c'è qualcosa che non va in me, forse

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

ok:ko
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 giugno 2005, 20:57

c'è qualcosa che non va in me, forse

Messaggio da ok:ko » 3 giugno 2005, 18:07

salve ho gia scritto nel forum di consulenza psicologica ma forse è qui che devo scrivere.
quando ho letto la descrizione di questa sezione mi sono sentita stranamente chiamata in causa... ora le/vi spiego.
è da natale che mi frequento con un ragazzo (che conosco da 3 anni ormai, lui ha 24 anni, io 20), lui pero è fidanzato, il rapporto con l'altra ragazza sembra ormai agli sgoccioli (dice di non essere piu felice con lei) ma lui non la lascia mai (dice che non ce la fa a far soffrire le persone!!). le cose si son fatte sempre piu importanti e passiamo molto tempo insieme, condividiamo tantissime cose, facciamo progetti (o almeno lui li fa, io non ne ho la forza), si comporta come se fossimo fidanzati, e come se lui fosse realmente innamorato di me (vuole che io sia felice........).
io pero non ce la faccio piu, continuo a passare da uno stato di felicità assoluta a uno di paranoia, piu sono felice e piu dopo sarò triste e depressa... ma non riesco a impormi, un paio di volte gli ho detto che non riesco a sopportare l'idea che lui stia ancora con lei, ma lui dice di non preoccuparmi che io ci sarò sempre e se qualcosa dovrà cambiare sarà lei... eppure non succede mai nulla. a volte pero l'idea che lui stia con un'altra non mi tocca particolarmente (soprattutto quando passiamo molto tempo insieme e sono felice e serena) pero appena lui non si fa sentire o non puo uscire per vari impegni mi torna in mente che è fidanzato e che magari sta con lei e allora mi arrabbio, poi mi deprimo, poi gliene parlo in qualche modo (spesso chattiamo su msn), lui non mi dice mai che la lascerà, mi dice solo di stare tranquilla e io lo divento. ma ormai sono troppe le volte che me l'ha detto e io non riesco piu a crederci (eppure sembra cosi sincero... davvero, io sono sempre stata un po scettica verso gli altri pero stavolta non so cosa pensare... se non fosse per il fatto che è fidanzato sarei sicura al 200% che mi ama ma è un particolare troppo importante, o no? per lui sembrerebbe di no.. spesso mi dice che non contano le altre cose, ma io non sono cosi forte da fregarmene)

non sono mai stata una persona dipendente dalle altre, anzi sono sempre stata solitaria (o che comunque sta bene da sola), a scuola sono sempre andata bene, le persone hanno sempre avuto una buona opinione di me, (anche se appena mi vedono pensano che io ce l'abbia con loro quando io invece sono normale...), non mi reputo brutta (anzi credo di essere abbastanza carina)ma non faccio nulla per essere piu bella (una cosa che credo sia molto significativa è che non sono mai andata in giro con i capelli sciolti anche se i miei amici mi supplicano di farlo perchè ho dei bei capelli... le cose sono due: o sono sicura di me e quindi non sento il bisogno di essere piu bella oppure, cosa moooolto piu probabile, sono talmente insicura che ho paura di non essere apprezzata... eppure non mi sento tanto insicura, sono confusa)non sono mai stata molto affettuosa (probabilmente per paura di essere rifiutata... ma non lo sono neanche con la mia famiglia o con amici che conosco da molti anni, che mi conoscono e che io conosco)... in realtà da piccola ho avuto un'amicizia con una ragazza di due anni piu grande di me che ammiravo molto ma che mi trattava sempre male... o almeno io credevo, mi trascurava e io mi sentivo tradita, non all'altezza. con lui a volte mi sento allo stesso modo.
a parte quest'episodio non ho mai cercato l'attenzione delle persone in modo morboso e non mi è mai passata dall'anticamera del cervello di voler esser "torturata" piuttosto che abbandonata... ma forse sto sbagliando tutto su di me. non ci capisco piu nulla, da quando frequento questo ragazzo sono dimagrita molto e in piu mi si è bloccata la mandibola (i dottori han detto che potrebbe essere dovuto allo stress)...
io davvero non ci capisco piu nulla, forse non sono la persona che credo di essere... spesso ho un senso di vuoto e un senso di inadeguatezza (non è che mi sento peggiore degli altri, mi sento diversa, incompresa), sono triste depressa, sono ansiosa, nervosa, quando litigo con mio fratello a volte mi capitano come delle crisi isteriche (urlo, a volte gli alzo le mani -non potrei mai fargli male perchè lui è il doppio di me-, l'ultima volta che cè stata una discussione tra lui e mia mamma io mi sono intromessa perchè non sopportavo piu di sentirli urlare e alla fine sono scoppiata in un pianto e mi sn messa a urlare, stavo quasi per svenire).
sono molto confusa, sento che in me cè qualcosa di contraddittorio (sono sempre indecisa sulle scelte ad esempio) ho come la sensazione di aver mentito con me stessa fino adesso sul mio vero carattere, sulle mie debolezze, non so piu cosa pensare e come comportarmi...

ok:ko
Messaggi: 9
Iscritto il: 1 giugno 2005, 20:57

Messaggio da ok:ko » 3 giugno 2005, 20:22

ha detto che non puo stare con me perchè un giorno potrò lasciarlo, mentre è sicuro che l'aLTRA Persona non lo abbandonerà mai.. eppure con lei è infelice e con me dice di essere felice... ora devo scegliere se andare avanti cosi, oppure lasciare tutto... io davvero non lo so, è la terza volta che sono davanti ad una scelta... che cosa devo fare?

Psyco
Messaggi: 516
Iscritto il: 12 gennaio 2005, 0:26
Località: Milano

Messaggio da Psyco » 7 giugno 2005, 14:06

Scusami ma se ti ha detto così non merita nulla.
COSA DIAVOLO VUOL DIRE CHE TU POTRESTI LASCIARLO???
Mi sembrano tutte scuse di un ragazzo egoista e anche un po' smidollato...
Lui vuole una mamma, non una ragazza...
Fuggi finchè puoi!

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

trascurami piuttosto, ma non ti lascio!

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 9 giugno 2005, 17:21

Cara scrittrice,
sì mi sembra che la confusione sia tanta, troppa. Credo che per risolvere questo problema dovresti cominciare col fare un po’ di chiarezza. La situazione che descrivi ha, in effetti, molto a che fare con i temi trattati in questo forum. Essere “torturata” piuttosto che “abbandonata”, implica, per es., accettare situazioni che ci fanno soffrire piuttosto che allontanare la persona da noi. Chi è quella persona che, se sinceramente innamorata, non soffrirebbe dallo stare insieme a qualcuno che è fidanzato con un’altra?? Non si può “stare tranquilli”, “fregarsene, quando la situazione è questa, nonostante tutte le belle cose che ci vengono dette. Io posso benissimo credere che lui sia sincero nel dirti queste cose, ma un’altra cosa è credere che questo possa bastare. Ovviamente lui ha un problema serio, troppe paure e insicurezze (non sta con la persona che ama perché questa potrebbe lasciarlo e per questo sta con chi non ama solo per non essere lasciato? Bé credo che lui abbia almeno un problema simile al tuo!!) e un profondo terrore di stare da solo! Così sceglie di tenere i piedi in più staffe, per non rischiare! E tu in tutto questo dove finisci? Dove sei? E se le altre cose non contano perché allora non le abbandona?
Vedi, io credo che si possa essere seriamente convinti di quello che si dice, ma questo non implica che queste cose siano vere. Probabilmente anche lui non ce la fa a fare diversamente trascinandoti con lui nei suoi problemi. Il fatto che tu abbia appunto questa difficoltà ad allontanarlo nonostante sia una relazione chiaramente frustrante, gli permette di “trascinarti” con lui, e mantenere in piedi questa situazione poco realistica.
Se le cose che ti dice fossero realmente così, se questo fosse veramente “un particolare” che ne direbbe lui se nella sua situazione ci stessi tu?? Se per esempio, tu avessi un atro rapporto, di scorta?
Credo che la confusione in cui ti trovi non dipenda direttamente da lui, le tue insicurezze e i tuoi dubbi hanno radici più antiche se così confusive. Ti consigliere di farti aiutare da uno specialista per mettere ordine “nei tuoi cassetti”, dove sicuramente hai tutte le cose, ma in questo momento non riesci più a trovare niente. Stare in una relazione di questo tipo è estremamente svalorizzante, anche la lussazione della mandibola, sicuramente ti segnala che qualcosa non va e occorre cambiarlo. Certo a 20 anni è molto facile essere confuse e proprio la tua età è a tuo favore. Vedrai che con l’aiuto di un esperto ricomincerai a ritrovare te stessa e capire meglio tutte le “risorse che tieni nascoste nei tuoi cassetti”.
In bocca al lupo,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Sharp-pei
Messaggi: 43
Iscritto il: 13 luglio 2005, 8:35

Messaggio da Sharp-pei » 21 luglio 2005, 17:08

ok:ko, io sono stata per mesi nella tua stessa identica situazione.... e non credo ci sia qualcuno che possa capire meglio di me come ti senti...
Ora purtroppo non riesco, ma domani ti mando un pm!

Sharp-pei
Messaggi: 43
Iscritto il: 13 luglio 2005, 8:35

Messaggio da Sharp-pei » 22 luglio 2005, 9:01

Eccomi, ho pensato di scriverti qua, perchè forse questa situazione è qualcosa che succede spesso, a tante ragazze e vorrei portarti la mia esperienza, tanto per farti un'idea....

Allora, anche per me, come per te, questa storia è iniziata piano ed è andata via via crescendo sempre di piu, lui aveva la ragazza da 3 anni, che oltretutto avevo anche conosciuto.... cmq quando le cose sono cominciate a diventare pesanti per me ho cominciato a ricattarlo, a dirgli che se nn la lasciava con me aveva chiuso.... e da lui venivano solo promesse che puntualmente non manteneva mai. Mi diceva sempre "domani ti giuro che la lascio". E il domani diventava domani, domani ancora e domani l'altro. Diceva che gli faceva pena, che lui era l'unica persona che aveva, aveva paura di un suo gesto disperato nel caso in cui lui la lasciasse.... credimi, non la ha MAI lasciata. Non le ha MAI detto niente, almeno, non di sua volontà. Ci hanno pensato i suoi "amici" a tendergli un'imboscata per mostrarle che lui stava con me.
Alla fine la loro storia è ovviamente finita, e lui sta con me da ormai 2 anni...
Qualcuno ti ha detto fuggi fin che puoi..... beh io te lo ripeterei, perchè ora mi trovo amatissima dal mio ragazzo, ma lui come ha dimostrato in quella situazione è restato il "bonnaccione", quello che non prende decisioni, quello che nn dice mai niente per ferire le persone.... ma alla fine è il suo carattere, come ti dimostra in quella situazione come affronta la vita lo farà sempre.
Se sei convinta di poter accettare questo fardello, dagli fiducia e aspettalo, ma se non vuoi appunto fargli da "mamma" lascia che torni da lei...
Io amo il mio ragazzo ma caratterialmente è un disastro.... e questo però ti assicuro, fa soffrire. Non è un uomo, è un adolescente mai cresciuto...

Un abbraccio

A.

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 22 luglio 2005, 13:19

che tristezza ragazze...come vi svalorizzate...psyco ha completamente ragione...
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Sharp-pei
Messaggi: 43
Iscritto il: 13 luglio 2005, 8:35

Messaggio da Sharp-pei » 22 luglio 2005, 15:58

E' facile parlarare, ma quando ti innamori la razionalità passa in secondo piano... facile dire "lascialo"... il difficile è farlo....

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 25 luglio 2005, 12:56

ma con la mente comprendi anche tu che e` sabagliato starci insieme.

anche a me e` successo, ma eccomi qui, con un altro ragazzo che mi tratta come dovrebbe. non credo dunque sia IMPOSSIBILE.

lo so che il cuore ci mette un bel po`...ma passa. ne sono la prova vivente, quindi non puoi dirmi che non si puo` fare!
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Sharp-pei
Messaggi: 43
Iscritto il: 13 luglio 2005, 8:35

Messaggio da Sharp-pei » 25 luglio 2005, 14:48

Guarda, oltre a lui ho avuto altre due storie (durate anni non mesi) e sò benissimo che si sopravvive. E poi nel mio caso, come credo anche in quello della ragazza che scrive non è l'AMORE che manca, ma altre cose, non meno importanti d'accordo.... quindi quando l'amore c'è, ed è palpabile e ti regala ogni giorno un'emozione, capirai che non è facile dare un calcio a tutto come dare un calcio a una cosa appena comprata che non funziona, se la persona con la quale stiamo ha qualche difetto, io credo che se la ami davvero sei anche disposto a lottare, io lo ho fatto e sotto alcuni punti di vista ho anche vinto. E ne sono felice, se avessi ascoltato chi come te, mi ripeteva "lascialo" mi sarei bruciata tanti bei momenti e una persona che mi ama davvero.... certo, ho sofferto, soffreo tutt'ora ma sta ad ognuno di noi sentire se quel che si sopporta ha qualche fine o meno.

A volte bisogna cercare di essere un pò meno superficiali e cercare di capire che dietro a una mail, a uno schermo, c''è una persona che ha dei sentimenti, che ama e che se scrive su questo forum ha davvero bisogno di una persona che magari dia anche coraggio.... le cose potrebbero inaspetatamente cambiare, e io ho fiducia.

Psyco
Messaggi: 516
Iscritto il: 12 gennaio 2005, 0:26
Località: Milano

Re: c'è qualcosa che non va in me, forse

Messaggio da Psyco » 25 luglio 2005, 15:31

ok:ko ha scritto: a parte quest'episodio non ho mai cercato l'attenzione delle persone in modo morboso e non mi è mai passata dall'anticamera del cervello di voler esser "torturata" piuttosto che abbandonata... ma forse sto sbagliando tutto su di me. non ci capisco piu nulla, da quando frequento questo ragazzo sono dimagrita molto e in piu mi si è bloccata la mandibola (i dottori han detto che potrebbe essere dovuto allo stress)...
io davvero non ci capisco piu nulla, forse non sono la persona che credo di essere... spesso ho un senso di vuoto e un senso di inadeguatezza (non è che mi sento peggiore degli altri, mi sento diversa, incompresa), sono triste depressa, sono ansiosa, nervosa, quando litigo con mio fratello a volte mi capitano come delle crisi isteriche (urlo, a volte gli alzo le mani -non potrei mai fargli male perchè lui è il doppio di me-, l'ultima volta che cè stata una discussione tra lui e mia mamma io mi sono intromessa perchè non sopportavo piu di sentirli urlare e alla fine sono scoppiata in un pianto e mi sn messa a urlare, stavo quasi per svenire).
sono molto confusa, sento che in me cè qualcosa di contraddittorio (sono sempre indecisa sulle scelte ad esempio) ho come la sensazione di aver mentito con me stessa fino adesso sul mio vero carattere, sulle mie debolezze, non so piu cosa pensare e come comportarmi...
Sono d'accordo che dietro a uno schermo c'è una persona e che l'amore è una cosa bella, che dà tanto ,ecc, ecc..
Ma non posso ignorare l'urlo disperato che sta lanciando questa ragazza!
Se soffri, puoi anche amare quanto vuoi, ma forse non ne vale la pena no?
Vedo tante storie che vanno avanti x inerzia, x paura di rimanere soli..
Una mia amica si è completamente spenta da quando sta con un ragazzo un po' instabile e e troppo geloso, e dopo 5 anni, ancora sono qui che litigano, che si fanno male a vicenda..
E io mi chiedo: a che pro?
L'amore dovrebbe essere qc che libera, non un sentimento che rende schiavi..
Io ho amato e so bene quanto sia difficile restare improvvisamente senza quella persona, senza i bei momenti e tutto il resto, ma certe volte ci si ritrova in questa situazione e bisogna fronteggiarla..
Si dice meglio soli che male accompagnati no?
La sofferenza dell'abbandono o della fine di una storia dopo un po' passa...ci vuole del tempo ma passa..
Stare con una persona aspettando che le cose cambino....bisogna esserci dentro x capire..
Forse nel tuo caso, sharp-pei, ne è valsa la pena...anche se io non sarei mai stata con un ragazzo che non ha avuto il coraggio di dire alla tua ragazza che aveva un'altra...avrei sempre avuto il dubbio che potesse farlo anche a me...
E ormai so che gli uomini sono ben capaci di mentire..i "Ti amo" si sprecano e le effusioni sanno illuderci molto bene..
Magari nel caso di ok:ko non è così...ma solo lei può saperlo..
Insomma...se questa cosa, cara ok:ko, ti sta facendo troppo male, se perdi troppo peso, se il tuo umore è diventato insostenibile, forse è il caso che tu faccia qualcosa...piuttosto passa alle minacce, digli che se non lo fa lui, glielo dirai tu alla sua ragazza come stanno le cose. la sua reazione potrebbe farti capire molte cose...
Non è bello nè corretto fare l'amante, ma tu ci sei capitata dentro ed ora è bene che ti tiri fuori da questa situazione che ti sta logorando...
A presto!
Un abbraccio..

Sharp-pei
Messaggi: 43
Iscritto il: 13 luglio 2005, 8:35

Messaggio da Sharp-pei » 25 luglio 2005, 16:07

Psyco sono d'accordissimo con te!

Ma siccome che purtroppo non possiamo sapere cosa c'è dietro ad un semplice racconto fatto di parole scritte su un monitor, quello che dicevo io è che il semplice "lascialo" lo trovo frettoloso e superficiale! Non puoi dare un consiglio cosi freddo a una persona che soffre moltissimo, e che a quanto pare ama anche molto... (se sta cosi male mi pare ovvio), il mio discorso era incentrato sul fatto che ci sono anche diversi modi per affrontare la cosa, possono esserci motivazioni a noi nascoste perchè questo ragazzo si comporta cosi... che ne noi ne lei sappiamo! Ci possono essere motivi psicologici che inducono lui a comportarsi così o chissà cos'altro, e magari, chissà se e quanto soffre anche lui!
Non tutto è sempre bianco o nero!
Io le ho consigliato di capire bene cosa prova per lui, se ne vale la pena, e ho detto che probabilmente se è cosi in quel caso sarà cosi anche in altri casi della vita! Ma la decisione sta a lei, lei sola può sentire le motivazioni che la spingono a starci insieme, e non per forza ci sta per paura dell'abbandono.... la differenza tra AMARE e non aver la forza di lasciare e non lasciare per aver paura di non essere AMATI è sottile, ma con un'introspezione personale secondo me puoi arrivare a capire se è l'uno o l'altro sentimento che prevale. O se coesistono. MA solo lei può fare questo lavoro.
Ma per il resto del discorso, se una persona ti fa stare male, e tu ci stai solo per paura della solitudine, beh allora caro/a Psyco sono con te al 100%! Ma SOLO se è cosi!

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 25 luglio 2005, 17:28

scusa me è normale che uno si basi sul racconto...non conoscendo la persona, il lascialo è ovviamente provocatorio, se non lo capisci...bè pazienza.

io dò la mia opinione, se la giudichi superficiale perchè mi dici: dietro lo schermo c'è una persona con dei sentimenti ti rispondo: MA VAAAAA? non ci avevo mai pensato...

la mia è un'opinione, del tutto personale che puoi non condividere, è forse anche logico sia un po' superficiale( seppur la cosa non sia voluta) se per superficiale intendi...non conosco, nè tu conosci tutta la storia. duqneu qui siamo tutti superficiali perchè non ci conosciamo tra noi!

ma omettendo ciò, una persona soffre, e soffre epr amore.

se se ne lamenta significa che avverte qualcosa che non va.

ora se questa cosa si può superare bene, ma non avere la coda di paglia se dico: guarda che se non ne vale la pena..lascialo. all'inizio fa male, poi...sempre meno.

sì anche tu sei qui dopo 2 storie non finite bene...anche tu stai soffrendo ma non mi sembra il caso di accusarmi di superficialità. in fondo anche tu...che cosa ne sai di me o dei miei problemi o di cosa mi spinge a dire alcune cose?

ma lascio eprdere anche questa cosa e mi azzardo solo(SE MI PERMETTI)
di dire ad OK:Ko che sono sicura anche lei capisca quanto riesce a sopportare la sofferenza...e poi...amare è soffrire?

io non penso proprio.

concordo con psyco per molte cose, un ragazzo che tradisce e dice ti amo parla sul serio? uno senza il coraggio di dire la verità alla ragazza...ama sul serio?

io ci rifletterei.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Psyco
Messaggi: 516
Iscritto il: 12 gennaio 2005, 0:26
Località: Milano

Messaggio da Psyco » 26 luglio 2005, 23:47

Secondo me stiamo solo mettendo in crisi Ok:ko...
Non mi sembra il caso di accendere i toni Vale.. ;)
Ognuno sta dando il meglio di sè, la sua opinione data dalla sua esperienza..è questo quello che conta...
Credo che ok:ko saprà fare la sua scelta aiutandosi con i nostri spunti di riflessione.
Noi non siamo nessuno x dare consigli e lei non credo prenda x oro colato tutto ciò che si dice qui..
Quindi al massimo potrà riflettere sulle nostre posizioni..
Posizioni che magari sono già in conflitto dentro di lei e che si sono proiettate su di noi.... ;)

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 27 luglio 2005, 9:22

concordo con te...non sono stata io ad accusare di superficialita`...ma ci passo sopra.
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”