tortura d'amore

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

rosarosa
Messaggi: 102
Iscritto il: 23 giugno 2006, 15:08

Messaggio da rosarosa » 26 novembre 2007, 22:29

Uno psicologo mi ha detto una cosa che mi ha colpita: le scelte veramente giuste non pesano... non sembra neppure di compierle, vengono naturali. Quando ci troviamo davanti a un bivio a pensare e rimuginare su cosa è giusto, qualcosa non va. Io nello studio, nel lavoro, nelle amicizie sono sempre filata liscia. Non come l'olio, o quasi. Peccato che ci sia una cosa su cui rimugino sempre, e che questa cosa sia l'amore.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 27 novembre 2007, 0:53

non sono assolutamente d'accordo con questo psicologo
ci sono tanti aspetti che rendono una scelta difficile,alcuni di questi sono legati alla paura e all'insicurezza,che possono avere proporzioni mastodontiche e rendere tutto spaventevole e farlo sembrare improponibile anche se è la cosa giusta.
se rimugini sempre sulla storia d'amore è perchè non ci stai bene insieme,non perchè non è giusto mollarlo. altrimenti non rimugineresti un bel niente.
non è vero che si deve scendere a compromessi per cui si sta male in nome del presunto amore.
io ho lasciato il mio ex dopo 10 anni, è stata una scelta difficilissima da prendere e da fare anche fisicamente,questo non significa che non fosse quella giusta, infatti sono passati meno di due mesi e io sto bene. sono sola,sola come un cane,non esco quasi mai,ma sto bene!tutte le paure non esistono più. avevo anche paura di restare sola,ma adesso che lo sono,mi ci sento un po' è vero,ma lo vivo con tranquillità..se penso a tutte le pare che mi sono tirata per 2 anni.. se avessi dovuto dare retta al tuo psicologo avrei dovuto pensare che siccome era faticoso non avrei dovuto fare quella scelta.
Immagine

Dani
Messaggi: 133
Iscritto il: 14 novembre 2007, 17:37

Messaggio da Dani » 27 novembre 2007, 13:55

Anche io non mi sento molto d'accordo con questo psicologo. nel senso che è vero che le scelte giuste dovrebbero venire naturali. ma credo che il concetto di giusto o sbagliato per una scelta non sia molto attinente. uno può fare una scelta sbagliata ma venirgli naturale perchè in quel momento è quello che vuole. lo stesso lo si può dire al contrario, se una scelta giusta non la si desisdera non la si fa. il prblema delle scelte purtroppo spesso non è che siano giuste o sbagliate ma se farle sia quello che si vuole veramente e soprattutto capire cosa si vuole :( . Io ne sono un esempio. sto facendo la scelta giusta, restare con la mia fidanzata, ma non ne sono convinto e ci sto male. Oggi ancora di più... ma ne ho parlato sul mio post, non vorrei monopolizzare anche questo :)
Lady è molto bello sentirti dire queste cose. Il vuoto nello stomaco quando vedi il tuo ragazzo. che bello.... sono sicuro che supererete i vostri problemi e sarete felici. Lo spero tanto per te :D

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 27 novembre 2007, 14:08

scusa ma chi l'ha detto che stai facendo la scelta giusta a stare con lei?
solo perchè stai in una situazione che conosci?
insomma l'hai tradita con trasporto..capisco che sia più rassicurante pensare che sia un errore di percorso normale dovuto a chissà cosa e restare dove sei,ma io non credo che sia necessariamente giusto...
la cosa più giusta sarebbe stare da solo,ma non per un mese,un mese non serve a niente.
le scelte giuste e sbagliate esistono eccome. c'è la distinzione.
in un caso come il mio restare col mio ex era sbagliato ma più semplice,come capita a tantissime persone,lasciarlo era fonte di sofferenza forte,difficile, ma giusto,me una lunga serie di motivi anche se non veniva spontaneo.
ognuno di noi sa cosa è giusto fare dentro di sè,ma spesso ha paura di farlo e basta.
se non stai a tuo agio in una situazione, astraendo il tutto dal dolore o dalla sofferenza che una scelta può causare,ma se non si sta a proprio agio la soluzione è liberarsi di quella situazione.
tu con la tua ragazza non stai più bene, provi tenerezza come se fossi sposato da 20 anni, provi disagio anche per quello che hai fatto,e non sei soddisfatto,tanto è vero che hai cercato fuori. ora puoi dare la colpa all'insoddisfazione generica della tua vita,certo che puoi farlo,io non sarei così convinta che fosse quello. anche io all'inizio facevo così, in realtà lui era una grande parte di questa insoddisfazione che provavo e di questa irrequietezza. la verità è che spesso i sentimenti si trasformano, ma non da amore a amore,da amore a fratellanza. allora si prova disagio.
se la ragazza della discussione trova che i comportamenti del suo fidanzato siano fortemente ingiusti nei suoi confronti e vuole lasciarlo deve farlo. non è che solo perchè non riesce a farlo vuol dire che non deve. l'importante non è solo amarsi. quello è solo un requisito necessario,non sufficiente. l'amore è collaborazione non schiavitù..
Immagine

Dani
Messaggi: 133
Iscritto il: 14 novembre 2007, 17:37

Messaggio da Dani » 27 novembre 2007, 15:38

Ciao Twilght. Lo so benissimo che le scelte giuste o sbagliate esistono, dico solo che a volte non le si prende per questo motivo ma per altri... e comunque spesso non è facile capire quale sia quella giusta...
Detto questo... E' vero, mi sono espresso male, non si può parlare di scelta giusta lo stare con la mia fidanzata solo perchè è una ragazza fantastica e ci sto da tanto tempo. L'ho definita così perchè credo che prendersi tempo per capirlo, dare un'altra opportunità ad un rapporto così importante credo sia giusto. Non so se tu hai ragione, forse si... forse dovrei stare da solo, non ho problemi ad ammettere che questo mi spaventa. E' che fino ad ora sto escludendo questa opzione anche perchè mi rendo conto che ora la causa del mio malessere in ambito sentimentale è non riuscire a capire se forse dovrei provare con l'atra ragazza che ho conosciuto visto che ora è lei che mi fa stare così... e la snsazione di perderla. E' vero anche che io ero predisposto a conoscerla perchè evidentemente il sentimento per la mia fidanzata ha vacillato e non poco.... Ti corrego sul fatto che con la mia ragazza non sto più bene... non è proprio così, è vero, ora c'è principalemente tenerezza, dolcezza e non quella passione (certo ridimensionata dopo 8 anni ma pur sempre passione) che dovrebbe esserci. Dici che ormai c'è fratellanza, non lo so se è così ma sto cercando di scoprirlo.
Insomma quello che voglio dire è che c'è bisogno di tempo per capire queste cose (almeno credo) ed io vorrei prendermelo nella speranza che mi aiuti. Il problema aggiutivo per me è che so che prendermi tempo significa anche perdere l'altra ragazza ed ho il terrore di svegliarmi una mattina e capire di aver fatto una ca...a a lasciarla andare via da me. Se tu ora che ti sei lasciata stai bene evidentemente hai fatto la scelta giusta ma l'hai anche maturata prima di prenderla... ti posso chiedere una cosa? quanto ci hai messo a capirlo? Tu dici che devo stare solo... ti ripeto, non so se hai ragione, spero solo che se è così lo capisca io e non siano le mie non scelte a portarmi a quella situazione...

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 27 novembre 2007, 15:59

attento
io ho fatto solo supposizioni,non mi permetto di dirti cosa c'è nella tua testa perchè è impossibile,ma ti posso dire quello che è la mia esperienza e quella di altre persone che ho conosciuto che hanno vissuto la stessa cosa.
il mio 'non stai più bene con lei' non significa che non ci vai più d'accordo, ha una valenza più di coppia.
anche io mi divertivo spesso col mio ex, ridevamo sempre quando non eravamo impantanati in discorsi ansiogeni, giocavamo anche insieme per esempio a un gioco online,è una cavolata,ma per farti capire.. il non star bene era legato a tantissime altre cose, ma il fatto di conoscersi molto bene e avere confidenza e avere la certezza che l'altro c'è è diverso dallo star bene come coppia.
penso che sia giusto provare tenerezza dopo 20 o 30 anni di matrimonio, non addirittura prima di unirsi..altrimenti dopo cosa succede? è una frustrazione crescente,che magari finisce col diventare abitudine,ma che si risveglia più forte di prima quando poi si verificano situazioni nuove,come quella che è successa a te.
io credo,ma è solo il mio punto di vista, che per capire cosa provi per l'altra e cosa per la tua ragazza tu debba stare da solo, lontano da tutte e due, perchè se stai insieme a lei sei troppo influenzato. sono cose da valutare in maniera indipendente.
te lo dico perchè io ho provato 2 anni, 2 anni su 10 a capire quello che cerchi di capire tu standoci insieme, ed ero sempre puntoo e a capo,sempre...anche se sapevo che sarebbe stato giusto separarsi,per lo meno per capire,ma non mi sentivo mai pronta.
ho dovuto iniziare a stare male anche fisicamente,vivere una situazione limite per riuscire a lasciarlo..e non lo auguro a nessuno. è stato difficile farlo,ma non per questo non giusto. e ti dirò di più,tutti i panorami di sofferenza acuta e senso di colpa che mi ero prefigurata..beh..non si sono verificati se non in maniera più blanda di quanto avessi immaginato. e a distanza di 2 mesi ti posso dire che ho fatto bene,e che la visione da qui è molto più chiara.
un mese di separazione mentre sei immerso anche in una storia parallela non è assolutamente affidabile come metro di giudizio secondo me. perchè sei pieno di paure e di sensi di colpa..
dovresti prenderti che ne so io..3 mesi da solo,senza sentire nessuna delle due. e forse scopri che nessuna delle due è quella che in questo momento fa per te. o che quella nuova ti è più affine. penso che tu sia giovane,e 8 anni sono tanti,sarai cambiato e forse lei non è più quello di cui hai bisogno..semplicemente. può essere.
se sei corretto e onesto e pensi in solitudine allora non butti via 8 anni di storia. e se lei ti ama saprà aspettare e comprendere,pur soffrendo,ma apprezzando la tua onestà per lo meno..
stando male ma restando con lei non credo che tu metta a frutto il tuo tempo,ma che lo sprechi. è molto molto più difficile..perchè i tuoi giorni sono riempiti dal senso di colpa e frustrazione più che dalla comprensione. dal malessere più che altro..
e poi io non capisco mai cosa vuol dire buttare via tot anni di storia..boh..può benissimo essere che quel che abbiamo non è quello di cui abbiamo bisogno, e quindi perchè tenercelo? solo in nome del passato?di quello che si è costruito? non lo trovo giusto..la vita è nel presente..
stai tranquillo che se è destino alla fine starai con lei.
Immagine

Dani
Messaggi: 133
Iscritto il: 14 novembre 2007, 17:37

Messaggio da Dani » 27 novembre 2007, 16:42

Ho capito che vuoi dire.... tranquilla non ti fraintendo, tutto quello che dici so che lo dici come opinione e per esperienza personale. Come ti ho già detto molte di queste cose le ho pensate anche io. è vero non ho avuto la forza di resistere più di un mese quando mi sono separato dalla mia fidanzata... ma avrei dovuto farlo. ora mi ci sono rimesso e so che se le dicessi che mi voglio di nuovo separare la prenderebbe molto male e ne avrebbe anche ragione. poi sicuramente non è che mi dimenticherebbe in poco tempo lo so benissimo però si inca....rebbe non poco dopo tutto questo tira e molla.... anche per questo ora non posso più continuare a prendere mezze decisioni. Se la devo lasciare vorrei che fosse perchè almeno un pò ho maturato l'idea che effettivamente la mia vita potrebbe essere senzadi lei. poi è chiaro che potrei sbagliarmi e tornare indietro ma se la lascio voglio essere un minimo convinto. Ora passo da situazioni in cui penso di fare bene a stare con lei a situazioni (soprattutto quando sento l'altra) in cui hi paura di stare sbagliando. L'altra ormai smetterò di sentirla ( almeno dovrei... ma lei sta già voltando pagina e continuare a pensare ad una che con me forse non ci vuole nemmen opiù stare diventerebbe stupido oltre che deleterio. alemo questo spero che mi dia più forza per concentrarmi sul capire il sentimento per la mia fidanzata) e quantomeno questo mi aiuterà ad evitare questi sbalzi di umore dovuti a lei. A quel punto mi concentrerò sulla mia storia e lo so benissimo che non posso escludere nulla. so che potrei rendermi conto che, come dici tu, lei è una delle cause della mia insoddisfazione. Tu mi hai detto che ci hai messo 2 anni. io sono ad alcuni mesi. con questo non volgio dire che voglio arrivare anche io a 2 anni (si sono giovane ma nache in una età in cui bisogna realmente iniziare a costruire qualcosa per il futuro) però magari un pò di tempo in più me lo posso prendere.
Grazie di avermi dato la tua opinione, anche se spero che per me vada in modo diverso, so che potresti aver ragione e ne terrò certamente conto.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 27 novembre 2007, 19:45

io penso di essere più vecchia di te,ho 31 anni, il futuro te lo puoi costruire mica solo stando con una persona..

se ti dico così è perchè non è possibile secondo me capire se vuoi stare con una persona standoci. intendo in una situazione di forte dubbio come questa..
l'altra c'è da capirla!
un po' si allontanerà per vedere se tu la cerchi o se non te ne frega niente, un po' perchè è una situazione così complicata che la cosa più semplice è allontanarla per non soffrire..perchè lei sarebbe anche stata decisa ma tu no,e allora quello pericoloso sei tu..se capisci cosa intendo..fai un passo avanti e 2 indietro..un po' maschile come cosa..
rischi cmq di perdere qualcosa solo per paura..
Immagine

Dani
Messaggi: 133
Iscritto il: 14 novembre 2007, 17:37

Messaggio da Dani » 28 novembre 2007, 13:43

Bè non sei mica tanto più vecchia.... :D io di anni ne ho 30 e sinceramente in passato quando mi immaginavo ai 30 anni sicuramente non mi vedevo così :( .
So che il futuro non lo si deve creare necessariamente con un altra persona però se fino a poco tempo fa il tuo futuro lo vedevei con lei non è certo facile vederlo senza....
So anche che in questo momento quello che crea casini sono io... non mi sarei definito "pericoloso" ma forse non è così sbagliato anche perchè questa situazione è veramente pericolosa, ma soprattutto per me perchè mi fa stare male. L'altra è giustificatissima ad allontanarsi... Oddio sta pure uscendo con un altro (sono passati solo 15 gg dal nostro ultimo incontro :shock:... ) ma dice che pensa ancora a me....
Quello che vorrei fare è allontanarmi dall'altra ragazza che in questo momento rappresenta il principale motivo di crisi per me... poi se continuerò ad avere dubbi sul rapporto con la mia fidanzata dovrò cercare di capire a cosa è dovuto, cioè se è dovuto al fatto che ancora penso all'altra ragazza, che sicuramente avrò completamente perso :( , o ad altre motivazioni. A quel punto dovrò probabilmente farò come dici tu, spero che non accada, ma se accade spero di averne la forza. Insomma prima di creare una ulteriore frattura nel mio rapporto vorrei quantomeno togliermi dalla testa l'altra facendo passare un pò di tempo e poter ragionare in modo più lucido.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 28 novembre 2007, 14:45

guarda..lei starà uscendo con un altro,ma tu non esci con la tua ragazza? e quindi? è la stessa cosa..non fai l'amore con la tua ragazza? vuol dire che non tieni all'altra?oppure lei se lo fa è quella a cui non frega niente di te e invece se lo fai tu visto che ti trovi in una situazione un po' diversa è giusto?
sei pericoloso più per le persone che coinvolgi che per te stesso..
e ti assicuro una cosa,la causa di tutta questa situazione non è l'altra persona, l'altra persona c'è proprio perchè c'è dell'altro. se elimini lei può darsi che tornerai nel torpore da dove sei venuto,ma i problemi di fondo non si risolvono,forse si nascondono solo i sintomi che adesso sono evidenti.
è capitato anche a me. sbandata da paura per un'altra persona, archiviata l'altra persona,con cui per altro non ho tradito materialmente perchè non ce l'avrei mai fatta credo, e poi? ho risolto qualcosa? dicevo come te,devo ricostruire risolvere,ma la realtà era che non ero più innamorata e che non era più lui quello di cui avevo bisogno. punto e basta.
se l'attenzione è calamitata da altre persone non sono mai loro le cause..loro sono i sintomi. così come non esiste lasciare una persona per un 'altra persona. ci si lascia per altri motivi che si concretizzano con un'altra persona a volte.
Immagine

Dani
Messaggi: 133
Iscritto il: 14 novembre 2007, 17:37

Messaggio da Dani » 28 novembre 2007, 16:00

Se lei stesse riprovando a ricostruire con il suo ex sicuramente la prenderei in modo diverso. Invece dopo aver provato certe cose con me ora sta iniziando qualcosa con un nuovo ragazzo... è questo che mi fa strano...
Comunque effettivamente non posso certo giudicala per questo... d'altronde sono io che non ho voluto rischiare per e con lei.
Vedo che anche tu hai vissuto più o meno le stesse cose (facendo cose diverse ma la sostanza non cambia...). Vedo anche che anche tu hai fatto come ora sto facendo o comunque vorrei fare io... tu parli per esperienza vissuta e quindi prendo come preziose le tue opinioni ma tu hai provato e ti sei resa conto di aver sbagliato. so che può succedere anche a me quello che è successo a te e che eliminare questa ragazza potrebbe non portarmi a nulla ma forse devo provarci comunque... So benissimo che forse non sono più innamorato di lei ma non sono ancora sicuro di fare certi passi e poi so che la farei soffrire tremendamente e la sola idea mi fa stare malissimo... se dobbiamo soffrire almeno che sia perchè sono sicuro che non può andare avanti. A proposito ti è venuta la tentazione di ricercare il ragazzo per il quale hai preso una sbandata? O hai capito che anche con lui non era amore?
Twilight tutto quello che dici l'ho pensato anche io e non sei la prima che me lo dice, in più tu hai vissuto una esperienza simile e questo è molto significativo. Ragionerò molto sulle tue parole come d'altronde ho sempre fatto ma dentro di me c'è ancora una piccola speranza che si possa risistemare tutto... anche se ormai forse la frattura dentro di me è troppo grande.... :(

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 28 novembre 2007, 16:49

il punto è che io lo sapevo da subito cosa avrei dovuto fare,come lo sai tu. solo che avevo paura. la mia educazione,da donna, mi ha insegnato a sopportare,sopportare sopportare..ho dovuto stare male fisicamente per decidere. ma cmq avrei potuto andare avanti altri 2 anni così eh..bastava chiudere gli occhi.
tu hai tradito anche col corpo,non solo con la mente, penso che se lo avessi fatto io per me sarebbe stata una cosa determinante. non avrei avuto il coraggio di guardare in faccia il mio ex o di fare le stesse cose. questa è la cosa che mi ha frenato di più. il non aver fatto nulla per volontà. ma non significava niente.
tu sono 6 mesi che sei perso per un'altra con cui hai anche consumato,forse di più non mi ricordo,e non ti sono sufficienti? per lo meno per capire di stare da solo? cavolo sei un uomo,a te non sarà stato insegnato che bisogna sopportare tutto e che sei sempre tu l'esagerato.. abbi coraggio e agisci in qualche direzione,perchè quello che stai facendo tu,come quello che ho fatto io, è pura immobilità....
l'altra ragazza,essendo una ragazza,posso supporre che stia uscendo con un altro per cercare di non pensare a te. però intanto l'ex fidanzato lo ha lasciato..se aspettasse te farebbe notte...per questo ti ritengo pericoloso.. non è un insulto eh :) pericoloso perchè per un passo avanti ne fai 2 indietro,ti ritrai come le antenne delle lumache...le lumache hanno la necessità di percepire il mondo con le loro 'antenne' tastano e trovano magari qualcosa che gli piace,ma appena c'è qualcosa che può sembrare rischioso si ritraggono completamente..quando tutto resta calmo per un tempo sufficiente ritornano a fare capolino con prudenza e poi di nuovo..se lei ricominciasse con te adesso soffrirebbe molto perchè tu non ti decideresti mai.. quindi cambia strada.. poi può essere tutto,può essere che tu non le interessi più,chiaro.
solo che eliminare lei non ti risolve il problema.
Immagine

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 28 novembre 2007, 16:51

ti faccio una domanda
ma tu vuoi davvero che si risistemi tutto con la tua ragazza per esser felice con lei oppure vuoi farlo perchè ci stai da tanto tempo,non vuoi ferirla, temi il perderla,ma hai nel contempo una sensazione come di occasione perduta e 'rassegnazione' ?
Immagine

Dani
Messaggi: 133
Iscritto il: 14 novembre 2007, 17:37

Messaggio da Dani » 28 novembre 2007, 18:49

Twilight ma perchè su queste cose metti di mezzo l'educazione ricevuta ed il sesso (nel senso di uomo o donna)? non è che una donna deve sopportare sopportare sopportare ed un uomo può fare come vuole. questa non è l'educazione che ho ricevuto e comunque credo che sia sbagliatissimo. Io non sono così in crisi per una questione di educazione o di spirito di sacrificio ma solo perchè ho difficoltà a capire la vera natura dei miei sentimenti, per la mia fidanzata e per quella ragazza. mi dispiace tanto che tu abbia sopportato solo per l'educazione che hai ricevuto pur sapendo da tanto tempo prima che dovevi prendere quella decisione. Per me non è così, io purtroppo non so cosa fare che per certi aspetti è pure peggio.
La mia è immobilità? è vero lo è ma solo per una crisi di sentimenti non per altro.
Anche io pensavo che non sarei mai riuscito a guardare in faccia la mia ragazza dopo averla tradita ed invece l'ho fatto. Ma sono stato malissimo e questo non mi ha nemmeno permesso di vivere l'altra storia e capire se poteva andare avanti. Ogni mattina, il giorno dopo che incontravo l'altra ragazza mi alzavo con l'umore sotto i piedi e stavo molto male. Questo solo per dire che per me non è stato come guidare due macchine (l'esempio è scemo però forse rende l'idea)
Allora mi hai definito "Pericoloso" e uguale ad un antenna di lumaca.... Mi stai distruggendo!!!! quando avrò bisogno di essere tirato su di morale chiamerò te :D . Dai scherzo era solo per fare una battuta....
Comunque non esiste la possibilità che lei incominci di nuovo, almeno nella situazione precedente. diverso è il caso in cui tornassi da lei per stare solo con lei. A quel punto dovrebbe solo capire se ancora ci vuole stare con me.
La risposta alla tua domanda è un misto di tutto quello che hai detto. Mi spiego meglio. Io desidero veramente tanto che tutto si sistemi con la mia fidanzata perchè so che lei potrebbe veramente rendermi felice e so che con lei potrebbe essere per tutta la vita. Allo stesso tempo in questi mesi ho sempre pensato che almeno una pausa seria mi servisse, e non me la sono presa (tranne la piccola parentesi di un mese) anche per i motivi che hai detto tu, perchè ci sto da tanto tempo, per paura di perderla e perchè mi faceva male sapere che soffriva. Però ci tengo a sottolineare che il motivo per chi non l'ho lasciata è anche perchè tengo tantissimo a lei, perchè i momenti che passiamo insieme sono ancora belli, perchè il mio sentimento non si è esaurito, non ancora almeno, anche se sicuramente è cambiato. La sensazione di occasione perduta ce l'ho nei confronti dell'altra ragazza perchè so che forse potrei stare sbagliando ad allontanarla da me e magari lei potrebbe rendermi più felice. Però la rassegnazione no, non sto accettando con rassegnazione nulla, tantomeno il rapporto con la mia fidanzata.
Non so se ho risposto alla tua domanda....
Ma tu non hai risposto alla mia... Ti è venuta la tentazione di cercare di nuovo il ragazzo per cui avevi provato interesse?

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 28 novembre 2007, 23:08

rispondo alla domanda
assolutamente no. non mi interessava più perchè alla fine si è comportato anche un po' male, quindi zero. ma lui ha ritentato ancora eh, anzi ho da poco ricevuto una dichiarazione d'amore,proprio un ti amo ahah falso come giuda credo. cmq non mi interessa.

non ti ho definito così per offenderti eh dani,solamente per darti la mia ottica.
anche io tenevo davvero molto al mio ragazzo, il pensiero di ferirlo mi distruggeva,il pensiero che uscisse dalla mia vita mi distruggeva perchè avevo sempre pensato che sarebbe stato per sempre. io avevo anche altri problemi con lui, che sopportavo appunto. non stavo con lui per educazione,mi hai fraintesa,ma nella mia educazione esiste il sopportare finchè non si è sfiniti,ma qualsiasi cosa, i miei genitori non sono giovanissimi,ed il mio è un tipo di famiglia all'antica,fortemente patriarcale, io ho imparato che questo è normale,che l'uomo in un certo senso comanda, e che bisogna mandar giù bocconi amari,che si è sempre meno importanti e che cmq la sofferenza è una sorta di normalità. questo è molto più frequente nelle donne che negli uomini.gli uomini non vengono tirati su con questo stereotipo,non puoi dirmi che non esistono differenze...
la quotidianità con il mio ex la maggior parte delle volte era piacevole, ma c'erano altri problemi che poi mi hanno fatto passare l'innamoramento che avevo per lui,ma col tempo,che quasi non ti accorgi e tutto è diverso..
quindi vedi un po' tu..dici che devi prenderti una lunga pausa riflessiva ma non lo fai, per i motivi che ti ho detto e che hai confermato.
anche io avrei desiderato che le cose tornassero serene,ci ho provato fino in fondo,ma la consapevolezza che fosse impossibile e anche la consapevolezza di voler spiccare il volo mi facevano sentire frustrata e con un senso di 'perdere l'occasione' che poi non era riferito all'altra persona,ma più a un vivere un'altra vita, una vita in cui potevo essere me stessa senza sentirmi frustrata o in colpa, senza sentirmi sempre insoddisfatta. adesso è poco che sto da sola, ma accadrà. per ora raccolgo i cocci di quello che è rimasto di me dopo tanti anni. sono senza amici, senza niente se non me, e mi sarà utile credo..a posteriori lo saprò dire.
ma tu mi sembra che sai cosa devi fare, quindi fallo. non devi pensare all'altra,ma solo a te stesso. l'altra non c'entra niente,è una conseguenza.
Immagine

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”