Rapporti sessuali

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
tony
Messaggi: 2
Iscritto il: 28 marzo 2006, 19:16

Rapporti sessuali

Messaggio da tony » 28 marzo 2006, 19:27

Cara dottoressa mi chiamo antonio e ho 22 anni e sono fidanzato con una ragazza di 21 da 5 anni e abbiamo rapporti da 4 anni: Da qualche tempo abbiamo però dei problemi lei dice di non sapere quando prova l'orgasmo e soprattutto se ha un orgasmo. Dice anche che siccome non lo ha mai fatto con qualcun altro non sa se quello che prova durante il rapporto e godimento! Come posso fare a risolvere questo problema visto che non so nemmeno se il problema sono io

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 29 marzo 2006, 21:19

Credo prorpio ch ese provasse l'orgasmoi se ne accorgerebbe!

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 29 marzo 2006, 21:38

eh bè...
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

minimum
Messaggi: 198
Iscritto il: 7 febbraio 2006, 23:17

Messaggio da minimum » 29 marzo 2006, 21:43

ciao Tony :D

scusa Lala, ma non è vero, non per tutti è così, dipende dalla conoscenza e dal rapporto che uno ha con il proprio corpo, io per un sacco di tempo nemmeno sapevo cosa fosse esattamente un orgasmo, e non ero assolutamente in grado di capire se e quando lo provavo, credo di averci messo anni per avere una conoscenza di me che mi consentisse di essere cosciente di quel che mi accadeva, e ti assicuro che, come poi ho capito dopo, lo provavo eccome, ma non ne ero cosciente.

Quindi Tony, può essere benissimo che non ci sia alcun problema. L'importante è che state bene insieme, vi rilassate e vi lasciate andare.

un abbraccio

:D :D :D
Tutti cercano di conoscere quel che non sanno. Nessuno cerca di conoscere quel che già sa.

tony
Messaggi: 2
Iscritto il: 28 marzo 2006, 19:16

Messaggio da tony » 29 marzo 2006, 22:19

Grazie mille minimum sei stata davvero gentilissima! è difficile trovare una ragazza ke sia disposta ad aiutarti su questi argomenti ti ringrazio davvero di cuore
:D :D :D :D

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 29 marzo 2006, 22:58

quindi io che non l'ho mai provato in realtà potrei provarne diversi e non accorgermene? :roll:

minimum
Messaggi: 198
Iscritto il: 7 febbraio 2006, 23:17

Messaggio da minimum » 29 marzo 2006, 23:37

non lo so Lala :roll:
dipende da che rapporto hai col tuo corpo, che percezione ne hai, quanto ti conosci
io so che non sapevo esattamente cosa fosse, e che mi vivevo in quei momenti senza avere esatta coscienza delle cose, il mio ragazzo mi domandava se ero arrivata al dunque e siccome era molto più grande di me io dicevo di sì per non fare la figura della pivellina, ma non sapevo assolutamente se era vero o no, e in quale momento. Poi dopo molto tempo, anni, ho cominciato a prenderne coscienza, e quindi mi rendevo conto dello svolgersi degli eventi. Però per esperienza ho notato che è una cosa che cambia (in meglio per fortuna :D ), cambia con gli anni, cambia con la maggiore confidenza che acquisisci con un partner. Col desiderio di lasciarti andare non al corpo ma ai sentimenti. Voglio dire, se non ti fai venire ansie da prestazione o da rendimento, ma te la vivi con passione e scioltezza, per la mia esperienza, puoi partire da 1 e arrivare a 1000000. Penso che conti molto la confidenza, la fiducia e il desiderio di un partner, e l'averci un rapporto sufficientemente lungo (rapporto di desiderio e non di abitudine ovviamente)

dico tutto questo perchè secondo me forse ci si pensa troppo, e ci si preoccupa troppo, e magari si cambia partner per trovare conferme, ma in realtà se te lo vivi senza esserne troppo cosciente, senza essere troppo presente colla mente senza giudicarti o sentirti giudicata e a come viene ti accorgi che le cose sono naturali e naturalmente si evolvono


:D :D :D
Tutti cercano di conoscere quel che non sanno. Nessuno cerca di conoscere quel che già sa.

minimum
Messaggi: 198
Iscritto il: 7 febbraio 2006, 23:17

Messaggio da minimum » 29 marzo 2006, 23:45

@Tony

:D :D :D
Tutti cercano di conoscere quel che non sanno. Nessuno cerca di conoscere quel che già sa.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 marzo 2006, 12:56

in me ci sono tutte le cose positive che dici.conoscenza,sentimento,intimità,rilassatezza. :D

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 30 marzo 2006, 13:11

qui mi aprite una questione per me nuovissima: veramente una persona puo` non accorgersi di provare un orgasmo?
non lo ritenevo davvero possibile...insomma dalla prima volta che l`ho fatto me ne sono accorta, magari sono particolarmente fortunata, non so.

scusate la domanda...ma come si fa a non accorgersi? vorrei provare a capire :)
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 30 marzo 2006, 13:32

non lo chiedere a me.in me non accprgersene è uguale a non rpovarlo.non ci ccredo che non lo si capisce.puoi dirmi che all'inizio non lo provi perché non sai nemmeno cosa sia,cosa si prova,perché non conosci te stessa, ecc...io credo che ci non lo sente non lo prova e che poi lo prova quando gli scatta qualcosaa nella testa.

minimum
Messaggi: 198
Iscritto il: 7 febbraio 2006, 23:17

Messaggio da minimum » 30 marzo 2006, 19:26

non siamo tutti (e tutte) uguali. Per fortuna o per sfortuna :? :o :( :) :? .

la sessualità è una sfera molto intima, e molto profonda.
connette con le parti più istintive di sè.

non è detto che queste parti istintive siano in connessione con la mente, che è parte conscia

noi sappiamo di camminare perchè abbiamo imparato ad accorgercene, siamo cresciuti in un mondo "evoluto", in cui tutti camminano e ne sono coscienti, comunicano

se un bambino cresce fra i lupi, e non comunica con nessun'altro al di fuori di essi, non prende coscienza di se stesso, almeno non nel modo in cui noi siamo abituati a concepire l'essere coscienti di sé

l'esempio è fuorviante se applicato al caso in questione ma serve ad illustrare il concetto che l'essere coscienti di ciò che ci accade non è un concetto universale genetico, è un qualcosa che si forma e si sviluppa in maniera diversa a secondo delle condizioni esterne, interne e di mille altri fattori, dovuti al tipo di comunicazioni che abbiamo con gli altri, al modo in cui noi percepiamo i messaggi che ci vengono comunicati, etc.

nella questione particolare dell'orgasmo, sì, è possibile provarlo e non rendersene conto.

nel mio caso è stato così.
Avevo dei motivi particolari per separare la mia vita istintuale profonda dalla percezione di me stessa, del mio corpo - ma le cause possone essere tante e diverse, e non necessariamente drammatiche o strane -

La mia mente era confusa e latitante su tutto ciò che riguardava il sesso.
Vivevo delle cose, ma non sapevo bene cosa erano, non pensavo nemmeno di doverlo sapere.
Probabilmente, nel mio caso non volevo saperlo

(ma i casi sono veramente tanti, ci possono essere mille ragioni diverse e serene per indurre una non presa di coscienza :D )

So bene che non ne ero cosciente ma lo provavo, perchè, quando anni dopo ho cominciato ad avere più confidenza con me stessa, col mio corpo, con quello che mi accadeva a livello cosciente, ho constatato che effettivamenti si trattava di orgasmi, e non è che nel frattempo era cambiato quello che mi succedeva.

Poi, in seguito, col passare di altro tempo(sempre anni :wink: ), con maggiore rilassatezza mia e maggiore confidenza col partner ho constatato che il mio corpo reagiva sempre di più rispetto ai raggiungimenti iniziali, senza che io ci avessi messo l'intenzione cosciente.

Quindi è possibile - basta il verificarsi di un caso a provare l'esistenza di un fenomeno :wink: - che si provino orgasmi senza che ci se ne renda conto, ed è possibile che il proprio corpo incrementi il livello orgasmico naturalmente col passare del tempo (all'interno di una stessa relazione).

Poi ognuno è una persona diversa, ha una storia diversa, motivazioni diverse, reazioni diverse. Io sicuramente non so pronunciarmi sul caso di una donna giovane che pensa di non aver mai provato un orgasmo, ma se una non sa se lo prova, allora posso dire con sicurezza che è assolutamente possibile che lo provi e non se ne renda conto.

Un abbraccio forte :D :D :D :D
Tutti cercano di conoscere quel che non sanno. Nessuno cerca di conoscere quel che già sa.

Dott.ssa M.Letizia Rotolo
Messaggi: 241
Iscritto il: 14 marzo 2006, 21:09
Località: Bologna

Messaggio da Dott.ssa M.Letizia Rotolo » 1 aprile 2006, 15:00

Cari Tony, Lala e Minimum, farò una breve riflessione sugli interessanti argomenti da voi trattati. Il piacere femminile è frutto di conoscenza, confidenza - come dice Minimun - e l'esperienza orgasmica nella donna si acquisisce con il tempo. Non parliamo di anorgasmia, ma parliamo della donna-ragazza, la donna che non ha ancora acquisito conoscenza sul piacere. La donna che è interessata al sesso e desidera goderlo, ma non riesce o non pensa di raggiungerlo è definita preorgasmica. Essa può imparare a raggiungere l'orgasmo e trarre godimento dall'esperienza nel crescendo di emozioni e di totale appagamento. L'apprendimento al piacere è graduale, soprattutto nalla donna. Un caro saluto a tutti! Dott.ssa Letizia Rotolo
Ultima modifica di Dott.ssa M.Letizia Rotolo il 4 aprile 2006, 10:35, modificato 1 volta in totale.

Dr.ssa Cristina Spadoni
Messaggi: 402
Iscritto il: 7 febbraio 2005, 19:51
Località: Casaleccho di Reno - Bologna

Messaggio da Dr.ssa Cristina Spadoni » 1 aprile 2006, 17:18

Aggiungerei solo che ha ragione Minimum, si può scoprire solo dopo diversi anni, di solito di crescita interiore (per es. di terapia) e di esperienze con il partner, che cosa è un orgasmo e quindi, di averlo già sperimentato…Non accorgersene non è sempre uguale a non provarlo. Ognuno è diverso.
Di cuore,
Dr.ssa Cristina Spadoni

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”