per il forum e la dr.ssa:finalmente riesco a volermi bene!

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

per il forum e la dr.ssa:finalmente riesco a volermi bene!

Messaggio da hermi » 15 giugno 2006, 20:27

Salve!
eccomi qua!
Dunque...vorrei dirvi che ultimamente mi sento molto piu' serena....Riesco a dominare molte delle mie ansie e riesco addirittura a volermi bene!!!! è un evento...
La chiave di tutto? ora a differenza di prima accetto Hermi nella sua totalità...con i suoi pregi e i suoi difetti.....Prima , mi odiavo quando lasciavo libero campo alla mia impulsività, oggi , questo fattore (difetto...sempre nei limiti e io li rispetto) mi diverte..Com'è bello vivere senza farsi mille problemi! Io non sono una macchina , ma un essere umano...la perfezione non esiste fin quando ci sono dei sentimenti ....Forse per tanto tempo ho vissuto in una realtà troppo rigida, mi faceva soffrire maledettamente, mi lasciava un vuoto troppo grande!ora con un po' di maturità in piu', riesco a tollerare Hermi ....

Sono giunta alla conclusione che la psicoterapia , mi ha aiutata tantissimo...se non fosse stato per il mio dottore col quale condivido ogni mio dubbio , ogni mia frustrazione, ogni mio entusiasmo....sarei peggiorata....
Uno psicologo ti da la chiave, ma c'è sempre da capire che se non sei tu a voler migliorare in prima persona...............allora è inutile.
Sono una ragazza che ha sofferto molto, come migliaglia di persone che hanno svariati problemi, alcuni hanno delle problematiche simili alle mie, altri diverse ma ognuno di noi ha i suoi ostacoli da superare.....Io ci ho sempre creduto e la tenacia e la forza di andare avanti mi stanno premiando!
Oggi mi sento piu' cresciuta e ho capito cose che grazie al mio dottore da sola non avrei capito....sento che sto per fare quel passo di qualità.....

Purtroppo, per quanto si possa essere forti, quando si hanno dei problemi tipo DCA e altro....non si possono trovare le risposte tramite se stessi...credo che la forza stia nel cercare qualcuno che ci aiuti...(gli amici ci riescono fino ad un certo punto...un dottore, ci aiuta in pieno )io non ho mai smesso di crederci.

Ho mille pregi , ma anche mille difetti...entrambi sono , la bellezza che mi rende unica....

Ammettendolo, vivo molto , ma molto meglio! sono felice , ma una felicità euforica...anche se non mi è capitato nulla di entusiasmante....forse perchè sto cominciando a conoscere me stessa e ad accettarmi per quella che sono e a non trattarmi piu' come una macchina!!!
un bacione a tutti!

Avatar utente
ilaria
Messaggi: 567
Iscritto il: 13 ottobre 2004, 21:46

Messaggio da ilaria » 15 giugno 2006, 22:05

:D



complimenti, hermi!
Immagine uh?
"la situazione è grave, ma non seria"- groucho marx-

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 15 giugno 2006, 22:10

ci dai il segreto?sai non ho capito molto!che bello però!perché non condividi meglio con noi le tue conquiste così magaru cimettiamo pure noi sulla retta via?

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 15 giugno 2006, 23:05

Sono molto contenta per lei! :lol: E la ringrazio di avere deciso di condividere con noi questa bella esperienza. La tenga stretta dentro la sua memoria, per utilizzarla nei momenti più difficili. Un segreto? non esiste, esiste l'impegno e la motivazione di rivolgersi ad un terapeuta che possa aiutarci a rintracciare la strada dentro di noi.
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 16 giugno 2006, 9:23

Dottoressa ma perché parla sempre di rivilgersi a un dottore?io già ci vado cmq (gratis).da hermi volevo oslo sapere quali erano i suoi problemi e cosa faceva per superarli.non credo che nel momento in cui mi rivolgo ad un'amica per chiederle un consiglio lei mi risponda sempre e comunque "vai da un terapeuta".non crede?

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

ciao Lala

Messaggio da hermi » 16 giugno 2006, 9:27

io non ho detto che gli amici non sappiano sostenerti anzi....ma per miai esperienza personale (ognuno ha un suo modo di vedere le cose) ho trovato molto piu' utile farmi sostenere da un dottore.

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

Lala

Messaggio da hermi » 16 giugno 2006, 9:29

io ho avuto pesanti problemi di bulimia .....ora a distanza di molte terapie sto cominciando a far chiarezza dentro me stessa e a capire molte cose.....forse sto maturando e sto cominciando ad accettarmi per quella che sono...cosa che prima non riuscivo a fare perchè i sensi di colpa mi ammazzavano! mi generavano ansia e non mi facevano vivere bene....

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 17 giugno 2006, 22:49

Ciao Lala, cercavo solo di tradurre quello che aveva scritto hermy...non era riferito a lei in particolare. Se suggerisco di rivolgersi di persona ad un terapeuta è perché so che questo mezzo non è sufficiente e che i problemi che ci bloccano si risolvono solo in questo modo. E' l'unico strumento che abbiamo. E' come chiedere ad un chirurgo via internet di ricucirci un legamento: potrà dare informazioni, alcune indicazioni generali, capire anche qualcosa del problema... ma solo superficialmente, per poter veramente risolvere il problema deve avere tutta una serie di condizioni INDISPENSABILI PER AIUTARE LA PERSONA, tra le quali la sua presenza fisica, l'accettazione delle condizioni: modalità dell'operazione e delle conseguenze, ecc. Altrimenti saremmo cartomanti o maghi... faremmo molti più soldi con molta meno fatica, ma con quali risultati? :wink:
Dr.ssa Cristina Spadoni

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 17 giugno 2006, 22:56

ma io già ci vado come ho scritto.volevo solo conoscere il percorso di hermi

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 17 giugno 2006, 23:58

Certo, avevo capito , credo che ci siamo fraintese :lol: , stavo rispondendo alla sua domanda: "Dottoressa ma perché parla sempre di rivilgersi a un dottore?" che mi offre l'opportunità di spiegare, questo mio "ripetermi". Forse può trovare la storia di hermy negli altri post.
A presto,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 18 giugno 2006, 12:51

per Hermi

cara Hermi condivido con la dott.ssa l'idea che di queste esperienze si debba fare tesoro, sono incoraggianti per sè e per gli altri, anche se ciascuno ha un proprio percorso diverso da quello delle altre persone. E ovviamente ti ringrazio per aver voluto riportare la tua esperienza.

Ci sono alcuni passaggi del tuo scritto che mi sono piaciuti tantissimo:

"Com'è bello vivere senza farsi mille problemi! Io non sono una macchina , ma un essere umano... Forse per tanto tempo ho vissuto in una realtà troppo rigida, mi faceva soffrire maledettamente… sto cominciando ad accettarmi per quella che sono...cosa che prima non riuscivo a fare perchè i sensi di colpa mi ammazzavano! mi generavano ansia e non mi facevano vivere bene....
Ho mille pregi , ma anche mille difetti...entrambi sono , la bellezza che mi rende unica.... Ammettendolo, vivo molto , ma molto meglio! sono felice .forse perchè sto cominciando a conoscere me stessa e ad accettarmi per quella che sono e a non trattarmi piu' come una macchina!!! "

Ti andrebbe di scrivere per sviluppare un po' di più queste righe, che io trovo davvero stupende e incoraggianti?

ciao

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

ciao Davide!

Messaggio da hermi » 19 giugno 2006, 16:13

Sai io per la maggior parte della mia vita in 28 anni, ho sempre rincorso un ideale di perfezione che esiste solo nella mia testa...Ogni mattina mi svegliavo e mi chiedevo: ma come devo essere? come si vive??Beh, cercavo delle risposte che nessuno poteva darmi ....e quindi ci stavo male, perchè volevo essere perfetta, invincibile, onnipotente...forte e non crollare mai....Questo puo' avvenire certo, ma solo se sei un robot....ma noi siamo esseri umani....Ho combattuto molto contro le due persone che da sempre hanno vissuto in me. la tolleranza e l'intolleranza...(verso me stessa e verso gli altri) ...ovviamente quest'ultima ha sempre preso il sopravvento e cosi mi sono rovinata la vita....Ho sempre inseguito la perfezione assoluta ma alla fine poi non mi sono accorta che ho perso la mia gioia di vivere...magrezza assoluta, tutto esasperato...per rendermi perfetta....ma che cos'è poi la perfezione? Non esiste....Ragionando cosi, mi sono costruita un mondo ovattato...fatto di falsi valori, falsi affetti, falso tutto......Ho sempre cercato disperatamente l'amore...l'affetto vero, ma caro Davide, se non si vuole prima bene a se stessi, come si puo' trovare chi ci ami?? se continui a perseguire una linea di condotta rigida fatta solo di grigiori e di perfezioni, allora chi faremo innamorare di noi? Qualche persona che verrà affascinata solo dalla nostra immagine e per quello che siamo e abbiamo materialmente....non ci guarderanno mai dentro , nel profondo della nostra anima...e la mia anima quante volte ha cercato di parlare e quante volte io ho represso tutto? per una vita l'ho fatto....ma ora non credo che mi conviene ancor perseguire con questo gioco mortale e me ne sto rendendo conto....

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 19 giugno 2006, 18:07

per Hermi

grazie della tua risposta.

quello che a volte pare impossibile, è che si possano superare i sensi di colpa, che di sicuro fa parte dell'imparare a volersi bene un po' di più.
Guardo le persone che, come hai scritto tu, riescono a "vivere senza porsi mille problemi" e le invidio un po'. O meglio, bisogna imparare a porsi i problemi giusti, e ad impostare la maniera buona per risolverli. Io non sarò mai uno che sa vivere senza porsi problemi, dovrei cambiare completamente, e questo alla mia età davvero non è possibile. In fondo neppure vorei. Ma risolvere qualche problema, non essere più tormentato da complessi di colpa e da paure... questo sì, vorrei riuscirci.
Io direi che si dovrebbe distinguere
Un senso di colpa “buono” ti responsabilizza; un senso di colpa “sbagliato” ti porta a una autoccmmiserazione inutile e deresponsabilizzante.
Da una parte c’è, ed è positiva, la coscienza della colpa: cioè io so di avere commesso oggettivamente una colpa, me ne rammarico in una giusta misura, e se posso cerco di rimediare.
Dall’altra parte c’è il senso di colpa nevrotico: ho una esagerata, dolorosa, imbarazzante ai miei occhi, e soprattutto infondata, o solo parzialmente fondata, impressione di avere tragredito i miei doveri e la legge morale, etica, religiosa, sociale, ecc..
Io penso che essere se stessi sia una delle cose più difficili della nostra vita. In fondo liberarsi dai sensi di colpa significa liberarsi da mille condizionamenti, dunque vivere nella libertà e nell’autenticità.
In definitiva il problema è crescere.

ciao

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 19 giugno 2006, 18:09

ps - io parlo bene ma razzolo malissimo..... sono strapieno di sensi di colpa (religiosi) che non riesco a superare.

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

sai Davide

Messaggio da hermi » 19 giugno 2006, 20:17

anch'io prima pensavo come te...piena di sensi di colpa, cercavo di dividere quelli buoni e quelli cattivi, mi ponevo mille domande e pensavo tantissimo...Intanto il mio tempo scorreva a farmi mille paranoie....Le person mi passavano davanti, i giorni andavano via e io non mi gustavo la vita perchè troppo presa dal mio perfezionismo...
Hai detto uan cosa molto giusta per me.... : IL PROBLEMA E' CRESCERE...Io penso di essere cresciuta o almeno cambiata ....se riesci a voler bene te stesso allora ti rispetti e ti ami cosi come sei...e se riesci ad amarti , lo noteranno anche le persone che ti circondano....
Ma quali problemi religiosi hai? non ho capito bene cosa vuoi dire...

Ma lo sai cosa ho riscoperto? E' troppo bello quando cominci a vivere in pieno la vita senza piu' sensi di colpa e frustrazioni.....accetto il bello e il brutto di me stessa....certo non è che vado per strada, urlo e picchio la gente :) questo sempre nei limiti, pero' anche se faccio le cose che non vorrei fare,(tipo cedere ai miei impulsi) alla fine non ci sto piu' a pensare e non mi incupisco e mi deprimo ...sai perchè? perchè ho cominciato ad accettarle come parte di me stessa....Accettando i tuoi difetti e prendendone coscienza ...li attenuerai, diminuiranno notevolmente....

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”