aiuto! sensi di colpa perchè ho tradito

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

traditrice
Messaggi: 17
Iscritto il: 14 dicembre 2007, 18:27

re: per lecturer + Caterina

Messaggio da traditrice » 17 dicembre 2007, 1:52

Crepi il lupo!!
Grazie lecturer anche dei tuoi consigli.... in bocca al lupo anche a te!


per entrambe.....non litigate!!
Ciao





:D :D

doomgeneration
Messaggi: 1081
Iscritto il: 21 settembre 2007, 13:26

Messaggio da doomgeneration » 17 dicembre 2007, 13:39

sicuramente dimostri di aver ragionato su quello che hai fatto aver capito che tuo marito è la persona piu importante e quando ci sono problemi di questo tipo è necessario un impegno enorme da parte di entrambi a capirsi, a rispettare le esigenze di ognuno e a venirsi incontro.......
rispondendo alla tua domanda, ho sempre pensato di non essere una persona fedele e/o monogama, le brevi storie (non d'amore) che ho avuto non mi hanno coinvolta particolarmente di conseguenza non mi sn mai fatta problemi a pensarci due volte se mi piaceva un'altro o no...non centrava il rispetto, l'amore, i sensi di colpa..no non me ne fregava niente.
ora invece che sono estremamente presa da una persona con la quale ho una storia (molto intensa) da un po' di tempo di tradirlo non sento il bisogno, non voglio, non lo cerco, anzi al solo pensiero mi sento malissimo!!da questo punto di vista non mi manca niente e poiché rispetto lui prima di tutto come persona,non essendo obbligati da nessun vincolo a stare insieme se non perche lo vogliamo, credo che se eventualmente mi accorgeròdi provare interesse per qualcun altro allora capirò che c'è qualcosa che non va e che forse non ero poi così innamorata come credevo, o comunque cercherei di capire i motivi di questo spostamento di attenzioni dal mio partner a un'altra persona! non sto giudicando te o altri, semplicemente a mio avviso per il mio modo di essere coinvolta in questo momento desidero solo una persona, tuttavia capisco che dopo un po' la coppia ha bisogno di novita e di ritrovare la passione (però di solito succede dopo 10 anni, non 6 mesi... :?) in quel caso sta alla volonta di mettersi in gioco dei partner , alla loro voglia di far funzionare davvero le cose(se possono ancora funzionare); oppure c'è la scorciatoia, quella di farsi 1 amante... cmq è solo la mia opinione
ciao

traditrice
Messaggi: 17
Iscritto il: 14 dicembre 2007, 18:27

re:

Messaggio da traditrice » 19 dicembre 2007, 1:47

Ciao doom,
ho capito ciò che vuoi dire... all'inizio era così anche per noi: circa 9 anni fa, mi sono sposata lo scorso anno, ma siamo insieme da 9 anni!
Non so nemmeno io che dire.... so solo che questi sensi di colpa mi offuscano il cervello e non so più reagire, nonostante in realtà sappia quello che voglio, ma certe volte mi sembra di non farcela!
Stasera finalmente dopo tanto ho fatto un bel pianto..... e ora sono tranquilla, rilassata.... il pianto mi ha fatto bene e non sto pensando più a niente e sinceramente adesso non me ne frega di pensare a niente, perchè sto bene così.
Grazie anche a te per l'ascolto.

HO TRASFERITO LA MIA STORIA SULLA SEZIONE DEPRESSIONE, SE VUOI ANCORA LEGGERMI!

Ciao

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”