Pagina 1 di 8

per la dott.ssa

Inviato: 16 settembre 2006, 19:53
da simo82
salve dott.ssa, ho 23 anni e quest'estate dove vado da una vita, una sera mi fermo a parlare cn un ragazzo, amico di amici..già lo conoscevo ma nn avevo mai avuto modo di parlargli..alla fine è "nata" una storia di 2 giorni anzi un'avventura...lui è stato molto poco fine nel senso che mi ha detto tante cose così umilianti...e io nn ho avuto il coraggio di rispondergli..
inoltre è andato a spifferare tutti i dettagli al suo amico..ma proprio tutto anche le virgole..
lui nn si è fatto più sentire nemmeno via sms..
ilparadosso è che mi manca...quando esco mi sembra di rivederlo in qualche persona che gli somiglia...(nn ho allucinazioni)..altre mi trovo a scrivere il suo nome sul foglio.sto male...anche se nn riesco a nn pensare a tutte quelle parole che mi hanno ferita, pesno sempre a lui, vorrei che lui fosse qui, pur sapendo che per lui sn stata solo un'avvenutura..come si può affezionarsi a uno che ti ha umiliata e che hai conosciuto da poco e pochissimo???datemi una mano a capirmi,....

Inviato: 16 settembre 2006, 21:06
da Twilight
non pensare al fatto che tu sei stata un'avventura o che per lui eri insignificante,perchè questi sono pensieri 'malinconici' per intenderci,cioè che ti fanno rimpiangere non so cosa,di non essere stata più importante per lui,di non essere stata abbastanza forse,e paradossalmente ti legano ancora di più,infatti senti la sua mancanza. è un circolo vizioso in cui più pensi di non averlo colpito e più lui ti 'piace' e ti chiedi perchè non hai significato di più,perchè non ti scrive o non ti chiama...e ti leghi sempre di più

pensa invece a che genere di persona può essere uno che ti tratta senza il minimo rispetto,manco fossi spazzatura,e che va a spifferare tutto all'amico...pensa razionalmente che genere di persona può essere uno che fa così,una persona egoista cinica,senza un po' di rispetto e calore umano. un'avventura sessuale ci sta,ma anche in quello ci vuole rispetto verso l'altra persona,non si deve trattare nessuno come un oggetto,altrimenti poteva andare a pagamento.. ecco pensa se una persona così ti potrebbe piacere nella realtà! io credo di no,perchè potrebbe poi essere la persona più simpatica o acculturata del mondo,ma non dimostra nessuna intelligenza, nessuna sensibilità, nessun rispetto per le persone,solo opportunismo,egoismo e freddezza. ma che schifo dai! vale la pena struggersi per uno così? vale la pena combattere per piacergli? nooooo !!!!

Re: per la dott.ssa

Inviato: 17 settembre 2006, 0:49
da weely76
simo82 ha scritto:salve dott.ssa, ho 23 anni e quest'estate dove vado da una vita, una sera mi fermo a parlare cn un ragazzo, amico di amici..già lo conoscevo ma nn avevo mai avuto modo di parlargli..alla fine è "nata" una storia di 2 giorni anzi un'avventura...lui è stato molto poco fine nel senso che mi ha detto tante cose così umilianti...e io nn ho avuto il coraggio di rispondergli..
inoltre è andato a spifferare tutti i dettagli al suo amico..ma proprio tutto anche le virgole..
lui nn si è fatto più sentire nemmeno via sms..
ilparadosso è che mi manca...quando esco mi sembra di rivederlo in qualche persona che gli somiglia...(nn ho allucinazioni)..altre mi trovo a scrivere il suo nome sul foglio.sto male...anche se nn riesco a nn pensare a tutte quelle parole che mi hanno ferita, pesno sempre a lui, vorrei che lui fosse qui, pur sapendo che per lui sn stata solo un'avvenutura..come si può affezionarsi a uno che ti ha umiliata e che hai conosciuto da poco e pochissimo???datemi una mano a capirmi,....
e tu perchè ci sei andata a letto?

Inviato: 17 settembre 2006, 13:18
da novembre
Per lui sei stata solo un'avventura. E lui, per te, cosa è stato?
Ti ha detto cose umilianti. E tu cosa pensi di lui?
Cosa ti ha spinto a intraprendere questa avventura?

E' difficile lasciare un brutto ricordo di sè. Forse è questo che vorresti cambiare rivedendolo?

Inviato: 17 settembre 2006, 14:51
da Twilight
semmai è lui che ha lasciato un brutto ricordo di sè,non lei... lui si è comportato da opportunista immagino,e lo aveva già in programma,credo che il punto sia questo. invece lei forse voleva vedere come e se si evolveva la cosa.
weely ci è andata a letto perchè le andava e se le andava e non ha subito costrizioni,ma ha seguito il suo volere ha fatto bene.

Inviato: 17 settembre 2006, 17:52
da novembre
Non mi pare che lui abbia lasciato un brutto ricordo di sè. Se cosi fosse non spererebbe di rivederlo.
Comunque è un'ipotesi.

In cosa consistevano le offese? -se ti va di raccontarci-

Inviato: 17 settembre 2006, 21:27
da weely76
Twilight ha scritto:weely ci è andata a letto perchè le andava e se le andava e non ha subito costrizioni,ma ha seguito il suo volere ha fatto bene.
hai delega a riferire in nome e per conto suo oppure ci troviamo di fronte alla solita, ennesima difesa di.."casta"???

Inviato: 17 settembre 2006, 23:42
da Twilight
a me non sembra che lui abbia fatto una buona impressione su di lei,semplicemente credo che lei si attachi di più a lui più lui la scosta da sè. è il tipico meccanismo no?! del resto penso si capisca dalle sue parole,quando dice che ha spifferato tutto alll'amico o che l'ha offesa che lui tanto buona impressione non l'ha fatta... :) su di te uno così avrebbe fatto buona impressione al di là di tutte le belle qualità che potrebbe avere? non credo onestamente...

weely...mi fa innervosire che ogni volta che una scrive di avere fatto sesso con qualcuno tu le chieda perchè ci è andata a letto...se lo fanno è perchè gli va di farlo in quel momento,non c'è una legge che dice che per fare sesso si deve essere col proprio principe azzurro o ci si debba frequentare da tot tempo o si debba poi stare insieme per tot tempo. si può stare bene o rimanere delusi,ma fare sesso è una scelta personale che si fa quando lo si sente,anche con un estraneo in caso. e nessuno può giudicare. nel momento in cui tu chiedi sempre 'perchè ci sei andata a letto' è come se tu dessi della facile alla persona a cui ti rivolgi e mi innervosisce parecchio.

Inviato: 18 settembre 2006, 13:16
da simo82
grazie per le vs risposte...lo so che è una situazione paradossale..lui mi ha trattata male e io lo penso ancora...è vero, dato che ci sn stata senza farmi troppi problemi, dovrei semmai metterlo nel dimenticatoio..ma nn ci riesco..ci avevo riposto una minima speranza in lui..speranza disattesa...
di solito sn una persona molto riflessiva, anche troppo, sn molto rigida cn me stessa..però questa volta mi sn lasciata andare senza troppi sè o ma...però ora sto male..si, ci sn stata cn lui ma perkè mi ha detto tutte quelle cose?che nn mi va di ripetere perkè lo rispetto nonostante tutto...

Inviato: 18 settembre 2006, 14:40
da weely76
Twilight ha scritto: weely...mi fa innervosire che ogni volta che una scrive di avere fatto sesso con qualcuno tu le chieda perchè ci è andata a letto...se lo fanno è perchè gli va di farlo in quel momento,non c'è una legge che dice che per fare sesso si deve essere col proprio principe azzurro o ci si debba frequentare da tot tempo o si debba poi stare insieme per tot tempo. si può stare bene o rimanere delusi,ma fare sesso è una scelta personale che si fa quando lo si sente,anche con un estraneo in caso. e nessuno può giudicare. nel momento in cui tu chiedi sempre 'perchè ci sei andata a letto' è come se tu dessi della facile alla persona a cui ti rivolgi e mi innervosisce parecchio.
innervosisciti pure..sai quanto mi hanno fatto innervosire e quanto mi hanno fatto soffrire quelle che la pensano come te???
Per quanto tu ti possa innervosire non arriverai mai al livello di nervosismo che la scuola di pensiero che tu difendi provoca in a me ed il male che mi hanno fatto quelle che la pensano e operano come te!
Qui giudicano tutti e io faccio altrettanto e non sarai nè tu nè il tuo nervosismo ad impedirmelo..fermo restante il fatto che "della facile" lo stai dando tu non io.
Mi preme chiarire che ho in uggia quelle donne che prima vanno col primo che capita e poi piangono ipocrite lacrime di coccodrillo..potevano evidentemente avere un ragazzo serio che non hanno voluto...hannoa vuto quel che hanno cercato. E ora...innervosisciti!

Inviato: 18 settembre 2006, 14:52
da Twilight
se chiedi a una persona non come mai ci hai fatto l'amore o come mai hai fatto sesso,ma perchè ci sei andata a letto è come se le dessi della poco di buono.
la sessualità ognuno se la vive come gli pare senza bisogno di giudizi,anche perchè quelli che danno giudizi spesso sono quelli che non hanno un buon rapporto col sesso. il punto non è perchè simo abbia fatto o non fatto quello che le andava di fare,ma perchè nonostante lui sia stato poco rispettoso a lei interessi. non mi sembra di avere letto che lei è disperata perchè ci ha fatto sesso e poi si è pentita di averlo fatto,mi sembra dispiaciuta perchè lui si è comportato da persona stupida,perchè anche nelle relazioni sessuali ci vuole rispetto,niente è dovuto tranne quello,quindi ci si può anche non sentire mai più,ma per dire insultare no,parlare alle spalle no.
t'è capì?

Inviato: 18 settembre 2006, 15:04
da weely76
Twilight ha scritto:perchè nonostante lui sia stato poco rispettoso a lei interessi
ho capito benissimo, nessuno meglio di me può averlo capito...è una vita che ho capito alle mie spalle che per voi donne funziona così...e che non paga essere rispettosi e gentili e dolci e disponibili....
non mi meraviglio di questo....mi da però enormemente fastidio che quelle che si comportano in questo modo (cioè, ribadisco, vanno a letto con qualcuno per il semplice fatto di andarci a letto.....quindi per la cotta e mangiata attrazione fisica!) poi piangano e si meraviglino se quelli con cui sono andati a letto le trattano in un certo modo (che lascio alla carità di chi legge interpretare).....volevi qyuello? Quello hai avuto!
PS il cattivo rapporto con il sesso spesso non è una vocazione innata ma una conseguenza del male subito.

Inviato: 18 settembre 2006, 16:01
da Vale
il mio ragazzo è stato "ripagato" da tante delusioni nell'essere gentile e disponibile ed estremamente buono...ma anche da un grande successo. quello della sua vita attuale.

non si lamenta degli insuccessi passati, nè di essere come è. si piace comunque così anche se hanno in passato approfittato di lui, ma non ha intenzione di cambiare perchè comunque si piace così, ovviamente con l'intento sempre di migliorarsi...ma non si pente di essere buono e dolce.

nella vita capita sia che si approfittino(ma questo accade anche se uno è il più bastardo del mondo!) sia che ci sia uno scambio di gentilezza. è la vita.

Inviato: 18 settembre 2006, 16:30
da weely76
Vale ha scritto:il mio ragazzo è stato "ripagato" da tante delusioni nell'essere gentile e disponibile ed estremamente buono...ma anche da un grande successo. quello della sua vita attuale.

non si lamenta degli insuccessi passati, nè di essere come è. si piace comunque così anche se hanno in passato approfittato di lui, ma non ha intenzione di cambiare perchè comunque si piace così, ovviamente con l'intento sempre di migliorarsi...ma non si pente di essere buono e dolce.

nella vita capita sia che si approfittino(ma questo accade anche se uno è il più bastardo del mondo!) sia che ci sia uno scambio di gentilezza. è la vita.
sono convinto che il tuo ragazzo sia indubbiamente una gran brava persona ma il punto sta proprio in ciò che dici...."nella vita capita sia che si approfittino(.....) sia che ci sia uno scambio di gentilezza". Quindi ti dico: che ne sarebbe di lui se gli fossero capitati solo "approfittamenti"? E come sarebbe la sua vita senza "il grande successo attuale"? Non ci si pente di essere buoni e dolci, ci si stanca di aspettare che qualcuno lo consideri importante, ci si stanca di prendere calci in faccia! E anche questa è...la vita!

Inviato: 18 settembre 2006, 16:38
da Vale
ahimè come sarebbe non lo so.
so per certo però che non avrebbe voluto mai cambiare il suo carattere. è buono di natura. anche se lo han preso a mazzate...non può cambiare radicalmente, caso mai essere un poco più cauto.
ma è logico che non ci sono solo approfittatori/approfittatrici, ha ovviamente ricevuto anche del bene.