Essere vergini a 20 anni

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
cami
Messaggi: 21
Iscritto il: 24 gennaio 2010, 15:12

Essere vergini a 20 anni

Messaggio da cami » 11 settembre 2011, 16:39

ho 20 anni e sono vergine.
potrà sembrare "normale" ma per me sta diventando una cosa troppo pesante.
fino a 1 settimana fa ero fidanzata con un ragazzo che mi voleva bene e sapeva che ero vergine.avevamo in mente di farlo quindi ho deciso di prendere la pillola. prima del ciclo(momento in cui dovrei iniziare a prendere la pillola) l'ho lasciato perchè mi sono resa conto che non mi piaceva..in realtà mi piace un mio amico.
il mio amico è il classico ragazzo "menefreghista".per ora ci "divertiamo" però non siamo mai arrivati a farlo. vorrei farlo con lui però mi vergogno a dirgli che sono vergine..ho paura che mi prenda per una sfigata e che si allontani!
se non dico nulla se ne accorge?c'è il rischio di sporcare vero? avevo anche pensato di rompere l'imene da me(non vuol dire perdere la verginità!!)per poi farlo con più "tranquillità" però mi sembra molto una cosa squallida e insensata..

la pillola penso che la prenderò perchè "non si sa mai" poi finita la prima confezione vedrò se comprarne una nuova o no..
voi cosa mi consigliate di fare?
il fatto di essere ancora vergine mi sta pesando non perchè ho voglia di divertirmi con il primo che passa ma perchè non mi sento "libera". per esempio se non fossi stata vergine non mi sarei fatta problemi e sarei andata tranquillamente con il mio amico(per me non è solo un amico..io ci tengo!)..invece adesso mi faccio mille viaggi mentali..
aiutatemi!
ciao! grazie cami

Lau
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 dicembre 2011, 18:10

Re: Essere vergini a 20 anni

Messaggio da Lau » 30 dicembre 2011, 18:18

Oddio, perche' nessuno ti ha risposto prima?! Io mi sono registrata oggi! Al volo ma con grande preoccupazione, ti invito a non fare nessuna sciocchezza tipo vergognarti della tua condizione, alla tua eta' poi e' assurdo. C'e' tutta la vita per fare sesso, te lo dico io che ho 36 anni, sono sposata ed il sesso e' ancora uno dei punti fondamentali che regolano le mie dinamiche, purtoppo, aggiungerei! Cami, credimi, e non per falsi moralismi, la prima volta fa schifo sempre, ma non merita ugualmente di essere "gettata". L'amore ed il sesso s'imparano strada facendo, quando e' il momento, non quando capita. Goditi la tua eta'. ciao!

panorama
Messaggi: 744
Iscritto il: 17 maggio 2008, 16:23
Località: Roma

Re: Essere vergini a 20 anni

Messaggio da panorama » 2 gennaio 2012, 15:16

amore ha scritto:Diciamo che oggi “la prima volta” è particolarmente deludente perché quella descritta da cami è la mentalità che si è instaurata.
A questi giovanissimi non insegniamo che il corpo non è e non può essere disgiunto dalle emozioni e dai sentimenti, altrimenti si va verso una specie di schizzofrenia e si può pregiudicare tutto il percorso futuro. La “prima volta” sarebbe auspicabile (specialmente per la donna) averla quando si è molto innamorati se ci si vuole garantire una sana vita sessuale e sentimentale.
Inoltre, non è che l'uomo e la donna siano proprio uguali in queste "esigenze", ma sono complementari e l'uno deve rispettare l''esigenza dell'altro. Forse è anche grazie a queste differenti esigenze che nasce la passione, o no?
O si ? Concordo con quanto hai scritto.

La "mentalità che si è instaurata" ? Per colpa di chi ? Per colpa o per fortuna ? Ti segnalo uno degli artefici della cosiddetta "rivoluzione sessuale": lo psichiatra Wilhelm Reich, che fu allievo di Sigmund Freud.

Reich con le sue teorie sulla sessualità ed i suoi appelli pubblici per la liberazione della sessualità è passato alla storia come il "profeta" della "rivoluzione sessuale" (titolo anche di un suo libro) che dilagò in Europa tra gli anni ’60 e ‘70 dello scorso secolo.

Nella propria esperienza diretta, Reich si accorse che le patologie psichiche derivano -secondo lui- da repressione sessuale e postulò la salute psichica con la liberazione della sessualità.

La sua opinione fu fatta propria dai movimenti studenteschi che in quegli anni contestavano.

La teoria reichiana da psicologica divenne sociologica e se ne appropriò la politica.

Questo psichiatra considerò la società dell'epoca "borghese ed oscurantista" ed accusò la classe dominante di mantenere l'ordine sociale (e con esso la propria supremazia) reprimendo il libero manifestarsi dell'energia sessuale.

Reich influenzò studiosi come Fromm e Marcuse. Tutti e tre furono accusati di simpatizzare per il comunismo.

p.s. consiglio a Cami di cliccare sul link e leggere le 5 pagine dedicate al debutto sessuale delle giovani donne italiane:

http://www.golemindispensabile.it/index ... 720&page=1

cami
Messaggi: 21
Iscritto il: 24 gennaio 2010, 15:12

Re: Essere vergini a 20 anni

Messaggio da cami » 2 gennaio 2012, 22:45

ringrazio tutti per le recenti risposte, ma per fortuna non ho più questo problema... devo essere sincera, rileggendo il post mi vergogno un po'..ma capitemi!era un momento di fragilità e ovunque mi giravo vedevo ragazze con molta esperienza e mi ero fatta prendere dal panico..adesso me ne frego! la mia prima volta è successa a novembre e anche se la storia con quel ragazzo si è rivelata veramente poco seria sono felice di ciò che è successo. Anche se è da novembre, appunto, che non lo faccio non ho problemi! ho capito che è meglio farlo poche volte ma con una persona seria piuttosto che farlo tutte le sere con persone infantili! vi ringrazio cmq per le risposte! :D
ciao! grazie cami

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”