routine o..?

Un forum in cui confrontarsi con un esperto sui temi riguardanti la sessualità e le sue problematiche. Uno spazio per esprimere perplessità, dubbi o semplici curiosità. La sessuologa vi guida nel trovare chiarimenti e indicazioni.

Moderatori: Dr.ssa Cristina Spadoni, Dr.ssa M. Letizia Rotolo

Avatar utente
Nenè
Messaggi: 12
Iscritto il: 9 aprile 2008, 12:45

Messaggio da Nenè » 10 aprile 2008, 12:11

doomgeneration ha scritto:Lala hai una concezione un po' troppo immateriale e "favolesca" dell'amore... se un amore finisce allora non è amore vero? Detto così forse l'unico vero amore è quello che una madre (e nemmeno tutte lo provano) prova per il figlio... ti sembra possibile?
L'amore è una condizione, un sentimento, uno stato d'animo...è più profondo dell'innamoramento, ma come tutti i sentimenti può mutare, può diventare più o meno forte, e con il tempo, può anche finire.
L'uomo non è perfetto, non lo sarà mai, non esiste solo il "bianco o nero", non c'è nessuna condizione di perfezione in una coppia a cui aspirare.
Non esiste l'amore "Per definizione". Ognuno lo prova a modo suo, ma è qualcosa di strettamente legato alla corporeità oltre che alla spiritualità, all'anima. Per questo non può essere eterno e sempre uguale a se stesso, perché come l'uomo cambia ed è destinato a finire, così nel tempo mutano anche i suoi sentimenti...e scoprire in che modo mutano significa mettersi in discussione, scoprire ogni volta qualcosa di più di se stessi.
Negare questa tendenza significa un po' negare la natura, limitata, dell'uomo... ma non addentriamoci in discorsi filosofici!
STRAQUOTO

hermione
Messaggi: 129
Iscritto il: 11 gennaio 2007, 13:38

Messaggio da hermione » 10 aprile 2008, 13:45

L'amore dura nel tempo se entrambi i partner continuano a coltivarlo.Ci vuole la volontà di evitare di cadere nella routine : è normale caderci ma bisogna rinnovarsi e ogni giorno stupire la persona amata con qualche piccolo gesto che le faccia capire quanto sia unica per noi. Dire ogni giorno "IO SCELGO TE!!!!!"
:wink: :wink: :wink:

Avatar utente
ricciolina
Messaggi: 873
Iscritto il: 19 luglio 2007, 10:59

Messaggio da ricciolina » 10 aprile 2008, 16:00

scusami cicca se sono un po' dura con te...
e correggimi se sbaglio.

è già un po' che dici che è un problema tra di voi il sesso.

prima hai detto che la voglia era svanita... ok può succedere... e se così fosse non ci sarebbe niente di strano succede ogni giorno.. anche nelle migliori famiglie.

poi hai ipotizzato che forse era perchè lui non può avere figli e allora farlo sembrava inutile.... questa non la tollero mi dispiace ma è davvero pessima.

ora ti lamenti dicendo che vorresti che lui modificasse il suo modo di fare l'amore con te. ..... :shock:

e qui tocchi il fondo del barile cara mia,
se non lo ami più lascialo, ma non addossargli delle colpe.
in fondo sei qui a dire che TU hai un problema.

se è solo questo che vuoi da lui, che modifichi il suo modo di fare l'amore con te allora "visto che l'amore si fa in due" almeno mettilo al corrente dei tuoi desideri!

ma io in realtà credo che tu non lo voglia più questo uomo, era interessante prima, quando ancora non era tuo e subito quando ti sei "goduta la tua vittoria" ora cosa ha ancora da offrirti?
tu hai 30 anni e vuoi una famiglia e lui non può dartela..
e qui casca l'asino.

Avatar utente
Lala
Messaggi: 5383
Iscritto il: 21 febbraio 2005, 12:53

Messaggio da Lala » 10 aprile 2008, 19:28

ma veramente non mi pare una visione favolesca la mia,anzi tutt'altro.l'amore è costruire qualcosa e non il classico colpo di fulmine delle telenovelas.Sono staat fraintesa.vabbè.
Immagine
Croccante fuori, toffoletta dentro

Twilight
Messaggi: 3356
Iscritto il: 26 febbraio 2006, 19:44

Messaggio da Twilight » 11 aprile 2008, 1:58

no è che l'amore non puoi dire che non è un sentimento, è il sentimento per eccellenza e non è ragionato,perchè se fosse come dici tu molte coppie non si lascerebbero.
io ho amato il mio ex ragazzo,ma l'amore è finito per diversi motivi,ma non perchè non sono passata dall'innamoramento all'amore.
l'amore è uno stato d'animo,non è solo stima e affetto,quello è amore da amici,che può finire comunque.
per esempio io ho amato davvero quella che è stata la mia migliore amica per 20 anni...20 capisci? e non sbaglio dicendoti che era un tipo di amore,però è finito. perchè le persone sono dinamiche e a meno che 2 persone non cambino sempre nella stessa direzione per sempre,allora le cose sono destinate a cambiare.
l'amore può non avere i picchi dell'innamoramento,questo è certo, ma non è così razionale e quadrato come lo vuoi vedere tu, non ha delle regole logiche. non ha regole.
come ho già detto cambia, allora se il modo in cui cambia fa star bene le persone che lo vivono e dà loro quel che gli serve,va avanti, se nonostante gli sforzi per mantenerlo in piedi quel che dà non è più quel di cui si ha bisogno finisce..e basta..e resta tutta la stima,per carità, l'affetto, ma come tra fratelli e l'attrazione fisica non c'è più.
nella vita non ti piaceranno sempre le stesse cose, e non avrai sempre bisogno delle stesse cose. siccome in una coppia si è in 2 ci sono una miriade di fattori. e non si può ragionare su questo. non è che perchè un amore finisce significa che non è mai stato amore..assolutamente. perchè può essere che l'amore finisca perchè le persone coinvolte diventano troppo diverse e non riescono a soddisfarsi a vicenda anche se coltivano ogni giorno il loro rapporto, se le strade divergono..che fai? ti snaturi? no..
non sono cose che puoi prevedere, anche se magari mette più sicurezza vederla come la vedi tu.
cosa succede se tra 2 anni non vedi più il tuo fidanzato come lo vedi oggi? se non vuoi più farci l'amore, se quando lo vedi non sei più contenta, se non ti mette più serenità..? vuol dire che adesso tu non lo ami? succede che ci resti insieme perchè tanto l'amore non è un sentimento e voi siete nella teoria compatibili? io non penso...
è come con l'ex che ci sei stata anni perchè la testa ti diceva che lui aveva le caratteristiche che andavano bene a te...ma poi ha incontrato questo e allora lo hai capito che non è una questione puramente di testa,ma di cuore..di istinto, di chimica...e non parlo di farfalle nello stomaco o montagne russe emozionali, parlo di benessere e soddisfazione speciali.
non so come altro meglio spiegarmi..e non penso di averlo fatto bene..ma va beh
Immagine

Avatar utente
Eddd
Messaggi: 644
Iscritto il: 11 agosto 2007, 16:26

Messaggio da Eddd » 16 aprile 2008, 14:10

Tanto alla parola "amore" se vi soffermate a rifletterci gli esseri umani non hanno mai associato alcun concetto chiaro ed univoco, perciò di cosa stiamo parlando?
Mi è abbastanza chiaro cosa sia l'attrazione sessuale mentre invece alla parola "amore" tra uomo e donna io ancora non ho capito di preciso che tipo di relazione dovrebbe esserci associata e come dovrebbero comportarsi i partner per dimostrare di essere innamorati.
Se non ho voglia di fare l'amore con una donna vuol dire che non sono innamorato di questa donna? O si può essere innamorati anche senza dover per forza aver voglia di fare l'amore? Poi se non si ha voglia di fare l'amore con una donna (o un uomo) ma si desidera stare per molto tempo in sua compagnia e scambiarsi affetto e tenerezze questo vuol dire che si è instaurata soltanto una relazione di amicizia?
Io ho paura che alla parola "amore" ognuno ha associato un concetto diverso proprio come è capitato a parole come "Dio". Semplicemente non c'è accordo perché ognuno la vede a modo suo e non c'è qualcuno che abbia più ragione degli altri, alcuni ossevando una coppia direbbero che sono soltanto amici mentre magari per i componenti della coppia stessa la relazione che li lega è d'amore e non si definirebbero soltanto amici solo perché non c'è sesso.
Ma al di là di tutto questo non è importante capire che tipo di sentimento si prova (nel senso di appiccicarci una parola di uso comune o una definizione) ma comprendere che tipo di relazione si desidera instaurare (che gli altri poi la chiamino come vogliono e desiderano, un nome non dà certo sostanza alle cose).
Adesso Ciccia tu non provi attrazione per lui, perché? Dici che vorresti che lui facesse l'amore diversamente, ma come? Hai almeno un'idea vaga di quello che desideri ottenere anche al di là delle tue (e sue) possibilità effettive? Ma perché è sempre così complicato individuare quello che si desidera davvero? :roll:...

ciccia
Messaggi: 57
Iscritto il: 25 gennaio 2008, 20:53

Messaggio da ciccia » 21 aprile 2008, 14:37

Non so dirti,eddd,perchè sia sempre cosi complicato.Quello che so è che quando mi ha conquistata eramolto più"attento" a letto.Fantasia,passione,gioco..poi si è, per cosi dire,posato sugli allori.Ho pensato che potesse essere causato dalla stanchezza per il lavoro edi certo hanno influito i nostri problemi.Ho deciso di parlargli di questo cambiamento e mi ha risposto che in effetti si è prodigato per conquistarmi in quanto molto più giovane di lui.Ora però se esce il discorso fa il permaloso e mi dice solo :"lo so che sono una frana"perchè sa che mi sento in colpa. :evil:

Rispondi

Torna a “Sessualità e dintorni”