La competizione fra donne

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 21 novembre 2006, 16:40

Certo... riproponimi la citazione, xkè nn la ricordo +. Però come premessa voglio dire ke (ed è anke la prima argomentazione) ognuno ha la propria testa x ragionare; nn occorre andare a raccattare ovunque citazioni ke esprimono il nostro pensiero, xkè altrimenti vuol dire nn saper ragionare, nn sapersi esprimere e quindi ricorrere a citazioni ke ci soddisfino. Ognuno deve esporre il proprio pensiero cn parole sue. Altrimenti ci si rifà al principio di Autorità: solo xkè Aristo era famoso, allora uso le sue parole. Nn è così, in realtà. Io valgo quanto Aristo.
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 21 novembre 2006, 16:42

resident2006 ha scritto:Certo... riproponimi la citazione, xkè nn la ricordo +. Però come premessa voglio dire ke (ed è anke la prima argomentazione) ognuno ha la propria testa x ragionare; nn occorre andare a raccattare ovunque citazioni ke esprimono il nostro pensiero, xkè altrimenti vuol dire nn saper ragionare, nn sapersi esprimere e quindi ricorrere a citazioni ke ci soddisfino. Ognuno deve esporre il proprio pensiero cn parole sue. Altrimenti ci si rifà al principio di Autorità: solo xkè Aristo era famoso, allora uso le sue parole. Nn è così, in realtà. Io valgo quanto Aristo.
questo modo di interpretare una citazione fatta qua e là è solo tuo.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 21 novembre 2006, 16:46

Infatti non per niente dico di essere unico ed originale, e nn ricorro a citazioni xkè riconosco il mio principio di valore e di autorità; non temo nessuna citazione xkè è un pezzo di carta straccia, ke in tutta onestà potrei riproporre. Non 6 forse tu ke 6 rimasta allibita e senza parole dopo aver letto la mia prima argomentazione?
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 21 novembre 2006, 16:52

Allibita?!
Quando è successo che non mi ricordo?
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Re: La competizione fra donne

Messaggio da ivy » 21 novembre 2006, 16:57

resident2006 ha scritto:E' da quando ho letto alcune asserzioni su questo forum che mi domando come mai le donne spesso si trovano in competizione con individui del loro stesso sesso, mentre i maschi, più solitamente, tendono ad essere pacifici e a comunicare fra loro (salvo in momenti rari).
tu fungi da eccezione
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Avatar utente
resident2006
Messaggi: 1167
Iscritto il: 1 ottobre 2006, 20:22
Località: Milano

Messaggio da resident2006 » 21 novembre 2006, 17:02

"allibita? Quando è successo ke nn m ricordo?"
Forse l'hai rimosso xkè difficile da accettare, o forse lo neghi tu stessa. Altrimenti la foga nn ti avrebbe fatto scrivere 2 mex l'uno dopo l'altro. Le cose t sn venute in mente man mano ke leggevi.

"Fungi da eccezione"... ma ke c'entra adesso? xkè nn me l'hai detto prima? E le citazioni? Nn sai risp al mio ultimo mex?
Cmq io nn fungo... io mungo!!!!! Certo ke sn un'eccezione, forse wope ed io eravamo le unike eccezioni giuste, qui dentro. Tu e lala nn ragionate; riportate citazioni sminuendo la vostra persona dando l'impressione d essere capaci di leggere ma nn di ragionare cn la vostra testa. Infatti, come Simplicio, hai una citazione pronta x qualsiasi discorso. Non 6 un po' "peripatetica"?
Roberta 6 la mia vita... t amo tantissimo... nn potrei + vivere senza d te...

Immagine

Avatar utente
ivy
Messaggi: 2049
Iscritto il: 7 agosto 2005, 17:38

Messaggio da ivy » 21 novembre 2006, 17:12

resident2006 ha scritto:"allibita? Quando è successo ke nn m ricordo?"
Forse l'hai rimosso xkè difficile da accettare, o forse lo neghi tu stessa. Altrimenti la foga nn ti avrebbe fatto scrivere 2 mex l'uno dopo l'altro. Le cose t sn venute in mente man mano ke leggevi.

"Fungi da eccezione"... ma ke c'entra adesso? xkè nn me l'hai detto prima? E le citazioni? Nn sai risp al mio ultimo mex?
Cmq io nn fungo... io mungo!!!!! Certo ke sn un'eccezione, forse wope ed io eravamo le unike eccezioni giuste, qui dentro. Tu e lala nn ragionate; riportate citazioni sminuendo la vostra persona dando l'impressione d essere capaci di leggere ma nn di ragionare cn la vostra testa. Infatti, come Simplicio, hai una citazione pronta x qualsiasi discorso. Non 6 un po' "peripatetica"?
sai renderti fastidioso, perchè scrivi qui solo per sfogarti, ma lo fai fingendoti un altro.
non dici di avere quel tal problema che ti fa stare così e colà, inizi discussioni per attirare l'attenzione e dove poter polemizzare e sentirti furbo e capace.
secondo me tutto ciò è penoso.
per quanto riguarda il mo essere allibita siccome non mi ricordo di aver provato tale emozioni mi piacerebbe che mi riportassi dove lo sono sembrata.

"Sei l'eccezione "
te lo dico adesso perchè non volevo entrare subito in polemica con te, questo mi pareva un topic interessante, prima che iniziassi portarlo OT con la storia delle citazioni.
sul perchè ogni tanto inserisco citazioni mi sono già ampiamente spiegata.
mi par di aver capito che tu rimani della tua idea.
Cos'altro potrei aggiungere? non mi pare ci sia molto da discutere.
... ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.
Da Paolo il caldo, Vitaliano Brancati

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 21 novembre 2006, 18:00

la competizione dipende più dal carattere che dal sesso. io per esempio a volte mi sono sentita in competizione con uomini e donne insieme,per esempio in una prova di esame a cui tenevo particolarmente e in cui volevo risultare la migliore, ma la maggior parte delle volte entro in competizione solo con me stessa. gli altri non c'entrano. anche la competizione per un uomo,io non la vivo come competizione con un'altra donna, ma al limite come dimostrazione a me stessa. dell'altra al limite posso sentirmi inferiore per problemi miei.
Immagine

Dott.ssa M.Letizia Rotolo
Messaggi: 241
Iscritto il: 14 marzo 2006, 21:09
Località: Bologna

Messaggio da Dott.ssa M.Letizia Rotolo » 22 gennaio 2007, 15:57

Gentili utenti del forum, scusate la mia lunga assenza dovuta a motivi di salute. Ora va meglio e potrò "moderare" più frequentemente. E' interessante questo dibattito. Resident, la tua richiesta rispetto alla competizione tra donne si è sviluppata successivamente in un dibattito di tipo diagnostico, metapsicologico e ricco di citazioni celebri ed importanti, ma non so se siano proprio funzionali al topic aperto. Io posso essere d'accordo con Lala che la competizione tra donne spesso dipende da fattori culturali, ma perché non portate la vostra esperienza? Dal punto di vista della sopravvivenza tra specie e quindi parliamo anche di etologia, le donne hanno un numero di ovociti ed un patrimonio riproduttivo inferiore a quello dei maschi. Per la sopravvivenza della specie è necessario che trovino il compagno che possa garantire la migliore "fitness" intesa come migliore sopravvivenza della specie possibile. I mschi non hanno questo problema ed a loro tocca inseminare più donne possibile e non trovare il migliore compagno, quello più forte, capace di dare figli in grado di sopravvivere. Per i maschi è importante il numero, per la donna è importante trovare il compagno migliore con un migliore corredo genetico. Questo è naturalmente un discorso riferito al mondo animale, ma siccome deriviamo da loro, qualcosa è rimasto... Dal questo punto di vista, da prendere naturalmente "con le pinze", le donne si trovano in competizione tra loro perché a loro occorre trovare un compagno forte, con un corredo genetico ottimo e non sono così tutti... Agli uomini non succede così... E' un fatto culturale, ma l'origine arcaica-naturalistica è questa. La solidarietà femminile, comunque, esiste. Poi c'è il mproblema dell'identificazione con il femminile, ma qui si apre un capitolo molto lungo. Care donne, anche se questa (piaccia o non piaccia) è l'origine naturale, molte cose sono cambiate! Un caro saluto a tutti/e, scusandomi ancora per la mia prolungata assenza.
Dot.ssa Maria Letizia Rotolo

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”