attrazione per personalità contorte :-x

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

attrazione per personalità contorte :-x

Messaggio da summer » 26 novembre 2006, 20:30

mi rendo conto di sentirmi spesso attratta dalle personalità più complesse... e contorte... la cosa strana è che razionalmente queste caratteristiche non mi piacciono, eppure istintivamente finisco col attrarre o essere attratta da persone lunatiche e instabili... forse si tratta del piacere della conquista difficile, della sfida... forse è la curiosità di capire qualcosa che non capisco ad attirare la mia attenzione...

non so... non è amore, ma sento quella sensazione di innamoramento... è come se questo tipo di situazione risvegliasse in me qualcosa che però non riesco a focalizzare... :roll:

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 26 novembre 2006, 21:17

La personalità contorta è più difficile da penetrare, è più difficile da analizzare, è più difficile da conquistare. Luigi XIV s'innamorò della Maintenon proprio xkè aveva capito ke lei era inconquistabile.

Anch'io amo le donne difficili... però ad un certo punto devono cedere...
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 27 novembre 2006, 12:08

si ma mi mette una tristezza questa cosa :cry:
è come se sapessi di mettermi nella condizione di soffrire, senza però poterne fare a meno... :?

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

....

Messaggio da hermi » 27 novembre 2006, 12:52

Mi sembra di vedere me stessa!
Sai summer, anch'io sono predisposta per questo tipo di persone, pero' credo che molto dipenda da cio' che vuoi e cerchi realmente.
Forse tu, infondo non vuoi una relazione stabile e quindi inconsciamente vai a cercarti tutte le persone piu' instabili e lunatiche.

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 27 novembre 2006, 13:08

vi racconto meglio la situazione:

ho conosciuto questo tipo davvero bellissimo, ma a pelle ho capito subito qual'era il suo unico interesse... fatto sta che che invece di evitarlo, qualcosa mi ha incuriosito... ed abbiamo inziato a sentirci... lui è un tipo stranissimo, ha degli sbalzi d'umore incredibili, è un egocentrico, permaloso, arrogante e vendicativo... a volte mi pianta dei musi che quasi non capisco da dove partano... a volte sparisce e non si fa più sentire... altre volte mi sembra quasi un bambino solo e ferito... tra questi due estremi c'è quello che mi ha colpita, una persona brillante, intelligente, simpatica ed affascinate... che mi attrae tantissimo....

io ho chiuso da solo 2 mesi una lunga storia... ed credo di essermi lasciata coinvolgere da questo tipo proprio perchè non riuscirei a ributtarmi in un'altro rapporto serio.... solo che appena conosciuto mi sembrava una persona così solare e senza problemi.... mentre ora si sta rivelando l'opposto... quindi non è frequentarci senza impegno che mi crea problemi, ma il suo modo di fare... il suo tira e molla... e poi l'idea di essere per lui una tra le tante della collezione "usa e getta"
ovvio è una mia sensazione questa.... ma lui mi sta confermando molto quest'ipotesi...

a questo punto la soluzione pare lampante.... ma non mi sono ancora decisa a chiudere... questa storia (se così si può chiamare) mi emoziona e forse è proprio a questo che non riesco a rinunciare...

consigli?

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 30 novembre 2006, 18:52

oh non tutti insieme eh? :lol:
scherzo! ...però mi piacerebbe qualche parere... ;)

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 novembre 2006, 20:07

il mio lo sai ciccina :D

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 30 novembre 2006, 20:37

oh yes! ;)
diciamo che ormai sono anche giunta alla mia conclusione... ma se qualcuno vuole dirmi la sua... benvenga :)

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 novembre 2006, 20:53

do ugualmente il mio contributo. :wink:

Di solito quando cresciamo nella nostra mente si forma un'immagine di noi buona o cattiva in base agli stimoli esterni.E quando siamo adulti tendiamo a cercare negli altri la conferma/disaconferma dell'immagine che ci siamo fatti.Così ad es io cerco negli altri un'immagine di "Lala sicura di sè" perché in realtà non lo sono affatto.Quindi quando trovo quello buonino che mi dà la conferma che sono bella buona e brava mi scoccio perché ormai mi ha confermato la mia immagine.se invece trovo lo stronzo che questa conferma non me la dà mai appunto perché mi tratta male allora ci resto attaccata come una cozza su uno scoglio :lol:

meccanismo di m***a :lol:

Avatar utente
ilaria
Messaggi: 567
Iscritto il: 13 ottobre 2004, 21:46

Messaggio da ilaria » 30 novembre 2006, 21:00

summer ha scritto:vi racconto meglio la situazione:

ho conosciuto questo tipo davvero bellissimo, ma a pelle ho capito subito qual'era il suo unico interesse... fatto sta che che invece di evitarlo, qualcosa mi ha incuriosito... ed abbiamo inziato a sentirci... lui è un tipo stranissimo, ha degli sbalzi d'umore incredibili, è un egocentrico, permaloso, arrogante e vendicativo... a volte mi pianta dei musi che quasi non capisco da dove partano... a volte sparisce e non si fa più sentire... altre volte mi sembra quasi un bambino solo e ferito... tra questi due estremi c'è quello che mi ha colpita, una persona brillante, intelligente, simpatica ed affascinate... che mi attrae tantissimo....

io ho chiuso da solo 2 mesi una lunga storia... ed credo di essermi lasciata coinvolgere da questo tipo proprio perchè non riuscirei a ributtarmi in un'altro rapporto serio.... solo che appena conosciuto mi sembrava una persona così solare e senza problemi.... mentre ora si sta rivelando l'opposto... quindi non è frequentarci senza impegno che mi crea problemi, ma il suo modo di fare... il suo tira e molla... e poi l'idea di essere per lui una tra le tante della collezione "usa e getta"
ovvio è una mia sensazione questa.... ma lui mi sta confermando molto quest'ipotesi...

a questo punto la soluzione pare lampante.... ma non mi sono ancora decisa a chiudere... questa storia (se così si può chiamare) mi emoziona e forse è proprio a questo che non riesco a rinunciare...

consigli?
Generalizzando e semplificando al massimo:

non so se hai letto il famoso "Donne che amano troppo"...tra l'altro non so nemmeno se lo ricordo bene.Però mi sembra che dica una cosa del tipo: come mai quel tipo tranquillo, gentile così premuroso che telefona sempre non ci tira per niente mentre per il bello e dannato siamo disposte a mettere a repentaglio gran parte della nostra serenità?

Ecco, la spiegazione è nella famosa "coazione a ripetere": è come se scegliendo il tipo che ci tratterà male noi riattualizzassimo una modalità affettiva malsana che abbiamo appreso quando eravamo piccoli.Magari non è che è proprio andata come la nostra memoria affettiva ha registrato la faccenda, ma tant'è che quel tipo di idea lavora ancora dentro di noi.

Se, per dire,siamo stati trascurati e la nostra domanda d'affetto è rimasta un grido disperato che ha urtato contro l'indifferenza, oppure se abbiamo ricevuto attenzione a suon di sgridate o punizioni, identifichiamo in quello struggimento e in quel dolore l'unica modalità affettiva che riconosciamo come tale.E siamo propensi a riprodurla fintanto che non disimpariamo quel linguaggio emotivo e non ne apprendiamo un altro.
Oh, ecco, insomma ...ci dovrebbe entrare più o meno una roba del genere
Immagine uh?
"la situazione è grave, ma non seria"- groucho marx-

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 novembre 2006, 21:09

c'entra c'entra eccome.Io ne sono un esempio vivente :cry:

Avatar utente
ilaria
Messaggi: 567
Iscritto il: 13 ottobre 2004, 21:46

Messaggio da ilaria » 30 novembre 2006, 21:20

Lala ha scritto:c'entra c'entra eccome.Io ne sono un esempio vivente :cry:
ecco,una volta sgamato l'intoppo, però, si può fare qualcosa....per esempio riandare a trovare la famosa "bambina interiore", cioè quella parte della nostra affettività che è rimasta intrappolata lì, in quelle dinamiche, e grazie alla nostra consapevolezza di adulti e alla forza di adulti si può "disincagliare"..insomma, mica è una condanna a vita...
Immagine uh?
"la situazione è grave, ma non seria"- groucho marx-

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 novembre 2006, 21:25

Mi hai letto nel diario ilaria ? :oops: credevo che nessuno l'avesse fatto :oops:

eh beh ma una volta trovata quella parte che se ne fa?

Avatar utente
summer
Messaggi: 933
Iscritto il: 21 giugno 2006, 22:22

Messaggio da summer » 30 novembre 2006, 21:27

grazie per i vostri contributi :)

sto proprio riflettendo su cosa mi spinge a cercare situazioni di questo tipo... non che sia davvero un' abitudine... ma saltuariamente mi capita e sicuramente dev'esserci la stessa motivazione...

è difficile però avere certezza di ricordare veramente il proprio passato, specialmente tempi lontanissimi come l'infanzia... io ad esempio in alcuni momenti mi sembra di averla vissuta bene.... in altri invece male :roll:

ps: bella l'ila natalizia ;)

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 novembre 2006, 21:36

credo che da soli non possiamo sbrogliarcela perché abbiamo talvolta rimosso molti meccanismi.serve comunque uno specialista..scoprirai cose dell'altro mondo :lol: io sto così :shock: quando la doc mi spiega le cose :shock: :shock: :shock:

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”