SOGNO : HO BISOGNO DI AIUTO!

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

SOGNO : HO BISOGNO DI AIUTO!

Messaggio da barbyc » 11 gennaio 2007, 21:53

ciao a tutti, mi presento.mi chiamo barbara e ho 37 anni, ho trovato questo sito con una ricerca in rete perchè ho un problema che non so affrontare. io sono una persona abbastanza forte, ma quanto sto x scrivere mi ha mandato in crisi.
da qualche mese mi succede una cosa che non so spiegare. durante il sonno parlo e dico cose piuttosto brutte.mio marito dice che più o meno il sogno è sempre uguale,ma la cosa che mi spaventa è che lui inizia a farmi domande e io rispondo come fossi sveglia.
in pratica nel sogno sono bambina, a mio marito dico di avere 7 anni, e sono sempre insieme allo zio di una amica d'infanzia che non frequento più da quando avevo 13-14 anni.nel sogno questo zio ha attenzioni poco nobili nei miei riguardi, mi ripete che sono bella, che devo tenere il segreto altrimenti mi rinchiude nella cantina e nessuno mi troverà più.
mio marito la prima volta che mi ha raccontato il sogno mi ha detto, ma sì è solo un sogno, però con il ripetersi della cosa inizia a pensare che io abbia davvero subito delle violenze da parte di questa persona.
io non so cosa pensare, il sogno mi spaventa e non so come gestire la cosa.
per favore qualcuno mi può dare un parere? pensate che sia solo un sogno di fantasia o può rivelare qualcosa rimasto nascosto in fondo alla mia anima?
mi sento confusa e spaventata.
graziex le vostre risposte e i vostri pareri.

*gengy*
Messaggi: 26
Iscritto il: 5 gennaio 2007, 16:32

Messaggio da *gengy* » 12 gennaio 2007, 17:31

ciao... caspita che sogno... ma di questa persona tu non riesci a ricordarti se si comportava cosi in realtà... cmq dovresti chiedere consiglio a un esperto e che magari sa aiutarti più di me... potrebbe essere solo un sogno ma non si sa mai... magari hai subito delle violenze e per il dolore hai cancellato tutto cio che è successo...
un bacione

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 12 gennaio 2007, 19:06

cara barb anch'io credo che dovresti rivolgerti a uno specialista per avere una risposta più sicura. Forse è una forma di sonnambulismo che scarica tensioni represse (ipotizzo soltanto, non sono un esperto).
Capisco il senso di confusione e gli interrogativi, e il desiderio di scavare per capire, ma essere così spaventata.... cercherei quanto possibile di sdrammatizzare e di mantenere un atteggiamento interiore sereno.
ciao

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 12 gennaio 2007, 19:25

io cerco di essere serena e non pensare cose che possono essere sbagliate.certo che svegliarmi e sentirmi dire quello che confabulo dormendo non è molto bello e la testa ,sotto sotto, ci pensa e rimugina al di là della volontà.

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 12 gennaio 2007, 19:28

gengy, se penso a questa persona , sicuramente è una persona che mi metteva soggezione, ma ricordo poco dei miei rapporti con lui.

*gengy*
Messaggi: 26
Iscritto il: 5 gennaio 2007, 16:32

Messaggio da *gengy* » 12 gennaio 2007, 20:05

L'unica è davvero parlare con uno specialista... solo lui puo dirti realmente come stanno le cose...

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

sogni

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 20 gennaio 2007, 19:08

Cara Barbyc, i sogni ovviamente non hanno un significato univoco interpretabile al di fuori di una relazione terapeutica profonda. Occorre conoscere bene il paziente, le sue dinamiche psichiche, le sue angosce e i suoi "meccanismi di difesa", per esempio. Semplificando al massimo:
Il sogno "manifesto" ossia quello che noi riusciamo a ricordare, è il prodotto finale dell'elaborazione della "censura". Da un lato nel sogno l'inconscio ci comunica qualcosa, desideri, angosce, vissuti, profondi che, per il fatto di essere per la nostra mente conscia troppo forti, inaccettabili, sono stati rimossi nell'incoscio stesso. Dall'altro, proprio perchè troppo "forti" o angoscianti, entra in atto la "censura", che modifica il sogno "latente" (significato reale), attraverso diversi meccanismi, e lo trasforma in un sogno meno comprensibile e più accettabile.
Per es. non è detto che le sia per forza successo quello che sogna e probabilmente lo "zio" del sogno rappresenta qualche altra figura importante nella sua vita (a cui inconsciamente lo associa). Nel sogno è una bambina di sette anni, potrebbe essere che questo rappresenti come una parte di lei si sente in questo periodo di fronte a qualcosa che le sta accadendo.
Scrive che è da qualche mese che le sta capitando... provi a pensare a cosa succedeva nella sua vita quando ha cominciato a fare questo sogno. Potrebbe esprimere contemporaneamente il suo sentire di questo periodo.
Credo però, che come tutti le hanno suggerito, sia utile rivolgersi ad uno psicoterapeuta per capire cosa le sta muovendosi dentro di lei. Forse questi sogni non sono l'unico segnale che qualcosa non va.
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 21 gennaio 2007, 15:33

grazie dottoressa, sinceramente non so a cos'altro possa riferirsi il sogno,non trovo cose attinenti a questo nella mia vita.
mio marito mi ha registrata durante il sogno e quello che ho risentito mi lascia piena di orrore,ho descritto alcune simpatiche attenzioni ricevute nel sogno e lascia poco spazio all'interpretazione.sono molto spaventata.

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 21 gennaio 2007, 15:38

non voglio certo sminuire la sua competenza,la prego solo di capire il mio stato d'animo e anche la paura di saperne di più.

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

sogni

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 27 gennaio 2007, 21:47

Capisco bene le sue angosce in entrambi i casi. Sentire se stessi registrati dire qualcosa del genere senza rendersene conto deve spaventare molto. Anchel'idea di non poter avere il controllo di ciò che ci sta accadendo. Allo stesso tempo rivolgersi a qualcuno per cercare di capire può angosciare nell'idea di scoprire qualcosa che pare nel sogno terribile. Rimanere comunque in questa posizione di terrore e registrare ed ascoltare questi incubi e agiti in sonnanbulismo, interpretandoli da soli non credo la protegga realmente, anzi! Certo può sembrarle di sentirsi "protetta" nel pensare di non "saperne di più", ma in realtà non può che alimentare timori, fantasie e angosce, senza cogliere il significato profondo di quello che le sta accadendo.
Dovremmo sempre cercare di ricordare che sono "segnali" che la nostra mente ci manda, segnali che qualcosa ha bisogno di essere capito, per stare meglio, non peggio. E hanno sempre spazio di interpretazione ed elaborazione, mi creda.
Sembra che lei stessa e suo marito non riusciate a non cercare di saperne di più... e a stare bene, per questo non è il caso di fare tutto questo da soli, può solo portare ad interpretazioni sbagliate che aumentano l'angoscia. Un forte dolore al petto, non equivale ad un infarto, può significare tantissime cose. Non si pregiudichi da sola.
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 27 gennaio 2007, 23:49

gentile dottoressa,in questi giorni è accaduto quello che temevo,ho avuto delle immagini chiare e nitide di qualcosa di orribile .non è stato un sogno,sono iniziate le lacrime miste a una angoscia che non so descriverle,quello che vedevo è successo,particolari precisi in un contesto realmente conosciuto che mi spingono a rivolgermi a qualcuno che mi aiuti,che mi aiuti a far chiarezza . questo momento non è dei più favorevoli, ho alcuni problemi al lavoro che devo risolvere prima.quello che mi aspetta è un'esperto,un lavoro difficile sulla mia vita.io spero tanto di non restarne schiacciata.
la ringrazio di cuore.

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 27 gennaio 2007, 23:55

Ciao!
Ti sei mai chiesto come mai "ora" questo sogno?
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 28 gennaio 2007, 22:46

perchè proprio ora il sogno..e perchè proprio a me quello che ricordo.queste domande me le faccio sì,ma non so rispondermi.
a 37 anni mi sembra di essere fragile come un vaso di cristallo e questo mi fa male.mio marito è un angelo e mi sta aiutando tanto.spero di nn soffrire troppo, ma mi sembra impossibile.

lullina
Messaggi: 88
Iscritto il: 18 gennaio 2007, 0:00
Località: lazio

Messaggio da lullina » 29 gennaio 2007, 2:19

azz....mmmm, io lo ricordato a 40 anni, non vorrei spaventarti e forse..
spero che non sia cosi..ma...
anchio sono sonnabula e parlo nel sonno,
comunque se fosse ,dasola è troppo tosto da affrontare fatti aiutare da un buon terapista...
so dirti cio che non voglio ma non cio che sono o saro

barbyc
Messaggi: 9
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 15:58

Messaggio da barbyc » 29 gennaio 2007, 16:35

lullina,dici davvero? aiutami, dimmi cosa fare, cosa non fare, come affrontare il ricordo e quello che comporta.ti prego.

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”