diverrò una ninfomane?

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

simo82
Messaggi: 55
Iscritto il: 20 aprile 2006, 16:20

Messaggio da simo82 » 14 ottobre 2006, 18:52

ciao twilight, nn credo lui fosse insicuro di sè anzi io lo sono stata..lui era sicurissimo di sè...
ma aparte ciò, che ho già raccontato in un altro topic, nn è che ho una doppia personalità???voi sapete cos'è e come si manifesta?
da un lato sono chiusa, remissiva, fino a qualche anno fa, il sesso lo vedevo come una cosa "sporca"..e odiavo tutti quelli che lo facevano(cioè tutti)..già 5 anni fa ho avuto una storia così cn un ragazzo di napoli..anche per lui era laprima volta e infatti nn riuscì a entrare..io ero troppo tesa..una piccola parte di me, sapeva che nn era una cosa giusta, l'altra invece voleva farlo..alla fine ha prevalso la seconda
mi ero riporposta di nn cascarci più e invece..di nuovo..da un lato la delusione,dall'altro, se avessi potuto, lo avrei fatto altre 30 volte cn lui..vedete, sono doppia...sn in crisi...come devo fare per capire da che parte stare..per capire la mia posizione..nn ne posso più di essere confusa...e poi anche le altre persone pensano che io sia una "matta", che dice di dispiacersi e invece poi fa quello e questo...aiutatemi vi prego

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 14 ottobre 2006, 19:03

sei normale e hai degli stimoli normali, solo che sei forse condizionata da qualche insegnamento che hai ricevuto.

e ricordati che spavalderia non è sinonimo di sicurezza,anzi...il contrario.. ricordati che se una persona è sicura di sè o di qualcosa non ha bisogno di dimostrarlo o sbandierarlo,non ne avrebbe motivo. l'ostentazione è segno di insicurezza,è credo ricerca di approvazione e sostegno che arrivino dall'esterno,ricerca di conferme che rassicurino. altrimenti mi spieghi perchè dover dimostrare qualcosa?
fare il figo e raccontare a destra e a manca le proprie presunte prodezze sessuali è un comportamento del genere. e lui si è permesso di farlo con te forse perchè ti ha visto più debole di lui. questo non significa che lui sia una persona sicura di sè. affatto
Immagine

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 14 ottobre 2006, 19:38

Se io mi offendo perchè il tipo con cui son stata una notte va in giro a dire chissà che cosa per far scena non sono da psicanalizzare!!
Chi vuol intendere...

Simo... stai tranquilla e sentiti bene con te stessa. L'unico rischio di far sesso solo per piacere è che è più probabile avere delusioni così (... forse)
Ciau!

enemyofthesun
Messaggi: 363
Iscritto il: 9 aprile 2005, 13:15
Località: Lecco

Normalità

Messaggio da enemyofthesun » 15 ottobre 2006, 9:54

Twilight ha scritto:PS la ninfomania è una patologia di dipendenza dal sesso, il fatto che ti piaccia il sesso o che tu possa avere altre storie sessuali per il piacere di farlo non è ninfomania, è libertà e normalità. non farti storie altrimenti poi ti condizionerai all'infinito e non ne vale la pena
D'accordo sul resto, ho solo arricciato il naso davanti alla parola "normalità"...
Libertà sì, sicuro...
Il concetto di normalità mi sfugge. Potrei essere tentato di pensare che sia una modalità normale avere una storia di sesso, mentre io sarei "anormale" perchè non sono portato ad accettarla (nei confronti di me stesso).

Diciamo che ho un'antipatia di fondo per il concetto di normalità. Non vuol dire assolutamente niente. La normalità non esiste.
I'm only happy when it rains...

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 15 ottobre 2006, 14:53

boh per me avere voglia di fare sesso e nel caso trovare qualcuno con gli stessi desideri non è una cosa anormale,è normale. poi sta al carattere delle persone,se va di farlo o no,ma è una risposta normale e stimoli normali.
uso il termine normale appositamente per sottolineare che lei non ha niente di strano o di patologico. io ritengo strano vergognarsi dei propri stimoli e tentare di sopprimerli.
Immagine

TRINCA

Re: diverrò una ninfomane?

Messaggio da TRINCA » 15 ottobre 2006, 16:24

Dunque ti manca: un ragzzo che non conoscevi, ti manca lui, la sua persona, la sua voce, tutto...Ti manca uno che non è stato gentile con te che ha detto tante cose che nessuno vorrebbe sentire, al punto che un suo amico ti è venuto a dire che sei un'assatanata di sesso e a te manca tutto questo??? anzi sei pure convinta che lo sei....che vorresti prevenire...

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 15 ottobre 2006, 16:27

trinca...vedi hai ragione...ma le donne...a volte corrono un po' troppo con la mente e poi chi se li smonta più tutti quei bellissimi castelli?

enemyofthesun
Messaggi: 363
Iscritto il: 9 aprile 2005, 13:15
Località: Lecco

Messaggio da enemyofthesun » 15 ottobre 2006, 17:26

Twilight ha scritto:boh per me avere voglia di fare sesso e nel caso trovare qualcuno con gli stessi desideri non è una cosa anormale,è normale. poi sta al carattere delle persone,se va di farlo o no,ma è una risposta normale e stimoli normali.
uso il termine normale appositamente per sottolineare che lei non ha niente di strano o di patologico. io ritengo strano vergognarsi dei propri stimoli e tentare di sopprimerli.
Forse abbiamo utilizzato la parola "normalità" con accezioni diverse.
Se ho ben capito, per te "normalità" è naturalità, spontaneità. E fin qui mi sta benissimo.

Ma se la tua spontaneità ti porta ad avere un certo tipo di comportamenti, che non coincidono coi miei nella stessa situazione?
Per me, per come sono, al contrario non sarebbe spontaneo, "normale", un atteggiamento in cui lasciarsi andare al sesso in maniera incondizionata e senza implicazioni sentimentali e relazionali.
Non mi sono mai trovato in una reale situazione di scelta, ma se capitasse lo sentirei come non spontaneo. Non so se mi spiego.
E non la considero vergogna e soppressione dei propri stimoli. Semmai sono portato a rielaborare molto concetti e situazioni, sono molto riflessivo e poco impulsivo.

Al di là che ho un disturbo che inevitabilmente condiziona anche quella parte del mio essere, non sento questa cosa come esclusiva del disturbo. Mi spiego, se non avessi il DOC potrei essere uguale, probabilmente dipende soltanto dal carattere, dal modo con cui affronti la realtà.

Allora, non sono io "normale" e tu "anormale", ma nemmeno il contrario.
Siamo "normali", nel senso di naturali e spontanei in base al nostro essere.

Se invece parliamo di normalità come concetto medio, comune, come modalità in cui una persona dovrebbe essere, secondo me parliamo di pure astrazioni. La normalità non esiste. :P
Non esistono comportamenti standard. O meglio, esistono ma sono portato a non accettarli, non aderisco a una determinata morale (ma nemmeno a-morale) sovraimposta o a qualche altro "dogma".
I'm only happy when it rains...

simo82
Messaggi: 55
Iscritto il: 20 aprile 2006, 16:20

Messaggio da simo82 » 15 ottobre 2006, 20:34

enemy..come scrivi bene...ho capito quello che vuoi dire..nemmeno per me sarebbe normale che una persona andasse a letto cn un'altra senza provare nulla..o meglio lo era dato che sn stata a letto cn un ragazzo che conoscevo da poco..quindi nn posso dire che è "anormale", nn più...

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 16 ottobre 2006, 16:15

sentire stimoli è normale,gli stimoli sessuali li hanno tutti,mi chiedo perchè mai li si debba soffocare e sentircisi pure in colpa! non si fa del male a nessuno a vivere la sessualità spontaneamente e senza chiusure mentali.
quello che lacera simo secodno me è proprio il contrasto tra l'accezione che ha di sesso e quello che invece ha fatto seguendo il suo istinto. oltre ovviamente al fatto che è attaccata a una persona che l'ha trattata da schifo.
poi enemy se ti capitasse di avere un rapporto sessuale senza essere innamorato vorrebbe solo dire che lo hai fatto istintivamente. ma perchè vi dovete violentare? io non capisco proprio.
un conto è dire che non sentite stimoli sessuali per persone per cui non provate niente, e questo lo posso capire perfettamente,quindi non ci sono autorepressioni di stimoli e autocastrazione di desideri.semplicemente non si fa sesso perchè non si ha voglia di farlo. un altro conto e sentire di desiderarlo,ma per motivi morali o di blocchi vari impedirsi di fare qualcosa che non danneggia nessuno,e anzi danneggiarvi voi stessi imponendovi. non si parla di violentare persone o fare cose illegali,si parle semplicemente di attrazione fisica così forte da far desiderare di avere un rapporto sessuale. ma cosa c'è di male?
è lo stesso processo mentale che spinge alcune donne a sentirsi tradite se il loro uomo guarda un film pornografico...è solo una fantasia e un desiderio,legittimo e che non fa male a una mosca.. è chiusura che danneggia se stessi,perchè porta a giudicarsi con ferocia se si provano stimoli o sensazioni che non si riescono a giustificare abbastanza. è un male essere così spietati con se stessi per delle sensazioni naturali.
questa è la mia opinione.
dunque non credo che simo abbia sbagliato a fare sesso se voleva farlo, semmai deve liberarsi dal pensiero di lui che la tratta male e capire che la parte in torto è lui, e liberarsi dal timore di essere ninfomane solo perchè ha voglia di fare sesso o perchè un ragazzo a cui è stato raccontato chissà cosa ha espresso un parere insulso,e magari dovrebbe cercare di capire perchè ha questa spinta a censurare i suoi desideri e a ritenerli sbagliati. giudica e condanna un desiderio normale e assolutamente non patologico. non è che vuole violentare persone, o commettere atti osceni con minorenni o altre cose raccapriccianti del genere..
:)
Immagine

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”