SI PUO' MORIRE DI SOLITUDINE....

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Rispondi
weely76
Messaggi: 731
Iscritto il: 16 maggio 2006, 17:08

SI PUO' MORIRE DI SOLITUDINE....

Messaggio da weely76 » 15 luglio 2006, 21:50

è nelle sere come queste che lo capisco....in un sabato sera passato qui a scrivere un biglietto come questo, proprio come un naufrago su un'isola deserta getta un manoscritto in una bottiglia affindandolo all'oceano...e mentre lo vede allontanarsi, inghiottito dalle onde, il mormorio del mare sembra essere l'eco delle voci e delle immagini di tutta una vita....sono solo stasera...ho rifiutato di uscire perchè tutti i miei amici hanno una persona che li ama accanto...io no, no da sempre, no da una vita....uscire con loro è ormai umiliante ed è una continua permanetne ferita....ormai vedo la vita fuori di me, fuori dalla finestra della mia esistenza, fuori dalle mie possibilità...ormai ho rinunciato anche ad odiarle queste donne da cui sono stato sempre rifiutato...ho rinunciato e sono arrivato là dove non avrei pensato nè voluto arrivare....la casa di me è vuota piu' che mai stasera, vuota, buia, fredda....non mi resta che aprire le finestre della mia vita ed uscirne, cercare la mia felicità li dove la vita ancora pulsa, dove fa già caldo, il caldo del'estate e della presenza, fuori della finestra della mia vita forse sarò felice.....sì, forse si può anche morire di solitudine....per non essere piu' soli per sempre....buonanotte

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 15 luglio 2006, 21:53

è a non uscire che sbagli.chissà magari puoi conoscere qualcuna di nuova.te ne rendi conto che stai sprecando occasioni?capisco che possa darti fastidio vedere i tuoi amici e le fidanzate ma che ne dici di fregartene un po' di più e anche divertirti di più?raggiungili weely!

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 15 luglio 2006, 22:29

caro W., leggere non solo con gli occhi ma anche col cuore questo messaggio a te da parte di Lala solidale e amichevole, con un tono che sa quasi di affetto, dovrebbe portarti a riflettere meglio su tante e tante cose rancorose. offensive e sciocche che hai scritto sulle donne e quante ti rispondevano in questo forum umanissimo e intelligente. Pensaci.
ciao

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 16 luglio 2006, 1:39

mi dispiace weely, lo so che tu non ci credi ma ti posso capire,anche per me per un periodo è stato così e lo sarà se mi lascerò con il ragazzo..lo so già perchè mi conosco.
dovevi uscire, non allontanarti adgli amici,gli amici sono una grande cosa e tu sei fortunato ad averli, io non ne ho più,le persone che mi sono più vicine spiritualmente sono più lontane fisicamente,quella che era una sorella non è più niente..
coltivale le tue amicizie ed esci,davvero..

Avatar utente
rocco
Messaggi: 441
Iscritto il: 28 giugno 2006, 21:56

Re: SI PUO' MORIRE DI SOLITUDINE....

Messaggio da rocco » 16 luglio 2006, 7:23

weely76 ha scritto:è nelle sere come queste che lo capisco....in un sabato sera passato qui a scrivere un biglietto come questo, proprio come un naufrago su un'isola deserta getta un manoscritto in una bottiglia affindandolo all'oceano...e mentre lo vede allontanarsi, inghiottito dalle onde, il mormorio del mare sembra essere l'eco delle voci e delle immagini di tutta una vita....sono solo stasera...ho rifiutato di uscire perchè tutti i miei amici hanno una persona che li ama accanto...io no, no da sempre, no da una vita....uscire con loro è ormai umiliante ed è una continua permanetne ferita....ormai vedo la vita fuori di me, fuori dalla finestra della mia esistenza, fuori dalle mie possibilità...ormai ho rinunciato anche ad odiarle queste donne da cui sono stato sempre rifiutato...ho rinunciato e sono arrivato là dove non avrei pensato nè voluto arrivare....la casa di me è vuota piu' che mai stasera, vuota, buia, fredda....non mi resta che aprire le finestre della mia vita ed uscirne, cercare la mia felicità li dove la vita ancora pulsa, dove fa già caldo, il caldo del'estate e della presenza, fuori della finestra della mia vita forse sarò felice.....sì, forse si può anche morire di solitudine....per non essere piu' soli per sempre....buonanotte
Hai una bella anima e un bel cuore..........la vita è imprevedibile, nel bene e nel male e quando meno te lo aspetti può succederti di tutto.

Non ho consigli da dare stavolta, troppo dolore ora. Posso solo dirti che ti sono vicina, anche se con un dolore diverso, con problemi diversi......

Un grande affettuoso abbraccio
TVB!
Sandra

ica12
Messaggi: 918
Iscritto il: 9 marzo 2006, 13:55

Messaggio da ica12 » 17 luglio 2006, 9:47

... Sai cos'è?

E' il vuoto che senti nel suore dopo che hai smesso di riempirlo di odio solo per non sentirlo.

Lasciati andare, pensa che le emozioni sono sempre qualcosa di forte e guai se non ci fossero.

Ricomincia dal vuoto e cerca di riempirlo con altro... che non sia odio. Nessuno è niente.

E il mondo fuori da quella finestra è pieno di gente gente sola.

Inizia a cercarla... Finché non lo farai non ne uscirai...

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”