Pagina 1 di 9

Come uscirne?

Inviato: 22 marzo 2009, 1:14
da Giada60
Ho scoperto solo questa sera questo forum e da mesi che sono alla ricerca di un forum del genere. E' da un anno che sto malissimo. Non riesco a liberarmi da un uomo del quale sono follemente innamorata da più di 10 anni. Siamo entrambi sposati con figli. La serenità dei ns. figli ci ha impedito di lasciare i ns. risp. coniugi. Non è facile vivere con un uomo che nn ami pensando sempre all'altro, La speranza era che quando i figli sarebbe più grandi si trovasse il coraggio per prendere la decisione definitiva. Lui mi aveva confessato che aveva tradito la moglie già altre volte. Ma con me era diverso ero l'amore della sua vita. Nulla in questi anni ci ha diviso malgrado tante difficoltà. Succede che lui cambia lavoro...e dopo un pò di mesi cambia. Poi un anno fa mi dice di volere una pausa di riflessione, che nn riesce più a concilliare la ns. storia con il lavoro... Non ci credo nemmeno per un attimo gli dico che sono convinta che c'e' un altra donna. Dopo mesi di torture supplicandolo di non lasciarmi. Lui da qualche mese cambia atteggiamento e diventa di nuovo dolce e gentile. Io vedo in questo solo una tattica x tranquillizzarmi e poi lasciarmi... infatti scopro che mi dice bugie, poi assisto a telefonate strane con una sua collega...e poi per puro caso ascolto una telefonata una voce dolcissima che lo chiama amore, etc......Stavo andando da lui e nn so che mi è preso, cmq. ho iniziato ad imitare questa voce..... Ora lui vuole lasciarmi e io sono distrutta non riesco a vivere senza di lui.. gli ho detto che non mi importa nulla se c'e' un altra vorrei solo lui avesse fiducia in me e me lo dicesse.Ho dei pensieri bruttissimi di fare del male a me o a lui.....lo sto supplicando di vedermi...a casa va malissimo non riesco più a fare le cose più banali. Sono ossesionata dal conoscere lei....

Inviato: 22 marzo 2009, 11:11
da doomgeneration
Un quadrilatero?? Anzi no..di più...ma quante persone siete dietro questa storia???? :shock: :shock: ..........

Inviato: 22 marzo 2009, 11:52
da dina
Forse dopo 10 anni questa persona si è stancata anche di te...in fondo dopo quanto tempo si era stancato della moglie?
Ha tradito la donna che ha sposato e con cui ha deciso di formare una famiglia e che quindi amava, prima con persone per cui non provava sentimenti, poi con te che ha avuto modo di conoscere meglio.
Ora ha una nuova storia che probabilmente lo stimola di più, ma di certo rimane attaccato sia alla moglie che a te (10 anni non sono pochi e continuerà a vedere anche te, se riuscirà a trovare il tempo per tutte e soprattutto se tu non lo lasci libero di scegliere se cambiare amante).
Tuo marito in questi anni non si è accorto di nulla?
Vivete separati in casa o ci sono momenti di felicità e di intimità tra voi?
Cos'è che non va tra te e tuo marito, che hai dovuto compensare con la presenza di un altro?
O cos'è che non va in te che hai bisogno di rincorrere un uomo sposato e di accontentarti delle briciole del suo amore e del suo tempo?
Attenta a questa rabbia che provi, la passione che senti di provare per quest'uomo può essere incanalata in qualcos'altro, piuttosto che nel fare del male a te e lui.

Inviato: 22 marzo 2009, 12:36
da Giada60
Grazie Dina. Lo so che dovrei mandarlo al diavolo. Il problema e' che non ci riesco. Con mio marito nn e mai andata bene. Purtroppo non ho avuto il coraggio di dare un dispiacere ai miei genitori, che all'epoca non mi avrebbero perdonato a rottura di un fidanzamento, io avevo solo 18 anni. Ho capito subito di aver commesso un errore. Lui e' una brava persona. Solo che siamo troppo diverse. Io spesso gli propongo di lasciarci ma non ne vuole sapere. L'altro mi ha letteralmente rapito il cuore con la sua dolcezza. Non e' stato facile per me quando ho capito che mi ero innamorata. Gli chiesi di lasciarmi in pace se per lui dovevo essere solo una delle tante. Mi giuro che nn era cosi. Ora io sono qui ad implorarlo di dirmi cosa gli succede..che lo volgio aiutare...patetica! Non credo che lui lascera mai la moglie...al momento credo di aver individuato l'altra...e' addirittura fidanzata! Ho tanta rabbia, mi sento tradita, nel piu' profondo, cioe' pensavo che ci potevamo dirci tutto. Ho commesso l'errore di dirgli tutte queste cose. e' ora sono terrorrizata dalla paura che lui non mi vuole piu' vedere. Non lo so dove mi portera' questa rabbia....A volte penso addirittura una volta che ho la conferma che si tratta della sua collega fidanzata. di parlare con il fidanzato di lei......Intanto ho deciso di farmi aiutare ....ma non a lasciarlo ma a diventare piu' forte per accettare tutto questo.

Inviato: 22 marzo 2009, 17:36
da dina
Potevi lasciare il tuo fidanzato quando ti sei accorta che non era l'uomo per te, ma non l'hai fatto per non dare un dispiacere ai tuoi genitori.......
Potevi lasciare tuo marito quando ti sei accorta di amare un altro, ma non l'hai fatto per non rovinare la serenità dei tuoi figli.......
Ma forse era meglio per te non rompere il fidanzamento, era meglio non soffrire sola senza il tuo fidanzato e poi marito, brava persona, che in quel momento non aveva rivali. Hai fatto una scelta.
Ed hai scelto di non rovinare la tua di serenità per un uomo che non lascerà mai la moglie.
Hai scelto di rimanere con la tua famiglia, ed essere un'amante, di nascondere agli occhi di tutti il tuo malessere, di prenderti da un lato la sicurezza e il calore della famiglia dall'altra la passione e la dolcezza del tuo amante. Proponi a tuo marito di lasciarvi e lui non vuole saperne? Forse vuoi che lui sia lui a lasciarti, che sia sua la responsabilità e non tua....
Perchè essere più gelosa di una sua nuova avventura piuttosto che della moglie? In fondo è dalla moglie che non si separerà mai, hai paura che la nuova arrivata riesca dove tu non sei riuscita?O sarà anche per lei un inferno se amerà un uomo che non si dedicherà a lei completamente?

Inviato: 22 marzo 2009, 17:50
da doomgeneration
Perchè essere più gelosa di una sua nuova avventura piuttosto che della moglie?
Come si fa ad essere gelosi della moglie in questo caso?
E' evidente che per lui la moglie (tradita piu volte) non è l'oggetto del desiderio...non a caso nel racconto di giada la moglie e il marito (di giada) compaiono solo per sbaglio. Non sono loro i protagonisti, stanno ai margini della storia.
Lei è gelosa della nuova amante perché è come se lei fosse la moglie e l'altra quella che glielo ha "portato via"... infatti mi colpisce che giada usi queste parole :
Ho tanta rabbia, mi sento tradita, nel piu' profondo, cioe' pensavo che ci potevamo dirci tutto. Ho commesso l'errore di dirgli tutte queste cose. e' ora sono terrorrizata dalla paura che lui non mi vuole piu' vedere
Ora lui vuole lasciarmi e io sono distrutta non riesco a vivere senza di lui.. gli ho detto che non mi importa nulla se c'e' un altra
Parole che sono molto intense per una storia tra "amanti"...sembra un vero secondo matrimonio (10 anni !).



Per giada: per favore lascia tuo marito..la storia a 5 comincia a diventare veramente patetica.... hai fatto degli errori hai detto, beh non è il caso di cominciare a rimediare? Non è mai troppo tardi. O forse non hai il coraggio di (o x te è troppo scomodo perché implica fatica...) chiedere il divorzio?? Te credo che se "proponi" di lasciarsi, lui non vuole...chi mai sceglie di essere lasciato?!??!?! questa è proprio una scusa comune che usano tutti quelli che tradiscono...dicono di aver provato a separarsi "ma lui/lei non ne vuole sapere"..ahahah ti tiene incatenata a casa x caso? ti sta ricattando che perderai la custodia dei figli se vi separate? io non credo...è tutto un modo per non voler essere colui/colei che se ne va....
Intanto ho deciso di farmi aiutare ....ma non a lasciarlo ma a diventare piu' forte per accettare tutto questo.
Ma chi te lo fa fare di accettare tutto questo? Hai proprio una autostima sotto le scarpe, non c'è che dire....

Inviato: 22 marzo 2009, 22:46
da Giada60
Grazie Dina e doomgeneration. Doomgeneration, hai compreso perfettamente io nn l'ho mai visto come il mio amante. Ma come mio marito. Non ho mai vissuto questa storia con serenità xche soffro quando nn sono con lui. Questa condizione ha preso il sopravento su tutto, mio marito per me è come se nn esistesse. Io vorrei lasciarlo sopratutto per lui xche cosi lui puoi rifarsi una vita. Quando mio figlio era piccolo abbiamo attraversato un periodi di crisi io e mio marito, dovuto ad un fatto che metteva chiaramente in evidenza la ns. incompatibilità allora decisi di lasciarlo, feci l'errore di parlare a mio figlio che aveva giusto iniziato la scuola che io e lui ce ne saremmo andati .......lui disse e papa' io gli spiegai che lo avrebbe cmq visto che nn sarebbe cambiato nulla..... mio figlio inizio ad avere problemi a scuola, feci retromarcia...potete immaginare il danno che ho provocato, sono percebibili ancora oggi e sono passati tantissimi anni. Con il senno del poi ho sbagliato sarei dovuta andare avanti. Non lo so xche, ma sacrifichiamo la ns. felicità per quella dei figli. Se ancora nn ho commesso una sciocchezza e a volte mi sembra l'unico modo per porre fine a questa sofferenza e xche non posso dare questo dolore a mio figlio.
Sto male xche lui nn mi dice la verità. Cioè lui continua a dire che nn cè nessuno che e solo frutto della mia fantasia. In tutti questi anni io nn ho mai pensato ma nemmeno lontanamente che poteva succedere una cosa del genere, cioè il mondo e pieno di insidie, ma qui stiamo parlando di due persone che si amano e soffrono di nn poter stare insieme! Allora mi chiedo xche? Poi ovviamnete sono gelosa xche ho sentito la voce molto gioiosa, allegra, e poi xche lo vedo molto preso.... All'inizio quando io stavo male ad accettare questa condizione e lui era troppo preso da me mi chiese cosa vuoi che facciamo, dimmelo io lo faccio....avrei voluto dire divorziamo, ma ho pensato ai ns. figli....Ora lei nn ha figli... lavorano insieme viaggiano insieme.....quindi e tutto cosi semplice...mentre vedersi con me è ovviamente più complicato. Ho disperatamente bisogno di sapere la verità....quindi potrei mostragli la prova e.....ma poi lo perdo. Per questo ho deciso di recuperare e fare finta di nulla, spero di riuscirci. In quando all'autostima non esiste più sapessi quante volte mi sono letteralmente resa ridicola. Ma secondo voi è poi cosi sbagliato fargliela pagare????



Per giada: per favore lascia tuo marito..la storia a 5 comincia a diventare veramente patetica.... hai fatto degli errori hai detto, beh non è il caso di cominciare a rimediare? Non è mai troppo tardi. O forse non hai il coraggio di (o x te è troppo scomodo perché implica fatica...) chiedere il divorzio?? Te credo che se "proponi" di lasciarsi, lui non vuole...chi mai sceglie di essere lasciato?!??!?! questa è proprio una scusa comune che usano tutti quelli che tradiscono...dicono di aver provato a separarsi "ma lui/lei non ne vuole sapere"..ahahah ti tiene incatenata a casa x caso? ti sta ricattando che perderai la custodia dei figli se vi separate? io non credo...è tutto un modo per non voler essere colui/colei che se ne va....
Intanto ho deciso di farmi aiutare ....ma non a lasciarlo ma a diventare piu' forte per accettare tutto questo.
Ma chi te lo fa fare di accettare tutto questo? Hai proprio una autostima sotto le scarpe, non c'è che dire....[/quote]

Inviato: 23 marzo 2009, 11:59
da Davide49
cara Giada a me sembra che la cosa più importante è che devi tornare a volerti bene.
ciao

Inviato: 23 marzo 2009, 16:46
da Giada60
Grazie Davide49. Lo so ma proprio non ci riesco. Ma secondo Voi devo fargli vedere la prova che ho? A vote penso di si xche cosi almeno la smetti di dirmi bugie. In certi momenti invece mi assale una rabbia terribbile e penso solo a fargliela pagare.........

Inviato: 23 marzo 2009, 16:59
da Lala
non è che smette di dirti bugie. magari dice sì è vero ma..chi ti assicura che poi la smette?è uno che mette le corna,lo fa con tutte.Giada,l'unico che ama è se stesso.Inoltre sei proprio sicura che non ti abbia mai tradito altre volte in questi 10 anni?come tradisce la moglie così tradisce te.e quella con cui si metterà.

Inviato: 23 marzo 2009, 18:53
da Giada60
Grazie Lala, no non credo, cioe' nn ho mai avuto dubbi e poi di fatti lui ora vuole troncare. Sono io che nn riesco, per quanto ci provi. E' quindi devo trovare la forza di fare finta di nulla xche ho capito che se insisto, nel volergli fare confessare la verita', rischio di perderlo del tutto. Invece io devo essere gioiosa, allegra....etc. la mia speranza e che lui TORNI IN SE. Spero solo questi brutti pensieri che ho svaniscano... cioe' danneggiarlo in campi in cui tiene di piu', oppure andare la lei....e' diventata una vera ossessione VEDERLA....Ma a qualcuno e' successo? Si puo riuscire a fare finta di nulla? Non lo so se ama solo se stesso....forse si. Anche se io in quest'ultimo periodo lo vedo che sta male. Ma ora ho deciso di ignorare questa sua condizione, l'ho implorato di dirmi la verita' In momenti in cui nn mangiavo e non dormivo piu' e lui niente...

Inviato: 23 marzo 2009, 23:12
da Lala
ti rendi conto di cosa stai facendo?e per coss? per uno che non si merita niente niente niente.Uno che tradisce la moglie per 10 anni è solo un vigliacco.e che poi tradisce l'amante per un'altra..e tu dovresti fingere e farti venire ulcera??!!!Ma va la!

Inviato: 23 marzo 2009, 23:55
da Davide49
Lala ha scritto:ti rendi conto di cosa stai facendo?e per coss? per uno che non si merita niente niente niente.Uno che tradisce la moglie per 10 anni è solo un vigliacco.e che poi tradisce l'amante per un'altra..
Lala, io credo che Giada abbia capito tutto, di lui e di se stessa.
Il quadro che dà di lui non mi pare proprio che lo idealizzi. Sì, c'è quella dolcezza di amanti alquanto disincarnata anche se molto passionale, sul filo del rasoio del batticuore e del rischio avventuroso ma che in fondo non deve fare i conti con le fatiche vere della famiglia e della quotidianità che a volte è così poco poetica (ma che pure secondo me ha profondità e autenticità spesso imprevedibili e insondabili).
Quello che forse Giada deve ancora capire, secondo me, è che è sempre possibile tornare a provare la gioia di sentirsi di nuovo padroni di se stessi e della propria vita (e io credo che sotto sotto Giada lo voglia) , tornare a volersi bene, che la libertà è possibile, che è possibile tornare a credere in se stessi e nella propria vita, a non accettare più di dipendere, ma bisogna volerlo davvero.

Inviato: 24 marzo 2009, 0:09
da Twilight
guarda che un traditore seriale resterà sempre un traditore seriale, anche se dirà di amare la fiamma di turno..
lascia perdere che ho un corteggiatore che mi ha corteggiata quando era insieme con la ragazza precedente, di cui a suo dire era pazzamente innamorato, lei lo ha lasciato, lui ha trovato quasi subito un'altra, che ama pure questa ovviamente, e adesso sta di nuovo corteggiando me..ahah un'altra volta!!! la stessa cosa!!! pazzesco..meno male che le ama eh..
sono persone che forse ancora non sanno il significato della parola amare,legato a quello della parola rispetto...non lo sanno ancora per lo meno..altrimenti non gli passerebbe per l'anticamera del cervello di fare tutto questo..
cmq lo saprai già...ma non puoi lamentarti di non poterti fidare di un traditore, perchè in quanto traditore..lo sapevi a priori..come non puoi sentirti tradita essendo tu stessa l'amante, come non puoi criticarlo avendo tu stessa lui come amante da ben 10 anni..è una cosa abbastanza ridicola, scusa se lo dico..10 anni di storia extraconiugale sono ridicoli...ma decidersi a mollare sti partner pluricornificati e sbeffeggiati no?! la cosa che tuo marito non vuole è anche un po' una scusa..per non prendere decisioni. e i figli..l'ho detto spesso..stare insieme non amandosi no garantisce per niente la serenità ai figli...anzi assorbono solo valori sbagliati..non sono mica dei decerebrati..nemmeno quando hanno 4 anni, credimi..per esperienza personale te lo dico..

Inviato: 24 marzo 2009, 11:25
da LILLY
Twilight ha scritto:guarda che un traditore seriale resterà sempre un traditore seriale, anche se dirà di amare la fiamma di turno..
.
Pienamente d'accordo.