Come uscirne?

Che cosa ci induce a soffrire piu' di quanto potremmo? Fragile autostima, depressione, insopprimibili sensi di colpa, disamore di sé, sfiducia nel proprio valore e nelle proprie capacità, frustrazione, rabbia, impotenza, senso di inadeguatezza, senso di vuoto; dipendenza e dedizione a legami funesti, dominio e sottomissione. Spesso questi disturbi si manifestano attraverso sintomi e malattie fisiche di stress quali: insonnia, cefalea, ansia, disturbi gastro-intestinali, respiratori, tensione muscolari, disfunzioni sessuali… Altre volte possono complicarci notevolmente l’esistenza, inquinando le varie sfere di vita. Tutto è più complicato, faticoso o doloroso: il lavoro, le relazioni d’amore e d’amicizia, la sessualità.

Moderatore: Dr.ssa Cristina Spadoni

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 28 marzo 2009, 13:38

Scusate non sono riuscita a collegarmi. State analizzando giustamente il mio matrimonio. Mentre io, lo so che nn va bene ma purtroppo è cosi..io sono terrorrizzata dal perdere l'altro. Mio marito nn si è fino ad oggi nn si è mai accorto di nulla...per lo stesso motivo per il quale evidentemente mi sono resa conto di aver fatto un errore sposandolo. Perchè lui e indubbiamente una bravissima persona, ma proprio non cè sintona in nessun campo. Infatti mi dispiace moltissimo anche dal punto di vista sess. per lui e per questo che sono convinta che la cosa migliore sia lasciarci.

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 28 marzo 2009, 14:05

Mentre lui nn la vuole proprio prendere in considerazione, lasciarci. Forse per ns. figlio, Forse xche saremo i primi in assoluto sia nella mia che nella sua famiglia. Ma ripeto in questo momento nn è lui il problema se non che mi dispiace che non è felice. Ma credetemi come ho gia scritto, ormai nn mi sento nemmeno più in colpa, ho smesso anni fa....prima di sposarci lui aveva delle abitudini che non mi piacevano, mi diceva che una volta sposati sarebbe stato diverso...invece la prima volta che gli dissi che era meglio se ci lasciavamo è stato durante la gravidanza di mio figlio...dopo l'ennesima domenica trascorsa da sola...nn cè la facevo più, era novembre pioveva, ma uscii, lo icontrai nelle scale ..quella fu la prima volta che gli dissi ma che stiamo a fare insieme?? Io Vi ringrazio e so che in fondo avete ragione il problema dovrebbe essere il mio matrimonio. Ma non è cosi. Il problema è che io tengo troppo all'altro, in tutti questi anni sono riuscita a portare avanti il matrimonio, per mio figlio, abbastanza bene. Mentre ora che vivo nel terrore non va....è da un anno ormai che sto malissimo e ovviamente se ne sono resi conto a casa. Mio figlio ormani nn fa che da giudice di pace. E' la cosa nn va assolutamente bene.
Scusate devo interroppempere..continuo dopo.

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 28 marzo 2009, 16:39

siamo tutti d'accordo sul fatto che l'amore è diverso dall'innamoramento. se non vi ricordate io ho avuto una storia di 10 anni, se confondessi le due cose la mia storia sarebbe durata 6 mesi e non 10 anni...ma l'amore non è qualcosa che si può imparare e che ci si può isctruire a provare nei confronti di qualcuno, altrimenti tutti sarebbero sereni e felici. poi se per comodità si preferisce pensare così ok, ma non lo è. se non si ama non si ama, si può volere molto bene, ma comunque non è amore. l'amore ha qualcosa di più del semplice affetto, è una forma diversa.
quando ci si accorge di non amare più qualcuno, e ce ne si accorge perchè ci si inizia a chiedere se lo si ama o no, quando si inizia a non avere più la voglie di ricostruire un cavolo..allora è finita, è un punto di non ritorno. e a decretarlo è proprio il fatto di non avere il desiderio di recuperare.
io mi sono impegnata per vedere di migliorare le cose col mio ex, mi sono impegnata probabilmente solo io, ma se è finita è finita..e anche impegnarmi per ricostruire o rappezzare mi pesava perchè mi sentivo come se chiudessi alle mie spalle la porta di uno stanzino buio e stretto..e lui per me era la persona più importante dopo i miei genitori..non significa che lo amassi.

giada..il tuo amante è un traditore seriale. come ho giò detto, e credo fermamente che un traditore seriale lo sarà per sempre..è come un diamante, è per sempre. tradiva la moglie da prima di te, l'ha tradita con te e tradisce pure te con un'altra..non ti basta? vuoi uno così? ti fideresti?
penso che dovresti sistemare un attimo la tua vita per avere serenità..ma una serenità che non dipenda da un'altra persona, ma solo da te e da tuo figlio.
Immagine

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 28 marzo 2009, 20:56

Grazie Twilight e Lilly, so che avete ragione. So bene di non amare mio marito. Ma ripeto anche se con lui ovviamente ora sta peggiorando tutto...il problema in questo momento nn è il mio matrimonio.
i miracoli fatti dall'amore sono gli unici in cui credo
Davide49 mi ha coplita questa tua frase xche al momento per me rappresenta l'unica speranza che mi danno la forza per andare avanti. Solo che spero il miracolo avvenga a fare rientrare in se il mio lui.

Il problema è che sto troppo male xche so che dovrei lasciare il mio lui - ma non ci riesco.
quindi devo trovare un equilibrio che non mi porti alla rovina totale....ed è quello che temo di più.
La situazione attuale è che lui dice che devo stare tranquilla....intanto a volte e dolcissimo altre durissimo. Quindi sto provando a vivere giorno per giorno senza porre troppe domande....un atteggiamento totalmente contro mia natura. E questo ovviamente mi fa stare male. Intanto se insisto nel volere che lui confessi....lo perdo.
Come vi dicevo la mia ossessione ora è vederla. Quindi prima avere la conferma che sia la persona che ho individuato.
Mi sconvolge l'effetto che ha su di me l'aver perso la fiducia...cioè sono convinta che se lui mi dicesse la verita io con dolore ma supererei meglio questo dolore...invece ora quando mi chiama ed e tutto allegro ...la prima cosa che penso è che è stato con lei....
Per cortesia mi date un consiglio.....devo continuare a fargli capire che SO che ho la prova (per esempio gli dico di farmela incontrare o contunui ad imitare il suo modo di parlare o devo fare proprio finta di nulla?)

dina
Messaggi: 23
Iscritto il: 3 gennaio 2009, 21:36

Messaggio da dina » 28 marzo 2009, 22:46

Secondo me dovresti parlarne con lui, cercando di capire se è sincero o se si contraddice.
Se hai la certezza della presenza dell'altra e di un suo trasporto non solo fisico ma sentimentale, considera l'idea di rimanere da sola per un pò, di non rimanere attaccata ad un uomo che non ti vuole più (così come tuo marito ha fatto con te).
Soffriresti da morire senza di lui, ma soffriresti ancora di più accanto ad un uomo che ami e che ama un'altra.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 30 marzo 2009, 10:53

Giada60 ha scritto: Mio figlio ormani nn fa che da giudice di pace


Quanto la dicono lunga, queste parole, su quali sono i suoi bisogni e le sue paure, la sua domanda ai genitori!!!

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 31 marzo 2009, 17:42

Cara Giada, leggo ora i suoi messaggi. Intanto chiederei a tutti di cercare di fare come vi ha consigliato Davide (grazie!), esprimere le vostre opinioni usando il condizionale e un "secondo me" è d'obbligo, non solo per il rispetto della netiquette e del forum, ma anche per il fatto che NESSUNO DI NOI può capire da 4 righe scritte su un forum la complessità di una persona e delle situazioni che vive... delle motivazioni profonde che muovono certi comportamenti... Ricordiamoci che è un forum di psicologia, non un luogo dove processare e giudicare le persone.
Giada sta esprimendo un disagio, è confusa e sta chiedendo aiuto per la situazione che vive con quest'uomo.
Credo che nessuno qui può dirle cosa sia meglio fare, so che è difficile, ma il suo problema sembra essere prima di tutto quello di "capire" e non quello di "agire".
Lei ha accennato al fatto che si sta facendo aiutare, cosa intende?
Credo possa esserle utile capire meglio cosa le sta succedendo, come mai si sente così. Che significato hanno queste "ossessioni" di cui parla...
conoscere o meno questa eventuale donna, non cambia la realtà, ma che significati può avere per lei? Stare insieme a quest'uomo che significato può avere? Sono tante le cose che dovrebbe chiarirsi...e credo che prima ancora di capire cosa fare sia necessario guardarsi dentro in profondità con l'aiuto di un terapeuta.
Dai suoi messaggi sembra possibile solo un passaggio da un uomo ad un altro; lei scrive che è finita con suo marito ma in realtà non l'ha mai lasciato in tutti questi anni, sicuramente risponderà a dei suoi bisogni profondi oltre che a delle motivazioni esterne (genitori, figli...). Ne sarebbe realmente capace?
Sono tutti interrogativi a cui a mio avviso dovrebbe provare a rispondere con l'aiuto di un esperto, per capire cosa si muove realmente dentro di lei.
E' veramente amore questo o c'è dell'altro?
So che non è quello che vorrebbe sentirsi dire ora, ma in realtà nessuno può dirle cosa deve fare...se non cercare di capire meglio perchè è disposta a tanto...
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 4 aprile 2009, 8:48

Scusatemi se nn riesco a scrivere spesso è che divido il pc a casa e quindi...

Grazie dottoressa Spadoni, non lo so se è amore so che sono terrorrizzata dalla paura di perderlo...questa notte ho sognato che lui è stato colpito da un arma da fuoco, era con una donna.
Ho un disperato bisogno che lui mi dica la verita.
La prego mi può aiutare a capire cosa devo fare? Io gli ho detto che ho una prova e lui mi dice che gliela posso fare anche vedere xche è tranquillo continua a dirmi che non cè nessun altra...ci sarà una spiegazione. (Ma se non avesse nulla da nascondere mi dovrebbe dire non puo essere che tu hai una prova- concorda con me?) Ma io ho un blocco non riesco a farli sentire quella registrazione avvenuta per puro caso. Ho tanta rabbia dentro, io ho toccato più di una volta il fondo implorandolo di dirmi la verità quando ancora non avevo la certezza è mi logorava il dubbio. Ora vorrei diventare forte, cinica...ma temo che non ci riusciro mai.

Non so cosa fare da una parte sento il bisogno di dirgli tutto, e come se sentissi che solo lui puo aiutarmi a ritrovare la serenità. Ormai mi creda accetterei anche l'altra ma vorrei vederla e anche lei dovrebbe sapere.

Cosa devo fare? Essere dolce amorevole e concentrarmi sul riconquistarlo? E non parlare più dell'altra? Ho bisogno di sapre l'altra chi è xche se si tratta di quella che ho individuato nn credo avranno futuro insieme e quindi mi dico devo solo pazientare. O devo invece visto che lui dice che sono solo delle mie sensazioni ..dirgli ogni volta che noto delle stranezze dirglierle? Ma poi ovviamente lui fa in modo che quella cosa nn avviene più. Ma questo poi per me solo un ulteriore conferma.

Sto male xhe mi sto costringendo ad avere un comportamento che nn è mio. Glielo anche detto, ma lui niente,

Intanto ho inizato a consultare una psicologa. Concordo con Lei che dovrei cercare di capire ben altro di me....ma non ci riesco e da un anno che non vivo più e nemmeno mio figlio riesce a farmi uscire da questo tunnel. Grazie ancora di cuore.

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 4 aprile 2009, 13:05

Davide49 ha scritto:
Giada60 ha scritto: Mio figlio ormani nn fa che da giudice di pace


Quanto la dicono lunga, queste parole, su quali sono i suoi bisogni e le sue paure, la sua domanda ai genitori!!!

Davide eppure io sono convinta che gli sto facendo più male ora, cioe sono sicura che i figli crescono più sereni con genitori separati ma sereni. Io ora nn ci sono. Faccio una gran fatica ad alzarmi al mattino. Penso veramente che la cosa migliore sia morire.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 4 aprile 2009, 14:47

Giada60 ha scritto: sono sicura che i figli crescono più sereni con genitori separati ma sereni. Io ora nn ci sono. Faccio una gran fatica ad alzarmi al mattino. Penso veramente che la cosa migliore sia morire.
ciao Giada
invece a me pare che il pensiero di tuo figlio sia molto diverso.
se cerca di mettere pace fra voi, vuol dire che ha bisogno di tutti e due, è questo ciò che chiede.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 4 aprile 2009, 15:17

Dr.ssa Cristina Spadoni ha scritto: lei scrive che è finita con suo marito ma in realtà non l'ha mai lasciato in tutti questi anni, sicuramente risponderà a dei suoi bisogni profondi oltre che a delle motivazioni esterne (genitori, figli...)
è quello che penso anch'io

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 4 aprile 2009, 16:13

invece a me pare che il pensiero di tuo figlio sia molto diverso.
se cerca di mettere pace fra voi, vuol dire che ha bisogno di tutti e due, è questo ciò che chiede.[/quote]

Grazie Davide, e cosi lo so bene. Io problema sono io che sono completamente assente. Sai io mi sto imponendo di assumere un atteggiamento che non mi appartiene per non perdere lui, e questo mi sta distruggendo. Ma non riesco a fare diversamente. Secondo te si puo cambiare modificare il proprio carattere? Io dovrei vivere questo amore senza pretese. Viverlo e basta....

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 4 aprile 2009, 16:37

Davide49 ha scritto:
Dr.ssa Cristina Spadoni ha scritto: lei scrive che è finita con suo marito ma in realtà non l'ha mai lasciato in tutti questi anni, sicuramente risponderà a dei suoi bisogni profondi oltre che a delle motivazioni esterne (genitori, figli...)
è quello che penso anch'io
Mio marito come ho già detto è una bravissima persona ma fra di noi non c'è assolutamente sintonia. L'ultima volta gliene ho parlato 3 gg fa, dopo l'ennesimo episodio che mette in evidenza la ns. incompativilità, gli ho detto che è meglio se ci lasciamo ma lui nulla, sembra cadere dalle nuvole e dice è ora che ti prende...perchè non lo lascio xche so che mio figlio non me lo perdonerebbe ( ci ho provato ma lui dice: "si hai ragione ma papa è cosi"), perchè saremo i primi ad affrontare una separazione, sia nella mia che nella sua famiglia... O forse non lo lascio xche in fondo noi siamo già separati in casa. Ora poi lui economicamente dipende da me e quindi diventa ancora più difficile. Ma ribadisco il problema non è il mio matrimonio, purtroppo quello è veramente fallito.
Il mio problema è trovare un po di serenità.

Davide49
Messaggi: 3190
Iscritto il: 31 maggio 2006, 15:42

Messaggio da Davide49 » 5 aprile 2009, 0:42

Giada60 ha scritto: questo mi sta distruggendo. Ma non riesco a fare diversamente. Secondo te si puo cambiare modificare il proprio carattere? Io dovrei vivere questo amore senza pretese. Viverlo e basta....
Giada, cosa posso dirti? anch'io ho sofferto. E ho imparato che a volte si deve cambiare, uno se lo deve imporre. Magari gradualmente.
Secondo me è difficile cambiare il carattere, ma in parte è possibile, e comunque si può anzi si devono cambiare gli atteggiamenti interiori e le scelte, ci deve essere un preciso atto di volontà alla base, orientato al recupero di se stessi e della propria autonomia.
Faccio fatica a chiamare amore una relazione che toglie serenità e pace, che ci logora, che ci distrugge, come dici tu, che ci toglie più che darci.
Se uno vuole, alla fine ne viene fuori.
Non credo che abbiamo il diritto di buttare via la nostra vita in una dipendenza, non credo che dobbiamo concedere spazio a qualcosa che ci fa stare male. La vita che abbiamo è un dono troppo prezioso, ogni giorno lo è. Certo il cammino è lungo, e bisogna fare appello a tutte le risorse, dentro e fuori di noi. Ma io credo che sia un cammino possibile, e a volte anche una riscoperta di noi stessi, e di risorse che non credevamo di avere ancora, una consapevolezza diversa, una libertà nuova.

Giada60
Messaggi: 55
Iscritto il: 22 marzo 2009, 0:31

Messaggio da Giada60 » 5 aprile 2009, 9:03

Grazie Davide, condivido tutto quello che dici. Mi sono trovata in passato a stare vicino ad amiche con lo stesso problema e dicevo esattamente questo. Invece ora che succede a me.... Non trovo la forza, sai, sento di poter supportare tutto ma non perderlo. Forse devo parlarne con lui, fargli sentire la registrazione.....almeno inizio a liberare la mia mente da quest'ossessione, ormai sento in cntinuazione quella voce....mi sembra di impazzire. O invece devo fare come dice lui....stare tranquilla non ossessionarlo...e tutto andra bene? Sai mi dico prova la seconda opzione ..per la prima mi sembra quella definitiva....e proprio non sono pronta.....Intanto ho deciso di andare fino in fondo ...devo sapere lei chi e'.
Davide ti ringrazio di cuore mi state aiutanto davvero tanto. Mi scuso se non riesco ad essere presente sul sito come vorrei, ma devo fare attenzione a case. Grazie mile.

Rispondi

Torna a “Torturami ma non abbandonarmi”