Mi arrabbio, lo ignoro o......?

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

fab0365
Messaggi: 61
Iscritto il: 10 agosto 2006, 15:49

Messaggio da fab0365 » 7 ottobre 2006, 14:33

Gentile Dottoressa Spadoni,
dice bene...sto vivendo la stessa situazione ma al contrario...è lei che voleva rimanere amica...ma queste persone forse non hanno capito cosa significa amare.
Come posso restare amico se ti desidero...se ti voglio accanto, per aiutarti nei tuoi disagi...e poi mi tiri calci e poi mi cerchi e poi... :evil:
meglio avere la forza del distacco e ricominciare...nonostante mettiamo una pietra in fondo al cuore :cry:

Saluti
l'amore è...

filaraki12
Messaggi: 55
Iscritto il: 20 luglio 2006, 17:45

Messaggio da filaraki12 » 9 ottobre 2006, 9:43

Grazie per i suoi preziosi consigli, Dottoressa, e grazie a tutti voi per per essermi vicino in questo passaggio un po faticoso della mia vita.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare. (P. Neruda)

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”