La competizione fra donne

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

La competizione fra donne

Messaggio da resident2006 » 19 novembre 2006, 21:01

E' da quando ho letto alcune asserzioni su questo forum che mi domando come mai le donne spesso si trovano in competizione con individui del loro stesso sesso, mentre i maschi, più solitamente, tendono ad essere pacifici e a comunicare fra loro (salvo in momenti rari).

La storia dimostra perfettamente questo mio punto di vista: gli uomini han sempre trovato una certa alleanza (escludendo momenti rari, come quando Luigi XIV minacciò Louvois con un attizzatoio (-_-') ), mentre le donne sono sempre state in competizione x gli uomini, quasi dipendenti da questi.
Da ciò devo dedurre che la donna tiene all'uomo più di quanto l'uomo non tenga alla donna. Oppure che la donna considera il proprio aspetto superiore rispetto a quello delle altre; non può accettare di essere "peggio" dal punto di vista estetico rispetto a chiunque altra. E chi si ritrova irrecuperabilmente brutta ricorre a metodi un po' disperati per attirare l'attenzione (c'è chi diventa anoressica, c'è chi minaccia il suicidio di fronte ai familiari o alla persona amata ma irraggiungibile).

Qualcuno può chiarirmi questo fatto???
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 19 novembre 2006, 21:05

Io dico che è un fattore culturale.Non è questione di amore,ecc...le cause sono da ricercare nell'antropologia.Posso intuirle ma non spiegarle.Forse è solo un modo diverso di difendere la propria famiglia.L'uomo agisce solo davanti al problema,la donna si premonisce.Per non parlare del fatto che le donne sono più "acute" ovvero guardinghe e percepiscono o intuiscono prima il pericolo.Il famoso intuito femminile.

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 20 novembre 2006, 0:03

Nietzsche ha scritto:L'uomo tema la donna quando essa ama: essa affronta qualsiasi sacrificio, e ogni altra cosa per lei è priva di valore.
L'uomo tema la donna quando essa odia, perchè l'uomo in fondo all'anima è solo malvagio, ma la donna è misera e cattiva.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 20 novembre 2006, 18:58

Qui girano citazioni. Ma ivy, ragioni con la tua di testa o no? Di Niet...(quel kaxxo ke è) – fra l'altro Freud era in contrapposizione a lui – nn me ne può fregar di meno; voglio il vostro parere...
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 20 novembre 2006, 19:07

e allora perché tu ci ti o ti riferisci a libri di psichiatria? :lol:

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 20 novembre 2006, 19:13

Mi ci interesso xkè ancora nn sn esperto. Ma quando lo sarò mi baserò solo sui miei pazienti. A ke servono i libri? Quelli sono scritti. Ank'io potrei mettermi a scrivere stronxate e allora? tt lì a comprare le mie divulgazioni?
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 20 novembre 2006, 19:27

io no di certo.ma se fossi un po' più aperto capiresti che se qualcuno cita una frase lo fa perché sente una frase vicina alle proprie idee.è tanto difficile da capire?

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 20 novembre 2006, 19:31

no; se uno mi cita la Bibbia dubito ke sia vicina alle Sue idee. E' vicina alle idee ke gli sono state inculcate. Vedi ke nn si può generalizzare? Un bambino non nasce cn Gesù impresso nella mente. Se così fosse, questa sarebbe la tangibile prova della sua esistenza.

Ke tu voglia comprare i miei libri... beh, ki se ne frega... :twisted:
Tanto di soldi ne guadagnerò cmq, cn tt le altre vendite. OT chiuso.
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 20 novembre 2006, 19:32

ah sì vabbè hai ragione tu.

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 21 novembre 2006, 2:26

resident2006 ha scritto:Vedi ke nn si può generalizzare? Un bambino non nasce cn Gesù impresso nella mente. Se così fosse, questa sarebbe la tangibile prova della sua esistenza.
invece succede.
perchè altrimenti alcuni conserverebbero la propria fede e altri diverrebbero atei? E su questo cambiamento non c'entra solo la cultura o l'educazione perchè ci sono atei ignoranti e bigotti, e credenti altrettanto, e non credenti giudiziosi come atei giudiziosi.
ti danno fastidio le citazioni solo perchè non riesci a pilotarle come ti pare, invece credo che dalle citazioni, se si ha veramente qualcosa da dire, si porta partire avendo un buono spunto.
Su quanto Nietzsche fosse in contrapposizione con Freud poi ci sarebbe da discutere...
Mi ci interesso xkè ancora nn sn esperto. Ma quando lo sarò mi baserò solo sui miei pazienti.
questa frase è illogica
perchè prima utilizzi i libri per diventare esperto
una volta esperto ti baserai sui pazienti.
ma allora per curare i pazienti userai quanto appreso dai libri... oppure no?
se è no che ti serve diventare esperto? prenditi dei pazienti già adesso
qui quello che si diverte a riportare frasi e conoscenze strappate qua e là dai libri, senza molta coesione tra loro mi sembra qualcun'altro, ...non sono io.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 21 novembre 2006, 16:14

Ivy, ivy... le citazioni le so pilotare benissimo dicendo ke quello ke dice quell'uomo è in contrapposizione a quello in cui credo io. Ma dico, 6 davvero così ingenua???? Tu dai per oro colato quello ke leggi, è ovvio ke io, nn essendo esperto, mi baso sui libri; ma la malattia mentale e i farmaci sn obiettivi, nn sono delle opinioni, cm gli aforismi ke citate voi da kissà quale posto! Ivy... ti facevo + sveglia, sinceramente. In risposta alla citazione ke mi hai fatto posso dire ke nn la penso così, e ti porto anke le motivazioni. Se invece tu mi porti la citazione puoi solo dire: "Lui l'ha detto" (ipse dixit). E' così kiaro e semplice...
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 21 novembre 2006, 16:17

quindi tu vuoi pilotare?bene,buono a sapersi.

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 21 novembre 2006, 16:20

No, l'ha detto ivy ke nn posso pilotare. Invece io ho detto ke POSSO pilotare. Volere è potere, ma potere nn è volere. Lala... mi spiace ... direi di fare un test sul QI... x tutt'e due... siete così... scusate, ma mi viene da dire sciocche e ingenue.
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 21 novembre 2006, 16:22

scusami se la mia ignoranza non supera la tua :lol:

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 21 novembre 2006, 16:33

Lala questa me la scrivo! :lol:
resident2006 ha scritto:Ma ci 6 o ci fai?
le citazioni le so pilotare benissimo dicendo ke quello ke dice quell'uomo è in contrapposizione a quello in cui credo io. Ma dico, 6 davvero così ingenua???? Tu dai per oro colato quello ke leggi, è ovvio ke io, nn essendo esperto, mi baso sui libri; ma la malattia mentale e i farmaci sn obiettivi, nn sono delle opinioni, cm gli aforismi ke citate voi da kissà quale posto! Ivy... ti facevo + sveglia, sinceramente. In risposta alla citazione ke mi hai fatto posso dire ke nn la penso così, e ti porto anke le motivazioni. Se invece tu mi porti la citazione puoi solo dire: "Lui l'ha detto" (ipse dixit). E' così kiaro e semplice...
Ti ho mandato l'mp xkè magari 6 tentata d nn leggere il resto sul thread.
ciao... ivy!
dunque se sei così capace nel dimostrare l'inutilità delle citazioni perchè invece di partire con queste filippiche sullo scrivere citazioni, non le "smonti" con un'argomentazione tua?
Così fai vedere a tutti che non ha senso riportarle.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”