Sono depresso

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Rispondi
Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Sono depresso

Messaggio da Dix » 9 giugno 2007, 17:00

Sto attraversando un periodo (ma è gia da un bel pò di tempo che va avanti così) in cui mi sento spesso triste, avvilito, inadeguato, confuso. Per dirla in una parola: depresso. Il mio problema principale è questo: sono amico di tutti e di nessuno. Nel senso che amo stare con tutti ma non ho un gruppo di amici specifico con cui uscire la sera. Con i compagni della mia classe, non so perchè, non mi sento molto a mio agio e faccio fatica a stare con loro. Non mi fanno sentire importante. Spesso non ridono e non scherzano con me. Forse perchè magari sono una persona più matura di loro mentre loro fanno continuamente discorsi infantili e si divertono a fare stupidaggini. Conosco delle persone più piccole di me con cui mi trovo molto bene solo che ho paura di chiedere loro che voglio uscire con loro perchè in fondo sono comunque più grande. Quindi non so veramente che cosa devo fare. Ho bisogno assolutamente di qualcuno che mi dica come mi devo comportarmi in situazioni del genere. La classe mia, in effetti, è tutta particolare. Infatti non è divisa in gruppetti vari, che escono ognuno per conto loro, ma in pratica quasi tutti hanno legato mentre io non ho legato molto con loro, insieme a qualche altro della mia classe. Mi trovo bene però con ragazzi più piccoli di me che invece mi fanno sentire sempre a mio agio. In effetti, a me piace molto sentirmi accettato in un gruppo e magari condividere anche degli interessi comuni. Mi trovo bene anche in parrocchia mia, dove peraltro suono anche l'organo. Ma alla fine mi ritrovo quasi isolato. Che cosa devo fare?

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 24 giugno 2007, 22:09

Sarei davvero felice se qualcuno rispondesse...grazie

abc
Messaggi: 172
Iscritto il: 4 novembre 2004, 20:11

Messaggio da abc » 24 giugno 2007, 23:06

Ciao dix!
"Essere amici di tutti e di nessuno" è una condizione che credo attraversino più o meno tutti... ma serve tempo per passare da una conoscenza superficiale al "gruppo", e dal gruppo alle Amicizie singole - che poi sono quelle che contano. Vedrai che ti costruirai i tuoi rapporti piano piano. Quanti anni hai?
Una cosa non mi è chiara: tu vorresti davvero entrare nel gruppo dei tuoi compagni? In fondo hai detto che li ritieni meno maturi di te, che parlano di cose infantili che non t'interessano... quindi, sono loro che ti escludono dai loro discorsi, o sei tu che hai preferito restarne fuori?
Quanto agli amici più piccoli... che importa? La maturità non si misura solo in anni. Se ti trovi bene con loro, escici! Non penso che avrebbero problemi con te per il solo fatto che sei più grande (anzi, potrebbero vederla come una dimostrazione di stima nei loro confronti).
..Facci sapere! ;)

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 25 giugno 2007, 12:16

Ciao! Ora ho inziato ad uscire con questo gruppo di amici più piccoli di me e devo dire che mi sono trovato davvero bene! Finalmente ho torvato qualcuno con cui condivedere degli interessi e mi sono inserito davvero molto bene! Mi vado persino ad ubriacare con loro e ne combino di tutti i colori quando esco la sera. Mi interessano anche alcune ragazzine loro compagne di classe e con qualcuna ci sto persino provando! Beh...credo di stare iniziando a sbloccarmi... Cmq ho quasi 18 anni... Ma io mi accetto così come sono e non mi importa nulla di ciò che potrebbero pensare gli altri di me...

hermi
Messaggi: 433
Iscritto il: 16 marzo 2006, 18:08
Contatta:

ciao

Messaggio da hermi » 27 giugno 2007, 9:58

scusami , se ti trovi con loro , che importa la differenza di età?
Mi sembri molto entusiasta di questo gruppo di amici , quindi continua cosi...

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 8 luglio 2007, 14:46

E se gli altri mi giudicassero male? Se dicessero:"eh ma quello è quasi maggiorenne e se la fa con ragazzini di 15 anni..." io allora cosa dovrei fare? :roll:

Dix
Messaggi: 35
Iscritto il: 5 giugno 2007, 13:26

Messaggio da Dix » 11 luglio 2007, 15:20

Rispondete per favore...grazie... :lol:

francesco100
Messaggi: 325
Iscritto il: 4 aprile 2005, 21:56

Messaggio da francesco100 » 11 luglio 2007, 23:55

Dix ha scritto:E se gli altri mi giudicassero male? Se dicessero:"eh ma quello è quasi maggiorenne e se la fa con ragazzini di 15 anni..." io allora cosa dovrei fare? :roll:
In tal caso mandali a cagare...
Comunque,tu non devi pensare a cio che potrebbe essere o a quello che sarà.Tu devi pensare al presente:devi solo ascoltare la voce di te stesso e mai quella degli altri.
Tu devi pensare alla piena realizzazione di te.Devi dire:-Ecco,finalmente ho trovato delle persone con cui mi trovo-.
STOP!
Tutto il resto è noia...

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”