per la Dottoressa Spadoni

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Anty
Messaggi: 21
Iscritto il: 10 luglio 2006, 16:44
Località: Bari

Messaggio da Anty » 12 luglio 2006, 19:12

Ciao weely76 come va?

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

ragazze

Messaggio da hermi » 12 luglio 2006, 20:48

e Ica in particolar modo...hai scritto precedentemente che spesso sono anche i fattori esterni che influenzano....perchè i tuoi genitori nonostante fossi una ragazzina insicura da piccola, ti hanno sempre spronato e concordo su questo...A me invece, un po' sono stata io 50% che forse già tendenzialmente sono un tipo che bazzica sulla depressione e sono anche influenzabile....L'altro 50% è stato l'ambiente in cui vivevo sia esterno, sia familiare...
Ti porto un esempio....fino a 18 anni, sono sempre stata una ragazza normale, che anche con i suoi kili in piu' era felice....Immagina che ti tartassano dalla mattina alla sera sul tuo aspetto fisico....( è da li che sono comiciati i mie rapporti malati col cibo, ma non ho mai smesso di camminare...)Non potevo mettere mezzo grammo che sia i miei allenatori, sia i miei genitori non perdevano occasione di dirmi che ero gonfia e grassa, specialmente in viso....
Sai cosa, io sono rimasta traumatizzata a tal punto , che per 10 anni della mia vita, anche se mettevo un grammo scattava il terrore...mi vedevo deforme....Mi hanno uccisa mentalmente...( per un periodo poi ho avuto un maestro che non mi pressava e , non facendolo non mi buttavo sul cibo)Qui non si tratta di fare le vittime, io odio fare la vittima ma c**** !! è ovvio che se tu una teenager la fai crescere col terrore del grasso, prima o poi a meno che non abbia un carattere formato , forte e menefreghista ...cadi in una malattia quale anoressia...o sfociano altre nevrosi....Un episodio che mi è rimasto in mente? Una volta, dopo gli allenamenti , avevo fame...Mia madre stava parlando al telefono, io aprendo il frigo, presi una fettina di formaggio e lei mi diede un bel calcio nel sedere.....ora, ti sembra una reazione normale??? Spesso i genitori magari non hanno colpa, perchè inconsciamente credono di fare delle azioni buone e io ti dico che ora come ora, dopo tante esperienze, non so se sarei in grado di crescere un figlio....ho paura di sbagliare...Mio padre?
Una volta avevo preso l'insolazione...un altro bel calcio in culo, perchè credeva che non avessi voglia di andarmi ad allenare.......quando il termometro segnava 39...... :shock: cazzo ero appena arrivata in una zona troppo calda rispetto all'italia e il mio corpo aveva reagito cosi....sbalzi di temperatura! (queste sono le cose che piu' mi sono rimaste in mente...)

Nella mia famiglia ho sempre respirato aria di perfezionismo assoluto...Mio padre era un imprenditore , ha dato tutto per il suo lavoro, "tanto di cappello"...ci ha rimesso anche la vita ...si è trascurato pur di lavorare e questa è una delle cose che forse non gli perdonero' mai.....Se non lo trascinava mia madre a farsi un controllo al fegato, ce lo ritrovavamo morto sulla tastiera del computer....o al telefono con uno dei suoi tanti clienti arabi.......ci sono tante cose che ancora dentro mi fanno male!! (ed è scomparso poi, perchè era troppo tardi)

Mio padre mi diceva: se non sei numero uno, non sei niente, il secondo non se lo ricorda nessuno....Personalmente, ho cercato di seguire le sue teorie ma il prezzo è stato troppo alto...Ho raggiunto bei risultati,grandi soddisfazioni nello sport, parlo 4 lingue tutto quello che sia... , pero' mi sono accorta che ho un tipo di carattere che non puo' essere una macchina...sono stanca!( e non è facile vivere con un genitore che ti chiede sempre di piu'...e una madre che avendo zero personalità, lo asseconda)IO SEMPLICEMENTE OGGI DICO: NON CE LA FACCIO E NON ME NE FREGA NIENTE! Ho bisogno di pensare un po' a me stessa, come non ho mai fatto e ora sto cominciando a farlo...ma sai qual'è il solo rimpianto che ho? quello di averlo capito solo ora a distanza di dieci anni....

ica12
Messaggi: 918
Iscritto il: 9 marzo 2006, 13:55

Messaggio da ica12 » 13 luglio 2006, 9:29

... :shock:

Mamma mia.

Per fortuna io non ho avuto tutti questi problemi... si certo, non esiste l'idillio, però i miei mi hanno lasciata fare sostanzialmente quello che volevo, non hanno mai avuto ansia di perfezione. Diciamo che a volte sarebbe stato bello se avessere visto oltre (tipo, quando ero picola e continuavo a far finta di fare i concerti, magari pensare che ero portata per a musica...) invece hanno sempre detto che della mia vita dovevo decidere io così hop sbagliato scuola due volte. Vabbeh.

L'unica cosa di mia madre che ha idee antiquate a livello di concezione di famiglia e ha sempre avuto l'ansia che rimanessi zitella... Cosa che ha ancora. Forse solo negli ultimi anni ha smesso di starmi troppo addosso per questa cosa, fondamentalmente pensa che oramai sia troppo tardi.

L'unica cosa è che ho dovuto crescere in fretta perché la depressione di mio padre seguita alla perdita del lavoro mi ha costretto a mettere da parte i miei 20 anni e rimboccarmi le maniche perché ero l'unica che portasse a casa qualche lira...

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

ciao

Messaggio da hermi » 13 luglio 2006, 9:47

cara! :wink:
Io domani parto per le vacanze staro' furoi due settimane....
Beh, l'ansia della figlia che rimane zitella ce l'hanno un po' tutte le mamme....

Cmq. hai avuto già una situazione piu' normale a livello (megalomane) nella tua famiglia, rispetto alla mia...
Io sono molto arrabbiata, specialmente con mia madre perchè per l'ennesima volta anche la vacanza è stata sacrificata per lei....
Purtroppo deve capire che non tutto le è dovuto come crede....Mio padre l'ha abituata male....si crede che batte i piedi a terra fa i capricci e tutti stanno pronti a soddisfarla....
Dovevo partire ad Agosto, con dei miei amici , invece per darla vinta a lei (come sempre ormai) ho dovuto modificare tutti i miei piani....Non volevo dinuovo assistere ad una delle sue scene teatrali da isterica, che sopportiamo ormai da tanti anni....Sono stanca di dover fare continue rinunce per lei, ogni tanto potrebbe anche fare qualche sacrificio e venire incontro a noi figlie.....La verità è che è troppo egoista e materiale, lo è sempre stata.

Ora mi ritrovo a passare 10 giorni sola in vacanza....Non fa niente, magari fosse solo questo!
Se ci penso , la picchierei...sai quando perdi al pazienza che non ne puoi piu'??

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Re: ciao

Messaggio da Lala » 13 luglio 2006, 9:55

hermi ha scritto:Beh, l'ansia della figlia che rimane zitella ce l'hanno un po' tutte le mamme
non me ne parlare. :roll: :evil: ma perché???e poi te la fanno venire pure a te!

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

....

Messaggio da hermi » 13 luglio 2006, 9:57

beh se vuoi dare conto sempre ai genitori, credo che non potresti piu' vivere....

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 13 luglio 2006, 9:59

hai ragione ma vivendoci insieme necessariamente ti influenzano.m'attaccano un'ansia pazzesca sul lavoro,e perché non hai una comitiva,e perché esci sempre con gli stessi amici,e se lavori in ufficio puoi conoscere più gente(cosa che mi diceva anche qwuando stavo col mio ex perché voleva che ci lasciassimo),egli amici,ma che bello quel ragazzo che ho visto a quel negozio perché non ci vai qualche volta....

MA CHE STRESS!

ica12
Messaggi: 918
Iscritto il: 9 marzo 2006, 13:55

Messaggio da ica12 » 13 luglio 2006, 10:01

Hermi... non puoi andare anche con i tuoi amici?

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

...

Messaggio da hermi » 13 luglio 2006, 10:01

purtroppo lor credono di agire nel modo giusto quando non hanno capito che rompono solo le p*****....come ti capsco, devi essere tu abile a dare il giusto peso a cio' che dicono...Alla fine se ti stressi, ci rimetti solo tu, perchè loro continuano a farsi la loro vita....

...Oggi sto in vena di polemica pesante! :lol:

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

.....

Messaggio da hermi » 13 luglio 2006, 10:07

Ica, purtroppo a Luglio nessuno puo' smuoversi, perchè i mie iamici in vacanza ci vanno ad Agosto...Non sai quante volte ho rinunciato anche l'estate scorsa per lei ....che alla fine lo apprezzasse tutto cio' che facciamo, ma sta sempre depressa e si lamenta di continuo....
Pero' ora, Hermi si è rotta un po' le palline....Questo me l'ha fatto notare anche mia sorella....

Facciamo del nostro meglio pe rnon farle mancare niente...Le passiamo due stipendi al mese, il fitto di ogni casa è sempre tutto per lei....ogni volta che abbiamo qualche euro in piu' , subito pensiamo a lei....e lei? che fa per noi? Sembra che siamo noi le mamme e lei la bimba....capricciosa e lamentosa e mio padre su questo almeno aveva ragione...Ecco, vedi cosa significa quando uno non lavora e non sa dare il giusto valore ai soldi?Mi ripeteva sempre questo papà...L'ho abituata male ....

E SI VEDE!!! Ora lo vuole da noi....

Scusatemi oggi, ma sto nervosissima e ho bisogno di parlare....

ica12
Messaggi: 918
Iscritto il: 9 marzo 2006, 13:55

Messaggio da ica12 » 13 luglio 2006, 10:16

Allora iniziate a disabituarla voi... Si deve mettere in testa che i bei tempi sono finiti... E che voi dovete vivere la vostra vita...

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Re: ragazze

Messaggio da summer » 13 luglio 2006, 10:17

[quote="hermi"]Mio padre mi diceva: se non sei numero uno, non sei niente, il secondo non se lo ricorda nessuno....

cara...il numero 1 è ESSERE SE STESSI!...questa è la cosa che davvero ci distingue e ci rende realizzati!...non l'eccellanza forzata, non il raggiungimento di obbiettivi preconfezionati dalla società...la vita è 1 sola e bisogna cercare di stare meglio possibile.... è giusto secondo seguire i propri sogni e ideali, ma non diverntarne schiavi...perdendo di vista il verosignificato che hanno per noi....;)

ica12
Messaggi: 918
Iscritto il: 9 marzo 2006, 13:55

Messaggio da ica12 » 13 luglio 2006, 10:20

Il numero uno è relativo... il numero uno di che? A questo punto bisgnerebbe ppuntare, tpo fumetto, a diventare il ditatore dell'universo :shock:

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

....

Messaggio da hermi » 13 luglio 2006, 10:24

x summer: infatti, la cosa che piu' mi rende felice è essere me stessa...anche perchè sono sicura che cio' che diceva lo faceva forse per spronarmi ad andare avanti, ma bastava farlo con piu' calma e non con tutta quella tensione esasperata di arrivare e di seguire sempre il successo...e poi alla fine cosi che mi sono ritrovata? Io sto tutta uccisa...e piena di nevrosi...Vabbè, cmq. voglio mettere da aprte il passato, ma ogni tanto el ferite tornano ....

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

...

Messaggio da hermi » 13 luglio 2006, 10:30

x Ica...
Mia madre non ce la fa mai..qualsiasi entrata economica abbia...sta sempre a lamentarsi....anche se le passassimo 10 mila euro al mese si lamenterebbe che non ce la fa...
Ieri le ho fatto un bel discorso....Le ho detto che ormai internet lo sa usare e che il giorno, invece di starsene buttata su un divano, deve cominciare a darci uan mano e a occuparsi della gestione delle case....
L'unica cosa che fa, va a cavallo e dice che sta stanca...L'altra volta le chiedemmo di andare a pagare delle bollette di casa...che ovviamente il giorno dopo erano ancora rimaste sullo scaffale....MA DAI!!! ma a casa ci vive anche lei...se non fosse stato per me , a quest'ora ci avevano già staccato la luce...la sua motivazione? eh beh, che vuoi, io ieri sono stata tutto il giorno al maneggio ero stanca, non hoavuto tempo....ma non ti viene da mandarla a fare in c*** una che ti risponde cosi?!
Ultima modifica di hermi il 13 luglio 2006, 10:34, modificato 2 volte in totale.

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”