Non riuscire a godere delle cose belle....che tortura!

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Re: .....

Messaggio da parì » 12 gennaio 2007, 12:01

hermi ha scritto:beh in effetti ti fai troppe paranoie.... :roll:
Purtroppo sì hermi :( ...però quando vedi che altre persone ti fanno notare i tuoi intoppi e le tue mancanze...beh non più solo di paranoie si tratta, non è così? :oops:
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

Avatar utente
Egocentrum
Messaggi: 699
Iscritto il: 28 dicembre 2006, 1:21
Località: Viterbo-Roma-L'Aquila

Messaggio da Egocentrum » 12 gennaio 2007, 14:13

parì ha scritto:
Egocentrum ha scritto:credo sia questo il... "problema"...
l'armatura ti protegge si dal dolore, ma anche dal piacere :)
tutto sta nel capire perchè te la sei messa (o te la sei lasciata mettere)...
poi, sempre sec me, la cosa dello studio e dell'autopunizione è solo... un "distrattore", che ci allontana dalla vera causa... ciò non toglie che ci possa esse utile :wink:

p.s. ehi parì, un giorno di questi mi metto a conta il numero delle faccine ( :oops: ) che usi :lol: :lol: :lol:

Alle "bellure" come le chiami tu sono più io a corazzarmi che non i miei genitori...
sono stati loro pero, a insegnarti come si fa :wink:

Sullo studio, anch'io già da tempo sono arrivata alla conclusione che sia solo la punta dell'iceberg, lo sfogo più evidente delle mie insicurezze...

Ma da un pò di tempo a questa parte "sto lavorando per me" e sono ancora un cantiere aperto ma i lavori...anche se a rilento, procedono... :P

P.S. Beh, vedi tu...se non hai altro di meglio da fare....mettiti a contare pure le faccine :shock: :roll: :P :lol:
uffa... però stavolta non ne hai usata neanche una :cry: :lol:
Non c'è persona sulla faccia della terra che io possa capire del tutto, ma non ce n'è e non ce n'è mai stata una che non riesca a capire affatto
------
Ho fallito... non importa.... vorrà dire che la prossima volta fallirò meglio!

hermione
Messaggi: 129
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 13:38

Messaggio da hermione » 12 gennaio 2007, 15:11

In bocca al lupo anche a te pari' :wink: cmq volevo dire che almeno quando vado a fare gli esami non penso che ci sto a fare ua...penso solo che sono nervosa e basta :lol: mi è :lol: capitato molte volte di incontrare persone che mi dicono che sono piccola...ma dico ma come possono dirlo?Certo per ora ho 24 anni ma mi manca ancora la scalata dell'everest!

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Messaggio da parì » 12 gennaio 2007, 16:56

hermione ha scritto:In bocca al lupo anche a te pari' :wink: cmq volevo dire che almeno quando vado a fare gli esami non penso che ci sto a fare ua...penso solo che sono nervosa e basta :lol: mi è :lol: capitato molte volte di incontrare persone che mi dicono che sono piccola...ma dico ma come possono dirlo?Certo per ora ho 24 anni ma mi manca ancora la scalata dell'everest!

Crepi! :P

Ciao :D
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Messaggio da parì » 12 gennaio 2007, 16:58

Egocentrum ha scritto: uffa... però stavolta non ne hai usata neanche una :cry: :lol:
:P

:lol: :lol:
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

Messaggio da hermi » 12 gennaio 2007, 17:04

ma a te che t ene frega?? chi sono gli altri???
Non ti preoccupare, tanto tutti sappiamo fare i professori e i saputelli quando i problemi non riguardano noi in prima persona...

hermione
Messaggi: 129
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 13:38

Messaggio da hermione » 12 gennaio 2007, 19:37

ma vero hermi hai ragione! Tu devi pensare che avevo delle compagne di scuola cosi' invidiose e in competizione tra loro ,che all'università ho allontanato perchè mi telefonavano per sapere se avevo fatto esami etc....e quando dicevo loro i bei voti che prendevo si telefonavano tra di loro per scambiarsi notizie. Assurdo!Io sono sincera a scuola sono andata sembre benissimo ma non ho mai avuto questa voglia di mettermi in competizione con gli altri ! Ma poi alla fin fine posso capire la gara a chi ha il voto piu' alto a scuola (anche se non l'approvo) ,ma all'università veramente mi fanno ridere! Oltretutto in facoltà diverse e completamente opposte tra loro per difficoltà o per il tipo di studi!

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Messaggio da parì » 13 gennaio 2007, 14:33

hermi ha scritto:ma a te che t ene frega?? chi sono gli altri???
Non ti preoccupare, tanto tutti sappiamo fare i professori e i saputelli quando i problemi non riguardano noi in prima persona...
Eh lo so hermi che non me ne dovrebbe fregare...ma un conto è pensarlo con la testa e un altro è esserne convinti col cuore :oops:

Di fatto ci sono già io che mi incolpo di alcune mie mancanze, per cui quando già ti colpevolizzi da sola...poi gli altri hanno campo libero, a torto o a ragione :oops:
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

enemyofthesun
Messaggi: 363
Iscritto il: 9 aprile 2005, 13:15
Località: Lecco

Studio

Messaggio da enemyofthesun » 13 gennaio 2007, 23:38

hermione ha scritto:Non è mai troppo tardi riprendere gli studi enemy, specie se ti appassiona quello che stavi studiando! Riappropriati di questo scopo, se senti che è la cosa giusta per te. :wink:
Sul fatto che non è mai troppo tardi hai ragione...

Mah, non so se mi appassiona ancora, forse non più...
Ma forse anche, non so nemmeno esattamente cosa voglio...
Cosa voglio?

Dello studio ho in mente solo ciò che mi dava e darebbe problemi: organizzare lo studio, rimettere piede in quella cavolo di università, che a ripensarci mi vien la morte...
Cambiare università? E' più incasinato e più brancolante nel buio.
Dare gli esami...tutti quei maledetti orali...
Perchè caspita tutti quegli orali? Bah.
Odio gli orali, ho sempre fatto una fatica boia a parlare.

Non so cosa voglio. Però so cosa non voglio: rimettermi a studiare, ora. :roll:

Alla fine a me starebbe più che bene fare qualche ora di lavoro e poi tornarmene a casa, sono in attesa di risposte...
Anche se: non che il lavoro sia una passeggiata, tutt'altro, ho una fifa boia di peggiorare la mia già precaria situazione emotiva :(
Però eseguo, faccio, combino qualcosa, e poi stop, a casa mi metterò davanti al solito pc e via, passo le restanti ore...
E' molto più semplice per me così, piuttosto che avere un impegno non fisso, non definito, che sta a me decidere come organizzare.

Fondamentalmente: non so prendere decisioni, perchè sono troppe le idee che ho in testa e fatico terribilmente a prendere una strada, sulle mille che mi si presentano davanti. Questo purtroppo è così in tutto :cry:
I'm only happy when it rains...

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 13 gennaio 2007, 23:41

Ti capisco!
Molto spesso io riflettendo su che decisione prendere inizio a scartare tutto in nome di chissà quale svantaggio (io li trovo tutti ...e trovo solo quelli per me). il problema è che a volte rinuncio ancor prima di provare.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

enemyofthesun
Messaggi: 363
Iscritto il: 9 aprile 2005, 13:15
Località: Lecco

Messaggio da enemyofthesun » 13 gennaio 2007, 23:56

ivy ha scritto:Ti capisco!
Molto spesso io riflettendo su che decisione prendere inizio a scartare tutto in nome di chissà quale svantaggio (io li trovo tutti ...e trovo solo quelli per me). il problema è che a volte rinuncio ancor prima di provare.
Già, anch'io...
Anzi, per meglio gestire la mia situazione, su alcune scelte non decido più.
O agisco con una rigidissima schematizzazione mentale, per cui se mi trovo nella situazione x, so che devo agire in maniera y, sempre e costantemente (è quello che io chiamo regola, e un insieme di regole sono il mio sistema).
Oppure evito. Quindi non prendo decisioni, perchè a priori stabilisco di non affrontare. Anche questo è parte del sistema...

Ne ho parlato alla mia (futura, a brevissimo, salvo sorprese) psicologa, e lei dice che probabilmente questo problema, l'ossessività, la necessità di effettuare rituali ben definiti, sono una mia reazione a una ricerca interiore di sicurezza, anche nelle piccole cose... :roll:
I'm only happy when it rains...

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Messaggio da parì » 14 gennaio 2007, 0:02

ivy ha scritto:Ti capisco!
Molto spesso io riflettendo su che decisione prendere inizio a scartare tutto in nome di chissà quale svantaggio (io li trovo tutti ...e trovo solo quelli per me). il problema è che a volte rinuncio ancor prima di provare.
Ivy ti capisco anch'io :oops: .....specie quando scrivi "il problema è che a volte rinuncio ancor prima di provare :(
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Messaggio da parì » 14 gennaio 2007, 0:09

Secondo voi le decisioni "migliori" sono quelle che prendiamo d'istinto, "di pancia" come si suol dire...o pensandoci più e più volte valutando tutti i pro e i contro di una situazione, "razionalizzando" il tutto quanto più è possibile? :roll:

A volte sarei tentata di rispondere che è meglio seguire la prima strada...ma a rompermi le uova nel paniere è quasi sempre la mia(eccessiva)riflessività :oops:
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 14 gennaio 2007, 0:11

tutte e nessuna.

Ragionare e riflettere per un po' fa bene, ma arriva necessariamente il momento in cui devi buttarti e agire di pancia.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
parì
Messaggi: 419
Iscritto il: 31 luglio 2006, 23:00

Messaggio da parì » 14 gennaio 2007, 0:31

ivy ha scritto:tutte e nessuna.

Ragionare e riflettere per un po' fa bene,ma arriva necessariamente il momento in cui devi buttarti e agire di pancia.
E qui casca l'asino! :( :oops: :roll:
"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare..."

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”