Quando le cose vengono a galla

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 16 settembre 2009, 23:14

Il problema è che secondo me l'altro non accetta questo fatto.davvero mi sento menomata :roll: e quindi mi accetto di meno.
Durante la psicoterapia ho imparato il training autogeno che ha aumentato la mia sensibilità. io sento il mio corpo.Ma nonostante questo il mio cervello è più forte e se ne va..
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 17 settembre 2009, 7:23

Fu Verità!

Avatar utente
novembre
Messaggi: 1623
Iscritto il: 30 gennaio 2005, 14:58

Messaggio da novembre » 17 settembre 2009, 9:20

Il problema è che secondo me l'altro non accetta questo fatto.davvero mi sento menomata e quindi mi accetto di meno.
Continuare a parlare di orgasmo, secondo me, contribuisce a farlo scappar via ancora di più.

Come affronti questo argomento all'interno di una coppia? Ne parli subito?
Il mio problema è anche questo: dire al prossimo che io ho quetso "handicap". Come si fa senza vergognarsi?
Anticipare ciò che tu vivi come una grossa difficoltà, addirittura come un handicap, non aiuta certo a lasciarsi andare. Perchè tu sai che lui sa.. come puoi concentrarti sulle sensazioni del tuo corpo? Vivrete entrambi il sesso come un banco di prova, lui delle sue "abilità" e tu della tua adeguatezza. So che anticiparlo puà stemperare l'ansia, ma a mio avviso è controproducente.
"il passare della morte nel rumore confuso della vita, le gioie insieme alle fitte di dolore, il cuore che invecchia e ringiovanisce all’improvviso..”

Guida autorizzata Pagine Blu

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 17 settembre 2009, 13:53

No, non lo dico subito.Ma quando si arriva al primo rapporto o al petting è inevitabile perché l'altro cerca di farti avere un orgasmo.Non so proprio come affrontare l'argomento.se dirlo prima, durante, dopo.Fingere mai
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 17 settembre 2009, 13:59

La odio sta canzone,davvero!
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Avatar utente
sincerità
Messaggi: 301
Iscritto il: 1 giugno 2009, 14:38

Messaggio da sincerità » 18 settembre 2009, 12:32

Lala ha scritto:
La odio sta canzone,davvero!
:? :D

Ti perdono solo perchè questo tuo post mi sta davvero a cuore :D e mi avvicina a me stessa. Anzi, rilancio: Lala quanto mi paghi per una testimonianza "orgasmica"? :wink:

Una volta mi è capitato: il malcapitato mi ha trovavo il punto g (che palle, solo doverlo citare mi sembra antifemminista :roll: )...e poi fa strano dover pubblicare :oops: (Lala se non apprezzi questa volta..... :evil: :D ).

Per me è stato solo un concorrere di circostanze fortuite e una piccola occasione per capire qualcosa in più: tutto qui. Questo non perchè io voglia castrare l'uomo non concedendogli il mio piacere. Ma quando mai: per me tutti gli esseri umani di questo mondo dovrebbero essere felici, punto! Ma ho capito che io sono così: in regola dal punto di vista fisico (+ o - eh..eh.. :lol: ), ma complessa a livello psicologico, tanto che neppure un orgasmo di quelli tutta regola e perfezione mi soddisfa davvero, se sotto non c'è dell'altro.
E cosa posso fare a questo punto? Cercare a tutti i costi il bis e il tris per soddisfare chi mi sta vicino? Ma andiamo, chi ci crede a queta cosa di farlo per l'altro. Ma all'altro piuttosto gli compro un regalo, gli dedico altre cure e attenzioni, rispetto, coccole, divertimento, a seconda della situazione e della voglia, cose più semplici che un orgasmo che non tenga conto che la mia è una mente che ha il vizio si scorazzare per i fatti suoi (sì..in questo, forse come la tua, Lala).

Per me piuttosto, ora, il problema da risolvere, se di problema si può parlare, è capire perchè questa mente ha tanta voglia di andarsene e dove vuole andare. Ho paura che sbagli strada come già in passato. Ho paura che mi lasci in cose in cui vorrei anch'io il mio piacere. In questo (e spero di non essere stata troppo contorta, appunto), mi ricollego all'orgasmo che diventa una cosa bella e da ricercare perchè fonte di piacere per me, come per l'altro. In questo considero questo post davvero utile e interessante.

Ciao e spero davvero di non essere stata troppo poco chiara :P
Fu Verità!

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 20 settembre 2009, 23:43

lala....hai mai pensato che l'altro (generico) vive la cosa come un ostacolo perchè tu in prima persona la vivi come un handicap addirittura?
un esempio....ci sono ragazze sovrappeso che si fanno letteralmente schifo e si vergognano a farsi vedere nude dai propri ragazzi, sono piene di complessi e creano un caso attorno alla cosa, la vivono in maniera problematica e mettono in difficoltà e a disagio anche il compagno, che magari invece non ci farebbe nemmeno caso...la prenderebbe così come viene...
tu fai un po' lo stesso...se ti chiedono come mai non arrivi all'orgasmo tu limitati a dire che sei così, che hai tempi lunghi e indefiniti,ma che fare sesso ti piace in ogni caso...non c'è bisogno che stai a fare un comizio su quanto ti mette in difficoltà una cosa che per te rappresenta un handicap con uno con cui lo fai la prima volta...altrimenti fai concentrare anche lui su questo problema..non so se mi sono spiegata. non è un invito al non dialogo, ma al prenderlo meno drammaticamente per non far vivere anche l'altro il dramma e l'ansia...e farlo incaponire sul farti venire.
poi ha ragione novembre...forse carichi la cosa di troppe aspettative. il sesso è molto importante, ma il bello del sesso per me...è stare insieme in intimità..unirsi, entrare in contatto con l'altro..raggiungere confidenza, non avere taboo...e poi è bello anche se non si raggiunge l'orgasmo..la cosa frustrante semmai è che l'altro smetta appena prima che lo raggiungi tu...quando manca un pelo..allora lì diventa frustrante, ma altrimenti per me personalmente è bello lo stesso.
tu ti concentri troppo...e forse è per questo che a un certo punto scappi..forse è ansia da prestazione al femminile.

è curiosa questa cosa della mente che divaga, ogni tanto mi è successo. ma altrettanto a volte non sono riuscita a provare l'orgasmo perchè mi concentravo troppo sul volerlo raggiungere...non starci a pensare tutto il tempo, ma quando senti che potrebbe essere buona concentrati sulle tue sensazioni fisiche...

solo che non credo tu debba darti dei compiti...perdi di spontaneità..piuttosto prova davvero a fare da sola, prova!
Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 21 settembre 2009, 0:16

Grazie Twi, sicuramente hai ragione.Quando sarò ispirata aggiungerò altri dettagli.Io da sola già provo, ma anche lì la mente divaga o anche se ci arrivo vicino, o più vicino del solito, cmq non succede, anche quando mi lascio andare e non ci penso all'orgasmo
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

*Lala*
Messaggi: 29
Iscritto il: 28 settembre 2009, 10:18

Messaggio da *Lala* » 9 ottobre 2009, 10:05

Dire Twi che come spiegazione dei "tempi lunghi e indeterminati" va alla grandissima :D non mi dà per spacciata subito.

C'è da dire però anche un'altra cosa. Col mio ex stavo tranquilla perché lui mi aspettava veramente, non mi faceva sentire nessun peso addosso dell'attesa, quindi nessun'ansia da prestazione da parte mia. Questo perché? Fondamentalmente perché anche lui è un complessato dal punto di vista sessuale e gli faceva comodo aspettare. Quindi una situazione ideale per entrambi.

Quanti uomini oggi sarebbero disposti a fare altrettanto? a capirmi con tanta profondità?Ho paura di questo.

*Lala*
Messaggi: 29
Iscritto il: 28 settembre 2009, 10:18

Messaggio da *Lala* » 30 gennaio 2010, 21:59

Vorrei tanto tanto capire perché anche se in un rapporto sessuale mi prendo i miei tempi non succede niente a livello di orgasmo.
Perché se mi tocco da sola..tempo 5 minuti mi stufo e smetto.
Perché ho orgasmi solo incontrollati, ovvero solo nel sonno (non mentre faccio sogni erotici) mentre nelle situazioni sessualmente stimolanti.. niente, nada, nichts, nothing, rien!

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”