X la dott.ssa e tutti... PAURA DI AMARE O DI NON AMARE?

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Rispondi
aria79
Messaggi: 46
Iscritto il: 16 ottobre 2006, 14:11

X la dott.ssa e tutti... PAURA DI AMARE O DI NON AMARE?

Messaggio da aria79 » 31 ottobre 2006, 14:05

Mi capita nell'ultimo periodo di svegliarmi di colpo la mattina sempre verso le 5 e mezza ed esser assalita dall'angoscia, dalla paura ...

quest'ultima volta mi sta succedendo dopo aver rivisto un ragazzo con cui sono uscita qualche volta tempo fa ma che allora non mi aveva preso. avevo voluto chiudere dopo 4 uscite piu o meno perche mi era presa l'ansia ... voleva sempre baciarmi abbracciarmi e io non provavo la stessa attrazione... mi sentivo a disagio... mi sentivo bloccata... forse proprio per quel suo desiderio per come mi guardava... non mi sentivo pronta... lo paragonavo al mio ex nella mia testa e non mi ci vedevo...
da allora é passato un anno. un anno in cui in un momento di crisi con la sua ragazza ci siamo rivisti per un po ma poi io sono sparita perche non volevo stare in mezzo. e poi non sentivo di provare qualcosa di cosi forte da volerlo strappare alla sua storia. un anno dopo ora Io sono sempre sola. putroppo ho valorizzato persone che magari non volevano legami e mi ci intestardivo... soffro per mancanza d'amore

quel ragazzo risbuca vuole rivedermi ma ora convive
ci siamo rivisti
lui é convinto che io abbia avuto troppa paura di soffrire se no a quest'ora potevamo essere noi due insieme
ma nonostante questo, nonostante sia attratto da me sta bene con lei

vi sembrerà stupido ma da quel giorno che ci siamo rivisti e siamo stati bene insieme anche nell'intimità ed é stato davvero bello

ora io sono a terra...

come se mi si fosse aperta una verità
che ho paura di amare non ho la leggerezza di accogliere la gioia di un incontro di un amore se questo fosse possibile
sto malissimo nell'aver capito che mi lego a persone che non si vogliono legare per paura di legarmi

ho il rimpianto

io desidero avere una persona al mio fianco piu di ogni altra cosa... voglio guarire, come devo fare? voglio imparare ad amare e lasciarmi amare

io non so se davvero ho solo avuto paura o lui non mi piaceva abbastanza ma comunque avrei potuto vederlo ancora qualche volta... darmi una possibilità

sono una che aspetta che l'amore che le cada dal cielo e poi non é mai convinta

ho difficoltà a sentire che una persona mi piace

ho paura sono diffidente

forse ci vuole un lavoro psicoterapeutico?

cosa devo fare avete esperienze simili ne siete usciti?

grazie
Ultima modifica di aria79 il 2 novembre 2006, 10:34, modificato 1 volta in totale.
ARIA

aria79
Messaggi: 46
Iscritto il: 16 ottobre 2006, 14:11

Messaggio da aria79 » 2 novembre 2006, 10:32

Mi spiace che nessuno abbia risposto al mio post... :(
forse a momenti sto meglio, cerco di tirarmi su...
credo di avere un problema di autostima. Rivedere quel ragazzo e riuscire a trascorrere un bel momento con lui mi ha fatto venire paura di non ruscire a riconoscere le persone e non mettendomi in gioco alla fine sto a guardare e gli altri si fidanzano e io rimango sempre sola

ho paura di non riuscire a legarmi e a stare in coppia... ma non voglio stare sola

avrei bisogno di un abbraccio e di una persona con cui fare un percorso lentamente con pazienza

esco in mezza alla gente vedo indifferenza e vorrei stringermi al fianco di qualcuno da amare

ma poi mi chiedo so amare?

sono confusa, ho paura di volere troppo dalle persone e rifiutarle senza neppure conoscerle sulla base di una sensazione

ma non voglio più stare sola, sono 4 anni...

a momenti ho degli attacchi di panico e ho paura, poi cerco di tirarmi su... un periodo cosi mi era capitato solo 4 anni fa esatti dopo la fine della mia storia di 7 anni

é ora che io smetta di avere paura e mi lasci andare! voglio tornare a vivere e amare NE HO BISOGNO PER SENTIRMI VIVA!

cosa devo fare? aiutatemi!
ARIA

enemyofthesun
Messaggi: 363
Iscritto il: 9 aprile 2005, 13:15
Località: Lecco

Messaggio da enemyofthesun » 2 novembre 2006, 14:08

Se ho ben capito, sei stata con un ragazzo per ben 7 anni...dopo di che è finita, e forse ti è rimasta la paura di legarti a un nuovo ragazzo.

Ti posso capire, e per molto meno perchè le mie due "storie" sono durate molto meno. Ma la sensazione è la stessa.
Poi nel mio caso il quadro è molto più complicato, perchè soffro di disturbo ossessivo compulsivo.

Arriverà un momento in cui la paura segnerà il passo a nuovo coraggio, ne sono sicuro :wink:
I'm only happy when it rains...

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 23 novembre 2006, 12:17

Cara aria, credo che un aiuto da una/o psicoterapeuta le possa servire per uscire dal ripetersi incessante di cui parla. Mi sembra che già da sola ha notato alcune sue difficoltà e paure, rispetto ai legami e rispetto al legarsi. Parrebbe che si riesca a sentire "innamorata" solo quando l'altro non le fa correre il rischio di legarsi... sono meccanismi inconsci che grazie alla psicoterapia riusciamo a comprendere e a migliorare. Ci pensi.
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 23 novembre 2006, 12:22

lui perché non la lascia alla ragazza?vigliacchino?

aria79
Messaggi: 46
Iscritto il: 16 ottobre 2006, 14:11

Messaggio da aria79 » 12 dicembre 2006, 15:08

Dr.ssa Cristina Spadoni ha scritto:Cara aria, credo che un aiuto da una/o psicoterapeuta le possa servire per uscire dal ripetersi incessante di cui parla. Mi sembra che già da sola ha notato alcune sue difficoltà e paure, rispetto ai legami e rispetto al legarsi. Parrebbe che si riesca a sentire "innamorata" solo quando l'altro non le fa correre il rischio di legarsi... sono meccanismi inconsci che grazie alla psicoterapia riusciamo a comprendere e a migliorare. Ci pensi.
Di cuore,
Grazie dottoressa per la sua risposta. Ora per esempio ho ripreso a frequentare un ragazzo con cui avevo avuto una storia l'estate scorsa. ci vediamo, passiamo del tempo insieme ma senza sfiorarci. mi da solo un bacio sulle labbra per salutarmi prima di andar via. dice che non si vuole fidanzare ... ecco qui... io sto bene tutto il giorno poi torno a casa dopo che é scaduto il tempo insieme e divento tristissima ma ancora non riesco ad agire... :roll:
non so se dirgli che ne sono troppo attratta per essergli amica mi dispiacerebbe non vederlo più
comunque anche cosi mi lego e soffro... :roll:
ARIA

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”