se capisce che non è giusto ma non mi vuole più vedere....cerco di farla ragionare ma da lì in poi la sua linea è stata ferrea...dice che le ho rovinato la vita che l'ho uccisa in tutti questi anni....
la notte distrutto le mando una mail...anche sapendo che forse non la avrebbe letta per tempo....
era più che altro uno sfogo....e lei guarda caso il giorno dopo mi ha risposto....
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 12 giugno 2006, 16:52

io ora non sò se mettervi anche le mail....anche se per capire ci vorrebbero....cmq intanto vi metto tutta la lettera che avevo scritto a questa mia amica..
poi se dite che le mail ci vogliono vedrò come fare.....sono sempre più disperato...non è solo un racconto :(
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 12 giugno 2006, 16:57

la notte distrutto le mando una mail...anche sapendo che forse non la avrebbe letta per tempo....
era più che altro uno sfogo....e lei guarda caso il giorno dopo mi ha risposto....ti mando allegato rossella 2 ci sono tutte e due...prima c'è la sua risposta e poi quello che le avevo io scritto in precedenza...lei molte volte è stata così drastica siamo tutti e due molto melodrammatici....quindi secondo me molte parole sono da prendere con le molle
anche perchè non credo che una persona non ti ami più da un giorno all'altro

io per farle capire e per poter comunicare le butto rose al balcone...le faccio un murales sotto casa con su scritto TI AMO insomma cose carine anche perchè sapevo che oltre me lei non stava passando cose buone a casa...ma lei mi risponde con alte mail...che ti mando in allegato...e da lì in poi ha chiuso le cominicazioni......ci sono sempre anche le cose che io scrivevo e a cui lei appunto rispondeva....
da li in poi il muro....
io non sapevo cosa faceva quando sarebbe ripartita...cercavo di capirlo....
ho parlato con la sorella...lei mi ha detto che dovevo accettare ma che di sicuro la prossima estate tra noi sarà rivelatrice....
io continuo a mandarle cose carine al balcone....mi dispero...passano dieci giorni
la faccio chiamare dalle sue amiche le migliori....sempre lo stesso...le dice le stesse cose...le confessa anche i suoi problemi...comincia a prendersela anche con loro...dicendo che ha sofferto per una vita mentre ora che sono io il sofferente tutti la chiamano o la squillano...
insomma un giorno mia sorella per caso incontra la compagna di casa di R(quella della telefonata) e lei ignara di tutto tranquilla le dice le "R è a PG da 3 giorni"....
allora io la chiamo subito..mi risponde...mi dice che la mattina dopo ha un esame...diciamo di star tranquilli....ma io scoppio in lacrime...stiamo ore ed ore al telefono...mi metto veramente disperato a cercare di farle capire che le voglio dare tutto....mi umilio...lei si è calmata solo quando ha capito che forse potevo fare qualche cazzata...farmi del male....addirittura diceva di sentire rumori di pistola...(mio fratello è appassionato di armi)...io le dico di no....ma ci gioco un pò però su sta cosa...ero disperato cercavo solo anche di smuoverla dalle sue cose....lei si addolcisce ma non più di tanto...
tanto che ad un certo punto come sempre comincia a sbraitare....dice che come sempre le stavo rovinando la vita a pensare sempre a me....che domani aveva l'esame...
anche se poteva chiudere dicendo di parlare l'indomani e come se volesse le scuse per non farlo dato il suo blocco secondo me...
insomma chiudiamo...lei preoccupara chiama il mio migliore amico chiedendogli di chiamarmi per vedere se facevo cazzate...io ero distrutto a letto....tranquillizzo il mio amico che a sua volta manda un sms di calma a lei.....dimenticavo di dire che in quella lunga telefonata durante lo scontro io chiedevo sempre di vederla anche se per chiudere tutto di passare qualche ora insieme...ma per fare tutto in faccia...a viso aperto...lei rifiutava dice che se mi vede si sente male che si sente ossessionata che non vuole soffrire più e non vuole brutti ricordi più...
ma io insisto e lei mi dice che incazzata che sarebbe scesa dopo qualche giorno a dirmi tutto quello già mi aveva detto in faccia...
insomma il giorno dopo io stavo per partire di nuovo....anche in moto....per caso mi chiama uno dei miei migliori amici proprio mentre facevo la borsa....mi dice di star calmo...che ci avrebbe parlato lui dato che lui è anche a perugia...
la chiama ma lei rifiuta di vedere anche lui....ma parlano al telefono lei le dice le stesse cose...le dice che in più tutti ora stanno attenti a me e che lei quando soffriva nessuno la chiamava e si informava..anche le sue migliori amiche...ritira la promessa del giorno prima quindi non vuole più venire qui a parlarmi....
io non parto e da quel giorno comincio a limitarmi a mandarle un sms ogni 2 giorni...parole d'amore...di speranza...bei ricordi...ma lei non mi risponde mai.....provo anche qualche volta a chiamarla ma non mi risponde mai....
un giorno allora la và a trovare mia sorella e il suo ragazzo con i quali lei ha sempre avuto un ottimo rapporto anzi anche a volte di comunella contro me....ma convinco mia sorella a star calma...ad andare a vedere più che altro come stava...cosa faceva...insomma di non parlare di me...
ci và a casa...lei appena li vede le chiede "cosa siete venuti a fare qui" insomma comincia come sempre a dire le sue cose le sue accuse...dice che sono li solo per me che cmq io sono suo fratello che la promessa di essere cmq amiche a prescindere da me non vale più..che se continuava a stare cone me sarebbe arrivata a 40 kg...arriva a dirle che tutti anche loro la hanno "tenuta sotto lo schiaffo" per tutti questi anni....mia sorella allora si arrabbia
le dice che sragiona...lei allora parte in quarta comincia davvero a sbraitare insomma a tal punto che loro se ne sono dovuti andare via da casa sua.....
ci rimangono davvero male...ma la cosa che davvero più che altro mi dicono che per come l'avevano vista sclerare secondo loro lei sta davvero male e che davvero erano preoccupati...anche il ragazzo di mia sorella che è una persona molto pacata si stupiva come i suoi l'avevano rimandata di nuovo qui in queste condizioni....
passano altri giorni io continuo con le cose carine e con qualche prova di chiamata....ma niente
4 giorni fà però le ridico che a giorni sarei partito e che non poteva evitare questo chiarimento per sempre...che prima o poi mi avrebbe dovuto vedere anche perchè io l'avrei cercata in mezzo alla strada e non a casa....dopo un mese lei mi risponde il giorno dopo....
mi dice che non posso rompergli sempre le scatole...che non devi pretendere spiegazioni che non me le deve...che può fare ciò che vuole...che decide lei cosa è giusto o sbagliato o corretto che non mi vuole vedere ne sentire perchè prova qualcosa ma perchè le dò solo fastidio e che in nessun modo neanche con le minacce(secondo lei erano minacce) di vederla non otterrò mai niente.di lasciarla in pace...che la sua pazienza era finita da tempo...
io allora le dico un pò arrabbiato che non può decidere tutto lei.mi impunto e le dico che mi sarei trasferito a prescindere da lei a PG e che prima o poi mi avrebbe visto...
allora lei dopo un pò di sms mi dice che sempre le stesse minacce...che sbagliavo a trasferirmi per lei li sopratutto ora che nella sua vita è entrata un'altra persona....
io allora come sento così dò di matto comincio a disperarmi ero con una coppia che sono miei amici....mi hanno visto a pezzi(ma oramai mi ci hanno visto tutti piangere e disperarmi)
la cerco di chiamare e stranamente mi risponde(non lo faceva da quella notte)....vede che sono io e mi chiude in faccia...la richiamo e risponde di nuovo...ma stavolta dò il telefono alla ragazza del mio amico....e con lei invece parla per mezz'ora...il mio amico mi porta via....
la prima cosa che le dice la mia amica è "ma lo stai facendo uscire matto...ti sembra il modo di dire che hai un'altro per sms e con questa tensione?"
lei le dice che al massimo c'era uscita un paio di volte(sempre 2 sono? penso io) ma che non erano affari suoi....insomma parlano...con lei si apre anche se come tipe non si sono mi prese molto
le dice i suoi problemi...le dice che è decisa verso me...che mi devono stare vicino...che è ossessionata che io faccia cazzate e che mi potrebbe trovare dietro ogni angolo o davanti al portone....poi la solita solfa...che sono una splendida persona che non c'è persona importante come me ecc ecc....ma non devo sperare....ma secondo me non combacia molto con il modo di trattarmi...
insomma Gioia cara eccomi qui...ora sono qui...il giorno dopo le ho scritto una lettera con il testo di una canzone che mi sembra ci rispecchi in questo momento...le scrivo che non deve avere paura di me.che la amo.che nei miei occhi se li vedrà avranno sempre amore...le dico che la lascerò respirare di più.cerco di essere allegro nei modi e nelle parole anche se le scrivo tutto il mio amore e che se scatto a quel modo è perchè sono geloso della persona che amerò per sempre....
ora da tre giorni non faccio più nulla....lei avrà avuto anche un esame in questi giorni o forse anche domani...non sò..ma forse avrà ricevuto già la mia prioritaria ma fino ad ora non sò nulla

insomma mi ritrovo così
con l'aver capito che ho perso una persona troppo importante per me
il mio cervello non lo accetta.per stare bene riesco solo a pensare che ci sarà altro(come molti dicono)
nel pensare che lei sta male e io sò nulla
ma la cosa che mi logora e non aver mai capito se c'è o non c'è questo lui o se lei come a volte a detto lo dice solo per tenermi lontano....mi fà impazzire
sono combattuto se andare li e giocarmi la carta incontro anche perchè a volte mi prende troppo male e non riesco per carettere a far passare tempo
oppure devo aspettare più di un mese per veder come andrà d'estate...fare quetare le acque....lei starà qui...ci sarenno le vacanze...(anche se non capisco come dato che sta rompendo i ponti con tutti)...anche se non sò come farò a passare un mese e più così....
insomma sto malissimo davvero...da cani...a volte penso cose negativissime...non credo di valere molto ora come ora...non parlo altro che di lei....il mio sogno ora è solo tornare con lei...poterle dare ciò che forse prima non ero in grado di darle ma che lei dice di non volere più......
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 12 giugno 2006, 17:27

caro leonardo, con pazienza ho letto tutto il racconto e scusami ma non posso biasimare questa ragazza.
pensa a darle un po' di respiro, all'inizio hai avuto tu le tue sbandate, ora concidi dei dubbi pure a lei!!
fai passare del tempo, è inutile terrorizzarla in questo modo, giocare sulle sue paure...farlecredere che puoi fare una follia, pensi tutto questo possa riavvicinarla?
la spaventerà ancora di più.
piuttosto dalle fiducia, basta con questi giochetti esco con un'altra per ingelosirla...
lascia passare del tempo. quando sarete entrambi più tranquilli potrete magari parlare faccia a faccia. e la cosa che dovresti capire è PERCHè ti diche che le rovini la vita!!! significa che è arrabbiata con te epr qulcosa che hai fatto e che dovete chiarire, ma non con rabbia, con fretta, con minacce, con paura...
ma da adulti, con calma, tra un po' di tempo.

in bocca al lupo!!!
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

sibille
Messaggi: 78
Iscritto il: 14 maggio 2006, 20:23

Messaggio da sibille » 12 giugno 2006, 17:40

Leonardo... di cosa hai bisogno?

Nel leggere, ho provato molta pena per Rossella, credo che stia davvero malissimo e che si senta tormentata da te e da tutti quelli che la tempestano di domande, telefonate e messaggi... come fa a ritrovare un po' di equilibrio e di calma se si sente così sotto pressione?
Io la vedo rinchiusa, prigioniera, tra troppi fuochi..

Anche tu soffri, lo capisco. Però non capisco che importanza rivesta per te incontrarla di persona, sentirsi dire in faccia quel che ti ha detto mille volte, esasperata.. è chiaro che per adesso non ti vuole e che vederti sembra per lei uno stress intollerabile... non ce la fa. Non forzarla, credo che se rispetti la sua volontà la vostra relazione non potrà che guadagnarne, alla distanza.

E se la vedi sotto questa luce che ci sia un altro o meno nella sua vita ha poca importanza, ne convieni? Sogni di tornare con lei ma se anche lei accettasse di riprendere con te, non avreste pace per quanto siete entrambi sottosopra...

Io ti direi di calmarti, di aspettare, di non mettere altri in mezzo.. se continui così secondo me rischi di far altri danni. Del resto lei sa che può cercarti, se desidera parlarti o vederti e quindi non mancherà di farlo se ne sentisse la necessità.

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 12 giugno 2006, 22:00

vi ringrazio per le vostre risposte e per la pazienza di aver letto....
siete gentili
io non stò affatto bene sò che la cosa migliore è lasciarle il suo spazio ma a volte il suo silenzio è troppo assordante...per quello penso che mi ami ancora....che abbia bisogno di me perchè io ho visto in lei i sorrisi più luminosi solo quando io ero presente nella sua quotidianeità...anche per quello le sue amiche insistono....ora ho deciso di chiederle scusa perchè sono arrivato a farle avere paura di me e sopratutto per me e di defilarmi per un mese...momento in cui lei tornerà qui nel nostro paese per l'estate e se poi lei vorrà io ci sarò...non sono daccordo sibille solo sul fatto che non c'è molta possibilità di star bene tra due come me e lei ora come ora stravolti....
io non le ho dato molto e per questo lei si è creata su di me una falsa idea...o falsa in parte
ma io ora sono pieno di convinzione....io la porterei in braccio a londra solo per un suo abbraccio......
la cosa che mi fà impazzire è che non posso chiederle nemmeno scusa....e farla acquietare....non me lo permette....
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 13 giugno 2006, 15:59

mi aspettavo qualche altro parere....magari anche da una dottoressa....
vorrei discuterne se si può....
:( è difficile aspettare sapendo che il 90% delle possibilità sono contro me.....anche se sò che è la cosa giusta....
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 13 giugno 2006, 16:22

ma sai leonardo..dopo tanti anni una persona può anche cambiare (anche se dubito) nel caso tu, ma le cicatrici lascaite sull'altra sono spesso indelebili e se anche tu hai un altro atteggiamento alcune paure o sensazioni rimangono cucite addosso..puoi portarla in braccio anche in madagascar,ma onestamente lei ormai ha preso la sua decisione,stare così per così tanti anni non è bello e adesso forse vuole trovare le sua vita e la sua felicità.
le amiche cosa vuoi che ne sappiano,così come tu non puoi sapere che i suoi sorrisi più luminosi siano stati solo con te..quando non ci sei o sarai non puoi sapere quanto magari è più rilassata lei. forse i suoi sorrisi più belli devono ancora venire..ma fino ad adesso non lo ha ancora sperimentato perchè ha provato una situazione sola...
lasciala stare...la tua è un po una ossessione più che amore,una questione un po' di principio,altrimenti in questi 7 anni avresti agito diversamente.

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 13 giugno 2006, 16:25

a me hanno sempre detto: se la ami lasciala andare.
non è stringendo il pugno che si ottiene qualcosa ma lasciando al mano aperta.
se si accorgerà che ti ama tornerà lei.
ma è inutile stressarla, non otterrai mai nulla di nulla e starete peggio entrambi. aciurai il suo fastidio e ti intestardirai sempre di più.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 13 giugno 2006, 21:45

Twilight...
ok hai ragione...ma non facciamo figurare che lei ha passato anni di inferno
qua parliamo di un amore con alti e bassi....non di una tragedia....
vedo nelle tue parole una sorta di astio verso gli uomini....
in 7 anni anzi in tutta la vita che mi conosce credo anche lei mi abbia scelto per come sono non credi??o era lobotomizzata?
si è difficilissimo....ma conta che tutto ciò è successo senza neanche vederci...tra un pò vivremo di nuovo nello stesso posto...
io ho deciso di lasciarla andare....con il mio carattere è la più grossa prova d'amore che le posso fare e lei lo sà....ma deve sapere che io la aspetterò....
non dimenticate che i nostri problemi sono nati per la distanza....quando stavamo insieme(da adulti) stavamo alla grande....
e poi dubitare sul mio amore....beh....non sò se è giusto....io ti posso dire che per me donne come lei non ne esistono....lei è il massimo....se questo non è amore......
a volte le cose vanno male anche per i tempi....un pò come tutto....basta una non sincronia delle cose per mandare tutto a gambe all'aria...
vi mando il testo di una canzone....che ho dedicato a lei l'altro giorno....
non si deve per forza sfasciare tutto....a volte 2 persone possono anche nascere per stare insieme....non credete?

ONE
Is it getting better
Or do you feel the same
Will it make it easier on you
Now you got someone to blame

You say
One love
One life
When it's one need
In the night
One love
We get to share it
Leaves you baby
If you don't care for it

Did I disappoint you ?
Or leave a bad taste in your mouth ?
You act like you never had love
And you want me to go without

Well it's too late, tonight
To drag the past out
Into the light
We're one
But we're not the same
We get to carry each other
Carry each other
One

Have you come here for forgiveness
Have you come to raise the dead
Have you come here to play Jesus
To the lepers in your head
Did I ask too much ?
More than a lot
You gave me nothing
Now it's all I got
We're one
But we're not the same
We hurt each other
Then we do it again

You say
Love is a temple
Love a higher law
Love is a temple
Love the higher law
You ask me to enter
But then you make me crawl
And I can't be holding on
To what you got
When all you got is hurt

One love
One blood
One life
You got to do what you should

One life
With each other
Sisters
Brothers
One life
But we're not the same
We get to carry each other
Carry each other
One
UNO 1
Va un po' meglio
O ti senti come prima ?
Sarà più facile per te
Ora che hai qualcuno da incolpare ?

Tu dici
Un amore
Una vita
Quando c'è un solo bisogno
Nella notte
Un amore
Dobbiamo condividerlo
Ti lascia caro
Se non te ne prendi cura

Ti ho deluso ?
O ti ho lasciato un gusto amaro in bocca ?
Ti comporti come se tu non avessi mai avuto amore
E vuoi che io me ne vada senza

Beh, è troppo tardi. stanotte
Per rivangare il passato
Riportandolo alla luce
Siamo una cosa sola
Ma non siamo uguali
Dobbiamo sostenerci a vicenda
Sostenerci l'uno all'altro
Uno

Sei venuto qui per il perdono ?
Sei venuto per resuscitare i morti ?
Sei venuto per giocare a far Gesù
Per i lebbrosi che hai in testa ?
Ti ho chiesto troppo ?
Più di tanto
Tu non mi hai dato nulla
Ora è tutto ciò che possiedo
Siamo una cosa sola
Ma non siamo uguali
Ci feriamo a vicenda
Poi lo facciamo ancora

Tu dici
L'amore è un tempio
L'amore una legge suprema
L'amore è un tempio
L'amore la legge suprema
Mi chiedi di entrare
Ma poi mi fai strisciare
Ed io non posso stare ad aspettare
Per ciò che hai
Quando tutto ciò che hai è dolore

Un solo amore
Un solo sangue
Una sola vita
Devi fare ciò che riesci

Una sola vita
Con gli altri
Sorelle
Fratelli
Una sola vita
Ma non siamo uguali
Dobbiamo sostenerci a vicenda
Sostenerci l'uno all'altro
Uno
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 14 giugno 2006, 0:05

a parte che questa canzone parla non di amore di coppia ma di malattia e rapporto padre figlio :)
cmq ho letto quello che hai scritto leonardo, e ho visto lei essere dipendente affettivamente da te,a volte annullarsi per te che invece facevi come ti piaceva,quando era un periodo di alti tuoi andava bene e quando era periodo di bassi e avventure andava basso. adesso è un periodo basso per lei,perchè forse l'indipendenza acquistata stando in un'altra città l'ha svegliata e tu non lo accetti perchè hai sempre guidato tu i giochi sapendo che lei c'era. questo ha tutto fuorchè l'amore. lei era dipendente,non ci si deve annullare per un'altra persona, quasi quasi a umiliarsi a fare tutto solo per l'altro,perchè si accumulano rancori. ha accettato ogni tuo comportamento accumulando ferite o piccole cicatrici e alla lunga pesano anche le cose più piccole sai... tu l'hai sempre avuta a tua disposizione,adesso che esprime un parere e un desiderio di allontanarsi tu vai in panico,ma perchè ti viene a mancare qualcosa che hai sempre dato per scontato,che hai a volte allontanato,tradito ecc...e questo si chiama amore? secodno me no,ma io non sono nella tua testa... anche il fatto che per un periodo tu ti sia quasi imposto su di lei non rispettando il suo volere è segno che non ti importava cosa volesse lei,ma di cosa avevi bisogno tu..l'hai dovuta quasi spaventare e te ne sei dovuto accorgere prima di smettere. lei ha una sorta di repulsione perchè è stanca,forse si sente oppressa,ha voglia di fare la sua vita come persona non come fidanzata di leonardo..direi che ha ragione. scusa ma io la penso così. il fatto è che da dentro tu puoi anche non accorgerti di quello che le hai fatto accumulareperchè erano cose che tu facevi spontaneamente anche se magari non capivi che erano sbagliate,e lei non si lamentava. non c'è bisogno di fare chissà che di brutto per fare stare un po' male qualcuno o per causargli una ferita che ricorderà per molto,specie se sono cose recidive..

Leonardo
Messaggi: 14
Iscritto il: 12 giugno 2006, 4:01

Messaggio da Leonardo » 14 giugno 2006, 3:07

io ho tutti i testi con i commenti degli u2 che di questa canzone dicono:
Una sublime poesia che tratta temi universali come l'amore,il rispetto reciproco,il perdono e molto altro.il testo è così perfetto che si adatta senza forzature a diversi contesti : un rapporto di coppia,un rapporto tra popoli o tra componenti di una famiglia che non vanno d'accordo :)

cmq...si dici delle grosse verità,ma io non mi sono mai imposto come dici tu....lei per me era meglio di me...si è vero spesso sono stato io a fare il cattivo e il bel tempo nella coppia ma così facendo non ci siamo uccisi come ho sempre visto le coppie che stanno insieme fin da piccoli....siamo cresciuti con 2 teste separate che pensavano in modo diverso e che si confrontavano....
ma ora era da tempo che le cose si erano messe su binari maturi
è stato solo un periodo degli ultimi 7 mesi nel quale lei aveva bisogno ed io non c'ero....
ma ricorda.....qua stiamo parlando di due persone che si sono innamorate sui gradini delle scuole medie.....è inevitabile che la vita abbia fatto il suo corso cmq.......
io lo sò lei ora vede in me lo stare male....ma non sono io il suo problema twi e lei lo capirà anche se magari oramai sarà troppo convinta dal farlo per rivedere le nostre posizioni...

io spero anzi prego....io la aspetterò....secondo voi faccio male?
io ho la convinzione che siamo nati per stare insieme....non posso farci nulla......sò di avere scarsissime possibilità...quasi nulle
ed ora vi faccio una domanda....
può rinascere un rapporto dalle ceneri di quello vecchio sempre che le due parti si attraggono di nuovo?
pensavo di aver capito tutto ma mi sembra che più vado avanti e più non ho capito un beep

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”