diminuizione del desiderio e disfunzione erettile

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
deepgreen78
Messaggi: 1
Iscritto il: 26 settembre 2013, 18:53

diminuizione del desiderio e disfunzione erettile

Messaggio da deepgreen78 » 26 settembre 2013, 19:36

Gentile Dottore mi servirebbe un suo parere a riguardo del calo del desiderio che ho da più di un mese. Attualmente ho 35 anni ma già a partire dall’età di 25 anni avevo notato un calo del desiderio, seppur lieve, ma ora può anche passare una settimana ma mi manca quasi del tutto lo stimolo alla masturbazione. Sono stato da un andrologo a luglio che mi ha fatto eseguire gli esami sugli ormoni: FSH 13.2; LH 6.0; Prolattina 21.1; testosterone 4.96 e testosterone libero 27.9; TSH 0.970. Ho anche eseguito l’urinocoltura la quale è risultata negativa e la spermiocoltura dalla quale si è evidenziata la presenza dello Streptococco ß emolitico gr.B. L’andrologo mi ha consigliato allora di effettuare la cura a base di Augumentin 2 volte al giorno per 20 giorni, e questo mi ha portato effettivamente a un notevole miglioramento nelle erezioni e sopratutto nella durata, però dopo due settimane, la situazione è andata via via progressivamente peggiorando. In quest ultimo mese ho notato anche sporadicamente un senso di bruciore alla punta del pene, ma dopo molto tempo dalla minzione. Ho rieffettuato la spermiocoltura ma ora risulta negativa. Il problema è che di recente in un rapporto occasionale con una ragazza si è ripresentato un problema che mi perseguita da tempo ovvero mentre alcuni anni fa mi eccitavo solo vedendo nuda una donna ora raggiungo l'erezione completa neanche con un rapporto orale ma solo con la masturbazione e quando la raggiungo non riesco a mantenerla durante la penetrazione e questo mi ha fatto pensare che in realtà forse il problema potrebbe essere di natura psicologica. L'uso del preservativo inoltre mi provoca un'ulteriore diminuizione del'erezione. Sinceramente non so se è ancora utile rivolgermi nuovamente dal mio andrologo, oppure andare direttamente da uno psicologo, Lei cosa ne pensa? Grazie

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”