secondo voi.........

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

The HOPE
Messaggi: 119
Iscritto il: 9 settembre 2006, 14:26
Località: pugliese

Messaggio da The HOPE » 4 novembre 2006, 17:08

Io credo,che anche se siamo stati investiti dalla grande ed irrefrenabile ondata della globalizzazione, le nostre menti non si sono ancora aperte del tutto...
Io sono a favore per il riconoscimento della coppia omosessuale come una comune coppia di fatto.
A volte mi chiedo il perchè esistano ancora tanti dogmi che vincolano la vita umana... siamo tutti diversi ed è la diversità a farci vivere la vita con slancio!
Inoltre... la coppia etero è solo uno sei tanti stereotipi che ci hanno ( e ci siamo imposti!)... amare un'altra persona non ha limiti d'età, di razza, di religione,(etc etc) e neanche di sesso!!!
Spero che la legge cambi,che le menti si aprano e che anche gli omosessuali possano vivere serenamante e alla luce del sole la loro vita!
...TANTO... L'immoralità c'è anche nella coppia etero...
:wink:
un giorno vedrò uno scoglio arginare il mare!

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 4 novembre 2006, 23:34

Indubbiamente... però tengo a precisare una cosa:

GLI OMOSESSUALI POSSONO, SECONDO ME, DEFINIRSI "UGUALI" AGLI ETERO FINTANTO CHE NON PARTECIPANO A MANIFESTAZIONI GAY O ROBE SIMILI, POICHè SE VI PARTECIPANO, AUTOMATICAMENTE AMMETTONO DI ESSERE "DIVERSI" E PER QUESTO RIVENDICANO I LORO DIRITTI.
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 5 novembre 2006, 1:49

resident2006 ha scritto:Indubbiamente... però tengo a precisare una cosa:

GLI OMOSESSUALI POSSONO, SECONDO ME, DEFINIRSI "UGUALI" AGLI ETERO FINTANTO CHE NON PARTECIPANO A MANIFESTAZIONI GAY O ROBE SIMILI, POICHè SE VI PARTECIPANO, AUTOMATICAMENTE AMMETTONO DI ESSERE "DIVERSI" E PER QUESTO RIVENDICANO I LORO DIRITTI.
1- quindi se non manifestano sono uguali
2- se manifestano non sono uguali

nel primo caso però non hanno diritti (o sì?)
nel secondo cercano di conquistarli e per avere diritti come gli etero ---> ergo essere uguali civilmente

ma allora sono uguali e diversi in tutti i casi!
si entra in contraddizione con le ipotesi
Come funziona il tuo ragionamento resident?
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 5 novembre 2006, 14:14

Tu ti poni un po' troppe domande ove i dubbi nn dovrebbero esserci; io dico semplicemente ke considero diversi da me quelli ke vanno in piazza a proclamare la loro parità di diritti spogliandosi nudi e mettendo in mostra le loro parti intime utilizzandole come "arma" per conquistare i diritti; così facendo non fanno altro ke fomentare il dissenso della maggioranza e non avranno mai parità.
Pensi ke alla gente piaccia vedere x le strade sfilate con gente nuda?
Sinceramente non vedo il nesso tra parità di diritti ed esibizionismo. Tu me lo sai trovare, ivy?
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

janis
Messaggi: 114
Iscritto il: 2 febbraio 2006, 16:31

Messaggio da janis » 5 novembre 2006, 19:29

io penso che una coppia omosessuale debba godere di diritti pari a quelli concessi alle coppie etero. penso che ognuno debba essere libero di legarsi alla persona che ama..
l'omosessualità esiste da sempre...è ora di capirlo....

per quanto riguarda invece il delicato argomento dell'adozione sono assolutamente contraria.

far crescere un bambino in una coppia omosessuale non è naturale, non è positivo per la sua crescita..anzi credo che sia molto dannoso..
una coppia omosessuale deve essere consapevole che da questa unione non si può generare la vita, che non può avere discendenza, perchè la natura vuole così.

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 5 novembre 2006, 19:45

janis ha scritto:io penso che una coppia omosessuale debba godere di diritti pari a quelli concessi alle coppie etero. penso che ognuno debba essere libero di legarsi alla persona che ama..
l'omosessualità esiste da sempre...è ora di capirlo....

per quanto riguarda invece il delicato argomento dell'adozione sono assolutamente contraria.

far crescere un bambino in una coppia omosessuale non è naturale, non è positivo per la sua crescita..anzi credo che sia molto dannoso..
una coppia omosessuale deve essere consapevole che da questa unione non si può generare la vita, che non può avere discendenza, perchè la natura vuole così.
Mi trovi xfettamente d'accordo sull'adozione, ma secondo alcuni studi condotti dallo stesso Piero Angela e da altri scienziati (Vedi, per es. , Ti amerò per sempre: la scienza dell'amore, Piero Angela) la riproduzione dell'omosessuale avviene per mezzo dei fratelli xkè, esattamente come i figli, i fratelli hanno in comune moltissime parti del codice genetico.
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Dott.ssa M.Letizia Rotolo
Messaggi: 241
Iscritto il: 14 marzo 2006, 21:09
Località: Bologna

Messaggio da Dott.ssa M.Letizia Rotolo » 12 novembre 2006, 16:38

Intervengo per una considerazione. L'italia per quanto riguarda il tema dell'adozione rientra tra i paesi che aderiscono alla Convnzione dell'Aja, che stabilisce anche una serie di norme e regole per chi deve adottare. A questa convenzione aderiscono molti paesi del mondo. La difficoltà dell'adoazione è anche per le coppie eterosessuali, in alcuni paesi per poter adottare bisogna essere uniti in matrimonio da almeno 5 anni o avere celebrato il rito religioso. Attualmente la normativa si è modificata, permettendo anche alle coppie conviventi da almeno tre anni e uniti in matrimonio al momento della presentazione della domanda (prima si poteva fare con tre anni di matrimonio) di potere adottare. La difficoltà dell'adozione è che è un tipo di genitorialità elettiva, i genitori adottivi devono avere grandi capacità perchè l'interesse è solo nei confronti del minore che viene adottato. Cioè l'adozione è l'ultima strada da percorrere per realizzare l'interesse del minore quando non vi sia la possibilità di aiutarlo al'interno della propria famiglia e del proprio paese d'origine (vedi adozione a distanza). Quindi la difficoltà dell'adozione è dovuta a questi principi che sono comunque basilari per l'interesse di un minore.
Dott.ssa Maria Letizia Rotolo

janis
Messaggi: 114
Iscritto il: 2 febbraio 2006, 16:31

Messaggio da janis » 13 novembre 2006, 9:00

sì dottoressa, è risaputo che le pratiche per l'adozione sono complicatissime ed interminabili......e purtroppo aggiugo io!! perchè se fosse un processo burocraticamente + semplice si tratterebbe di un gesto d'amore + diffuso... e tantissimi bambini attendono un po' di amore nel mondo....
cmq io credo che un bambino che viene adottato debba cmq avere diritto ad una famiglia "normale".e una coppia omosessuale non lo è.

scusa non capisco il tuo intervento resident :shock: che significa la riproduzione attraverso i fratelli??

una coppia omosessuale non può avere figli e non deve desiderarlo, perchè per motivi tecnici...non si può.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 13 novembre 2006, 12:23

Cos'è una famiglia "normale" janis?Come le altre?Una famiglia allargata è normale o no?due genitori separati sono normali?E una coppia solo convivente è una famiglia?normale o no?scusa ma non capisco.

janis
Messaggi: 114
Iscritto il: 2 febbraio 2006, 16:31

Messaggio da janis » 13 novembre 2006, 15:33

una famiglia normale è quella generata dall'unione di un uomo e di una donna.
un bambino che viene adottato ha diritto ad avere come punti di riferimento un Padre e una Madre.
io sono assolutamente tollerante con ogni forma di sessualità e ogni forma di amore..ognuno è libero di amare come sente, come crede, e sono e sarò sempre del parere che nessuno deve mettere restrizioni all'amore...ma questo è un altro discorso.
parlando di adozione, sono del parere che una coppia omosessuale non possa assolutamente prendere con sè un bambino assumendosi la responsabilità di crescerlo...perchè non è il suo compito.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 13 novembre 2006, 18:19

Veramente non mi sembra abbiano accertato la negatività di una coppia omosessuale su un bambino.

weely

Messaggio da weely » 13 novembre 2006, 19:16

Lala ha scritto:Veramente non mi sembra abbiano accertato la negatività di una coppia omosessuale su un bambino.
tuo papà e tua mamma che sesso hanno? :shock:

janis
Messaggi: 114
Iscritto il: 2 febbraio 2006, 16:31

Messaggio da janis » 13 novembre 2006, 19:36

Lala ha scritto:Veramente non mi sembra abbiano accertato la negatività di una coppia omosessuale su un bambino.
il mio parere è che non sia un buon contesto di crescita per un bambino.non sono aituazioni e argomenti adatti ad un bambino..
e spero che la cosa non venga mai sperimentata :(

Avatar utente
Vale
Messaggi: 2903
Iscritto il: 25 gennaio 2005, 19:00
Località: Milano

Messaggio da Vale » 13 novembre 2006, 22:50

Lala ha scritto:Cos'è una famiglia "normale" janis?Come le altre?Una famiglia allargata è normale o no?due genitori separati sono normali?E una coppia solo convivente è una famiglia?normale o no?scusa ma non capisco.
si può dire che mi hai tolto le parole di bocca.
allora sarà più contento un bambino con 2 uomini-o donne che si amano o con una donna e un uomo che ...lui fa le corna a lei o viceversa? essù non nascondiamoci dietro ad un dito, ormai la coppia "normale" non esiste più, probabilmente non è mai esistita(o le nostre nonne che sopportavano corna a destra e a manca o di essere picchiate andava bene...come concetto di coppia?)

cosa mai faranno di male esemplificando due mamme o due papà ad un bambino? che effetti negativi potrebbero mai avere?
almeno motivate questa presa di posizione. perchè non è un buon contesto di crescita?
rispetto a quale altro? ad un uomo ed una donna? perchè uomo e donna insieme sono migliori di due donne o due uomini? in cosa? perchè?
scusate la volgarità ma solo perchè natura li ha dotati di organi sessuali differenti ed incastrabili? e allora?
Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
Più si analizzano gli altri, più scompare ogni ragione d'analisi.
Solo chi è intellettualmente perso si mette a discutere.

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 13 novembre 2006, 22:58

janis ha scritto:
Lala ha scritto:Veramente non mi sembra abbiano accertato la negatività di una coppia omosessuale su un bambino.
il mio parere è che non sia un buon contesto di crescita per un bambino.non sono aituazioni e argomenti adatti ad un bambino..
e spero che la cosa non venga mai sperimentata :(
sicuro/a di non aver nulla contro gli omosessuali? e di essere così "aperto/a" a riguardo? :roll:
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”