Chiedo Aiuto

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Rispondi
David89
Messaggi: 1
Iscritto il: 22 maggio 2015, 0:56

Chiedo Aiuto

Messaggio da David89 » 22 maggio 2015, 1:10

Buona sera, mi presento,
Sono David e ho 26 anni.
Il problema di cui voglio parlare è un problema molto diffuso ma che viene troppo spesso sottovalutato generando un disagio ad altissimo rischio
La lunghezza del pene.
Putroppo ho un pene che risulta lungo 12 cm e qualcosa in erezione e la cosa mi sta assolutamente uccidendo.
Ho avuto delle ragazze, faticando perchè il buon Dio mi tirato fuori anche brutto, e tutte mi hanno detto la stessa cosa : E' troppo piccolo.
E' l' unico problema, me la cavo con i preiminari, so leggere i segnali del corpo femminile. Sono dolce ma so anche sbatterle al muro. Ma non serve a niente.
La testimonianza più atroce ,quella più vera, è quella dell'ultima ragazza con la quale sono stato.
Che in lacrime mi ha abbracciato e ha detto che se fossi una donna capirei cosa vuol dire sentirsi "riempite" e che è l'unica sensazione per la quale vale la pena fare sesso.
Ho amici attorno a me che sono dotati ottimamente, e ognuno di loro ha una donna, che spesso tradiscono anche ma nessuna ne vuole sapere di laciarli. Perchè col sesso sono a posto. Storie pazzesche , di tradimenti accettati e quasi incitati. E alla mia domanda ma perchè ? la risposta è stata unanime. E' un fenomeno a Letto.
Ora so che mi dovrò confrontare col tema dell' amore, e tutti tentativi più o meno riusciti che seguiranno con l'intento di farmi distogliere l'attenzione dal problema.
Li accetto ma non possono aiutarmi.
Questo problema ormai è sfociato in istinti autolesionistici gravi. Ho una trentina di tagli sul corpo. Mi dispiace per i più sensibili ma aiutano molto.
Dipendo anche da svariate droghe. Anche queste mi aiutano tantissimo. Mi isolano quelle sei sette ore che servono a non ritentare il suicidio.
E' come se vivessi in un unica e infernale umiliazione. Ma non voglio lamentarmi, davvero. Ora farmi male è diventato un percorso quasi spirituale. Una guerra al problema, la mia esistenza..
Sono stato da urologi che hanno detto che sono sotto la media ma non abbastanza da permettermi un operazione. Gli estensori non hanno funzionato le pillole neanche.
So che mi sto per fare molto male.E' una forma di lucidità grottesca e spaventosa, quella del dolore autoinflitto.
Ma la mia vera paura , forse il motivo per cui vi sto rubando del tempo, è quella di fare male a qualcuno. Una ragazza . Sapete, solo per sentirmi in controllo della situazione un attimo, prima di andarmene a riscuotere i crediti che ho col Padre Eterno. H davvero paura di finire sulla pagina Criminali famosi di Wikipedia. Ma per fortuna non ho le forze neanche più diavvicinarle le donne. E loro ovviamente di avvicinarmi neanche a parlarne.
Scusate la unghezza ma volevo dire tutto subito. Prima di cambiare idea.
Grazie
Spero possiate aiutarmi

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”