Senso di inadeguatezza al sesso soddisfacente

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
Polly Jean Harvey
Messaggi: 1
Iscritto il: 5 aprile 2012, 13:56

Senso di inadeguatezza al sesso soddisfacente

Messaggio da Polly Jean Harvey » 5 aprile 2012, 14:28

Vivo con il mio ragazzo da quasi 3 anni, quando ci siamo conosciuti avevo da poco "quasi" tentato il suicidio, non stavo bene, ma NOI siamo stati un miracolo. La storia è lunga e anche un pò noiosa, salto direttamente al problema.
Il primo anno facevamo sesso anche 3 volte al giorno, e mi piaceva per la passione che lui ci metteva, mi sentivo appagata, desiderata, amata, accettata. Anche se il suo modo di fare sesso è sempre stato molto pratico, molto concentrato sulla penetrazione,io riuscivo a raggiungere il piacere grazie all'enorme quantità di tempo dedicato al sesso.
Poi piano piano sono emersi il mio senso di inadeguatezza, bastava una sua battuta per rendermi insicura del mio aspetto, della mia sensualità. Io non riesco a prendere l'iniziativa, e in me me non vedo nessun tipo di sensualità, ho tanti interessi, sono una persona creativa, un artista, forse è solo questo che costituisce il mio fascino. Col tempo col diradarsi dei rapporti sessuali, ho sviluppato una forte gelosia,un senso enorme di inferiorità nei confronti delle altre donne. Adesso, a seconda dei miei stati emotivi il sesso è tornato nella norma, ma dipende sempre da quanto riesco ad essere serena e giocosa io, se sento ansia senza comunicarla lui la sente mi si allontana.
In certi periodi sento così forte l'angoscia da nn riuscire a dormire, piango durante la notte, mi sento disperata e ho paura.
Il fatto è che non riesco a raggiungere l'orgasmo, lui non ha mai praticato il connilingus, in 3 anni è successo solo 3 volte, e io nn riesco a godere senza stimolare il clitoride, mi accontento sempre del fatto che lui m idesidera, e mi sento momentaneamente appagata anche solo da questo, ma col passare del tempo l'insoddisfazione aumenta,mi sento frustrata e attraverso stati di angoscia alternati a periodi di serenità.
Scusate sono nuva del forum e non so se è tutto ok con questo post, vi ringrazio tanto.Polly

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”